You are currently browsing the tag archive for the ‘SCUOLE’ tag.

CIVITANOVA–Domani, domenica 16 febbraio 2014, ultimo appuntamento all’Itcg Corridoni di Civitanova Alta (Dirigente la Prof. Antonietta Alesiani, nella foto),

LA DIRIGENTE SCOLASTICA PROF. ANTONIETTA ALESIANI

LA DIRIGENTE SCOLASTICA DELL’ITCG CORRIDONI PROF. ANTONIETTA ALESIANI

con l’iniziativa “Porte aperte a scuola”, dalle ore 15 alle ore 19. Un’altra occasione, dopo quelle del mese di dicembre e di gennaio, per prendere visione concretamente di com’è articolato il Ragioneria (con i vari indirizzi) ed il Corso Geometri, per una scelta consapevole delle scuole superiori cui optare. Per i ragazzi della terza media, infatti, è tempo di scegliere entro il 28 febbraio a quale scuola iscriversi. Come nelle altre occasioni l’Istituto Commerciale, cui da 6 anni è stato affiancato il corso geometri, è visitabile da parte di ragazzi e genitori per visionare i corsi, i laboratori, la struttura logistica nel suo insieme (aule, palestra, biblioteca), avendo ragguagli da docenti e ragazzi che stanno frequentando la scuola. L’Itcg è l’Istituto che da circa 80 anni prepara i giovani per il futuro. Finora ha fornito diplomati all’intero distretto economico calzaturiero, mentre un significativo campione di ragazzi ha proseguito gli studi universitari, per poi inserirsi nelle professioni (commercialisti) e nelle aziende, sia come titolari, contitolari o manager. 

MACERATA–Il Piano di programmazione della rete scolastica 2014-2015 è l’argomento all’ordine del giorno della Conferenza provinciale delle Autonomie locali. L’Assemblea, della quale fanno parte i Sindaci dei 57 Comuni del Maceratese, i Presidenti delle Comunità montane, i consiglieri provinciali e quelli regionali della provincia di Macerata, è stata convocata dal presidente Antonio Pettinari per domani martedì 22 ottobre, alle 15.30, nella sede della Provincia.

MONTECOSARO–Si stanno completando in questi giorni (alla vigilia del’apertura del nuovo anno scolastico) i lavori presso la Scuola Media Padre Matteo Ricci di Montecosaro. Si tratta di un intervento superiore ai 390.000 euro,MONTECOSARO-SCUOLA MEDIA 2013 A che comprende la sostituzione di tutti gli infissi e successivamente il risanamento dei cornicioni ed il miglioramento energetico. “E’ l’ultimo, in ordine di tempo, degli interventi che da tre anni – sottolinea il Sindaco Stefano Cardinali – abbiamo realizzato nelle nostre strutture scolastiche. In assoluta controtendenza rispetto a ciò che sta avvenendo in Italia, anzichè tagliare abbiamo deciso di concentrare i nostri investimenti a favore della scuola, spendendo oltre 1,4 milioni di euro per l’adeguamento sismico di  tutti gli edifici scolastici, nonché per ampliamenti e per nuove aule didattiche, per bonificare dove era presente eternit e per dotare tutte le aule di lavagne interattive LIM . Inoltre sono state aumentate le ore di assistenza e l’orario della scuola d’infanzia…”  

Sono orgoglioso che i componenti della Giunta e i Consiglieri di maggioranza, nel pieno rispetto del patto di stabilità ­ ha precisato Cardinali –  abbiano voluto rinunciare ad investimenti che magari avrebbero dato maggiore visibilità, per lasciare la priorità al futuro del nostro paese: la Scuola!”

Dopo tre anni di lavori, oggi possiamo affermare con maggiore serenità, rispetto al passato e rispetto agli ultimi episodi sismici che hanno colpito la nostra regione, che tutti i nostri ragazzi – ha concluso il Sindaco cardinali – frequentano scuole più sicure e soprattutto adeguate dal punto di vista sismico!

Nelle foto la Scuola Media Padre Matteo Ricci di Montecosaro con alcuni particolari riguardanti gli ultimi lavori effettuati.

FERMO–Sul pennone più alto dell’Istituto Industriale Montani di Fermo sventola il tricolore. Come tanti anni fa. Scuola-territorio-nazione. Lo hanno ripristinato questa mattina i Vigili del Fuoco. Nelle stesse ore, nello stupendo Museo MITI, il presidente dell’Associazione Ex Allievi ITI Montani, Stefano Luzi, la Preside Margherita Bonanni, il Presidente della Provincia Fabrizio Cesetti e il vice sindaco di Fermo, Francesco Trasatti, hanno presentato ufficialmente alla stampa la “due giorni” del 6 e 7 settembre prossimo. Un raduno di ex allievi – ha spiegato Luzi – che servirà a discutere del “ruolo del perito tecnico tra imprese, università e sviluppo”. Il mondo cambia velocemente, mutano i sistemi di lavoro, molta produzione – ha spiegato – viene spostata all’estero, è opportuno che si rifletta sul ruolo di una figura importante e di una Scuola che è stata protagonista dello sviluppo del Fermano, delle Marche e di molte realtà imprenditoriali italiane. In occasione della tavola rotonda del sei (ore 17) all’auditorium San Martino di Fermo, sarà lanciato agli imprenditori l’invito ad adottare una classe: un terzo o un quarto, sviluppando con essa un progetto industriale.

Nel 2014, l’ITI Montani compirà 160 anni, spesi nell’educazione e nell’istruzione delle giovani generazioni.

La preside Bonanni ha parlato di un vero e proprio “Modello Montani”, un modello pedagogico e didattico, dove, sin da metà Ottocento, i saperi non avevano gerarchia: cultura scientifica e cultura umanistica convivevano. Quella che oggi viene chiamata alternanza scuola-lavoro, ha spiegato, era ed è un metodo da sempre applicato nelle aule dell’Istituto Montani. Uno stretto rapporto con le imprese locali dove gli studenti fanno esperienza e gli imprenditori ricorrono per i propri fabbisogni. Tra gli obiettivi della scuola anche la creazione di un Centro di ricerca a servizio delle realtà locali e marchigiane, e la possibilità di riattivare processi lavorativi interni come il trattamento termico, ad uso delle imprese.

Il Presidente Cesetti ha parlato di grandi prospettive di una scuola in continua espansione. Il vice sindaco Trasatti ha ribadito il legame profondo tra scuola e mondo del lavoro.

Maurizio Alberti del Direttivo ex Allievi, ha ricordato l’apporto economico dell’Istituto alla città: 4.000 studenti molti dei quali risiedevano nei convitti e nelle famiglie. Ed anche il valore dei docenti, molti dei quali pubblicano – come nel caso del Prof. Coppelli – libri di testo per la Mondadori adottati nei maggiori istituti tecnici italiani.

Tra i macchinari di cui è dotato l’ITI Montani, ha spiegato il Prof. Carlo Giuli, c’è un impianto che ha realizzato nei decenni scorsi la maggior parte dei tombini presenti nelle città italiane.

Il Manifesto che scaturirà dalla “due giorni” conterrà, ha anticipato la preside, la Vision dell’Istituto, il suo respiro europeo, l’attenzione alla formazione, e l’autonomia.

Nato per celebrare i 100 anni del Rettore del Convitto, Prof. Ottorino Prosperi, morto purtroppo qualche mese fa, l’evento s’è arricchito di numerose iniziative: dalla tavola rotonda con gli imprenditori e il ministro della Pubblica Istruzione, al Galà al Teatro dell’Aquila, aperto a tutti “per significare l’unione con la città e il territorio”, allo “struscio” in piazza del Popolo, alla visita agli ex Convitti e collegi sino all’assemblea degli ex allievi. Al momento i prenotati sono quasi 700. Da tutta Italia e da diverse parti del mondo. Previsto per il sette settembre anche un pranzo tipico lungo i corridoi del severo istituto. Un’occasione importante per il mondo scolastico e produttivo.  

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31