You are currently browsing the tag archive for the ‘SANT’ELPIDIO A MARE’ tag.

SANT’ELPIDIO A MARE – E’ stato approvato nei giorni scorsi il progetto esecutivo per la realizzazione di un intervento di restauro e risanamento conservativo della Chiesa degli Angeli per un investimento complessivo di 70.000 euro. L’intervento previsto è quello di una risistemazione esterna con individuazione e sistemazione di spazi interni anche per il Centro Anziani degli Angeli.

 

A lavori ultimati – osserva in merito il Sindaco nonché Assessore ai Lavori Pubblici Alessio Terrenzi – riusciremo a rendere fruibile la parte della chiesa che attualmente non lo è fornendo così una risposta importante rispetto ad una problematica che si è mostrata in tutta la sua gravità da diverso tempo ed anche il Centro Anziani avrà i suoi spazi per lo svolgimento per la sua attività”.

 

A suo tempo venne effettuato un sopralluogo da parte dell’Ufficio Tecnico comunale nel quale vennero riscontrate alcune particolari fragilità della struttura che motivarono un immediato intervento di puntellamento. In particolare, i tecnici del comune rilevarono che la trave in legno di colmo, oggetto di indagine visiva, pur non possedendo evidenti inflessioni, in alcuni punti risultava in cattivo stato di conservazione. Assolvendo detta trave di colmo ad una funzione statica di primaria importanza per il solaio di copertura si era immediatamente proceduto ad un puntellamento della stessa, tramite un castello in tubi innocenti. La chiesa, inoltre, da quanto venne verificato, è stata oggetto nel corso degli ultimi anni di massicci interventi di puntellamento relativamente alla navata adiacente il cortile della struttura (lato via Piave), la parete portante della chiesa lato via Piave presenta un evidente fuori piombo indice dell’inizio di un possibile meccanismo di ribaltamento. Ed ancora, la porzione della chiesa oggetto dei precedenti interventi presentava numerose fessure indice di un meccanismo rotazionale potenzialmente innescato da cedimenti fondativi, accentuati verosimilmente dalla connessione con l’annesso di recente realizzazione che potrebbe non avere un apparato fondale adeguato.

A fronte di tutto ciò, si è arrivati al progetto di restauro e risanamento strutturale, al fine di interrompere l’eventuale progressione dei dissesti e quindi fugare ogni pericolo per la pubblica incolumità. Il progetto approvato in giunta va in tale direzione.

 

La fase successiva all’approvazione del progetto è quella dell’apertura della gara d’appalto – aggiunge il Sindaco Terrenzi – che avverrà nei termini di legge”.

 

Annunci

SANT’ELPIDIO A MARE – Era il 26 ottobre del 1988 quando, dopo svariati incontri ed assemblee cittadine, sette presidenti pro tempore di altrettante associazioni, coordinate da Giuseppe Olivieri Pennesi, si trovarono davanti ad un notaio per firmare il primo documento ufficiale – lo statuto – che diede vita all’Associazione “Servizio di Pubblico Soccorso – Volontariato della Misericordia – Croce Azzurra” presieduta per dodici anni dallo stesso Olivieri Pennesi. Da allora sono trascorsi 25 anni e per la Croce Azzurra è tempo di festeggiare: 25 anni di impegno sociale nel territorio, 25 anni di attività accanto alla collettività che saranno festeggiati domenica 18 maggio 2014.

Il programma della festa prevede il ritrovo alle ore 9.45 in Piazzale Marconi per poi sfilare in corteo verso piazza Matteotti e partecipare, alle ore 10.30, ad una santa messa in Collegiata officiata da Don Enzo Nicolini. A termine della cerimonia religiosa è previsto un saluto delle autorità seguito da un saluto delle ambulanze che sfileranno per le vie di Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano.
La festa si concluderà a tavola, alla Bocciofila Monturanese: durante il pranzo saranno premiati i militi storici della Croce Azzurra e verrà estratta la lotteria del 25° anniversario.

Decisive per la nascita dell’Associazione furono alcune, quasi concomitanti, urgenze sanitarie che non trovarono una rapida soluzione sul fronte del trasporto verso la struttura ospedaliera. Grazie ai cittadini e alle imprese di Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano ma, soprattutto, grazie alla generosità dell’ing. Filippo Fratalocchi, fu acquistata la prima ambulanza nel maggio del 1989. L’attività dell’Associazione si è strutturata anche grazie ad una vasta campagna di sensibilizzazione e all’organizzazione di corsi di primo soccorso fino ad arrivare alla preparazione di 226 volontari, appena sufficienti a garantire le 24 ore giornaliere di servizio, per sette giorni settimanali. L’effettiva attività della Croce Azzurra, sulla base della nuova organizzazione, ebbe avvio il 14 maggio del 1989. Da allora non sono mancate le difficoltà ma la tenacia dei tanti volontari coinvolti e di un direttivo che, di anno in anno, ha rinnovato il suo impegno a servizio del territorio, si è arrivati alla vigilia della festa per il 25° anniversario che sarà celebrata domenica prossima.

“La Croce Azzurra svolge, da sempre, un encomiabile servizio in tutta la zona – osserva in merito il Sindaco, Alessio Terrenzi – e colgo l’occasione di ringraziare, fin da ora, tutti i volontari che nel tempo si sono prodigati per l’attività portata avanti con spirito di servizio”.

SANT’ELPIDIO A MARE – Sarà chiuso in giornata il COC aperto a seguito delle piogge che hanno colpito il territorio nel fine settimana. Dopo il presidio ed i controlli effettuati durante il week end, questa mattina (5 maggio 2014)  sono stati effettuati ulteriori controlli nelle zone maggiormente colpite. “Abbiamo valutato che i danni, ad una prima stima, ammontano attorno ai 600/700 mila euro – fa sapere il Sindaco, Alessio Terrenzi – e la criticità maggiore è stata riscontrata lungo il reticolo dei fossi della Frazione Luce dove si pensa di intervenire con somma urgenza. In giornata sarà chiuso il Coc che è stato aperto ed operativo senza sosta: approfitto, a tal proposito, per ringraziare l’ufficio tecnico, la Polizia Municipale ed i volontari della Protezione Civile che non hanno avuto orari e si sono subito mobilitati per monitorare il territorio. Ancora una volta ci troviamo a dover far fronte ad un’emergenza: sarà necessario intervenire sia per ripristinare il ponte crollato che sul reticolo dei fossi che, ancora una volta, ha prodotto danni in zona Faleriense. Stiamo monitorando anche alcune strade che richiedono interventi per via delle frane che le hanno interessate.

Nel pomeriggio saranno effettuate anche delle video ispezioni con il Tennacola, sui fossi intubati, per verificarne le condizioni. Per fare il punto della situazione si terrà un tavolo tecnico, anche con enti superiori, domani sera (martedì 6 maggio). Mercoledì mattina ci incontreremo con i tecnici della Provincia e con i vertici del Consorzio di Bonifica delle Marche per decidere il da farsi in merito alla situazione in zona Faleriense: al momento è quello che ci preoccupa maggiormente visto che in quella zona sono continuamente danneggiate famiglie ed aziende, è necessario trovare una soluzione definitiva affinché ciò non capiti più. Il nostro territorio, dopo quanto accaduto con il muro di Via Tevere per il quale, lo ricordo, è stato previsto un intervento con fondi propri da parte del Comune con progettazione a carico della Provincia, è stato duramente provato per l’ennesima volta e, come avvenuto già in passato, ci troviamo a dover far fronte a spese che non erano preventivabili: purtroppo questo fa nuovamente ventilare la possibilità che tutta la programmazione messa a punto possa saltare visto che bisogna trovare le somme necessarie per intervenire. Dobbiamo farlo con fondi propri in attesa che il Governo ci venga incontro ma non si può aspettare”.

SANT’ELPIDIO A MARE – Parlare di accoglienza raccontando storie ed esperienze vissute. E’ questo l’obiettivo che si intende raggiungere con il ciclo di spettCATTARINA-ambito tomassiniacoli ed incontri con l’autore messo a punto sul tema dell’affido e dell’accoglienza dall’Ambito Sociale e Territoriale IX e XX, in collaborazione con l’Associazione Mondo Minore, con l’Associazione Famiglia Solidale, con Famiglie per l’accoglienza e con l’Asur Marche Area Vasta n. 4.
“Narrare l’accoglienza… mi prendo cura di te”: questo è il tema attorno al quale sono stati strutturati sei incontri. Ieri sera, venerdì 28 marzo, la terza tappa, quella elpidiense.
Nel corso della serata, introdotta dal coordinatore dell’Ambito XX Alessandro Ranieri e nel corso della quale a portare il saluto della città è stato l’Assessore alle Politiche Sociali Monia Tomassini, sono state portate esperienze di vita toccanti e cariche di speranza per chi si trova a vivere momenti difficili e a commettere degli errori.
Dopo l’introduzione di Massimo Valentini – Famiglie per l’accoglienza – che ha raccontato come l’affido sia possibile a tutti e che non sia necessario avere delle capacità particolari o una particolare vocazione se non quella di voler offrire amore, la parola è passata all’ospite della serata: Silvio Cattarina, che ha raccontato la propria esperienza che ha fatto e che è tuttora in corso accanto ai ragazzi e alle ragazze della Comunità “L’imprevisto”. Con lue due ragazze che hanno vissuto sulla loro pelle l’esperienza della comunità alla quale sono approdate per via di problemi legati alla tossicodipendenza. Quella di Anastasia e di Alice, rispettivamente 20 e 21 anni, di Porto San Giorgio e di Cagliari, è stata una testimonianza che ha trasmesso coraggio e speranza. Nel raccontare il loro percorso (da qualche tempo entrambe sono fuori dalla comunità, ospitate nella casa di reinserimento che è un passo importante verso il reinserimento definitivo nella società) le ragazze hanno raccontato come sono state accolte e come si sono trovate ad avere accanto persone pronte ad amarle incondizionatamente e ad accettarle per quello che erano, non per quello che avevano fatto.

A seguire, Silvio Cattarina ha dato una testimonianza prima di tutto di fede, nella convinzione di fare qualche cosa che arrivi da qualcuno di più grande di un semplice uomo. Una testimonianza di accoglienza priva di pregiudizi, di amore e di impegno accanto ai tanti ragazzi e alle tante ragazze a cui viene trasmesso coraggio, autostima, speranza, ai quali viene data l’occasione di tornare a vivere appieno la loro vita. Ragazzi che tornano a studiare, che si inseriscono nel mondo del lavoro, che si riavvicinano alle loro famiglie e tornano a riprendere in mano la loro vita.
Tutto questo, l’esperienza accanto a questi ragazzi e queste ragazze, è stata raccolta nel libro “Torniamo a casa” che l’autore ha presentato come sintesi di un percorso ancora aperto e che è destinato a restare tale ancora a lungo.

Gli appuntamenti con “Narrare l’accoglienza… mi prendo cura di te” proseguiranno il 4 di aprile a Grottazzolina con la presentazione del libro “Bambini adolescenti e famiglie vulnerabili” presso il Teatro Novelli alle ore 21.15.

SANT’ELPIDIO A MARE – La Giunta ha recentemente deliberato l’assegnazione di un contributo pari a 8.360 euro per le Manifestazioni Storiche, individuando quali beneficiari l’Ente Contesa del Secchio e le quattro Contrade storiche cittadine  cui saranno assegnate quote di pari importo. “Abbiamo deciso di deliberare come nel 2012 per fare in modo che non venissero perduti i contributi per il 2013 – osserva il merito il Sindaco, Alessio Terrenzi, nonché Assessore alle Manifestazioni Storiche, delega di recente istituzione – e si è ricalcata la delibera dello scorso anno proprio per evitare che Ente e Contrade restassero senza contributi. Tra l’altro, siamo ancora in attesa di una pronuncia del Tar in merito alla delibera dello scorso anno, ma abbiamo dovuto agire in questo modo per le motivazioni appena illustrate”. Il Sindaco, nel motivare la delibera con cui vengono individuati come destinatari del contributo Ente e Contrade, ricorda che “…stiamo lavorando per valorizzare sempre di più le Manifestazioni Storiche che sono un vanto per il nostro Comune – osserva il primo cittadino – ne è prova l’impegno che abbiamo messo in campo per la riorganizzazione delle stesse con il lavoro dei tre saggi che sono stati da me individuati, con pieno mandato sul loro operato, per formulare una proposta di riorganizzazione che ora è al vaglio dei vari organismi interessati. Una scelta, quella di nominare tre persone super partes, fatta non a caso ma per tenere fuori la politica da questo percorso. Si è disposta una proposta di riorganizzazione facendo seguito alle polemiche che si sono avute lo scorso anno e tenendo conto che, a prescindere da ciò, era sentimento comune la necessità di rivedere l’organizzazione della Manifestazioni Storiche”.
 
“Il prossimo incontro per discutere della proposta di riorganizzazione si terrà agli inizi di febbraio in data da destinarsi – aggiunge il Presidente del Consiglio Comunale Matteo Verdecchia che, delegato dal Sindaco, si è occupato della questione  – e la tempistica è stata scelta anche alla luce del fatto che in alcune Contrade si è provveduto al rinnovo dei direttivi. A tal proposito, mi auguro che ognuno metta in campo il proprio senso di responsabilità nei confronti degli elpidiensi e della città tutta, senza fermarsi davanti a sterili personalismi: se l’iter in corso si bloccasse, sarebbe tutta la città a rimetterci”.
 
“Mi auguro che si possa continuare a lavorare in un clima sereno – aggiunge il Sindaco Terrenzi – pensando al bene della città che vuole mantenere e valorizzare il più possibile le Manifestazioni che da sempre la caratterizzano”.
 
SANT’ELPIDIO A MARE – Cambia la viabilità in Via Vecchia Porto. Valutate le problematiche connesse alla circolazione veicolare in tale via, ed in particolare le difficoltà generate dal malagevole incrocio tra i veicoli circolanti nelle opposte direzioni di marcia dovute alla ridotta dimensione della carreggiata stradale, tenendo conto della ingente mole di traffico prodotta dalla limitrofa zona industriale di PortoSant’Elpidio, è stato istituito il senso unico di marcia lungo la via. “Si tratta del ramo laterale che congiunge Via Vecchia Porto del Comune di Sant’Elpidio a Mare con la Via San Filippo del Comune di Porto Sant’Elpidio, con ingresso da Via Vecchia Porto ed uscita in Via San Filippo – osserva in merito il Sindaco Alessio Terrenzi – ed il provvedimento è stato assunto dopo aver sentito il Comando di Polizia Locale del Comune di Porto Sant’Elpidio e alla luce della necessità di intervenire per motivi di sicurezza della circolazione”.
La modifica alla viabilità è già operativa e la segnaletica sarà ultimata nella mattinata di lunedì 20 gennaio 2014.
 

SANT’ELPIDIO A MARE – In occasione dell’incontro con il Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca, organizzato per discutere dell’impianto di stoccaggio del Gas, gli amministratori locali hanno avuto modo di discutere anche della situazione venutasi a creare in occasione delle piogge dello scorso dicembre in particolare per quel che concerne il crollo del muro di Via Tevere.

“Subito dopo il crollo – osserva in merito il Sindaco Alessio Terrenzi – si era detto che si sarebbe intervenuti in compartecipazione tra Comune e Provincia, tanto che la Provincia ha già inserito l’intervento nel proprio piano delle opere pubbliche con copertura derivante dai fondi che la Regione deve ancora inviare a Comuni e Province relativi all’alluvione del 2011. Abbiamo appreso che quei fondi, deliberati per Sant’Elpidio a Mare e per la Provincia di Fermo dalla Regione, non potranno essere usati prima del 2015 pertanto la Provincia non può avere fondi per finanziare quell’opera. Il Comune dovrà coprire tutti i costi e la Provincia contribuirà con la progettazione che è già in corso. E’ notizia di queste ore che, accanto ai 15 milioni di euro già stanziati per la prima tranche dell’emergenza dal Consiglio dei Ministri, ulteriori 5 milioni di euro sono stati destinati agli interventi di somma urgenza necessari per ripristinare le principali infrastrutture danneggiate dalla pioggia del 2 dicembre per cui è stato dichiarato lo stato di emergenza. Posto che nel fermano ci sono delle priorità d’intervento come, ad esempio, il ponte di Rubbianello, al momento non è dato sapere se per Sant’Elpidio a Mare ci saranno delle somme a disposizione e, nel caso, non è dato sapere di quale entità si potrebbe parlare. Ricordo che siamo ancora in attesa dei fondi del 2011 pertanto chiedo alla Regione di tenere in considerazione la nostra città nella ripartizione dei fondi. Colgo l’occasione anche per sollecitare i consiglieri regionali del fermano ad attivarsi affinché la regione si ricordi di questo territorio che è stato messo in difficoltà dalla pioggia. In ogni caso, visto che per noi quell’opera è una priorità per la quale riteniamo indispensabile intervenire, è necessario rivedere l’elenco annuale ed il piano triennale delle opere pubbliche in virtù di ciò perché non si può pensare di intervenire solo confidando nell’arrivo di fondi sui quali non si ha nessuna certezza. Purtroppo si è trattato di un evento imprevisto ed improvviso che ha reso necessario riprogrammare gli interventi a suo tempo pianificati e non possiamo non intervenire per ripristinare una situazione di sicurezza nella zona. Se non si è intervenuti fino ad ora è perché ci sono tante incertezze e a differenza dell’alluvione precedente non si può intervenire anticipando le somme, cioè senza avere la copertura dei costi: per la realizzazione dell’opera è necessario andare in consiglio comunale per indicare dove si prendono i soldi necessari per quell’intervento che, come oramai credo si sia capito, è piuttosto corposo”.
 
Con l’occasione, il Sindaco ricorda che è necessario anche tenere in considerazione privati cittadini e aziende private che, come avvenuto per il Comune, hanno subito dei danni e sono in attesa di essere risarciti.
SANT’ELPIDIO A MARE – Sono pronti per vivere una SEM-16-1-2014-ragazzi tarantellinuova esperienza in Kuwait, in virtù di un contratto annuale come chef e camerieri nel primo dei ristoranti che il titolare del prestigioso “Alfredo alla scrofa” vi aprirà a fine febbraio e questa mattina sono stati convocati dal Sindaco, Alessio Terrenzi, che ha voluto congratularsi personalmente con loro assieme all’Assessore al Turismo Emanuele Gentili.
“Questi ragazzi non solo avranno modo di vivere un’esperienza lavorativa molto importante – ha osservato il Sindaco nel salutarli ed accoglierli nel suo ufficio, assieme agli insegnanti Melatini e Meconi oltre che al Dirigente Scolastico Roberto Vespasiani – ma si fanno anche veicolo turistico e promozionale per il nostro territorio. Ecco, dunque, che la nostra scuola travalica i confini nazionali e che la preparazione dei nostri ragazzi è uno dei più bei biglietti da visita che il nostro Paese potrebbe portare all’estero. Ovviamente contiamo su di loro anche per un’attività di promozione diretta, per quanto sarà loro possibile e auguro loro buon lavoro a nome mio personale e di tutta l’Amministrazione Comunale che non può che essere orgogliosa di un così importante traguardo da loro conquistato”.
L’occasione è stata preziosa anche per discutere del futuro della scuola, soprattutto dal punto di vista strutturale. Se, da un lato, la scuola è impegnata con le giornate di apertura straordinaria (il 26  gennaio ed il 16 febbraio) per mostrarsi ai potenziali nuovi iscritti, dall’altra vengono sollecitate risposte sul fronte strutturale.
In merito alla soluzione dell’utilizzo dell’ex Pretura, posto che la questione del Tribunale non è stata ammessa a referendum per cui andrà del tutto smantellato, il Sindaco ha manifestato qualche perplessità su quella soluzione – attorno alla quale, pure, si è discusso con Vespasiani qualche tempo fa – soprattutto per via del fatto che gli spazi non sarebbero comunque sufficienti ad ospitare l’intero istituto e che sarebbero necessari degli adeguamenti, dal punto di vista degli spazi, di non semplice realizzazione.
Si è tornati a discutere del Palazzo Montalto Nannarini come eventuale sede futura. “La Provincia, a suo tempo, ci ha comunicato che la struttura non è utilizzabile come sede per la scuola per problemi legati al carico statico – ha ricordato il Sindaco – e sono in attesa di conoscere eventuali costi da sostenere per un adeguamento, in modo da superare quel problema, per la messa a norma di tale palazzo. E’ necessario avere dati concreti prima di fare qualsiasi ipotesi. Non appena dalla Provincia avremo una stima dei costi da sostenere per un adeguamento del Montalto Nannerini il quadro sarà più completo”. 
 “Il Montalto Nannerini sarebbe la soluzione ottimale”, ha incalzato il professor Melatini ed il Sindaco ha preso l’impegno di contattare l’Assessore Provinciale Renzo Offidani per organizzare, una volta che si avranno alla mano stime precise circa la possibilità di adeguare quell’immobile all’uso desiderato, un incontro congiunto.

SANT’ELPIDIO A MARE – Co

Da sinistra: Verdecchia, Moretti e Terrenzi (Sindaco di Sant'Elpidio a Mare)

Da sinistra: Verdecchia, Alice Moretti e Terrenzi (Sindaco di Sant’Elpidio a Mare)

n 102 voti, solo quattro in più rispetto alla seconda classificata, è Alice Moretti il nuovo Sindaco dei Ragazzi e delle Ragazze elpidiensi. I dati debbono essere validati dal Dirigente Scolastico, Giocondo Teodori, ma sono comunque quelli ufficiali.

Alice frequenta la 1C del Capoluogo e con 98 voti è stata seguita da Asia Pezzola, 1F di Casette d’Ete, che sarà il suo Vice. Terza classificata Noemi Cognigni, sempre della 1F di Casette.
 
A seguire, Diego Postacchini, Alfio Cozzubbo, Ilaria Di Ridolfi, Matteo Mancini, Gianmarco Dezi, Edoardo Scolaro, Emma Pizi, Lucia Mecozzi, Sara Lanzi, Giada Castelli, Marta Trocchianesi, Rebecca Castelli, Alessandra Zoppo Martellini, Riccardo Longi, Gaia Stortini, Mabrouka Ben Kalifa, Ludovica Di Lupidio, Alessandro Polci, Valeria Tesei, Giorgia Antonelli, Leonardo Marziali, Sikri Twinkal.
 
Questa mattina il Sindaco, Alessio Terrenzi, e il Presidente del Consiglio Comunale Matteo Verdecchia si sono recati nei due plessi scolastici per congratularsi con Sindaco e Vice Sindaco ed hanno dato loro appuntamento, così come agli altri membri del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, per la metà di febbraio – data ancora in via di definizione – per l’insediamento presso la Sala Consiliare del Comune.
“Mi congratulo con il nuovo Sindaco e gli auguro buon lavoro – ha detto il primo cittadino elpidiense nello stringere la mano ad Alice Moretti – ma i miei complimenti vanno a tutti i ragazzi che hanno dato un’ottima dimostrazione di partecipazione attiva alla vita della scuola e della loro città. Mi dicono che le votazioni così come lo scrutinio si sono svolti con regolarità e responsabilità da parte dei ragazzi, non sono mancate  schede nulle e qualche scheda bianca, ma anche questo ci può stare”.
 
A congratularsi con il neo Sindaco è anche il Presidente del Consiglio Verdecchia. “Ora Alice sceglierà i suoi collaboratori di Giunta, coloro a cui assegnare le deleghe assessorili ed in virtù della carica di Assessori da parte dei Consiglieri che sceglierà come suoi stretti collaboratori – ha spiegato – tutti i candidati, anche quelli che hanno preso meno voti, potrà sedere in Consiglio Comunale. Nel corso della prima seduta, quella di insediamento che faremo in Comune, il Sindaco sceglierà tra i Consiglieri anche in Presidente del Consiglio”.

SANT’ELPIDIO A MARE – Dovranno essere presentate e

Il Comune di Sant'elpidio a Mare • Foto©Millepaesi

Il Comune di Sant’Elpidio a Mare • Foto©Millepaesi

ntro il 31 gennaio 2014 le domande finalizzate ad ottenere contributi per le attività da organizzare nel corrente anno da parte di associazioni cittadine, operatori culturali ed enti interessati.

Le domande dovranno essere predisposte utilizzando l’apposita modulistica che è  possibile ritirare presso gli uffici di Piazzale Marconi n. 14/f o scaricare dal sitowww.santelpidioamare.it entrando nella pagina Servizi e Uffici per poi selezionare la voce Cultura ed, infine, Modulistica.
Circa la disciplina e le modalità di erogazione di tali finanziamenti si farà riferimento al regolamento comunale in materia.
“E’ importante che le associazioni del territorio rispettino la data indicata – osserva in merito l’Assessore alla Cultura Monia Tomassini – che è la data ultima per raccogliere tutto il materiale necessario per poi poter accedere ai contributi invito pertanto tutti i responsabili delle associazioni stesse ad adoperarsi e provvedere al più presto”.
“I fondi da destinare alle iniziative sono sempre meno – aggiunge il Sindaco Alessio Terrenzi – e non è pensabile presentare progetti in ogni momento dell’anno visto che la programmazione va fatta a tempo debito. Per questo il rispetto della data indicata è così importante”.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Annunci