You are currently browsing the tag archive for the ‘PORTO DI PESARO’ tag.

PESARO–Si è svolto nella mattinata di ieri, presso la Capitaneria di Porto di Pesaro, un incontro voluto dal Comandante del porto Capitano di Fregata (CP) Angelo CAPUZZIMATO con i presidenti dei sodalizi nautici al fine di aggiornarli sulle attività sinora poste in essere dal Comando, nonché delle sinergie predisposte di concerto con l’Amministrazione Comunale, nei riguardi del Provveditorato alle Infrastrutture affinché , nei tempi più ristretti possibili, si possa procedere al definitivo completamento dei lavori oramai fermi da mesi presso la Banchina “A” (Banchina Rondolini) del porto di Pesaro.

Perchè lo stop ai lavori? Per problematiche burocratiche a carattere economico riguardanti la Ditta esecutrice dei Lavori (La Società Bresciani S.r.l.), criticità che non afferiscono tanto il comparto tecnico operativo degli uffici di Ancona del provveditorato, quanto adempimenti e procedure di natura ministeriale economica ed autorizzativa.

“Come se non bastasse, si è tuttora in una fase di “stallo” – afferma Capumizzato – per quanto concerne la riconsegna temporanea dello specchio acqueo della Nuova Darsena, polmone acqueo quanto mai essenziale e necessario per poter consentire l’ormeggio delle barche temporaneamente arenate, presso la parte terminale del porto canale, laddove la caratterizzazione ed i carotaggi dei sedimenti può effettivamente effettuarsi solo quando quota parte del porto canale sia stata resa sgombra dalle barche che vi ormeggiano a che, per la maggior parte, risultano quasi totalmente arenate.

Il Comandante CAPUZZIMATO, ha posto in rilievo, nel corso della riunione, le reiterate comunicazioni inviate al Provveditorato al fine di rendere il più spedite e fluide possibili le procedure di temporanea disponibilità dello specchio acqueo della nuova darsena, cercando di snellire e dipanare quei percorsi burocratici che letteralmente “mettono in ginocchio” ogni utile ed operativa iniziativa posta in essere per rendere efficiente e competitivo un porto di rango nazionale quale è il porto di Pesaro in forza della vigente classificazione”.

Qualora infatti tali lungaggini burocratiche correlate alla definitiva conclusione dei lavori sulla banchina “A” dovessero ulteriormente prolungarsi, l’Autorità Marittima, starebbe valutando, di concerto con i tecnici del Provveditorato di Ancona (che per determinati adempimenti decisionali del servizio infrastrutture dipendono dal Provveditore che ha sede a Firenze), di propendere addirittura per una “parziale riconsegna del ciglio banchina” che nel corso di questa settimana vedrà una ristretta prosecuzione dei lavori in atto perlomeno per renderne fruibile l’ormeggio delle imbarcazioni.

Quanto sopra quale estremo atto di proattività ed attenzione rivolta alle istanze dei diportisti aderenti ai sodalizi nautici e non che normalmente avevano sempre trovato possibilità di ormeggio in quello specchio acqueo.

Il Comandante del Porto ha espresso in conclusione dell’incontro questa affermazione: “Sto ponendo in campo, unitamente all’Amministrazione Comunale, ogni risorsa sollecitando il Provveditorato di Ancona affinchè si interfacci con il Provveditore che ha sede a Firenze, al fine di poter uscire al più presto da questa preoccupante situazione di immobilismo che il porto sta vivendo che rende questo periodo critico sempre più difficile e particolare”.

Intanto continuano le attività correlate alle indagini relative al fenomeno che ha interessato la parte terminale del porto, per raggiungere un inquadramento veritiero sulle cause e sulle responsabilità che hanno determinato l’insabbiamento straordinario della parte terminale del porto canale.


Annunci

 
PESARO–Si è svolta nella mattinata di ieri, presso la Capitaneria di Porto di Pesaro, la consegna di due biciclette che l’amministrazione comunale ha donato al Comando della locale Guardia Costiera  e che faranno parte della dotazione dei militari impiegati quotidianamente nel garantire la libera e sicura fruizione dei litorali.

La donazione, avvenuta come omaggio in occasione del 150esimo anniversario del Corpo delle Capitanerie di Porto che ricorrerà nel prossimo mese di luglio, rappresenta anche un simbolico ringraziamento che l’Amministrazione Civica ha voluto volgere al personale della CapitanerCP-PS-29-5-2015-fotoia di Pesaro per l’attività che svolge, senza soluzione di continuità, a favore dell’utenza balneare e di tutta la cittadinanza.

Lo stesso presente, però, si va ad innestare nell’ambito di un complessivo progetto destinato al miglioramento del controllo del territorio costiero e finalizzato a fornire ulteriori servizi in favore della collettività e si propone come buona prassi sia sul piano del rilevante beneficio apportato all’immagine della città che vanta, anche grazie all’Assessorato alle Piste Ciclabili, numerosi chilometri di percorsi dedicati ai velocipedi, sia per il rispetto dell’ambiente grazie al mancato utilizzo dei mezzi motorizzati, ma anche in termini di sicurezza e miglioramento dell’efficienza del servizio stesso poiché è possibile raggiungere il litorale evitando il traffico veicolare, sfruttando i molteplici percorsi ciclabili.
 
Nelle prossime settimane quindi, dopo la Polizia Municipale e la Polizia Stradale operanti sul Comune di Pesaro, anche il personale della Guardia Costiera potrà espletare la sua attività di Polizia Marittima Mare Sicuro con dei mezzi “alternativi” che la Società Velo Marche ha consegnato, per conto della Civica Amministrazione, ed ha opportunamente stilizzato in tale importante circostanza: di colore bianco, con sacche laterali riportanti il logo del 150° Anniversario e il logo Numero Blu di emergenza in mare 1530 con i caschetti protettivi per il personale impiegato.

Sincero e vivo ringraziamento, a tutta la municipalità pesarese, per il magnifico dono è stato espresso dal Comandante del Compartimento Marittimo di Pesaro (Capitano di Fregata Angelo CAPUZZIMATO) il quale ha espresso “l’azione intrapresa da parte del Comune di Pesaro rappresenta anche un chiaro, sincero e leale sigillo per gli ottimi rapporti e intese oramai da tempo instaurati e di come queste Amministrazioni operino in linea per garantire la sicurezza di tutti cittadini.”

Si coglie l’occasione per ricordare il Numero Blu per le emergenze in mare 1530, attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale, con il quale è possibile contattare gratuitamente la Guardia Costiera per segnalare le emergenze in mare ed attivare prontamente la catena del soccorso marittimo.

L'intervento del Sindaco di Pesaro Ceriscioli

L’intervento del Sindaco di Pesaro Ceriscioli

PESARO-NUOVO PORTO-19-4-2013-foto porto PORTO-PESARO-inauguraz   PORTO PESARO-gentePESAROC’è stata davvero tanta gente questa mattina (23 aprile 2013) al porto di Pesaro per assistere all’inaugurazione del primo stralcio dei lavori. Lavori per realizzare i quali sono occorsi 18 milioni e mezzo di euro circa. L’attesa è stata lunga – ha esordito il sindaco Luca Ceriscioli – perché dell’ampliamento del porto se ne parlava fin dall’inizio del Novecento. Nel 1912, l’allora sindaco Recchi auspicava infatti che i lavori riguardassero proprio i due moli, così come li vediamo oggi, per migliorare l’accesso al porto, la sicurezza portuale e l’uso stesso del porto”.

Dunque, una attesa di circa 100 anni, anche se, effettivamente, di ampliamento del porto si è iniziato a parlare effettivamente dal 2006. Lavori che, una volta iniziati, la ditta Cimorelli è riuscita a portare a termine con qualche mese di anticipo rispetto al crono programma. Con questi lavori il porto di Pesaro esce fortemente potenziato, ora l’approdo è sicuro, vi si può attraccare in ogni condi

L'inaugurazione del porto a Pesaro oggi martedi 23 aprile 2013

L’inaugurazione del porto a Pesaro oggi martedi 23 aprile 2013

zione meteo, mantenendo anche quel rapporto con la città molto forte. I pesaresi amano molto il porto, le attività marittime, ma lo hanno sempre vissuto anche come luogo d’incontro”, ha proseguito il sindaco. E infatti, appena sgomberato il cantiere, la zona è stata immediatamente invasa da centinaia di persone che hanno potuto passeggiare, sedersi sulle sedute in legno, e, fra poche settimane potranno anche riammirare il tramonto. “Che si vedrà benissimo”, ha concluso il sindaco pesarese.

In particolare sono stati effettuati i seguenti lavori: prolungamento del Molo di levante, con la costruzione del nuovo molo di sottoflusso e la parziale demolizione del molo di ponente (14.450.000 euro); lavori di prolungamento del molo di levante con la costruzione del nuovo molo di sottoflusso e la parziale demolizione dell’esistente Molo di ponente – escavazione fondali avanporto (800.000 euro); lavori di dragaggio per il ripristino delle quote operative delle darsene del porto (1.500.000 euro); lavori di manutenzione straordinaria delle opere d’arte del porto (200.000 euro); lavori di completamento della manutenzione straordianria della banchina lungo calata C. Duilio (1.500.000 euro).

 Quella di oggi mi sembra veramente una bellissima giornata per Pesaro – ha detto il presidente della Provincia Matteo Ricci -. Storicamente questo è uno dei luoghi ai quali i pesaresi sono più affezionati. Sono stati effettuati lavori di ammodernamento importanti, che rendono il porto ancora più bello e fruibile, sia dal punto di vista commerciale, sia dal punto di vista di chi è amante del mare e della navigazione. Siamo molto soddisfatti, complimenti al sindaco e a tutti coloro che si sono adoperati affinché quest’opera si realizzasse, non solo nei tempi previsti, ma addirittura con qualche mese di anticipo”.

Molto soddisfatto anche il presidente della Camera di commercio Alberto DrudiCredo che ora, con un fondale che raggiunge quasi 6 metri – ha spiegato – possano arrivare nel porto di Pesaro anche barche che hanno bisogno di un pescaggio maggiore.. Quando abbiamo fatto la prima riunione alla Camera di commercio, nel gennaio 2006, nessuno credeva che saremo riusciti nell’impresa. Invece, grazie ad un proficuo lavoro di squadra tra Comune, Capitaneria di porto, Provincia, Prefettura, Aassonautica, Opere marittime e tutti quei soggetti che hanno competenza sul porto, lavorando insieme siamo riusciti a consegnare alla città un porto sicuramente tra i più importante della costa adriatico. Ora però occorre lavorare sul futuro, lavorare sulla parte a terra del porto, a cominciare dall’approvazione del Prg del porto. E trovare inoltre i fondi per realizzare il secondo stralcio di lavori per i quali, come ha spiegato il provveditore interregionale Opere Pubbliche Emilia Romagna e Marche Vittorio Rapisarda Federico, serviranno 27 milioni di euro.

Il porto di Pesaro, con la sua multifunzionalità, rappresenta l’unico polo commerciale – ha detto Giovanni Pettorino, comandante Regionale Guardia costiera delle Marche – tra i porti canale del medio Adriatico, tra Ravenna e Ancona”.

Il porto è una realtà importante – ha evidenziato Massimo Di Martino, comandante della Capitaneria di porto di Pesaro -, dinamica, e con molteplici potenzialità, che potrà assumere un ruolo importante nello sviluppo dei traffici marittimi dell’Adriatico”.

Anche il viceprefetto aggiunto Paolo De Biagi ha evidenziato il grande lavoro di squadra che ha portato al raggiungimento dell’obiettivo. Infine, don Marco De Franceschi, nel benedire la nuova opera, ha augurato a tutti “di usufruire gioiosamente di questa realtà nuova e delle prossime opere che nasceranno”.

 

 

 

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Annunci