You are currently browsing the tag archive for the ‘Pesaro’ tag.

· simulati gli interventi di soccorso per un principio d’incendio ad un mezzo adibito alla manutenzione della linea, con il ferimento di 2 operai
· testate le procedure per gli interventi di emergenza
· nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni

ANCONA–Un principio d’incendio su un mezzo diesel adibito alla manutenzione della linea all’interno della nuova galleria “Cattolica”; durante le operazioni di soccorso un operaio rimane intossicato dal fumo, mentre un altro cade a terra fratturandosi una gamba.FS-GALLERIA-eserc CATTOLICA 1
E’ stato questo lo scenario – per fortuna solo simulato – dell’esercitazione di emergenza che si è svolta tra le 10 e le 13 di oggi 5 novembre 2015 all’interno della nuova galleria “Cattolica” – di prossima attivazione – lunga oltre 1.100 metri e posta sulla Direttrice Adriatica, tra le stazioni di Cattolica e Pesaro.

L’esercitazione è stata coordinata dalla Prefettura di Pesaro Urbino e ha visto coinvolte le squadre di primo intervento del Gruppo FS Italiane, le strutture operative di Protezione Civile Marche, i Vigili del Fuoco di Pesaro, la Polizia Ferroviaria , le FF.OO. territoriali di Pesaro ed il Soccorso Sanitario “118”.

FS-GALLERIA-ESERC CATTOLICA 2
L’intervento dei Vigili del Fuoco e del 118 è stato richiesto con le modalità previste nei Piani di Emergenze (PEI/PGE) e Procedure del Gruppo FS per il soccorso agli infortunati e lo spegnimento degli incendi. Inoltre, sono state contattate le sale operative della Protezione Civile della Regione Marche, della Polizia Ferroviaria e delle FF.OO., che hanno delimitato e presidiato la zona.

Particolare attenzione è stata riservata alla verifica dell’efficacia e della rapidità dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, specialmente nei minuti che hanno preceduto l’intervento dei Vigili del Fuoco e delle altre squadre di primo intervento, nonché al corretto funzionamento delle predisposizioni di sicurezza a servizio della galleria (impianto illuminazione, GSM-R, etc.) inclusa la transitabilità delle strade di accesso agli imbocchi.

L’esercitazione rientra tra le iniziative previste per l’attivazione delle nuove gallerie ferroviarie. Obiettivo comune è testare i piani di emergenza (PEI/PGE) delle gallerie e collaudare sul campo l’efficacia del flusso comunicativo e della catena del coordinamento, nonché la prontezza dell’intervento delle strutture del territorio, il sistema di intervento tecnico e di assistenza previsto dai protocolli d’intesa stipulati tra il Gruppo FS, Protezione Civile regionale e 118. Il tutto per mantenere alti gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente. Esercitazioni simili vengono programmate periodicamente dal Gruppo FS per tutte le gallerie con lunghezza superiore a 1.000 m. Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni.

Annunci

Sabato 25 ottobre/”Settimanale Marche” (ore 12.35) e “Tg itinerante” (ore 14) Rai 3 Marche alla scoperta di Candelara

PESARO–Sabato 25 ottobre 2014, le telecamere del “Settimanale” e del “Tg itinerante” di Rai 3 Marche faranno tappa a Pesaro, alla scoperta di Candelara, l’incantevole borgo delle candele. Il “Settimanale”, condotto da Francesca Piatanesi – che andrà in onda a partire delle 12.35 e proporrà ai telespettatori servizi da tutta la regione – ospiterà tra gli altri anche il sindaco di Pesaro Matteo Ricci.

Tg itinerante
Ma non è tutto, anche la troupe del “Tg itinerante”, con la giornalista Giulia Serenelli, effettuerà il collegamento da Candelara (all’interno del Tg Marche, alle ore 14), mostrando gli angoli più segreti del borgo. Riflettori puntati dunque sulla Torre dell’orologio, restaurata di recente; uno sguardo alla grotta del Barbarossa e una visita all’”orto di famiglia”. Naturalmente non poteva mancare una parte dedicata a “Candele a Candelara”, la manifestazione che ogni anno fa registrare un boom di presenze, con migliaia e migliaia di visitatori da tutta Italia. Fari puntati anche sull’antica Pieve di Santo Stefano. Lo scorso gennaio il Tg itinerante aveva mostrato le bellezze suggestive di Fiorenzuola di Focara, collocata all’interno del parco naturale del Monte San Bartolo. L’appuntamento del sabato del Tgr Marche e del Settimanale risulta particolarmente gradito agli spettatori marchigiani, perché nei vari anni da cui si effettua ha permesso di far conoscere ai marchigiani la propria regione, con tanti paesi e paesini e tanti angoli nascosti ma alquanto suggestivi e carichi di storia. 

PESARO–Sabato 17 maggio, alle ore 10.30, alla presenza del sindPESARO-SCULTURA-DSC0786-D5B-aRaco Luca Ceriscioli, si terrà l’inaugurazione dell’arredo urbano riqualificato di viale della Repubblica e della nuova illuminazione (appuntamento nel tratto compreso tra viale Trieste e viale Trento, lato porto).

Con un investimento di un milione e 100 mila euro, il Comune di Pesaro ha ultimato i lavori di riqualificazione di Viale della Repubblica. Importante strada di collegamento fra il centro storico e il litorale di piazzale della Libertà, Viale della Repubblica, con la sua “collana” di storiche ville è un vero e proprio percorso caratteristico della città per i pesaresi e i turisti, che oggi ritrova il suo aspetto migliore.

Questi gli interventi realizzati su progetto e direzione lavori dall’assessorato Nuove opere: rifacimento dei marciapiedi in pietra, superamento delle barriere architettoniche e realizzazione di due percorsi per ipovedenti; rifacimento sottoservizi; riqualificazione delle alberature; nuovo impianto d’illuminazione a led per il risparmio energetico e la sicurezza della circolazione stradale; nuova asfaltatura e segnaletica orizzontale sul sedime stradale; collocazione di 15 nuove panchine e 18 cestini portarifiuti.

Tutto questo per un colpo d’occhio di grande suggestione sia per chi osserva il mare dal centro sia per chi osserva il centro dal mare.

Sabato 22 e domenica 23 marzo 2014 • Omaggio in 6 aperture all’Imperatore Augusto nel bimillenario della morte

• Nelle Marche: 50 beni aperti, 32 Iniziative collaterali, 1.300 Apprendisti Ciceroni®, 350 volontari, 5 delegazioni, 2 gruppi FAI, 1 gruppo FAI Giovani,

• Per la prima volta esposta nelle Marche la copia del 1793 della Tabula militaris Peutingeriana: la cartina militare dell’Impero romano in 6 metri e 82 cm, dalla Scozia all’India, fu studiata e redatta da due osimani e stampata a Jesi 

ANCONA–È l’appuntamento che ormai da ventidue anni gli italiaMAPPA A3-BIS.inddni si danno all’inizio della primavera. Una festa di partecipazione popolare per tutti coloro che – sempre più numerosi – ricercano nei tesori del nostro patrimonio storico-artistico e paesaggistico non solo le radici della propria identità, ma anche quella particolare emozione che offre la visione partecipata del bello. 

Chiese, archivi storici, aree archeologiche, giardini, palazzi, torri, archeologia industriale, carceri, ipogei, eremi e sedi dell’informazione aspettano l’invasione pacifica che caratterizza le Giornate FAI di Primavera.

E così sarà anche nelle Marche come è stato illustrato oggi in una conferenza stampa dall’assessore alla Cultura Pietro Marcolini e dalla Presidente regionale del FAI Marche e Capo Delegazione di Ascoli Piceno, Alessandra Stipa Alesiani. Erano presenti anche i capi delegazioni provinciali FAI Manuela Francesca Panini, di Ancona; Patrizia Marini, di Fermo; Maria Paola Scialdone, di Macerata.

“Il turismo culturale nelle Marche – ha affermato l’assessore Marcolini – è in continua crescita, tanto che nel 2013 ha sfiorato il 30%: la Regione crede che le Marche possano diventare una metà imperdibile per gli amanti della cultura e questo è possibile nella misura in cui si favorisce in modo sistematico la valorizzazione culturale del territorio. Per questo siamo lieti di aprire la stagione del turismo culturale 2014 con le “Giornate del Fai”: un grande week end di Primavera nella cultura e nell’arte che prevede la visita di luoghi spesso sconosciuti al grande pubblico, l’apertura di Nuovi Musei come nel caso di Ascoli Piceno, visite guidate nelle città d’arte. 

Prossimo appuntamento ad aprile gli itinerari robbiani di Arcevia, la mostra delle maioliche di Senigallia e il Grand Tour musei del 17 e 18 maggio promosso dalla Regione Marche.” 

Quest’anno la più grande festa dedicata alla cultura e all’ambiente – che fino a oggi ha coinvolto più di sette milioni di persone – si svolgerà sabato 22 e domenica 23 marzo “ed è dedicata ad Augusto – ha spiegato la Presidente Alessandra Stipa – nel secondo millenario della sua morte. I numeri sono in crescita e così anche la sensibilità degli amministratori locali. Infatti c’è sempre più domanda di aprire borghi interi. Ci fa piacere che si sia instaurata una virtuosa sinergia tra pubblico e privato, che funziona realmente e in maniera soddisfacente dentro linee ferree di ruoli e regole. Le Marche, disseminate di un patrimonio ricchissimo, dimostreranno anche quest’anno tutta la loro vitalità culturale.” 

Saranno aperti infatti 50 beni culturali, si svolgeranno 32 iniziative collaterali, coinvolgendo 1.300 Apprendisti Ciceroni®, 350 volontari, 5 delegazioni, 2 gruppi FAI, 1 gruppo FAI Giovani e 6 aperture “sulle tracce di Augusto”. Ad Ancona: presso il Museo Archeologico nazionale, l’esposizione di teste di età giulio-claudia; Ad Ascoli: Museo Archeologico statale; A Fermo: Cisterne romane in via degli Aceti e Piazza del Popolo; A Fabriano: Parco archeologico ; A Cagli: Cantiere Ponte Mallio e via Flaminia. Questo omaggio ad Augusto è a oggi l’unica manifestazione nazionale che avrà al centro l’opera di rifondazione dello stato imperiale nei suoi vari aspetti. 

“E per la prima volta – ha ricordato Alessandra Stipa – sarà esposta nelle Marche, al Museo Archeologico di Ascoli Piceno, la Tabula Militaris Peutingeriana dove sono ben riconoscibili anche le Marche e le principali città romane. “La Regione Marche ha contribuito alla ristampa della mappa e di un volume di studio
finanziando con 20 mila euro il progetto presentato dall’Associazione culturale Giovane Europa. Ne hanno parlato in conferenza stampa i proprietari della Tabula, la famiglia Brandozzi, ricordando la storia di questo straordinario documento. La Tabula Peutingeriana medievale è costituita da undici fogli di pergamena che uniti formano una lunghezza di 682 cm per un’altezza di 34 cm. Vi è rappresentato il mondo conosciuto dagli antichi romani (Europa, Asia e Africa) che si estendeva presumibilmente dalle colonne d’Ercole fino alle estreme regioni orientali, ben oltre il confine dell’Impero (India, Birmania, isola di Ceylon).

Le Giornate FAI di Primavera sono aperte a tutti, ma naturalmente un trattamento privilegiato viene riservato agli iscritti FAI. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali, eventi speciali. Tra le aperture speciali riservate agli iscritti: 
• Ascoli Piceno- Museo Archeologico Statale
Venerdì 21, ore 11.30: Presentazione di una stampa all’acquaforte (fine ’700) della Tabula Peutingeriana, voluta dall’Arcivescovo di Loreto Bellinio. Orto Urbano privato
Sabato 22, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30; Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
• Grottammare alta (AP) Casa Pazzi – residenza privata
Sabato 22, ore 15.00–18.30; Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
Palazzo Palmaroli – residenza privata
Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
Villa Sgariglia e giardino – residenza privata
Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
• Fermo Palazzo Grisostomi (proprietà Grisostomi)
Sabato 22 ore 10.00 – 12.30 / 15.00 – 17.30; Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 14.30 – 17.30
• Macerata Sala Giovannetti, Palazzo degli Studi
Domenica 23, ore 18.30. “Aspetti di vita ebraica nelle Marche”, conferenza di Paola Magnarelli
• Cinema Teatro Italia Giovedì 20 ore 17.30. “Il Novecento italiano nelle Marche da Anselmo Bucci a Diego De Minicis”, conferenza di Roberto Cresti. ore 18.30. Omaggio a Diego De Minicis scultore (1913-1942), mostra a cura di Roberto Cresti e Maria Paola Scialdone. Inaugurazione della mostra e visita guidata con i curatori. Sabato 22, ore 16.00 – 17.00 e Domenica 23, ore 11.00 – 12.00. “Architettura di regime: Cesare Bazzani a Macerata”, passeggiata tematica a cura di Angela Montironi.

Tra i 50 siti visitabili nelle Marche segnaliamo:
● ad Ancona: le ex Officine Squadra Rialzo di Falconara Marittima, meraviglioso esempio di archeologia industriale, giunto intatto sino ai nostri giorni e, per il suo grande valore storico-tecnico, sottoposto a vincolo di tutela dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche, come sono parimenti vincolati i rotabili ferroviari conservati al suo interno.

E l’Eremo dei Frati Bianchi a Cupramontana (AN), situato in una profonda gola naturale, caratterizzato da grotte scavate nella ripida parete di arenaria alla fine del 1200 dai primi monaci che decisero di viverci.
● a Pesaro e Urbino: il Museo Diocesano di Fano, dove visitare un raffinatissimo pastorale interamente intagliato in avorio, dono fatto da Pio V nel 1567 al Vescovo fanese Francesco Rusticucci; due meravigliosi Crocifissi scolpiti in legno e dipinti, l’uno del tempo di Giotto e di Dante, l’altro rinascimentale; e ancora sei stupende tele di Francesco Pittoni, pittore veneto attivo a cavallo dei secc. XVII/XVIII. C’è poi l’Accademia delle belle arti di Urbino ospitata nella chiesa dedicata alla Vergine Annunziata, consacrata nel 1757 dall’arcivescovo Guglielmi.
● A Fermo: le Cisterne romane e Villa Brancadoro. Le Grandi Cisterne, con una superficie di circa 2.200 mq, costituiscono la principale testimonianza di epoca romana della città di Fermo. Come le Piccole Cisterne, anche le Grandi facevano parte del complesso sistema di approvvigionamento idrico della città romana. Oppure Villa Brancadoro (o Belluco), l’edificio, posto in una posizione strategica, su una collina che sovrasta il fiume Tenna, proprio nel punto in cui la vallata si apre verso il mare, è un luogo misterioso, legato a leggende come quella del telaio d’oro ed alla presenza di cavalieri, che occupavano il loro tempo libero in battute di caccia nei boschi che ancora lo circondano; la presenza di un labirinto fa correre la nostra fantasia verso storie d’amori e di amanti.

● A Macerata: Palazzo Floriani Carradori. Proprietà privata dei conti degli Azzoni, normalmente non accessibile al pubblico, Palazzo Floriani-Carradori è di particolare interesse storico-artistico. Pregevoli sono la sua imponente struttura cinquecentesca, attribuita all’architetto Pellegrino Tibaldi, che nelle Marche ha firmato anche la Loggia dei Mercanti e Palazzo Ferretti di Ancona, e la sua collocazione urbanistica, che preserva tuttora l’aspetto della Macerata del XVI-XVII secolo, sorta a ridosso del più tardo complesso di S. Giorgio.
● Ad Ascoli Piceno il Museo Archeologico, il Museo dell’Alto Medioevo e la Tabula Peutingeriana. Una mappa con le stazioni di posta, le indicazioni di oltre 3.000 toponimi. Terra e mare sono visivamente ben riconoscibili. Roma è al centro della mappa e la penisola italiana ha un’importanza rilevante. Le strade sono molto suggestive ed appaiono dritte. Le città sono contrassegnate con una vignetta. Malgrado la rete stradale romana fosse molto più ampia rispetto a quella visualizzata sulla mappa, la Tabula è una vera e propria “road map” nella quale le strade e le distanze tra le città sono i dati principali. 

Nel 2007 la Tabula Peutingeriana è stata inserita dall’UNESCO nell’Elenco delle Memorie del Mondo. La Tabula Militaris Itineraria et Theodosiana di Cristianopoulo Podocataro è stata realizzata per volontà dell’archeologo, Arcivescovo di Loreto, Bellinio, nobile osimano, che la correda con un volume pubblicato nel 1809, nel quale riassume i suoi ultimi studi sulla Tabula, integrando e correggendo il lavoro degli studiosi dei secoli precedenti. 

Su carta di cotone, stampata a Jesi nel 1793, la mappa è formata da dodici fogli stampati all’acquaforte, tratti dall’edizione medievale di Vienna in rapporto uno a uno. L’opera, conservata fino ai giorni d’oggi dagli eredi del Vescovo Bellinio, è oggi nella collezione Gianni Brandozzi di Ascoli Piceno, che ne cura la conservazione e la valorizzazione.

Anche in questa edizione inoltre il FAI propone in tutta Italia itinerari culturali, visite a borghi e aree naturalistiche, oltre a escursioni e biciclettate. Inoltre, visto il successo del progetto “Arte. Un ponte tra culture”, verranno riproposte le visite guidate in lingua, ideate per dar modo ai cittadini di origine straniera di servirsi della cultura come ulteriore strumento di integrazione sociale.
Per l’elenco completo delle aperture delle Giornate FAI basta consultare il sito www.giornatefai.it oppure telefonare al numero 02.87119115. Con un touch si potrà inoltre scaricare gratuitamente sugli store di Google e Apple la App delle Giornate FAI di Primavera: pochi secondi per visualizzare la mappa con tutte le aperture, l’App riconoscerà la vostra posizione e vi saprà indicare i luoghi più vicini. Chiunque può partecipare iscrivendosi alla Fondazione, o con un contributo libero durante le visite o mandando un SMS da 1 euro fino al 23 marzo al 45595*. Una raccolta fondi essenziale, un piccolo grande gesto nei confronti degli oltre 7.000 volontari che in questi anni hanno scritto un’importante pagina di storia sociale e artistica del nostro Paese.

PESARO –TeatrOltre, un palcoscenico per le più importanti esperienze del teatro di ricerca italian

PALAZZO DUCALE • URBINO

PALAZZO DUCALE • URBINO

o, festeggia il decimo compleanno con un’edizione ricca che presenta fino a maggioquindici spettacoli che parlano ilinguaggi più innovativi della scena.

Ad inaugurare il cartellone – promosso dai Comuni di PesaroUrbino, Urbania e San Costanzo, dalla Fondazione Teatro della Fortuna di Fano e dall’AMATcon il contributo di Regione Marche Ministero per i Beni e le Attività Culturali – è il 16 gennaio al Teatro Sperimentale di Pesaro UNTITLED_I will be there when you diedi Alessandro Sciarroni. Con UNTITLED Sciarroni si conferma autore di primissimo piano sulla scena italiana contemporanea con spettacoli ogni volta spiazzanti che riescono a condividere in sé teatro, danza, performance, visual art, conferendo alla scena ogni volta una nuova e inaspettata dimensione.

Il 28 gennaio per il giorno della memoria il Teatro Sanzio di Urbino ospita A. H. un intenso assolo sugli abissi del male di Francesco Manetti diretto da Antonio Latella, regista che si è imposto per sapienza tecnica e profondità nel lavoro con gli attori anche fuori dall’Italia, tanto da essere ricercatissimo dai teatri europei.

A chi dubita che il teatro italiano stia vivendo una fase di straordinaria vitalità creativa, a chi ancora non crede che sia in atto un decisivo ricambio generazionale – scrive Renato Palazzi sulle pagine de “Il Sole 24 Ore” – suggerirei di vedere il bellissimo Lingua imperii di Anagoor” in scena a TeatrOltre il 31 gennaio (Pesaro, Teatro Rossini). Lo spettacolo è un esemplare concentrato delle modalità espressive contemporanee coniugato con una profondità di pensiero che colloca il gruppo ai vertici della nuova scena nazionale.

Emma Dante, una delle più interessanti e controverse registe italiane, sceglie di mettere in scena una “storia matriarcale” di una famiglia di sette donne, Le sorelle Macaluso al Teatro della Fortuna di Fano il 13 febbraio. Un universo in cui la vita e la morte si confondono indissolubilmente e non ci si stupisce se, chi è morto, si siede accanto a noi e ci prende per mano.

Il 20 febbraio al Teatro Sperimentale di Pesaro è la volta di Dimenticatoiodella compagnia Un’ottima lettera. Le voci, le parole e i gesti dell’attore dispiegano questa favola del dimentico diventando l’espressione tangibile ed errante di questo spazio mentale, diventando un corpo mentale.

Una personalissima, partecipata rievocazione del rapimento e dell’assassinio di Aldo Moro visto da uno che nel 1978 aveva quattro anni è al centro di Aldo Morto / Tragedia di Daniele Timpano al Teatro Bramante di Urbania il 21 febbraio.

A distanza di un giorno, il 22 febbraio, è il Teatro Concordia di San Costanzo ad ospitare Encephalon di Niba, Andrea Bartola e Mario Mariani, una folle e divertente pièce che mescola con spregiudicata irriverenza citazioni teatrali, cinematografiche e scientifiche.

Dopo i grandi affreschi degli ultimi anni il Teatro Valdoca torna, come “amico di lunga data”, a festeggiare il compleanno di TeatrOltre – il 6 marzo al Teatro Sperimentale di Pesaro – e presenta al pubblico un piccolo magico spettacolo, Come cani come angeli: una pièce di teatro d’arte e poesia interpretata da Mariangela Gualtieri e da alcune speciali marionette.

Un lavoro raffinato, una composizione seducente e curiosa, ricca di fascino è Auredi Teatropersona in scena il 18 marzo al Teatro Sanzio di Urbino. Negli ultimi anni la compagnia Teatropersona è stata impegnata in quella che definisce Trilogia del silenzio e della memoria: dopo un lungo lavoro di sperimentazione e formazione, ha deciso di sottrarre il linguaggio verbale alla scena intraprendendo una ricerca pluriennale fra corpo dell’attore e composizione dell’immagine di cui AURE è l’ultimo esito.

Uno spettacolo che arriva al cuore e allo stomaco dello spettatore è Pinocchio di Babilonia Teatri al Teatro Sperimentale di Pesaro il 3 aprile. Lo spettacolo nasce dall’incontro tra gli attori della Compagnia teatrale Gli Amici di Luca (tutte persone con esiti di coma che hanno intrapreso da tempo un percorso terapeutico di cui sono parte integrante anche le attività teatrali) e Babilonia Teatri (una delle più brillanti e rivoluzionarie realtà italiane del teatro di ricerca, Premio UBU 2011). Il risultato è un percorso artistico dove la vita irrompe sulla scena con tutta la sua forza, senza essere mediata dalla finzione.

Quattro attori, il pubblico. Una questione in cui tutti, nessuno escluso, sono coinvolti. Quattro tentativi di risolvere la situazione, la solitudine, la coppia, la famiglia, la società. Un’ora di tempo. Questo in sintesi La questione, lavoro di Federico Paino che fa tappa l’11 aprile a Pesaro (Teatro Sperimentale).

L’8 maggio torna la Nuova Danza Italiana con Anticorpi Explo. I “pezzi brevi” di Giovanni Leonarduzzi, Guido Sarli e Tiziana Bolfe, talenti e progetti emersi dalla Vetrina giovane danza d’autore realizzata da network Anticorpi XL del quale è partner per le Marche l’AMAT, testimoniano con la loro originalità qualità ed evoluzioni della nuova coreografia italiana.

Ancora un appuntamento di danza il 15 maggio – Fano, Teatro della Fortuna – con Terramara riallestimento dello storico lavoro della Compagnia Abbondanza Bertoni nell’ambito del progetto RIC.CI/Reconstruction Italian Contemporary Choreography Anni ‘80/ ’90 diretto da Marinella Guatterini. Terramara con i suoi echi classici bachiani e il fitto intreccio di suggestioni musicali etniche ungheresi, indiane, rumene e siciliane, nasce come riflessione a due sul trascorrere del tempo, sulle sue vestigia antiche e sulla complessità del legame tra due esseri di sesso opposto che s’incontrano per creare nuova vita e ricrearsi.

Alla festa dei dieci anni di TeatrOltre non poteva mancare un altro “amico storico” della rassegna, Motus, gruppo teatrale fondato da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò che si distingue per la ricerca radicale e indipendente. La politica nel mondo occidentale alla deriva, forse vicino alla catastrofe, tra Shakespeare e Huxley, il malessere dei giovani che rivendicano un ruolo per progettare il futuro sono la centro di Nella tempesta. 2011>2068 animalepolitico project in scena al Teatro Rossini di Pesaro il 30 maggio.

Completa il trittico dedicato alla danza – ad Urbino data da definire – l’intenso e pluripremiato Parkin’sondi Giulio D’Anna, in scena con il padre affetto da morbo di parkinson in uno spettacolo che tocca delle corde emotive intime e soggettive, coinvolge, affascina e arriva a un pubblico anche digiuno dell’arte coreutica.

 

 

L’estate giorno per giorno/Gli appuntamenti di giovedì 22 agosto

Giochi e fitness in spiaggia, shopping serale, artigianato e la rassegna “Tre gamme di rosa”

PESARO–Giovedi 22 agosto, al mattino, Pesaro Village, per chi è in spiaggia offre, dalle 9.30 ginnastica per tutti e dalle 10.30 miniclub per i più piccoli. Nel pomeriggio, dalle 17.30 in poi, tornei sportivi e di carte sempre sotto l’ombrellone.

La sera offre diversi e interessanti appuntamenti culturali-sportivi, musicali e shopping.

 Alle 21.30, nel cortile della caccia del palazzo della Prefettura: “Tre gamme di rosa e Maglia rosa” dove Ilaria Canalini insieme ad Enzo Vecchiarelli daranno vita ad una commedia dello sport.

In via Pedrotti invece si svolgerà il mercatino dell’artigianato ( dalle 18 alle 24) e tutti i negozi del centro esporranno le proprie bancarelle per lo shopping serale nell’ambito dell’iniziativa “Sotto le stelle, negozi in strada” ideata dai commercianti del centro storico in collaborazione con il Comune di Pesaro.

Magica è la notte per gli amanti della musica. Dei Pink Floyd per l’esattezza. Alle 21, in Piazzale della Libertà concerto degli Handlesoflove & New Soul

A 40 anni dalla pubblicazione dello storico album “The dark side of the moon”, gli Handlesoflove insieme al duo acustico New Soul ripercorrono le tappe fondamentali di una delle band più straordinarie della storia del rock, i Pink Floyd, in un percorso musicale che va dalle prime registrazioni all’ultima pubblicazione, The Division Bell, passando attraverso album indimenticabili come “Wish you were here” e “The Wall”.

Gli Handlesoflove sono costituiti da 5 elementi e negli ultimi anni si sono concentrati proprio nella riproduzione della musica dei Pink Floyd diventando una delle cover band piu apprezzate e acclamate della regione. Accanto, i New Soul (Zeinab M’Barek voce e Manuel Casisa voce, chitarra acustica e tastiere) duo diovanissimo che spazia dal rock al pop e al beat in chiave rigorosamente acustica.

L’estate giorno per giorno, il programma di animazione promosso dall’Assessorato allo sviluppo economico, turismo, sport e gioco e coordinamento grandi eventi del Comune di Pesaro è concertato con Apahotels, capofila di tutte le associazioni di categoria che rappresentano gli operatori turistici delle zone mare e Baia Flaminia, con la sponsorizzazione di Banca di Pesaro.

Resteranno tutti aperti nella settimana di Ferragosto, i musei comunali della città. Accanto a questi, una ricca scelta di proposte tra mostre, monumenti, archeologia e laboratori per bambini

PESARO–I musei pesaresi non chiudono per ferie, anzi. Chi decide di passare il Ferragosto in città per concedersi una “fresca” giornata di arte e cultura, ha a disposizione una ricca scelta di proposte tra cui muoversi seguendo le proprie curiosità e passioni. Presentati da pochissimo nel loro assetto rinnovato, i Musei Civici di Palazzo Mosca saranno aperti tutti i giorni (anche il lunedì) l’intera settimana di Ferragosto (compreso giovedì 15) con orario: 10-13, 16.30-23.30. Un’apertura davvero ampia che comprende anche la serata, offerta al pubblico in occasione della 34^ edizione del Rossini Opera Festival. Chi visita i musei, potrà ammirare le collezioni permanenti nel loro nuovo allestimento ma anche l’evento espositivo “Oltre il territorio” dedicato a Franco Bucci, Massimo Dolcini, Gianni Sassi. Ingresso intero 9 euro (il biglietto include patrimonio permanente, la mostra e Casa Rossini), ridotto 5 euro per i possessori della card Pesaro Cult, gratuito fino a 19 anni; info 0721 387541, www.pesaromusei.it.

 E a proposito di Rossini Opera Festival, questi giorni sono anche il periodo ideale per visitare Casa Rossini, “meta del cuore” dei tanti appassionati del compositore e della sua musica eterna. La selezione di manoscritti, ritratti e stampe esposta nella casa-museo di via Rossini 34, permette di approcciarsi in modo piacevole alla vita e alla musica di Rossini. Casa Rossini osserverà lo stesso orario dei Musei Civici. Ingresso intero 9 euro (il biglietto include anche i Musei Civici di Palazzo Mosca e la mostra “Oltre il territorio”), ridotto 5 euro  per i possessori della card Pesaro Cult, gratuito fino a 19 anni; info 0721 387357, www.pesaromusei.it.

 In zona mare, nel verde del parco di Villa Molaroni, il Museo della Marineria Washington Patrignani sarà aperto da giovedì 15 a domenica 18 agosto, il pomeriggio dalle 16 alle 19; l’ingresso è gratuito; info 0721 35588.

Giovedì 15 agosto aperto anche il percorso cittadino della cultura ebraica: la sinagoga di via delle Scuole sarà aperta dalle 17 alle 20 (info 0721 387541), mentre il Cimitero Ebraicosul San Bartolo dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19  (info 335 1746509); in entrambi i casi l’ingresso è gratuito. Entrambi “luoghi” di forte suggestione, testimoniano ancora oggi la presenza di un popolo che nei secoli antichi scelse Pesaro come sede in cui stabilirsi contribuendo a scriverne la storia.

Per ferragosto anche l’Area archeologica di Colombarone si visita dalle 17 alle 20. Collocata nella splendida cornice del Parco Naturale del Monte San Bartolo, consente un’affascinante passeggiata nel tempo, dall’epoca romana al Medioevo:  è infatti possibile vedere i resti di una maestosa villa tardoantica e della Basilica di san Cristoforo ad Aquilam e una pieve medievale. Ingresso gratuito; visita guidata 2 euro; info 389 6903430, didattica@antequem.i

Le mostre aperte a Ferragosto

La Fondazione Pescheria – Centro Arti Visive ospita la mostra “Eliseo Mattiacci – Dinamica Verticale” con orario 10-12.30 ,16.30-22; l’ingresso è a pagamento, gratuito fino a 19 anni. Info  0721 387651-653.

Ai Musei Civici di Palazzo Mosca è allestita la mostra “Franco Bucci/Massimo Dolcini/Gianni Sassi – Oltre il territorio”; orario 10-13,16.30–23.30; ingresso 9 euro (il biglietto include le collezioni permanenti dei Musei Civici e Casa Rossini), ridotto 5 euro  per i possessori della card Pesaro Cult; gratuito fino a 19 anni; info 0721 387541.

Allo scalone vanvitelliano (Piazza del Monte), è visitabile la mostra “Bertrand Sallè. Portraits – Souvenirs” a cura di Macula, Centro Internazionale di Cultura Fotografica. Orario 18-22; ingresso gratuito; info 340 7519839.

La chiesa di Santa Maria Maddalena (via Zacconi) accoglie la monografica del maestro torinese Alberto Lanteri “Pittoricamente Modificato”; orario 17-22.30; ingresso gratuito; info 333 3866081.

Alla sinagoga, Museo della Marineria Washington Patrignani, chiesa dell’Annunziata e Casetta Vaccay, è visitabile la mostra “Genius Loci. Arte Contemporanea a Pesaro” con le opere di Salvatore Arancio, Francesco Carone, Luana Perilli, Gianni Politi, Alice Schivardi. Orario 17-20, eccetto il Museo della Marineria 16-19; ingresso gratuito.

Attività e concerti di Ferragosto

La giornata di Ferragosto si chiude con due appuntamenti sotto il segno della musica.

Alle 21 a Casa Rossini si svolgerà “Don’t be silly, Gioachino!” Tra le attività promosse dall’assessorato alla Cultura del Comune e Sistema Museo in occasione del Rossini Opera Festival c’è anche un ciclo di laboratori per bambini (5-11 anni). Quello di Ferragosto è incentrato su una serie di “Silly Simphonies” di Walt Disney, legate a celebri opere sinfoniche. Ingresso 4 euro; è necessario prenotare; info e prenotazioni 0721 387541, pesaro@sistemamuseo.it

Sempre alle 21 a Rocca Costanza è in programma un nuovo appuntamento della rassegna promossa dall’Ente Concerti di Pesaro Interludio: 2013 Anniversario Verdiano – Croce e delizia…Signora mia! con musiche di Verdi e Liszt; Paolo Restani pianoforte, Simona Marchini attrice e autrice dei testi in collaborazione con Claudio Pallottini; ingresso a pagamento; info 0721 32482.

info www.pesarocultura.it.

 

 

 

 

 

 

 

31 luglio/Da “Tre gamme di rosa” alla danza, ai “Mercoledì di…vini e non solo”

PESARO–La rassegna “Tre gamme di rosa” questa settimana cambia tema, non si parla più di amore, ma di miti e misteri e diventa Rosa shocking.

Ilaria Canalini in occasione dell’appuntamento di mercoledì 31 luglio nel cortile di Palazzo Mosca, alle ore 21.30 racconterà il mito della maledizione della Medusa, da Ovidio alla tragedia della Medusa del Mengaroni. (Info facebook tre gamme di rosa).

Mercoledì è anche la serata della danza. Alle 21 in piazzale della Libertà si esibisce la scuola di danza Compagnia del Solstizio del Mediterraneo che propone un piccolo viaggio attraverso il clima popolare della Puglia e uno spettacolo di pizzica salentina.

Sempre mercoledì per deliziare il palato Enohobby club nell’ambito dei Mercoledì di…vini e non solo, organizza la serata del pesce. Alle ore 21 nell’area attrezzata di Santa Marina all’interno del Parco San Bartolo, sarà servito un ricco menù preparato dalla pescheria gastronomia Marchetti di via Mastrogiorgio a base di crostoni con cozze, lasagne di pesce, sardoncini scottadito, spiedini di gamberi e di calamari, insalatina verde con olio extravergine di oliva premiato a “L’Orciolo d’Oro” e pesche al vino. In abbinamento i vini linea Rossini premiati al “Bollino dell’Enohobby” della Cantina La Morciola: spumante brut rosè Gioachino, Colli pesaresi bianco Falliero, Bianchello del Metauro “Il Cigno”.

La serata è a pagamento 20 euro, con prenotazione obbligatoria (339.1456050, enohobby@gradara.net). Relatore dell’appuntamento è Otello Renzi, presenta Sergio Ferri.

Per i più piccoli l’appuntamento è in spiaggia alle 10.30 con il miniclub di Pesaro Village ma gli animatori sono in riva al mare già alle 9.30 per proporre un risveglio muscolare per tutti. Sul lungomare Nazario Sauro dalle 18 alle 24 ci sono le bancarelle del Mercatino dell’antiquariato.

E’ questa la proposta del programma di accoglienza L’estate, giorno per giorno promosso dall’assessorato allo Sviluppo economico, turismo, sport, gioco e coordinamento grandi eventi del comune di Pesaro e concertato con Apahotels, capofila di tutte le associazioni di categoria che rappresentano gli operatori turistici delle zone mare e Baia Flaminia, con la sponsorizzazione di Banca di Pesaro.

Tutto il programma su www.turismopesaro.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CIVITANOVA–Tappa fissa per il nuoto marchigiano sono gli annuali “Campionatiluca regionali estivi Regionali Estivi di Categoria e Assoluti”, che anche questa volta hanno avuto per sfondo – dall’11 al 14 luglio – la piscina “Parco della Pace” di Pesaro.

Vasca olimpionica all’aperto, aria d’estate, atleti impegnati negli ultimi appuntamenti prima di una breve, ma meritatissima vacanza sono delle costanti che caratterizzano questo evento sempre molto atteso, perché per molti è l’occasione di coronare i propri sforzi, mentre per altri è un motivo per ripartire l’anno seguente con maggior grinta.

I ragazzi dell’allenatore Stefano Iesari, ovvero dell’Ippocampo Civitanova, sono riusciti a rimanere concentrati fino alla fine, regalandoci delle gare emozionanti, disputate con passione e con grande abilità.

In primo luogo le ragazze con due ori di categoria conquistati nei 50 e 100 metri rana per la senior Alice Talamonti, veterana di questo stile e ranista fin da piccola. Poi i grandi titoli maschili come Luca Pantanetti Sabatini (nella foto), campione regionale assoluto e di categoria nei 100 farfalla, primo di categoria e secondo assoluto nei 50 farfalla, primo di categoria e terzo assoluto nei 50 e 100 stile libero; Elia Pantanetti Sabatini, campione regionale di categoria nei 100 e 200 dorso, secondo nei 50 dorso sempre di categoria; Vincenzo Nicoletti, secondo di categoria nei 50 farfalla e terzo nei 100 farfalla; Davide Marchini, secondo di categoria nei 100 e 200 dorso e Angelo Bigoni, argento di categoria nei 50 dorso.

Piazzamenti per Bianchi Chiara e Bianchi Marta, Boschi Michele, Caponi Federico, Colotto Linda, Emili Lorenza, Emili Matteo, Fasanella Daniele, Mariani Carlo, Micucci Diego, Monina Giulio, Ricciuti Vittorio e Scalabroni Nadia.

Splendidi risultati di atleti che sacrificano tutto pur di nuotare, che hanno scelto per anni di entrare in acqua tutti i giorni e di non arrendersi alle prime difficoltà e che ormai hanno instaurato tra loro un legame indissolubile, che per tutta la vita serberanno nel cuore anche se dovessero smettere di nuotare. 

PESARO–La Banca dell’Adriatico, particolarmente sensibile e attenta agli aspetti culturali e musicali del territorio pesarese sostenendo numerose iniziative, ha deciso di contribuire all’acquisto di un nuovo pianoforte gran coda che consentirà all’Ente Concerti, al suo numeroso pubblico e agli artisti che lo suoneranno di tornare a fruire di uno strumento di eccezionale qualità.

Già nel 1981, l’allora Banca Popolare Pesarese di cui oggi Banca dell’Adriatico è erede, donò all’Ente Concerti un pianoforte gran coda che, nelle sue tante stagioni concertistiche, è stato suonato dai più grandi pianisti del mondo: da Martha Argherich a Krystian Zimerman, solo per avere un vago riferimento alfabetico, ma anche da artisti locali come Paolo Marzocchi, Marco Vergini e Mario Totaro, musicisti che si stanno affermando nel panorama internazionale.

Banca dell’Adriatico, banca del territorio del Gruppo Intesa Sanpaolo, conferma quindi la tradizione e lancia un forte segnale di continuità e di collaborazione con l’Ente Concerti di Pesaro che ha da poco chiuso, con successo, la 53^ Stagione concertistica.

L’Ente Concerti, assieme ai numerosissimi appassionati di cui è sicuro di interpretare il sentimento, non può che esprimere la più profonda gratitudine alla banca, al suo presidente Giandomenico Di Sante, al suo direttore generale Roberto Dal Mas per avere, con sapiente attenzione alla cultura musicale, protratto una linea di generosa e civile sensibilità.

Quando sono arrivato a Pesaro, è quasi trascorso un anno – ha dichiarato Roberto Dal Mas, direttore generale della Banca dell’Adriatico – sono rimasto colpito dal fermento culturale e dalle tante iniziative proposte da questo splendido territorio, nel quale ho trasferito anche i miei affetti famigliari. Come banca, pur in un momento economico così particolare, sentiamo il dovere di essere vicini alle famiglie e alle attività economiche senza dimenticare, l’arte e la musica che parlano un linguaggio non verbale, capace di unire persone di cultura e religione diverse. Per questo motivo siamo presenti nelle maggiori iniziative culturali del territorio. Solo in quest’ultimo periodo abbiamo sostenuto, in qualità di main partner, la manifestazione Popsophia, rinnovato il nostro appoggio come Ente Fondatore, al Rossini Opera Festival e finanziando l’acquisto di un nuovo pianoforte gran coda che consentirà all’Ente Concerti di continuare a proporre alla città momenti musicali unici come è stato il concerto del maestro Zimerman che ha chiuso la passata stagione”.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Annunci