You are currently browsing the tag archive for the ‘MONTECOSARO’ tag.

MONTECOSARO (MC): ARRESTO PER DROGA

MONTECOSARO–Nella nottata scorsa, i Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche, durante i servizi predisposti nei Comuni di Montecosaro e Morrovalle per il contrasto dei reati contro il patrimonio, hanno controllato due giovani, che per il loro atteggiamento hanno destato interesse. Il meticoloso controllo ha permesso di rinvenire della sostanza stupefacente. Le verifiche, estese anche presso le abitazioni dei due giovani hanno permesso di trovare e sequestrare circa 30 grammi di “Metamfetamina”, sei dosi di cocaina e materiale da taglio e confezionamento stupefacenti.

Un 21enne di Civitanova Marche è stato quindi tratto in arresto e condotto presso la propria abitazione, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, mentre la compagna è stata deferita in stato libertà, per aver concorso nel medesimo reato.

Annunci

MONTECOSAROQuesta mattina alle ore 9,30 a Perugia ci ha lasciati, all’età di 83 anni, Anita Cerquetti, cantante lirica montecosarese considerata una dei più importanti soprano di tutti i tempi. Domani, domenica 12 ottobre 2014, alle 18, ci si raccoglierà al Teatro delle Logge di Montecosaro nel suo ricordo, in un pomeriggio voluto dal Comune di Montecosaro e dall’Accademia Anita Cerquetti. Un saluto intimo che partirà dal palcoscenico della sua amata città. <A nome della cittadinanza

 

LA CANTANTE LIRICA ANITA CERQUETTI AL TEATRO DELLE LOGGE DI MONTECOSARO CIRCONDATA DALL'AFFETTO DEI GIOVANI CONCORRENTI CHE HANNO PRESO PARTE INQ UESTI ULTIMI ANNI AL CONCORSO LIRICO PROMOSSO DALL'ACCADEMIA CHE PORTA IL SUO NOME

LA CANTANTE LIRICA ANITA CERQUETTI AL TEATRO DELLE LOGGE DI MONTECOSARO CIRCONDATA DALL’AFFETTO DEI GIOVANI CONCORRENTI CHE HANNO PRESO PARTE IN              QUESTI ULTIMI ANNI AL CONCORSO LIRICO PROMOSSO DALL’ACCADEMIA CHE PORTA IL SUO NOME

esprimo tutto il rammarico per questa triste notizia – ha detto il sindaco di Montecosaro Reano Malaisi –. Anita Cerquetti rappresenta il nostro paese ed è una sua figura di spicco e di prestigio>. Parteciperanno con la loro musica alcuni vincitori del concorso lirico Cerquetti, accompagnati al pianoforte dal maestro Alfredo Sorichetti. Anita Cerquetti nacque a Montecosaro il 13 aprile 1931. A 19 anni vinse il concorso al Teatro lirico sperimentale Belli di Spoleto, grazie al quale debuttò nel 1951 con Aida. Nel 1956 ha sostituito Maria Callas nel ruolo di Norma al Teatro dell’Opera di Roma: in quel periodo la Cerquetti interpretava Norma al Teatro San Carlo di Napoli. Da qui, l’apice della sua carriera, venne invitata infatti nei migliori teatri del mondo fino ai primi anni Sessanta, quando si ritirò a vita privata. 

Anita Cerquetti è stata una soprano dalla voce unica – è il ricordo commosso del M° Alfredo Sorichetti – che lascerà un vuoto incolmabile nel mondo della lirica. Ho avuto l’onore ed il piacere di conoscerla il 7 agosto 2014 di quest’anno, allo Sferisterio di Macerata, in occasione del concerto che ho diretto in suo onore”. Per i 50 anni della stagione lirica lo Sferisterio infatti ha voluto dedicare una serata speciale proprio ad Anita, così come era stato fatto la stagione precedente per Beniamino Gigli. Il primo a ricordare la figura e la carriera di Anita è stato molto anni fa Paolo Marinozzi, animatore del Centro del Collezionismo, in occasione dell’uscita di un bel libro di Elio Trovato sulla nostra artista marchigiana. Negli ultimi anni intenso è stato l’impegno del Sindaco Stefano Cardinali per tributare i giusti onori alla cantante presente più volte nel suo paese natale (la sua casa dove nacque si trova proprio in Piazza Trieste) ed in prima fila al Teatro delle Logge.

I funerali di Anita Cerquetti si terranno lunedì 13 ottobre, alle ore 16,30, nella Chiesa di San Nicolò a Fabriano.

MONTECOSARO–Un intero paese, Montecosaro,

ANITA CERQUETTI DAVANTI  ALLA CASA NATALE A MONTECOSARO, IN PIAZZA TRIESTE

ANITA CERQUETTI DAVANTI ALLA CASA NATALE A MONTECOSARO, IN PIAZZA TRIESTE

si dà appuntamento domani  venerdi 11 luglio 2014, alle 21,15, a Porta San Lorenzo per rivivere “I migliori anni della nostra…Anita”. Per Anita, naturalmente, intendiamo riferirci alla Cerquetti, grande artista dell’opera lirica, nata proprio tra queste mura. La serata prevista, fa parte di un ampio progetto culturale, “Genius loci” (ovvero l’identità appartenente a un luogo ben preciso) ideato da “Macerata Opera Festival”. L’iniziativa, fortemente voluta da “l’Accademia Anita Cerquetti”, con il Patrocinio del Comune di Montecosaro, è inserita nei tre appuntamenti programmati per l’occasione. Il primo, già effettuato il 19 giugno a Montecosaro Scalo con “Vita e arte di Anita”, egregiamente realizzato da Francesco Micheli, mentre il più importante, si svolgerà il 7 agosto allo Sferisterio di Macerata con la grande “Festa per Anita”. Ma torniamo a quelli che, secondo il suo ideatore Paolo Marinozzi, saranno i “Migliori anni della nostra…Anita”. “Non può e non vuol essere – ci tranquillizza Marinozzi – una brutta copia delle presentazioni che il direttore artistico Micheli ha realizzato con maestria. La mia, infatti, non sarà una lettura critica del personaggio Cerquetti con relativa comparazione del suo valore artistico nel mondo della lirica. Ma piuttosto, una parentesi leggera, dopo anni a dir poco difficili, che ci riporta a quel magico periodo del dopoguerra fino agli anni del boom. Proprio quello che segnerà l’arco temporale della folgorante carriera della Cerquetti, talmente alta quanto purtroppo breve. Mentre, la nostra stella illuminava l’intero universo con i suoi inarrivabili bagliori musicali, nel suo paesello come in tutta Italia, la vita per i “poveri ma belli” continuava ad essere fatta di “pane, amore e fantasia”…Per questo ho pensato di raccogliere in un unico contenitore diverse espressioni artistiche: dall’opera all’operetta, dalla romanza alla canzonetta. Sarà un percorso non solo musicale, ma anche di moda e costume, cinema e televisione, sport e passione”.

A portarlo in scena penseranno quelli del “Gruppo Penelope” (orchestra, balletto, cantante, imitatore) con la conduzione artistica di Sandro Avigliano. Va ricordato che la realizzazione di questo evento è stata possibile grazie a “L’Accademia Anita Cerquetti” che con profonda dedizione, da parecchio tempo, sta portando avanti importanti iniziative a livello internazionale. Infine, per rendere ancor piu’ significativa la magnifica serata a lei dedicata, sarà presente come ospite d’onore la stessa Anita Cerquetti. Un motivo in più, per non mancare all’appuntamento…

 

Enrico Brizioli: “Aumentano i nostri servizi al territorio, in una sempre più stretta collaborazione e sinergia con la Regione” •  Una struttura per anziani autosufficienti e non autosufficienti che lavorerà con standard assistenziali e sanitari molto elevati, con particolare attenzione alle problematiche legate all’Alzheimer e alle demenze senili. La nuova RSA si rivolge alle famiglie con persone fragili, anziani e disabili, offrendo alle  stesse un luogo dove il proprio caro possa trascorrere il periodo necessario alle cure, in un ambiente dove trovare calore umano e clima familiare

MONTECOSARO-(20 maggio 2014)Taglio del nastro

IL TAGLIO DEL NASTRO DA PARTE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARCHE SPACCA

IL TAGLIO DEL NASTRO DA PARTE DEL SINDACO CARDINALI ACCANTO AL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARCHE GIAN MARIO  SPACCA

oggi pomeriggio per la nuova Residenza Sanitaria per Anziani  (RSA) “Santa Maria in Chienti” del Gruppo Santo Stefano.

La struttura, che si trova in Contrada Cavallino in zona collinare e in perfetta armonia con il territorio, è stata presentata ufficialmente  alla stampa ed alla cittadinanza nel corso di una cerimonia alla presenza di autorità civili, religiose e militari, tra cui erano presenti il Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, il direttore generale Asur Marche Gianni Genga e il Sindaco di Montecosaro Stefano Cardinali.

Intendiamo sempre più creare servizi sul territorio, in stretta collaborazione con la Regione”, ha detto l’amministratore delegato del Gruppo Santo Stefano Enrico Brizioli. “La nuova RSA di Montecosaro, realizzata nell’ambito di un project financing promosso dal Comune, rappresenta un investimento importante che abbiamo deciso di effettuare per coprire la domanda di servizi proveniente dal territorio. Essa, infatti, offre una proposta assolutamente nuova in termini assistenziali e non ancora presente nel territorio di riferimento. RSA-La proposta assistenziale si rivolge alle famiglie con persone fragili, anziani e disabili, offrendo alle famiglie stesse un luogo dove il proprio caro potrà trascorrere il periodo necessario alle cure in un ambiente dove troverà calore umano e clima familiare”.  

La nuova RSA di Montecosaro, diretta dalla dott.ssa Monica Pennesi, non entrerà in alcun modo in conflitto con le strutture case di riposo presenti sia a Montecosaro che nel resto del territorio di riferimento in quanto si rivolgerà a una fascia di pazienti di maggiore complessità clinica e, dunque, lavorerà con standard assistenziali e sanitari molto elevati.

Le Marche – ha detto il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca – sono la regione con la più alta speranza di vita in Europa. Mutano dunque le esigenze dei cittadini ed emerge con forza la necessità di potenziare l’assistenza post acuzie e la riabilitazione, di tutelare con ancora più efficacia le fragilità. Un deciso cambiamento culturale ed organizzativo che richiede anche la messa in campo di strumenti innovativi ed originali. La collaborazione tra pubblico e privato per far fronte alle esigenze di una popolazione sempre più longeva rientra tra questi. Di fronte alla progressiva e sempre più drastica riduzione dei trasferimenti statali, modelli come quello che è stato realizzato a Montecosaro diventano preziosi per accrescere la qualità dell’offerta sociosanitaria alla comunità marchigiana”.

Realizzata sulla base di modelli strutturali moderni studiati per offrire il meglio del confort e della privacy, la nuova struttura di Montecosaro “Santa Maria in Chienti” è una RSA da 85 posti letto che garantisce l’alto livello e la specializzazione dei servizi erogati con particolare attenzione alle problematiche legate all’Alzheimer e alle demenze senili.

L’esperienza e la professionalità del S.Stefano consentono di coniugare servizi di alta residenzialità alberghiera, assistenza alla persona e assistenza medica ed infermieristica in collaborazione con i medici di medicina generale. Tutto ciò lavorando con un metodo di equipe multidisciplinare con fini riabilitativi fisico-cognitivo/comportamentali e di sostegno psico-sociale.

Alcuni dati sulla nuova RSA “Santa Maria in Chienti”

La nuova Residenza Sanitaria per Anziani “Santa Maria in Chienti” è dotata di 38 camere doppie e 9 singole per un totale di 85 posti letto.

Essa offrirà ospitalità ed assistenza ad anziani semiautosufficienti e non autosufficienti con ricoveri convenzionati e privati.

La gestione del paziente sarà incentrata su Piani Assistenziali Individualizzati (PAI), formulati sulle esigenze cliniche del paziente in modo multidisciplinare comprensivi di riabilitazione fisica e psichica con anche attività cognitivo comportamentali-ludiche.

Tra i punti di forza e qualificanti della nuova struttura gestita dal Santo Stefano Riabilitazione ci sarà anche l’elevato confort di carattere logistico-alberghiero. Particolare attenzione è stata rivolta all’ergonomia dell’arredamento e all’armonia dello stesso in funzione di un soggiorno il più gradevole possibile, studiato e personalizzato sulle esigenze assistenziali del paziente anche con il coinvolgimento delle famiglie.

La struttura è dotata di 2 palestre, 2 sale di terapia e 2 sale polifunzionali, il servizio cucina e la cappellina interna. La struttura, abbellita da un giardino, è dotata anche di un comodo ed ampio parcheggio interno ed esterno.

A pieno regime impiegherà oltre 50 addetti, tra medici, capisala, infermieri, OSS, addetti in amministrazione e portineria, addetti alle pulizie e manutenzioni e addetti in cucina.

La nuova RSA sarà strettamente legata al territorio anche dal punto di vista della fattiva collaborazione con i medici di medicina generale.

Il bacino di utenza di riferimento

Il territorio di riferimento è rappresentabile con il quadrilatero che va da Porto Recanati a Lido di Fermo e che all’interno comprende buona parte del maceratese. Una popolazione di 214 mila abitanti e 84 mila famiglie di cui 46 mila sono gli over 65, quasi 23 mila gli over 75 e 9 mila i disabili. Sono 3.630 i soggetti non autosufficienti.

In questo bacino di utenza di riferimento il fabbisogno teorico complessivo di posti letto è pari a circa 910. Attualmente sono presenti 463 posti letto, di cui solo 80 RSA (Residenza Sanitaria per Anziani) e 383 RP (Residenza Protetta). Il fabbisogno attuale è di ulteriori 223 posti letto RSA e 222 RP.

 

Furti: due arresti a Montecosaro e due denunce a Porto Recanati

MONTECOSARO–Un furto in flagranza è stato colto dai Carabinieri a Montecosaro nel corso di un servizio coordinato dalla Compagnia di Civitanova Marche per arginare fenomeni predatori.
Nella notte del Primo Maggio, la pattuglia della Stazione di Montecosaro stava vigilando la zona dello Scalo, a ridosso della Superstrada, per controllare mezzi che uscivano dalla SS 77. L’attenzione dei militari è stata subito richiamata dalla strana presenza di una Panda all’interno di un magazzino di attrezzi edili, in un orario decisamente insolito. L’intervento della pattuglia dell’Arma e il controllo dei due giovani, consentivano di scoprire un furto di materiale edile commesso in tale magazzino. Rinvenuti ancAUTO-CC-159 CIVITANOVAhe gli attrezzi da scasso impiegati. La refurtiva, interamente recuperta, è stata restituita ai legittimi proprietari del suddetto magazzino, mentre i due arrestati, due 37 enni di Montecosaro, sono stati collocati in stato di arresto ai propri domicili, a disposizione della Procura della Repubblica di Macerata, in attesa del rito direttissimo.

Un altro furto, questa volta di biciclette, è stato sventato dai Carabinieri di Porto Recanati. Le denunce presentate nella Caserma di Viale Europa dai proprietari delle mountain bike erano piuttosto circostanziate ed erano partite subito le ricerche da parte delle pattuglie che stavano controllando la cittadina rivierasca in queste ore a cavallo del primo maggio. L’occhio dei carabinieri di Porto Recanati è caduto su quei veicoli, riconosciuti in base ad alcuni dettagli segnalati. A bordo c’erano due cittadini stranieri, residenti nella Vallesina. Bloccati ed identificati, dopo il riconoscimento formale delle bici da parte dei proprietari, sono stati denunciati entrambi per ricettazione, mentre le due bike sono state restituite ai soddisfatti proprietari.
 
 
 

 

MONTECOSARO-“Ho il cielo sulla testa e non la ragnatela

IL SINDACO STEFANO CARDINALI, RINALDA MORI CIARROCCHI, FRANCESCO MICHELI DIRETTORE ARTISTICO DELLO SFERISTERIO E IL M° ALFREDO SORICHETTI

IL SINDACO STEFANO CARDINALI, RINALDA MORI CIARROCCHI, FRANCESCO MICHELI DIRETTORE ARTISTICO DELLO SFERISTERIO ED IL M° ALFREDO SORICHETTI

di fili dell’energia elettrica. Posso dare lo spago all’aquilone e far salire in Paradiso mongolfiere di carta”. Così Arnoldo Ciarrocchi amava descrivere l’Asola, uno dei suoi paesaggi più cari. Questi e altri incantevoli scorci animano i quadri in mostra nell’esposizione inaugurata ieri, sabato 12 aprile 2014, al Palazzo comunale di Montecosaro, la seconda dedicata dalla Stagione Concertistica 2014 al celebre artista civitanovese. Opere realizzate con le più svariate tecniche (olio, acquarello, incisione…) che rappresentano le nostre colline e il mare: Morrovalle, l’Asola, Fontespina e, ovviamente, Montecosaro, centro storico amato da Ciarrocchi. La curatrice della mostra Rinalda Mori Ciarrocchi, moglie di Arnoldo, ha così fatto da “cicerone” ai vari ospiti presenti, tra i quali la giuria del concorso lirico internazionale Anita Cerquetti: Francesco Micheli, Direttore artistico del Macerata Opera festival, la Presidente di giuria Ines Salazar, Michelangelo Zurletti, direttore artistico del Teatro Belli di Spoleto e Inhye Kim (soprano), accompagnati dal direttore artistico della Stagione Concertistica “Montecosaro all’Opera” Alfredo Sorichetti.

Questi giorni Montecosaro, tra il Concorso lirico e la pittura, sta vivendo l’arte a 360 gradi – ha detto il sindaco Stefano Cardinali -: quella appena inaugurata è la seconda mostra che in pochi mesi dedichiamo a Ciarrocchi, grazie anche alla disponibilità di Rinalda. E’ un onore poter esporre le colline che Arnoldo amava tanto”.

Poi, doveroso, spazio alla musica con alcune interpretazioni che hanno allietato i presenti. Proprio oggi, infatti, alle 17 al Teatro delle Logge, si terrà la finale della IV edizione del Concorso internazionale dedicato ad Anita Cerquetti.

La mostra resterà aperta fino all’11 maggio il sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 20 e nei giorni feriali dalle 17 alle 20. Per visitarla 0733/560030 e 0733/1780642.

 

di STEFANO CARDINALI • SINDACO DI MONTECOSARO

MONTECOSARO–Come si può ben immaginare la scelta della MANAS di meCARDINALI STEFANO SINDACO-TRICOLORE-LGttere in cassa integrazione alcuni dipendenti, in questi giorni fa parlare tutto il paese e tra la gente emergono forti preoccupazioni sul futuro dell’azienda e dei lavoratori che per la maggior parte risiedono proprio a Montecosaro.

La MANAS, per come la conosco, da sempre è un’azienda fortemente radicata sul territorio e questo legame negli anni è stato il suo punto di forza, anche per la promozione e la vendita del prodotto. Ha investito molto in infrastrutture, ma soprattutto ha creato un patrimonio che pochi possono vantare: ha investito sugli operai, maestri nel creare calzature, oggi vera ricchezza dell’azienda.

I lavoratori al centro delle strategie aziendali, sempre tutelati insieme alle proprie famiglie anche e soprattutto quando si attraversavano momenti di crisi (si riconoscevano incentivi economici quando altre aziende non sapevano cosa fossero…). L’azienda come una grande famiglia che la nostra istituzione locale ha sempre portato d’esempio, orgogliosi di avere sul territorio questo modello di produttività e organizzazione aziendale.

Qualche tempo fa, durante un convegno sul Made in italy, non è stato difficile condividere con alcuni dei Sagripanti le parole di Giovannino Agnelli quando da presidente della Piaggio in occasione del 50° anniversario della vespa ricordava a tutti come “…funzione dell’impresa non è solo e neanche principalmente quella del profitto. Lo scopo è migliorare la qualità della vita mettendo a disposizione prodotti e servizi per lo sviluppo del territorio dove è nata…”
Mi sono un pò dilungato in questa introduzione, per provare a spiegare cosa ha rappresentato e cosa rappresenta MANAS per il nostro Comune e per tutto il distretto calzaturiero.
Ecco perchè la scelta della Cassa integrazione in questo periodo dell’anno con il contestuale trasferimento dell’attività produttiva in altre zone (il lavoro c’è, ma qualcuno ha affermato che nelle Marche non si può più produrre….??) ai nostri occhi risulta essere oltre che inaccettabile anche incomprensibile, in quanto non ripropone lo “stile MANAS” che tutti conosciamo e che tutti ci aspettiamo venga, ancora una volta, messo in campo per evitare che questo sia solo l’inizio di una definitiva delocalizzazione, con la conseguente desertificazione del nostro territorio.

Già domani chiederò un appuntamento ai soci e in attesa dell’incontro voglio rinnovare tutta la mia solidarietà ai lavoratori e far sentire la mia vicinanza anche alla famiglia Sagripanti, che immagino non stia vivendo serenamente questo momento preoccupata per il futuro degli operai. Sono sicuro che nel buio della crisi sapranno trovare le soluzioni per un rilancio del marchio e dell’attività produttiva a Montecosaro.

Stefano Cardinali • Sindaco di Montecosaro.

MONTECOSARO–La musica si inizia ad apprezzare tra i banchi, in classe. C’è grande entusiasmo tra i piccoli alunni di Montecosaro, che stanno partecipando al Progetto Scuola dell’MONT-27-2-2014-progettoscuola.2 legato alla Stagione Concertistica e arrivato alla sua seconda programmazione. Un modo per appassionare i giovanissimi, aiutandoli nella comprensione del linguaggio delle “Sette note”. L’iniziativa, partita per gli studenti delle Quinte, è stata proposta quest’anno anche alle Quarte, che proprio mercoledì hanno incontrato, al polo scolastico “Nelson Mandela”, il loro insegnante: il maestro Alfredo Sorichetti, direttore artistico della Stagione e dell’Accademia. Con Sorichetti, gli alunni ascoltano brani per comprendere la differenza tra i vari strumenti, condividono le diverse emozioni suscitate e “impugnano” la bacchetta del direttore d’orchestra per “giocare” insieme ai compagni. Il tutto aspettando domenica 9 marzo 2014, quando alle 16.30 al Teatro di Montecosaro Scalo sarà eseguita per tutti gli studenti il celebre brano “Pierino il Lupo” (prevista anche un’esecuzione “speciale” per la cittadinanza, alle 18). “Montecosaro dedica una parte importante della sua attività alla musica e alla figura della grande Anita Cerquetti – ha spiegato il maestro Sorichetti – oltre alla consueta programmazione, abbiamo pensato di coinvolgere anche le scuole.

I giovanissimi saranno gli spettatori di domani ed educarli all’ascolto è un fattore chiave per apprezzare la bellezza della musica. A tal proposito abbiamo scelto di eseguire per loro la favola di “Pierino e il Lupo”, il brano propedeutico per eccellenza. Ad ogni personaggio della fiaba infatti viene abbinato uno strumento: è un ottimo modo per scoprire i fondamentali della musica”. Il progetto proseguirà al Teatro delle Logge anche a marzo e culminerà sabato 12 aprile, quando gli studenti potranno assistere alle fasi finali del Concorso Lirico Internazionale Anita Cerquetti. E saranno giudici di un piccolo concorso, per decretare il cantante lirico più simpatico e talentuoso. “La musica è un aspetto fondamentale per la crescita – il giudizio di Claudio Bernacchia, dirigente scolastico -: abbiamo subito colto al volo l’occasione di poter partecipare a quest’iniziativa”. La Stagione è stata organizzata dal Comune di Montecosaro, insieme all’Accademia Anita Cerquetti, con la collaborazione dell’associazione musicale Gilfredo Cattolica.

MONTECOSAROL’Accademia Anita Cerquetti vuole rendere omaggio

STEFANO CARDINALI, RINALDA MORI CIARROCCHI, SORICHETTI

STEFANO CARDINALI, RINALDA MORI CIARROCCHI E ALFREDO  SORICHETTI

al pittore ed incisore Arnoldo Ciarrocchi, ricordandolo a 10 anni dalla sua scomparsa. Lo farà accostando la stagione concertistica di Montecosaro al nome del grande artista, con un appuntamento che si sta delineando per il prossimo 14 febbraio 2014 . Una manifestazione che sarà il perfetto connubio tra musica, poesia e dipinti dell’autore, e che verrà svelata nelle prossime settimane. Il tema è d’obbligo nel giorno di San Valentino: l’amore.

A tal proposito, il maestro Alfredo Sorichetti, direttore artistico dell’Accademia e della Stagione concertistica, insieme al sindaco di Montecosaro Stefano Cardinali, si è recato il 21 gennaio a Ferrara per incontrare Rinalda Mori Ciarrocchi, moglie di Arnoldo, con la quale si sta collaborando per allestire una mostra evento. Insieme a lei, Sorichetti e Cardinali hanno scelto diversi quadri del pittore, che saranno esposti al Teatro delle Logge. “Quest’iniziativa non può che farmi piacere – ha detto la signora Rinalda Mori Ciarrocchi. Quando mi hanno mandato il programma della manifestazione ho subito suggerito la data di San Valentino: c’è una produzione vastissima di Arnoldo sul tema della coppia. Ho quindi invitato diversi amici, che ci presteranno quadri da esporre. Il maestro Sorichetti mi ha spiegato la sua intenzione di incentrare l’esposizione sui “Duetti d’amore”, coniugando le opere con la lettura di versetti sul tema. Arnoldo non ha mai scritto poesie, ma, come lui stesso ricordava, ogni frase incisa sui suoi quadri è essa stessa un inno al sentimento. La mostra su Ciarrocchi impreziosisce ancora di più una stagione concertistica straordinaria – commenta soddisfatto il M° Sorichetti – che preluderà alla grande serata dedicata ad Anita Cerquetti, che si terrà in estate allo Sferisterio. Oltre al grande affetto verso Arnoldo, sono profondamente legato alle sue opere e all’importanza espressiva che ci trasmettono. Il nostro è un tributo dovuto, perché questo nostro territorio deve molto a Ciarrocchi. Presenteremo prossimamente anche una seconda mostra in suo onore. Da anni stiamo cercando di organizzare manifestazioni per rendere il giusto tributo alle figure che hanno dato lustro al nostro circondario – dice il sindaco Cardinali. Ci sembrava naturale abbinare questi due personaggi, Cerquetti e Ciarrocchi, che con forme d’arte diversa ci hanno fatto conoscere e apprezzare ovunque”.

 

CIVITANOVA–Il Sindaco di Civitanova, Tommaso CORVATTA-TGR-21-12-2013-FOTO©MILLEPAESI-7708Claudio Corvatta, (nella foto, intervistato di recente dal Tgr Marche) ha  inviato una “lettera aperta” sulla nuova tassazione (Iuc) ai colleghi Sindaci del Circondario: Stefano Cardinali (Comune di Montecosaro), Carlo Carnevali (Comune di Montefano), Giuseppe Ripani (Comune di Montelupone), Mario Lattanzi (Comune di Monte San Giusto), Stefano Montemarani (Comune di Morrovalle), Rosalba Ubaldi (Comune di Porto Recanati), Sergio Paolucci (Comune di Potenza Picena), Francesco Fiordomo (Comune di Recanati). Di seguito il testo completo di tale lettera.

Carissimi colleghi,

presa coscienza della nuova tassazione Iuc comprensiva di casa e rifiuti, ed effettuate alcune simulazioni pratiche insieme al nostro settore bilancio, abbiamo compreso che per il 2014 i nostri concittadini subiranno una tassazione maggiore, essendo reintrodotta attraverso la Tasi una aliquota Imu ridotta al 2,5 per mille. Per gli altri immobili rimangono invece fissate le vecchie aliquote fino al 10,6 per mille”.

“A fronte di un più cospicuo esborso per i contribuenti, per le nostre amministrazioni comunali vi sarà una ulteriore decurtazione degli introiti, in quanto non ci verrà più riconosciuto l’equivalente del 4,5 per mille della prima casa, ma solo, al massimo, il 2,5, che dobbiamo prelevare direttamente dalle tasche dei nostri concittadini”.

“Tutto questo accade mentre il governo, attraverso diverse sue fonti, afferma ripetutamente che nel 2014 la tassazione sarà in diminuzione. A questo va aggiunto che la modalità di applicazione della Tari comporterà un ulteriore gravosissimo esborso per le attività produttive, un settore che vede molti piccoli e medi imprenditori a rischio di chiusura, come affermato anche recentemente da Diego Della Valle sul Sole 24 ore”.

“Ritengo personalmente, così come l’Anci, che tale situazione sia assolutamente inaccettabile e sono pronto ad azioni concrete per far sentire la voce di questa amministrazione comunale e dei miei concittadini fino a Roma. Per questa ragione ritengo opportuno organizzare un incontro, e mi rivolgo a voi colleghi dei comuni insistenti nello stesso ambito socio-territoriale, proponendo di vederci martedì prossimo, 21 gennaio, alle ore 18, per uno scambio di vedute sull’argomento e, se d’accordo, per concordare iniziative comune presso il governo centrale”.

“Confidando in un riscontro, saluto con viva cordialità”.

Il Sindaco Tommaso Claudio Corvatta

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
giugno: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Annunci