You are currently browsing the tag archive for the ‘MILANO’ tag.

CIVITANOVA (13/02/2016) – Civitanova  protagonista del giorno alla Bit, ovvero alla Borsa Internazionale del Turismo che si sta svolgendo a Milano. A partire dall’esibizione degli Oregon Tape Crew che creano un grande movimento prima della conferenza, incuriosendo numerose persone. “Civitanova si presenta alla Bit con la sua caratteristica di città dei festival – ha affermato l’assessore al Turismo e alla Cultura Giulio Silenzi – . Dal mese di giugno, abbiamo un programma denso con la danza, Futura, Rive, il Festival del cinema e Vita Vita. Ogni sera, come è stato per l’estate 2015, c’è sempre qualche iniziativa da seguire. Chi viene a Civitanova deve provare una forte emozione, positiva. Investiamo sui talenti, sui giovani e sulla cultura”.

Insieme a Silenzi, il direttore TDiC Alfredo Di Lupidio che ha sottolineato l’importanza dell’Azienda dei Teatri nell’organizzazione di eventi complessi come i Festival – “un braccio operativo che, con cura, si impegna al massimo per la logistica e la realizzazione di queste manifestazioni” -, e Gilberto Santini, direttore artistico di Civitanova Danza che ha annunciato la grande sorpresa. “In questa nuova edizione accadrà di tutto: avremo le grandi stelle, con la musa italiana della danza internazionale Eleonora Abbagnato che inaugurerà un nuovo palcoscenico, al Palasport, con la Carmen del regista Amedeo Amodio. Inoltre, apriremo uno spazio per le famiglie, per danzare con i figli. La danza è una chiave d’ingresso importante per questo territorio. È un faro, in ognuna delle sue forme”.

Riflettori anche su Futura, il Festival che si svolge nella Città Alta (meraviglioso centro storico medievale), dal 22 al 31 luglio 2016, con la direzione artistica di Gino Troli. “Questa quarta edizione – ha aggiunto Silenzi – dal titolo Vita Nova porterà grandi nomi di rilievo internazionale della letteratura e del cinema a dibattere sui temi del futuro e una sezione sarà dedicata al 450esimo anniversario della morte di Annibal Caro, poeta e traduttore dell’Eneide, nostro illustre concittadino. Come gli anni passati, ci sarà la presenza di collaboratori di fama nazionale come Massimo Arcangeli, Edoardo Boncinelli, Diego Fusaro, Filippo La Porta, Italo Moscati e Paolo Di Paolo. Possiamo già anticipare un grande evento che riguarda la recente scoperta sulle onde gravitazionali, con i più grandi protagonisti del progetto Virgo”.

Durante la presentazione c’è stata l’incursione di Patrizio Roversi, conduttore della trasmissione Turisti per caso, che ha detto “Sono stato di passaggio a Civitanova. Posso dire che le Marche sono davvero una regione che rappresentano una grande pluralità”. E da qui un simpatico dibattito con Silenzi sull’unica regione, la nostra, al plurale e sull’unicità della conformazione territoriale, fortemente caratterizzata da valli, a volte non comunicanti.

In chiusura, spazio per un’altra bella novità: nella prossima stagione, il territorio correrà veloce anche sui pedali. Questo grazie alla Bike Long Marche, progetto promosso da Marche Bike Life, azienda specializzata in cicloturismo internazionale. Si tratterà di un itinerario in bicicletta dalle Marche fino a Londra: 2100 chilometri attraversando l’Europa promuovendo le Marche. “Un evento che vuole far conoscere il territorio – ha spiegato Mauro Fumagalli, ad di Marche Bike Life – attraverso il cicloturismo e le aziende ed eccellenze del territorio”.

 

Annunci

CIVITANOVAGianni Baleani di Civitanova (originario di Macerata, dove si è laureato in lettere all’Università ed è stato anche consigliere comunali parecchi anni fa, nella foto) ieri pomeriggio (sabato 23 novembre 2013) è risultato a Milano (Palazzo Reale) fra i dieci autori di romanzi vincitori del Torneo Letterario IoScrittore 2013, presentati da Oliviero Ponte di Pino (autore di libri sull’editoria, ha lavorato per la Garzanti, insegna come scrivere opere narratire, è anche direttore della manifestazione milanese Bookcity). L’opera di Baleani, intitolata “Natura e grazia nella Roma del Merisi”, è incentrata sulla vita romana del grande pittore Caravaggio

GIANNI BALEANI

GIANNI BALEANI  • FOTO MILLEPAESI

Al concorso, indetto dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol, hanno partecipato 300 autori di tutta Italia, i cui scritti sono stati sottoposti a ben 5.200 valutazioni di esperti. Ieri pomeriggio, nell’ambito di BookCity, l’ufficializzazione del concorso. Gli organizzatori hanno comunicato ai vincitori che ogni opera verrà pubblicata in edizione eBook, mentre entro il 16 dicembre verrà resa nota l’opera o le opere, fra le dieci vincitrici, che avranno anche l’edizione tradizionale stampata, che arriverà quindi nelle librerie italiane. “Ho ricevuto la comunicazione via e-mail dopo le ore 19, a proclamazione avvenuta – ci ha detto Gianni Baleani – il che mi ha fatto particolarmente piacere, anche se mi sarebbe piaciuto di più ovviamente – ha aggiunto con un sorriso – essere stato a Milano all’ufficializzazione. Ma le notizie che arrivano all’improvviso e inaspettate sono sempre quelle più belle, in materia di scrittura e di narrativa”.

Faloci oro e Albertazzi bronzo nel disco, Tamberi argento nell’alto
 
Tre medaglie per le Marche ai Campionati italiani assoluti di Milano. Nel lancio del disco Giovanni Faloci si aggiudica il titolo e ribadisce la propria supremazia stagionale con 62.56 per conquistare la sua quinta maglia tricolore in carriera. Fra due settimane il finanziere umbro proveniente dall’Atletica Avis Macerata, che ha vinto l’argento alle Universiadi, sarà impegnato ai Mondiali di Mosca. L’ascolano Eduardo Albertazzi, campione tricolore uscente, guadagna comunque la medaglia di bronzo, grazie alla misura di 58.87 ottenuta al quarto tentativo che gli consente di salire sul podio. Sempre nel disco, quinto l’altro ascolano Nazzareno Di Marco con 57.05.
Nell’alto Gianmarco Tamberi non riesce a difendere il titolo, però si mette al collo la medaglia d’argento con 2.25 alla terza e ultima prova. L’anconetano di Offagna, che come di consueto ha coinvolto il pubblico durante i suoi salti, dimostra di essere in netta crescita rispetto alle prime gare di questa stagione.
Sui 400 ostacoli, il marchigiano Lorenzo Veroli si esprime al meglio delle sue possibilità: infatti il 20enne di Montecassiano (MC) coglie il quinto posto in finale con 51”09, ad appena un decimo dal record personale stabilito ai recenti Europei under 23. Non è stato favorito dall’ottava corsia, senza riferimenti nella parte iniziale della gara, ma ha ben poco da rimproverarsi. Nel lancio del martello, l’ascolano Massimo Marussi si piazza ottavo con 61.34, invece si qualifica per la finale dei 200 metri Alessandro Berdini (che nelle rassegne per club difende i colori dell’Atletica Avis Macerata), ma poi non completa la gara. Il mezzofondista ascolano Stefano Massimi è decimo in 3’51”87 nei 1500 metri, nell’asta la montefanese Nadia Caporaletti si piazza undicesima con 3.70 e la junior Martina Piergallini (Sef Stamura Ancona) chiude quindicesima nel riepilogo dei tempi sui 200 metri con 25”15 controvento (-2.4).
La seconda giornata, quella di sabato, si era chiusa con altri risultati notevoli degli atleti marchigiani. Infatti nel giavellotto maschile Gianluca Tamberi è risalito fino alla quarta posizione con l’ultimo lancio a disposizione, in cui l’anconetano di Offagna ha ottenuto la misura di 66.72. Il salto con l’asta ha invece salutato il ritorno a buoni livelli del fermanoLorenzo Catasta, rientrato dopo un infortunio: per lui il sesto posto con 5.10. Stesso piazzamento dell’ascolano Paolo Capponi con 16.29 nel getto del peso, gara in cui il più giovane dei finalisti è stato lo junior Lorenzo Del Gatto (Tecno Adriatletica Marche), ottavo con 15.93. Nella staffetta 4×100 metri, brillante settimo posto per il quartetto femminile dell’Atletica Avis Macerata composto da Paola Spina, Roberta Del Gatto, Maria De Iacovo e Mita Delia con 47”95, mentre la Sport Atletica Fermo (Dajana Flamini, Laura Brandimarte, Francesca Ramini, Ilaria Giretti) è 14ª in 48”53 e la Tecno Adriatletica Marche (Elena Bruni, Valentina Natalucci, Rebecca Capponi, Annalisa Torquati) 17ª in 49”00, con Marco Carlini (Atl. Avis Macerata) sedicesimo nel peso per aver lanciato 14.60.
 
RISULTATI DOMENICA 28 luglio 2013
1° Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) disco 62.56
2° Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle) alto 2.25
3° Eduardo Albertazzi (Fiamme Gialle) disco 58.65
5° Lorenzo Veroli (Enterprise Sport & Service) 400 ostacoli 51”09, batt. 52”12
5° Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) disco 57.05
8° Massimo Marussi (Carabinieri) martello 61.34
10° Stefano Massimi (Atl. Riccardi) 1500 metri 3’51”87
11ª Nadia Caporaletti (Cus Pisa Atl. Cascina) asta 3.70
15ª Martina Piergallini (Sef Stamura Ancona) 200 metri 25”15 (-2.4)
rit. finale Alessandro Berdini (Aeronautica) 200 metri batt. 21”56
 
RISULTATI SABATO – COMPLETAMENTO
4° Gianluca Tamberi (Fiamme Gialle) giavellotto 66.72
6° Lorenzo Catasta (Fiamme Gialle) asta 5.10
6° Paolo Capponi (Bruni Vomano) peso 16.29
7ª Atl. Avis Macerata (Paola Spina, Roberta Del Gatto, Maria De Iacovo, Mita Delia) 4×100 metri 47”95
8° Lorenzo Del Gatto (Tecno Adriatletica Marche) peso 15.93
14ª Sport Atl. Fermo (Dajana Flamini, Laura Brandimarte, Francesca Ramini, Ilaria Giretti) 4×100 metri 48”53
16° Marco Carlini (Atl. Avis Macerata) peso 14.60
17ª Tecno Adriatletica Marche (Elena Bruni, Valentina Natalucci, Rebecca Capponi, Annalisa Torquati) 4×100 metri 49”00
 
 

Dopo l’apertura di venerdì, entrano nel vivo i Campionati italiani assoluti di Milano. Nella finale dei 110

NALOCCA

NALOCCA

ostacoli coglie il quinto posto John Mark Nalocca con 14”32, ad appena due centesimi dal quarto, mentre nella batteria del mattino aveva corso in 14”17. Per il 24enne carabiniere di Centobuchi c’è comunque la soddisfazione di essere tornato ai vertici nazionali: da quest’anno si allena ad Albenga (Savona), insieme al primatista italiano Emanuele Abate sotto la guida di Pietro Astengo, e in questa stagione si è laureato campione nazionale universitario, portando poi il suo miglior crono del 2013 fino a 14”05 (all’inizio di luglio nel meeting di Nembro).

C’era un altro marchigiano in finale, il recanatese Andrea Cocchi, già protagonista nella rassegna indoor dove conquistò il bronzo: purtroppo è costretto a fermarsi per una caduta ad inizio gara. In batteria aveva realizzato il terzo tempo con 14”13.

ZUCCHINI (ATLETICA CIVITANOVA)

ZUCCHINI  (ATLETICA CIVITANOVA)


Nella fase eliminatoria dei 400 ostacoli, Lorenzo Veroli chiude la propria batteria al secondo posto in 52”12, controllando piuttosto agevolmente: il 20enne di Montecassiano (MC) si qualifica con il quinto tempo complessivo per la finale di domani, che lo vedrà in ottava corsia. Invece il recanatese Francesco Pellicani è quinto nella batteria in 53”98 e non supera il turno. Sulla pedana del salto in lungo, quattordicesimo l’anconetano Roberto Borromei con 6.96.
La manifestazione tricolore si è aperta venerdì con le qualificazioni degli 800 metri: in pista la camerte Daniela Reina (nella foto), al rientro dopo una serie di problemi fisici che l’hanno frenata durante le ultime due stagioni. Nella sua seconda uscita agonistica dell’anno (esordio un mese fa con 2’11”87), la portacolori delle Fiamme Azzurre è arrivata ottava in 2’12”35, quindicesimo crono in totale. Una gara affrontata soprattutto per tornare nell’ambiente: la pluricampionessa ReinaBerlino-LGitaliana adesso si è trasferita a Roma, per allenarsi con il tecnico Giorgio Frinolli. L’altra batteria ha fatto segnare il quinto posto della tricolore allieve Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata), undicesima nel riepilogo con 2’10”66, mentre al maschile ottiene lo stesso piazzamento Leonardo Zucchini (Atl. Civitanova), 1’51”97. Due marchigiani impegnati sui 10.000 metri di marcia: 19° Alessandro Maltoni (Atl. Castelfidardo Criminesi) in 46’57”38, poi 23° Federico Boldrini (Atl. Recanati), 51’05”48. Domani la terza e ultima giornata di gare, con diretta tv su RaiSport 2 (canale 58 del digitale terrestre) dalle ore 19 alle 22.

RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI
5° John Mark Nalocca (Carabinieri) 110 ostacoli 14”32 (-0.7), batt. 14”17 (+1.2)
11° Leonardo Zucchini (Atl. Civitanova) 800 metri 1’51”97
11ª Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) 800 metri 2’10”66
14° Roberto Borromei (Atl. Firenze Marathon) lungo 6.96 (-0.8)
15° Francesco Pellicani (Cus Pisa Atl. Cascina) 400 ostacoli 53”98
15ª Daniela Reina (Fiamme Azzurre) 800 metri 2’12”35
19° Alessandro Maltoni (Atl. Castelfidardo Criminesi) 46’57”38
23° Federico Boldrini (Atl. Recanati) 51’05”48
rit. finale Andrea Cocchi (Aeronautica) 110 ostacoli batt. 14”13 (+1.2)
qual. finale Lorenzo Veroli (Enterprise Sport & Service) 400 ostacoli batt. 52”12

Edoardo Caporaletti oggi 18enne

Edoardo Caporaletti oggi 18enne

MONTECOSARO–Il montecosarese Edoardo Caporaletti è

EDOARDO CAPORALETTI NEL 2005 ALL'ESTERNO DEL TEATRO ROSSINI DI CIVITANOVA PER L'AUTOGRAFO DI ROBERTO BOLLE FOTO©MILLEPAESI

EDOARDO CAPORALETTI NEL 2005 ALL’ESTERNO DEL TEATRO ROSSINI DI CIVITANOVA PER L’AUTOGRAFO DI ROBERTO BOLLE FOTO©MILLEPAESI

fra i dieci allievi dell’ottavo corso terminato presso la Scuola di ballo dell’Accademia del Teatro alla Scala, che sabato 1 giugno 2013, hanno conseguito il diploma, al termine di un esame tanto impegnativo, quanto…emozionante. Edoardo è partito per Milano 8 anni fa ed ha dimostrato di avere del talento, figurando fra i dieci che hanno tagliato l’ambito traguardo. Questi i nomi di tutti i ballerini diplomati avanti ieri: Paride Biasuzzi, Paolo Busti, Giulia Cancellieri (altra marchigiana, nata in provincia di Pesaro-Urbino), Edoardo Caporaletti, Isabella Casola,  Paola Giovenzana, Amanda Mata, Kengo Nishioka, Gianmarco Romano e Silvia Selvini. Essi hanno chiuso così la loro formazione scaligera e si preparano ora ad affrontare il mondo professionale; molti di loro saranno impegnati presso il Teatro alla Scala per Il lago dei cigni, in scena a partire dal 17 luglio. Inoltre, a settembre Paride Biasuzzi raggiungerà il Béjart Ballet di Losanna, mentre Kengo Nishioga sarà ballerino solista del Balletto Nazionale Serbo di Belgrado. Anche Edoardo Caporaletti appena diplomato, sarà impegnato ad alto livello con il Corpo di ballo del Teatro alla Scala ne Il lago dei cigni, in scena dal 17 luglio prossimo, come abbiamo già detto. A tutti i ragazzi – ora in possesso di un duplice diploma in danza classico-accademica e moderno-contemporanea – è stato formulato dai loro insegnanti un grande in bocca al lupo per il proprio futuro, per il quale in questi anni hanno lavorato con costante sacrificio e passione.

  Edoardo Caporaletti è nato nel 1994 a Macerata.

EDOARDO CAPORALETTI OGGI

EDOARDO CAPORALETTI OGGI

Nel 2007 venne ammesso al 3° corso della Scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala. Durante il percorso formativo ha interpretato, in Italia e all’estero, Ipnos di Davide Bombana (India, New Delhi e Mumbai, 2011), Theme and variations di George Balanchine (al Teatro alla Scala e al Sava Centar di Belgrado, 2011), Lo schiaccianoci nel ruolo del Principe con la coreografia di Frédéric Olivieri da Lev Ivanov (Milano, Piccolo Teatro Strehler, 2011 e 2012), Evening Songs di Jiří Kylián (Madrid, Teatros del Canal; Ferrara, Teatro Comunale, 2012), Gymnopédie di Roland Petit (Madrid, Teatros del Canal; Ferrara, Teatro Comunale, 2012; Parigi, Opera Garnier, Galà des Ecoles, 2013), il secondo atto di Bayadere di Petipa nel ruolo di Solor (Milano, Piccolo Teatro Strehler; Roma, Teatro Olimpico; Piacenza, Teatro Municipale, 2012), Gaîté parisienne suite di Maurice Béjart nel Pas de Deux Amants (Milano, Piccolo Teatro Strehler, 2013), il Divertissement da Paquita di Petipa nel ruolo di Lucien d’Hervilly (Milano, Piccolo Teatro Strehler, 2013). Numerose le partecipazioni a produzioni del Teatro alla Scala: da Le Nozze di Figaro (2008) a Raymonda di Petipa nella ricostruzione filologica di Vikharev (2012) a Notre-Dame de Paris di Rolan Petit (2013).

GIOIA AFFIDATA A PALLONCINI DA PARTE DEI 10 BALLERINI DIPLOMATI ALLA SCALA

GIOIA AFFIDATA AI PALLONCINI DA PARTE DEI DICEI GIOVANI  BALLERINI DIPLOMATI ALLA SCALA DI MILANO

Ovvia soddisfazione anche per i genitori di Edoardo che sabato sono stati anch’essi a Milano. Hanno assecondato sempre l’inclinazione del figlio (scoperta dall’insegnante Giosy Sampaolo), ma rimanendo sempre riservati dietro le quinte, affrontando naturalmente dei forti sacrifici, specialmente nei primi anni quando Edoardo era piccolo.                                                            Ennio Ercoli

FREDERIC OLIVIERI AL CENTRO AL TEATRO ANNIBAL CARO DI CIVITANOVA FOTO ©MILLEPAESI

AL CENTRO FREDERIC OLIVIERI AL TEATRO ANNIBAL CARO DI CIVITANOVA ALTA  PER SELEZIONARE GIOVANISSIMI TALENTI   DELLA DANZA. A SX: ROBERTO ELISEI, A DX: GILBERTO SANTINI         FOTO ©MILLEPAESI

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930