You are currently browsing the tag archive for the ‘MASSIMO MOBILI’ tag.

CIVITANOVA–”Le dichiarazioni del sindaco di Civitanova Claudio Tommaso Corvatta sul consuntivo 2012 impongono una riflessione alla luce soprattutto delle dichiarazioni sui “finti” debiti lasciati dalla precedente amministrazione e usate come alibi per tartassare i cittadini con l’IMU, nonostante la difficile situazione economica imporrebbe maggior attenzione da parte di chi amministra”. Lo sostiene l’ex-sindaco Massimo Mobili. “Il Sindaco e la maggioranza hanno dichiarato che il rendiconto del 2011 era la manifestazione della mala gestione passata e che l’avanzo pari a 2.156.346 euro, era solo virtuale in quanto gran parte vincolato eccetto che per 163.028 euro. Nel 2012 sempre Corvatta, magnifica invece la sua ottima amministrazione per aver conseguito un avanzo pari a 2.960.889, ma con soli 1.987 euro di somme non vincolate, è conseguente quindi che in uno dei due casi non si dice come stanno le cose. In secondo luogo l’esaltazione della riduzione del debito da 63.307.000 a 59.458.000 euro deve essere analizzata e bisogna precisare che questa è avvenuta per scadenze di mutui, per riduzione imposte dalla legge, ma soprattutto perchè si è scelta la strada del non investire, come per il Sottopasso di via Einaudi o per gli ascensori di Civitanova Alta. Purtroppo Corvatta, pensando alla sua “decrescita felice”, considera che le nuove scuole, gli asili, il Corso, il Lungomare sud e le palestre, realizzate dal centro destra, siano solo debiti e non investimenti in capitale e servizi per la città. Il risultato di questo modo di pensare è sotto gli occhi di tutti: mentre le strade sono un colabrodo le opere finanziate ferme, di quelle nuove nemmeno l’ombra ed il lavoro manca, la città perde la sua capacità attrattiva. La pubblica amministrazione deve fare la sua parte nel creare lavoro in settori fondamentali per l’economia – conclude Mobili – soprattutto un Comune come Civitanova che ha i conti in ordine, la capacità di mutuare e la possibilità di investire anche con questo rigidissimo patto di stabilità”.

 

Annunci
MASSIMO MOBILI, GIA’ SINDACO DI CIVITANOVA, ATTUALE CONSIGLIERE COMUNALE PDL A PALAZZO SFORZA, NEL POMERIGGIO HA DIFFUSO ALLA STAMPA LA SEGUENTE NOTA:

CIVITANOVA–”In merito al consuntivo 2011, non posso che rilevare con dispiacere, che Corvatta e compagni, anche di fronte a numeri certi e non interpretabili, continuano a dire bugie, cercando di minimizzarne l‘avanzo cospiscuo! La sinistra non ha perso la smania di spendere e spandere a favore degli amici e non della città, nemmeno in questo periodo di crisi! Hanno inventato “buchi di bilancio” inesistenti, lasciati dalla precedente amministrazione, solo per avere la scusa di tartassare con l’IMU i cittadini, ma dato che il tempo è galantuomo sono stati costretti, per obbligo di legge, a fare i conti e si sono accorti, nonostante i numerosi artifizi contabili e l’aver nascosto entrate certe e risparmi sui mutui, che il centro destra non solo ha lasciato i conti in ordine, ma addirittura un avanzo di amministrazione che supera i due milione di euro, ed allora con grande imbarazzo hanno dovuto rimandare il più possibile l’approvazione del conto consuntivo 2011, arrivato in consiglio con un anno di ritardo.
Il timore per le bugie dette era talmente grande, che hanno continuato a dirle sempre più grosse cercando di convincere la città; nel frattempo hanno negato all’opposizione l’incontro, ufficialmente chiesto con i revisori dei conti, ma cosa ancor più grave e fatto unico nella vita democratica di Civitanova, non hanno portato il bilancio, come regolamento impone, all ‘esame della commissione competente e tutto con il pieno consenso del segretario generale, che dovrebbe invece garantire la legalità delle procedure amministrative. Che cosa hanno da nascondere alla Città? Che cosa non vogliono far sapere al Consigliere De Vivo? Dov’è la tanta decantata trasparenza e partecipazione? Il capogruppo PD adesso parla di avanzo di soli 10.000 euro? Premesso che è una bugia ampiamente documentata nei fatti e nei numeri, ma anche fosse sempre di utile si tratta, e allora che fine hanno fatto i debiti urlati per mesi ?
La cosa certa e che nel 2011, ultimo anno di gestione del centro destra – ha concluso Mobili –  i cittadini Civitanovesi hanno pagato 6 milioni di euro di ICI, nel 2012 hanno versato invece 13 milioni di euro di IMU e nel 2013, molto probabilmente ne pagheranno 18 milioni di euro. Mi domando dove sono finiti tutti questi soldi visto che la città nel frattempo è tornata indietro di trent’anni! ”               MASSIMO MOBILI

                                                                                            Consigliere Comunale PDL

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Annunci