You are currently browsing the tag archive for the ‘marche’ tag.

Un fine settimana all’insegna del buon cibo, della natura e dei giochi popolari

MONTEFIORE DELL’ASO–Si terrà domenica 28 giugno 2016 l’ottava edizione della Festa del Quartiere San Giovanni a Montefiore dell’Aso. L’iniziativa è organizzata dal Comitato Festeggiamenti San Giovanni, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, la Pro Loco, l’Associazione Maialata in Piazza e l’Avis.

La giornata si aprirà con messa alle 9.15, per poi proseguire con il raduno di auto Citroen 2cv –Dyane – Mehari. Le iscrizioni resteranno aperte fino alle 10.30, seguirà un giro per il centro del paese, con una sosta gastronomica.

Al termine della santa celebrazione delle 19.00 la serata si animerà alle 21.30 con lo spettacolo di Rocco Borsalino “Hipnoticabaret Show”. Un’esibizione da non perdere, dove il pubblico diventa protagonista di esilaranti gag di cabaret, ma soprattutto di magie dell’ipnosi. Uno show che ha girato il mondo, attraverso diverse tournée, toccando anche il Sud Africa ed il Nepal. Inoltre stand gastronomici a pranzo e cena con pesce fritto, porchetta, olive fritte e patate.

Sarà l’occasione anche per visitare la chiesa di San Giovanni, che fino al 1882, anno della costruzione del nuovo Cimitero, ospitava sul retro il cimitero comunale per poi essere abbandonata.Intorno al 1940, per opera della famiglia De Vecchis, che aveva scelto questo luogo per edificare la tomba di famiglia, tutto fu rimodernato e sistemato ampliando la Chiesa e dando così all’edificio l’aspetto attuale. Il disegno dell’architetto Arturo Paoletti fu sapientemente attuato dalla ditta di costruzione “Giulio e Vittorio Ciuti”.

Annunci

 

  • Linea San Benedetto del Tronto – Ascoli Piceno

  • Ben 10 treni al giorno nei giorni feriali

Ancona, 6 giugno 2015-Entra in funzione la nuova fermata di Colli del Tronto, sulla linea Ascoli Piceno – San Benedetto del Tronto.

Il primo treno a fermare per il servizio viaggiatori sarà, alle 8.56 di domenica 14 giugno, il Regionale 21540 proveniente da Ascoli diretto a San Benedetto del Tronto.

Realizzata in Via Ugo Foscolo, frazione Villa San Giuseppe, la fermata – di nuova istituzione – è attrezzata secondo gli standard europei con marciapiedi lunghi 125 metri ed alti 55 cm., per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni.

Nei feriali fermeranno 10 treni al giorno: 5 in direzione Ascoli e 5 verso San Benedetto.

L’inaugurazione della nuova fermata segue di poco più di un mese l’attivazione della fermata di Monsampolo del Tronto, operativa dal 10 maggio, realizzata nella frazione Stella, in Via Toti 77.

“Il grande successo del film “Il giovane favoloso” di Mario Martone a Venezia – commenta l’assessore alla Cultura Pietro Marcolini – contrassegnato dall’apprezzamento del pubblico e della critica e accolto da ben quindici minuti di applausi in occasione della sua proiezione, ci riempie d’orgoglio per essere stati coproduttori insieme agli sponsor privati, a Rai Cinema e a Palomar di un’operazione culturale che lascerà sicuramente un segno nella storia del cinema italiano e nell’interpretazione stessa del genio leopardiano. L’accoglienza ricevuta, attesa ma non scontata, ci fa ben sperare per i riconoscimenti che ci auguriamo il film potrà ricevere nella sede veneziana come in altre a cui concorrerà”.
La Regione Marche, alla luce dei amplissimi consensi riscossi, affiancherà nelle prossime settimane la promozione del film ad una serie di iniziative sul territorio regionale e non solo. Insieme a quanto programmato dalla casa di produzione Palomar e da Rai Cinema ci saranno, infatti, varie iniziative per far conoscere il film ad un ampio pubblico, a partire dai marchigiani, cogliendo così il duplice obiettivo di approfondire la figura straordinaria di Giacomo Leopardi e di rilanciare la presenza dei cittadini e delle famiglie al cinema.
L’anteprima assoluta nazionale del film avverrà a Recanati il prossimo 9 ottobre con la presenza del regista Mario Martone e nei giorni successivi a questa data (dal 10 al 15 ottobre) Recanati sarà l’unica sala in Italia a proiettare il film.
“Insieme a Palomar e Rai Cinema – prosegue l’assessore – la Regione Marche sarà prima al Film Festival di Londra (dal 20 settembre al 5 ottobre) con un evento di promozione turistica e culturale collegato alla partecipazione del film al concorso e poi a Roma il 15 ottobre per una anteprima all’Auditorium della capitale.
Il film, inoltre, uscirà per iniziativa della Regione in tutte le sale cinematografiche delle Marche nel fine settimana dal 16 al 19 ottobre. Dal mese di ottobre fino a dicembre 2014 valorizzeremo attraverso specifiche iniziative i luoghi leopardiani come la Casa Museo del poeta, in collegamento anche con eventi culturali in svolgimento nella regione come la mostra ‘Da Giotto a Gentile’ ”.
Infine, la Regione sta sostenendo un’azione promozionale con il gruppo La Repubblica-L’Espresso che vedrà la luce nel mese di novembre con la pubblicazione in allegato al giornale e alla rivista di quattro dvd, finalizzati a diffondere tra il grande pubblico la conoscenza del poeta-pensatore recanatese e della realtà in cui nacque e visse.

 

CIVITANOVA–Ieri sera, venerdi 28 marzo 2014, allFORZA ITALIA-29-3-2014-ass.F.I.a presenza del Senatore Remigio Ceroni, si è tenuta, presso l’Hotel Cosmopolitan di Civitanova Marche, la seconda Assemblea pubblica di Forza Italia. Folta la partecipazione di iscritti e simpatizzanti, che hanno potuto conoscere i nuovi organismi del Movimento, nominati martedì scorso a Roma dal Presidente Silvio Berlusconi.

Ha aperto l’incontro Consuelo Fortuna, che ha illustrato l’attività svolta nel primo mese di attività del coordinamento comunale da lei guidato.

Il Presidente del comitato regionale Marche, Ceroni, ha invece presentato i membri del nuovo organismo regionale che vede la presenza, al suo fianco, di 5 vice-presidenti, in rappresentanza delle 5 province.

Per Macerata è stata indicata Barbara Cacciolari di Matelica, imprenditrice e presidente dell’Associazione Commercio Futuro, che si è presentata spiegando di essersi avvicinata al movimento grazie al sito web Forza Silvio, dove ha potuto avere dettagliate informazioni sul programma e relazionarsi direttamente con i vertici del partito, scoprendo così di condividerne fortemente gli obiettivi.

Presentato quindi il nuovo coordinamento provinciale di Macerata guidato da Lorena Polidori, funzionario della Provincia, alla sua prima esperienza politica. La affiancano 4 vice-presidenti con specifiche funzioni, che sono: Alessia Pupo di Tolentino, responsabile del fund raising, Fabio Pistarelli, responsabile degli enti locali, Debora Pantana, responsabile dei club Forza Silvio e Umberto Marcucci, responsabile dell’attività dei Club.

La riunione si è chiusa con una “riflessione sui prossimi interventi politici del movimento rispetto alle problematiche dell’amministrazione civitanovese, che appare – si afferma in una nota – assolutamente deficitaria e inconcludente, per cui il coordinamento cittadino ha preso l’impegno di organizzare, già dai prossimi fine settimana, dei “gazebo” per informare i cittadini sugli errori della Giunta Corvatta, a partire dalla gestione anomala della questione Civita Park, del Palazzetto dello sport e dei servizi pubblici locali”.

 

La società punta ai giovani e annuncia 20 assunzioni nei settori turistico e IT

ANCONA–In controtendenza rispetto al trend regionale, GGF Group Srl, società che fornisce servizi integrati di Marketing Strategico e Operativo, ha annunciato la disponibilità ad assumere 20 figure con esperienza nei settori turistico e IT.

Le candidature, aperte a giovani in possesso di titolo di studio diploma e/o laurea, sono così suddivise: 10 nelle attività di booking e web booking, 5 help desk tecnico e servizi informatici, e 5 per l’assistenza clienti. Le figure, dopo un periodo di formazione in sede, saranno inserite in team di lavoro e forniranno assistenza telefonica o tramite web.

GGF Group vede nello stallo del mercato d’impresa continue opportunità di crescita e fa della formazione e della valorizzazione costante della persona uno degli elementi chiave per superare il periodo di crisi.

 “GGF Group è decisa nel voler offrire –  si afferma in una nota stampa – una possibilità di crescita professionale anche a coloro che, in questo momento critico, si trovano a dover affrontare periodi di inoccupazione o disoccupazione, mettendoli nelle condizioni di potersi affacciare con più fiducia sul mercato del lavoro” – sostiene Guido Guidi, fondatore e presidente di GGF Group Srl.

Oltre a valorizzare le figure che già lavorano con GGF Group attraverso corsi di aggiornamento e specializzazione interna, e a garantire assunzioni nel breve periodo, la società sta per avviare anche una serie di progetti rivolti all’esterno, istituendo corsi di formazione gratuiti per il settore turistico con possibilità di work placement a conclusione del percorso.

Ad oggi, la società conta al suo interno oltre 150 persone suddivise in 3 business unit: Call World, contact center multicanale, Mind X Up, società partner specializzata nella definizione e realizzazione di piani di marketing strategici, e Mondo Lavoro, la divisione editoriale del gruppo GGF, specializzata in attività di copywriting e Ufficio Stampa, che comprende anche la redazione di ML Magazine, il mensile che racconta le Marche e i marchigiani.

“Crediamo che esperienze professionali diversificate nelle varie aree del Gruppo aiutino le risorse ad acquisire nuove e più profonde competenze. La flessibilità all’interno del Gruppo permette di condividere cultura e conoscenza a livello globale e di far crescere l’azienda.”

In merito alle posizioni aperte, maggiori informazioni sono disponibili alla pagina http://ggfgroup.it/posizioni-aperte/

L’elemento distintivo di GGF Group Srl risiede nell’unicità della metodologia operativa: attraverso un team qualificato di professionisti ed esperti, analizza e rileva eventuali criticità aziendali per trasformarle in aspetti utili alla realizzazione di un Piano Strategico ed Operativo.

Oggi GGF Group opera in diffe­renti ambiti e mercati, ognuna con il proprio segno distintivo e tutte coordinate tra loro grazie ad una spontanea sinergia tra le persone. Diversi contesti operativi che fanno grande un’impresa, aspetti inscin­dibili di un unico, multiforme, carattere vincente.

* Posizioni aperte

  • OPERATORI BOOKING

“La persona, dopo un periodo di formazione in sede, verrà inserita in un team di lavoro e fornirà assistenza telefonica o tramite web per la vendita e gestione di pacchetti turistici confrontandosi con le agenzie di viaggio (B2B) o direttamente con i clienti finali (B2C).
Il candidato ideale è in possesso di un titolo di studio (diploma/laurea), con esperienza in ruoli similari (gestione/contatto con cliente/capacità di vendita) preferibilmente in ambito turistico (agenzie di viaggio, tour operator, contact center). Sono richieste ottime doti comunicative e di vendita, orientamento al cliente, problem solving, precisione, conoscenza e utilizzo del pc.
La sede di lavoro è Ancona (AN)”.

  • OPERATORI CUSTOMER SERVICE DI PRIMO LIVELLO – Ambito turistico e service

“Il ruolo richiede la capacità di fornire informazioni commerciali su prodotti e servizi, informazioni amministrative e legali (assicurazione, condizioni di vendita, codice del consumo), individuare le problematiche dell’utente, gestione e classificazione delle segnalazioni, apertura ticket d’intervento.
Il candidato ideale è in possesso di un titolo di studio (diploma/laurea), con comprovata esperienza di almeno 1 anno come Operatore di Help Desk/Customer service o in Uffici Commerciali. Sono richieste ottime doti comunicative e di vendita, orientamento al cliente, precisione, conoscenza e utilizzo del pc e conoscenza delle lingue straniere”.

  • OPERATORI HELP DESK TECNICO DI PRIMO LIVELLO – Per Provider leader in Italia

“Il ruolo richiede la capacità di fornire informazioni commerciali su prodotti e servizi, informazioni amministrative (pagamenti e fatturazione), individuare le problematiche dell’utente, gestione e classificazione delle segnalazioni, apertura ticket d’intervento.
Il candidato ideale è in possesso di un titolo di studio (diploma/laurea), con comprovata esperienza di almeno 1 anno come Operatore di Help Desk/Customer service o in Uffici Commerciali. Sono richieste ottime doti comunicative e di vendita, problem solving, orientamento al cliente, precisione, conoscenza e utilizzo del pc”.

Sabato 22 e domenica 23 marzo 2014 • Omaggio in 6 aperture all’Imperatore Augusto nel bimillenario della morte

• Nelle Marche: 50 beni aperti, 32 Iniziative collaterali, 1.300 Apprendisti Ciceroni®, 350 volontari, 5 delegazioni, 2 gruppi FAI, 1 gruppo FAI Giovani,

• Per la prima volta esposta nelle Marche la copia del 1793 della Tabula militaris Peutingeriana: la cartina militare dell’Impero romano in 6 metri e 82 cm, dalla Scozia all’India, fu studiata e redatta da due osimani e stampata a Jesi 

ANCONA–È l’appuntamento che ormai da ventidue anni gli italiaMAPPA A3-BIS.inddni si danno all’inizio della primavera. Una festa di partecipazione popolare per tutti coloro che – sempre più numerosi – ricercano nei tesori del nostro patrimonio storico-artistico e paesaggistico non solo le radici della propria identità, ma anche quella particolare emozione che offre la visione partecipata del bello. 

Chiese, archivi storici, aree archeologiche, giardini, palazzi, torri, archeologia industriale, carceri, ipogei, eremi e sedi dell’informazione aspettano l’invasione pacifica che caratterizza le Giornate FAI di Primavera.

E così sarà anche nelle Marche come è stato illustrato oggi in una conferenza stampa dall’assessore alla Cultura Pietro Marcolini e dalla Presidente regionale del FAI Marche e Capo Delegazione di Ascoli Piceno, Alessandra Stipa Alesiani. Erano presenti anche i capi delegazioni provinciali FAI Manuela Francesca Panini, di Ancona; Patrizia Marini, di Fermo; Maria Paola Scialdone, di Macerata.

“Il turismo culturale nelle Marche – ha affermato l’assessore Marcolini – è in continua crescita, tanto che nel 2013 ha sfiorato il 30%: la Regione crede che le Marche possano diventare una metà imperdibile per gli amanti della cultura e questo è possibile nella misura in cui si favorisce in modo sistematico la valorizzazione culturale del territorio. Per questo siamo lieti di aprire la stagione del turismo culturale 2014 con le “Giornate del Fai”: un grande week end di Primavera nella cultura e nell’arte che prevede la visita di luoghi spesso sconosciuti al grande pubblico, l’apertura di Nuovi Musei come nel caso di Ascoli Piceno, visite guidate nelle città d’arte. 

Prossimo appuntamento ad aprile gli itinerari robbiani di Arcevia, la mostra delle maioliche di Senigallia e il Grand Tour musei del 17 e 18 maggio promosso dalla Regione Marche.” 

Quest’anno la più grande festa dedicata alla cultura e all’ambiente – che fino a oggi ha coinvolto più di sette milioni di persone – si svolgerà sabato 22 e domenica 23 marzo “ed è dedicata ad Augusto – ha spiegato la Presidente Alessandra Stipa – nel secondo millenario della sua morte. I numeri sono in crescita e così anche la sensibilità degli amministratori locali. Infatti c’è sempre più domanda di aprire borghi interi. Ci fa piacere che si sia instaurata una virtuosa sinergia tra pubblico e privato, che funziona realmente e in maniera soddisfacente dentro linee ferree di ruoli e regole. Le Marche, disseminate di un patrimonio ricchissimo, dimostreranno anche quest’anno tutta la loro vitalità culturale.” 

Saranno aperti infatti 50 beni culturali, si svolgeranno 32 iniziative collaterali, coinvolgendo 1.300 Apprendisti Ciceroni®, 350 volontari, 5 delegazioni, 2 gruppi FAI, 1 gruppo FAI Giovani e 6 aperture “sulle tracce di Augusto”. Ad Ancona: presso il Museo Archeologico nazionale, l’esposizione di teste di età giulio-claudia; Ad Ascoli: Museo Archeologico statale; A Fermo: Cisterne romane in via degli Aceti e Piazza del Popolo; A Fabriano: Parco archeologico ; A Cagli: Cantiere Ponte Mallio e via Flaminia. Questo omaggio ad Augusto è a oggi l’unica manifestazione nazionale che avrà al centro l’opera di rifondazione dello stato imperiale nei suoi vari aspetti. 

“E per la prima volta – ha ricordato Alessandra Stipa – sarà esposta nelle Marche, al Museo Archeologico di Ascoli Piceno, la Tabula Militaris Peutingeriana dove sono ben riconoscibili anche le Marche e le principali città romane. “La Regione Marche ha contribuito alla ristampa della mappa e di un volume di studio
finanziando con 20 mila euro il progetto presentato dall’Associazione culturale Giovane Europa. Ne hanno parlato in conferenza stampa i proprietari della Tabula, la famiglia Brandozzi, ricordando la storia di questo straordinario documento. La Tabula Peutingeriana medievale è costituita da undici fogli di pergamena che uniti formano una lunghezza di 682 cm per un’altezza di 34 cm. Vi è rappresentato il mondo conosciuto dagli antichi romani (Europa, Asia e Africa) che si estendeva presumibilmente dalle colonne d’Ercole fino alle estreme regioni orientali, ben oltre il confine dell’Impero (India, Birmania, isola di Ceylon).

Le Giornate FAI di Primavera sono aperte a tutti, ma naturalmente un trattamento privilegiato viene riservato agli iscritti FAI. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali, eventi speciali. Tra le aperture speciali riservate agli iscritti: 
• Ascoli Piceno- Museo Archeologico Statale
Venerdì 21, ore 11.30: Presentazione di una stampa all’acquaforte (fine ’700) della Tabula Peutingeriana, voluta dall’Arcivescovo di Loreto Bellinio. Orto Urbano privato
Sabato 22, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30; Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
• Grottammare alta (AP) Casa Pazzi – residenza privata
Sabato 22, ore 15.00–18.30; Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
Palazzo Palmaroli – residenza privata
Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
Villa Sgariglia e giardino – residenza privata
Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30
• Fermo Palazzo Grisostomi (proprietà Grisostomi)
Sabato 22 ore 10.00 – 12.30 / 15.00 – 17.30; Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 14.30 – 17.30
• Macerata Sala Giovannetti, Palazzo degli Studi
Domenica 23, ore 18.30. “Aspetti di vita ebraica nelle Marche”, conferenza di Paola Magnarelli
• Cinema Teatro Italia Giovedì 20 ore 17.30. “Il Novecento italiano nelle Marche da Anselmo Bucci a Diego De Minicis”, conferenza di Roberto Cresti. ore 18.30. Omaggio a Diego De Minicis scultore (1913-1942), mostra a cura di Roberto Cresti e Maria Paola Scialdone. Inaugurazione della mostra e visita guidata con i curatori. Sabato 22, ore 16.00 – 17.00 e Domenica 23, ore 11.00 – 12.00. “Architettura di regime: Cesare Bazzani a Macerata”, passeggiata tematica a cura di Angela Montironi.

Tra i 50 siti visitabili nelle Marche segnaliamo:
● ad Ancona: le ex Officine Squadra Rialzo di Falconara Marittima, meraviglioso esempio di archeologia industriale, giunto intatto sino ai nostri giorni e, per il suo grande valore storico-tecnico, sottoposto a vincolo di tutela dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche, come sono parimenti vincolati i rotabili ferroviari conservati al suo interno.

E l’Eremo dei Frati Bianchi a Cupramontana (AN), situato in una profonda gola naturale, caratterizzato da grotte scavate nella ripida parete di arenaria alla fine del 1200 dai primi monaci che decisero di viverci.
● a Pesaro e Urbino: il Museo Diocesano di Fano, dove visitare un raffinatissimo pastorale interamente intagliato in avorio, dono fatto da Pio V nel 1567 al Vescovo fanese Francesco Rusticucci; due meravigliosi Crocifissi scolpiti in legno e dipinti, l’uno del tempo di Giotto e di Dante, l’altro rinascimentale; e ancora sei stupende tele di Francesco Pittoni, pittore veneto attivo a cavallo dei secc. XVII/XVIII. C’è poi l’Accademia delle belle arti di Urbino ospitata nella chiesa dedicata alla Vergine Annunziata, consacrata nel 1757 dall’arcivescovo Guglielmi.
● A Fermo: le Cisterne romane e Villa Brancadoro. Le Grandi Cisterne, con una superficie di circa 2.200 mq, costituiscono la principale testimonianza di epoca romana della città di Fermo. Come le Piccole Cisterne, anche le Grandi facevano parte del complesso sistema di approvvigionamento idrico della città romana. Oppure Villa Brancadoro (o Belluco), l’edificio, posto in una posizione strategica, su una collina che sovrasta il fiume Tenna, proprio nel punto in cui la vallata si apre verso il mare, è un luogo misterioso, legato a leggende come quella del telaio d’oro ed alla presenza di cavalieri, che occupavano il loro tempo libero in battute di caccia nei boschi che ancora lo circondano; la presenza di un labirinto fa correre la nostra fantasia verso storie d’amori e di amanti.

● A Macerata: Palazzo Floriani Carradori. Proprietà privata dei conti degli Azzoni, normalmente non accessibile al pubblico, Palazzo Floriani-Carradori è di particolare interesse storico-artistico. Pregevoli sono la sua imponente struttura cinquecentesca, attribuita all’architetto Pellegrino Tibaldi, che nelle Marche ha firmato anche la Loggia dei Mercanti e Palazzo Ferretti di Ancona, e la sua collocazione urbanistica, che preserva tuttora l’aspetto della Macerata del XVI-XVII secolo, sorta a ridosso del più tardo complesso di S. Giorgio.
● Ad Ascoli Piceno il Museo Archeologico, il Museo dell’Alto Medioevo e la Tabula Peutingeriana. Una mappa con le stazioni di posta, le indicazioni di oltre 3.000 toponimi. Terra e mare sono visivamente ben riconoscibili. Roma è al centro della mappa e la penisola italiana ha un’importanza rilevante. Le strade sono molto suggestive ed appaiono dritte. Le città sono contrassegnate con una vignetta. Malgrado la rete stradale romana fosse molto più ampia rispetto a quella visualizzata sulla mappa, la Tabula è una vera e propria “road map” nella quale le strade e le distanze tra le città sono i dati principali. 

Nel 2007 la Tabula Peutingeriana è stata inserita dall’UNESCO nell’Elenco delle Memorie del Mondo. La Tabula Militaris Itineraria et Theodosiana di Cristianopoulo Podocataro è stata realizzata per volontà dell’archeologo, Arcivescovo di Loreto, Bellinio, nobile osimano, che la correda con un volume pubblicato nel 1809, nel quale riassume i suoi ultimi studi sulla Tabula, integrando e correggendo il lavoro degli studiosi dei secoli precedenti. 

Su carta di cotone, stampata a Jesi nel 1793, la mappa è formata da dodici fogli stampati all’acquaforte, tratti dall’edizione medievale di Vienna in rapporto uno a uno. L’opera, conservata fino ai giorni d’oggi dagli eredi del Vescovo Bellinio, è oggi nella collezione Gianni Brandozzi di Ascoli Piceno, che ne cura la conservazione e la valorizzazione.

Anche in questa edizione inoltre il FAI propone in tutta Italia itinerari culturali, visite a borghi e aree naturalistiche, oltre a escursioni e biciclettate. Inoltre, visto il successo del progetto “Arte. Un ponte tra culture”, verranno riproposte le visite guidate in lingua, ideate per dar modo ai cittadini di origine straniera di servirsi della cultura come ulteriore strumento di integrazione sociale.
Per l’elenco completo delle aperture delle Giornate FAI basta consultare il sito www.giornatefai.it oppure telefonare al numero 02.87119115. Con un touch si potrà inoltre scaricare gratuitamente sugli store di Google e Apple la App delle Giornate FAI di Primavera: pochi secondi per visualizzare la mappa con tutte le aperture, l’App riconoscerà la vostra posizione e vi saprà indicare i luoghi più vicini. Chiunque può partecipare iscrivendosi alla Fondazione, o con un contributo libero durante le visite o mandando un SMS da 1 euro fino al 23 marzo al 45595*. Una raccolta fondi essenziale, un piccolo grande gesto nei confronti degli oltre 7.000 volontari che in questi anni hanno scritto un’importante pagina di storia sociale e artistica del nostro Paese.

FERMO • IL COMUNE IN PIAZZA DEL POPOLO ILLUMINATA A FESTA FOTO©MILLEPAESI

FERMO • IL COMUNE IN PIAZZA DEL POPOLO ILLUMINATA A FESTA FOTO©MILLEPAESI

Due gli appuntamenti a cui prenderanno parte le aziende calzaturiere del Fermano in terra asiatica.

FERMO–Si tratta della 54° edizione di Shoes from Italy a Tokyio, in Giappone, dal 5 al 7 febbraio, destinata alle collezioni autunno-inverno 2014-2015 (prodotto fine e medio-fine). L’evento fieristico, cui parteciperanno 12 aziende del Fermano associate a Confindustria (25 dalle Marche, 70 in totale quelle italiane) si svolgerà in concomitanza con la 44° edizione di Moda Italia, per il settore abbigliamento e accessori. Entrambe le mostre, coordinate dall’Ice con il supporto di Assocalzaturifici, occuperanno i sette piani dell’hotel Westin della capitale nipponica. Sul fronte dell’export, nei primi nove mesi del 2013, secondo i dati Assocalzaturifici, sono state complessivamente 2,8 milioni le paia di calzature esportate dagli operatori italiani in Giappone (+1,3% rispetto allo stesso periodo del 2012, ovvero 36 mila paia in più), per un valore di 177,86 milioni di euro (l’export di calzature dalle Marche, nel periodo gennaio-settembre 2013, ha registrato un valore di 23,65 milioni di euro con un incremento di +6,4% rispetto ai primi nove mesi del 2012).

Il secondo appuntamento, organizzato da Assocalzaturifici nell’ambito delle attività promozionali del laboratorio Asia e Paesi Emergenti, è la 3° edizione di Shoes From Italy a Seoul, il 10 e l’11 febbraio all’Hotel Lotte. 11 le aziende calzaturiere del Fermano, iscritte a Confindustria, che vi prenderanno parte, ovvero più della metà di quelle provenienti dalla nostra regione (18 dalle Marche, 36 in complesso dall’Italia). La manifestazione si svolgerà subito dopo Shoes From Italy di Tokyo, per consentire alle aziende di coprire entrambi i mercati con un unico  viaggio e prevede la formula del workshop, azioni di comunicazione ed un momento d’incontro con giornalisti e opinion leader locali per scoprire le tendenze moda dei settori coinvolti. Dopo i risultati decisamente positivi del 2012, nei primi nove mesi 2013 l’export verso la Corea del Sud ha registrato un ulteriore incremento (+12% in valore e +3,7% in volume): sono state esportate circa 787 mila paia di calzature per 64,04 milioni di euro (quasi 7 milioni di euro in più rispetto all’analogo periodo del 2012). L’export dalle Marche ha segnato nel periodo gennaio-settembre 2013, raffrontato con i primi nove mesi del 2012, una variazione in valore del 51,4 % (passando da 8,52 milioni di euro a 12,90).

Le nostre azioni di politica commerciale, nell’ambito del più ampio progetto sulla internazionalizzazione e la promozione del made in Fermano e del made in Italy – dichiara Arturo Venanzi, presidente della sezione calzature di Confindustria Fermo e vice Presidente di Assocalzaturificiproseguono con questi due eventi fieristici, in completa sinergia con Assocalzaturfici, che organizza i due eventi a Tokyo in collaborazione con EMI (Ente Moda Italia), mentre a Seoul per questa edizione è previsto un evento congiunto con ITA (Italian Trade Agency). In particolare è da sottolineare come la manifestazione di Seoul sia cresciuta grazie alla rappresentanza di aziende del Fermano che ha fatto da apripista, inaugurandone – di fatto – le prime due edizioni”.

 

 

  

 

OSIMO-ALBERO NATALE 2013-©FOTO MILLEPAESI-8741

ANCONA–Dopo la richiesta dello stato di emergenza da parte del presidente della Regione Gian Mario Spacca, prende avvio la fase relativa alla conta dei danni.

“I cittadini marchigiani che hanno subito le conseguenze dell’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sulle Marche nei giorni scorsi – spiega il presidente Spacca –   sin da subito possono inviare semplici segnalazioni scritte ai loro Comuni di residenza sia per quanto riguarda i danni alle abitazioni private che alle attività produttive. Per quanto riguarda i danni all’agricoltura sia in termini di strutture che di coltivazioni le segnalazioni vanno inoltrate  alle strutture decentrate del Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca. Tutti gli enti locali e le istituzioni sono al lavoro per assicurare il massimo sostegno alla popolazione colpita da questa alluvione nel più breve tempo possibile”.

Si sottolinea che in questo primo momento non sono necessarie perizie tecniche o altra documentazione aggiuntiva.  Alla Regione spetterà il compito di raccogliere tutte le informative dai Comuni. L’intento è quello di avere una prima ricognizione indicativa dei danni da comunicare alla Protezione Civile nazionale entro la fine della prossima settimana.

Come ormai noto l’alluvione dei giorni scorsi (durante la quale hanno perso la vita due persone nel pesarese) ha provocato esondazioni in quasi tutti i corsi d’acqua del territorio regionale, allagamenti in aree urbane ed extraurbane, franosità, interruzioni stradali e ferroviarie soprattutto nella porzione collinare ed appenninica del territorio. Alcune località sono rimaste isolate, circa 30 famiglie sono state precauzionalmente allontanate dalle loro abitazioni e molte attività produttive risultano danneggiate.

Di seguito gli indirizzi delle strutture decentrate del Servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca.

Ancona : PF Struttura Decentrata di Ancona e Irrigazione,

Via Tiziano, 44 – 60120 ANCONA

Ascoli Piceno: PF Programmazione e Struttura Decentrata di Ascoli Piceno,

Via Genova 12/14 –  63100 ASCOLI PICENO

Macerata : PF Diversificazione e Struttura Decentrata di Macerata

Via Alfieri, 2 – 62100 MACERATA

Pesaro Urbino: Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca e Struttura Decentrata di Pesaro Urbino

Via B.Buozzi, 2 – 61000 PESARO

ANCONA–Il presidente della Regione Gian Mario Spacca ha incontrato questa mattina i rappresentanti delle Associazioni di categoria degli operatori balneari di Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Cna. La riunione è servita ad approfondire e fare il punto sulla questione del rilascio e del rinnovo delle concessioni demaniali marittime a seguito dell’applicazione della direttiva Bolkestein che coinvolge migliaia di piccole imprese, spesso a conduzione familiare e, da generazioni, strettamente legate allo sviluppo del turismo balneare.

In apertura dell’incontro già programmato, si è ovviamente parlato anche della drammatica situazione che in queste ore gli operatori balneari stanno vivendo a causa degli ingentissimi danni provocati alle loro strutture dall’eccezionale ondata di  maltempo, che ha flagellato l’intero territorio. Spacca ha annunciato di aver già inoltrato al Capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile Franco Gabrielli la dichiarazione dello stato di emergenza, ai sensi dell’art. 5 della Legge 225 del 1992.

Ampia sintonia tra le parti si è poi riscontrata sulla richiesta avanzata dalla Commissione Turismo delle Regioni al governo, di una immediata interlocuzione con la Commissione Europea, per concordare le procedure di esclusione delle concessioni demaniali ad uso turistico e ricreativo dalla direttiva servizi, prevedendo per esse un’apposita deroga in virtù proprio della specificità delle piccole imprese balneari a conduzione familiare, degli investimenti realizzati negli anni, delle positive esperienze e professionalità acquisite dagli operatori stessi.

Unità di vedute si è registrata anche per quanto concerne il dibattito in corso in queste ore sulla sdemanializzazione. Si resta in attesa degli sviluppi dei lavori parlamentari consapevoli dell’urgenza di definire la questione nelle sedi istituzionali competenti e con il pieno coinvolgimento della Conferenza delle Regioni.

Per quanto riguarda. infine. il tema della fiscalità, la Regione Marche si sta impegnando affinchè, in sede di Conferenza Stato-Regioni, si costituisca un tavolo di settore con il Governo per formulare proposte di riforma delle politiche fiscali necessarie per supportare le imprese turistiche nella difficile congiuntura economica. In particolare la Regione e gli operatori condividono la necessità di ridurre le aliquote Iva sia per i servizi turistici che per le strutture ricettive, per adeguare queste ultime agli standard europei e per rendere le imprese italiane competitive sui mercati internazionali.

In conclusione gli operatori hanno espresso il loro apprezzamento per il continuo impegno e la costante attenzione della Regione Marche e, del presidente Spacca in particolare, nei confronti delle problematiche del settore.

 

 


Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930