You are currently browsing the tag archive for the ‘INDESIT’ tag.

ANCONA–12 luglio 2013 – “La manifestazione ha riscosso un’ampia partecipazione di lavoratori del Fabrianese ma anche di altre zone della regione, coinvolte dalla crisi del gruppo Indesit. Presenti  anche numerosi lavoratori della Campania, a conferma dell’importanza della vertenza in atto”.

E’ quanto ha dichiarato Roberto Ghiselli, segretario generale Cgil Marche, che ha aggiunto: “E’ stata anche una giornata di mobilitazione territoriale perché, oltre alla Indesit, c’erano  lavoratori di altre importanti fabbriche come la Tecnowind, Fincantieri e la Elica. Non solo. Da segnalare, è l’adesione di altre categorie come le associazioni degli artigiani e dei commercianti locali”.

L’auspicio, continua Ghiselli, “è che la Indesit ritiri il piano industriale che prevede oltre 1400 esuberi e ne presenti uno alternativo che sia compatibile con la salvaguardia dei posti di lavoro”. Al Governo, il segretario generale Cgil Marche, ricorda che “deve fare la sua parte e nel momento in cui decide gli incentivi al settore garantisca anche che le imprese, che utilizzano i benefici di questi incentivi,  si assumano la responsabilità di tutelare il lavoro e l’occupazione nel nostro Paese”. 

Annunci

GRAVISSIMA SITUAZIONE OCCUPAZIONALE IN INDESIT: L’AZIENDA DICHIARA ULTERIORI 1.425 ESUBERI

“La Indesit ha comunicato oggi 4 giugno 2013 al Comitato Aziendale Internazionale, alle Organizzazioni sindacali nazionali e al Coordinamento nazionale della Rsu un piano di riorganizzazione per gli anni 2013/2016 con un forte impatto sia sull’occupazione che sulle produzioni oggi realizzate nei siti italiani del Gruppo”. Lo affermano, in un comunicato congiunto diramato a Roma, la Fiom nazionale, la Fiom Caserta, la  Fiom di Ancona, la Fiom di Bergamo, la  Fiom Torino, la Fiom Treviso  e la Fiom di Ascoli Piceno.

“Indesit intende riorganizzare le produzioni, trasferendo parte della produzione negli stabilimenti Esteri e accorpando gli attuali stabilimenti italiani in tre siti – Comunanza, Caserta e Fabriano – attraverso la chiusura di ulteriori due stabilimenti, a Melano e a Teverola”.

“Questo piano ha conseguenze gravissime sui livelli occupazionali; sono 1.425 gli esuberi dichiarati – si afferma nella nota sindacale – che si aggiungono agli oltre 330 esuberi oggi ancora presenti in Indesit in conseguenza della riorganizzazione effettuata nel 2010 e nel 2012 e che ha interessato gli stabilimenti di Brembate Refrontolo e None”.

“Negli stabilimenti sono ora in corso mobilitazione e ore di sciopero; il Coordinamento della Rsu, al termine del confronto tutt’ora in corso, convocherá le assemblee in tutti i siti interessati e definirà con i lavoratori e le lavoratrici le iniziative necessarie a contrastare le scelte aziendali”.

“Il piano Indesit rende ancora più drammatica la situazione in cui versa il settore elettrodomestico in Italia; sono necessari interventi di politica industriale da parte del Governo e il sostegno delle istituzioni locali – concludono i responsabili Fiom – per scongiurare il rischio della cancellazione del secondo settore produttivo per numero di addetti del nostro Paese”.

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
giugno: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Annunci