You are currently browsing the tag archive for the ‘FS’ tag.

 

  • Linea San Benedetto del Tronto – Ascoli Piceno

  • Ben 10 treni al giorno nei giorni feriali

Ancona, 6 giugno 2015-Entra in funzione la nuova fermata di Colli del Tronto, sulla linea Ascoli Piceno – San Benedetto del Tronto.

Il primo treno a fermare per il servizio viaggiatori sarà, alle 8.56 di domenica 14 giugno, il Regionale 21540 proveniente da Ascoli diretto a San Benedetto del Tronto.

Realizzata in Via Ugo Foscolo, frazione Villa San Giuseppe, la fermata – di nuova istituzione – è attrezzata secondo gli standard europei con marciapiedi lunghi 125 metri ed alti 55 cm., per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni.

Nei feriali fermeranno 10 treni al giorno: 5 in direzione Ascoli e 5 verso San Benedetto.

L’inaugurazione della nuova fermata segue di poco più di un mese l’attivazione della fermata di Monsampolo del Tronto, operativa dal 10 maggio, realizzata nella frazione Stella, in Via Toti 77.

Annunci

· Saranno eseguiti durante il periodo pasquale e quello del 25 aprile, quando minore è il traffico dei viaggiatori pendolari
· Le modifiche al programma di circolazione dei treni per il 23, il 24 e il 26 aprile
· Treni regolari il 25 e il 27 aprile

ANCONA–(18 aprile 2014) Entrano nel vivo gli interventi per la realizzazione del nuovo apparato di comando e controllo (ACC) della Stazione Ferroviaria di Ancona.

Il nuovo impianto – che sostituirà quello esistente installato negli anni 60, uno dei primi in Italia – trasformerà la Stazione di Ancona da elettromeccanica ad elettronica, garantendo così una più alta regolarità del traffico, una maggiore potenzialità degli impianti e una gestione dinamica delle eventuali anormalità di circolazione.

La realizzazione della fase più delicata dell’intervento – che richiederà un investimento complessivo di oltre FS-frecciarossa_1000_faro – che avrà maggiori ripercussioni sul traffico ferroviario sarà concentrata tra il 22 e il 27 aprile, periodo che registra un fisiologico calo dei viaggiatori pendolari.

In particolare:
mercoledì 23 e giovedì 24 aprile saranno cancellati (integralmente o parzialmente) 22 treni regionali sulla Ancona – Fabriano – Ancona, 8 tra Ravenna, Rimini e Ancona e 8 sulla Ancona – Ascoli Piceno;
sabato 26 aprile saranno cancellati 5 regionali tra Ancona e Fabriano, 4 sulla Ancona – San Benedetto – Ascoli e 3 tra Ancona, Rimini e Ravenna.

Circolazione dei treni regolare, invece, il 25 e il 27 aprile.

Informazioni di dettaglio sul programma di circolazione nelle biglietterie, negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, su trenitalia.com e sui new media del Gruppo FS Italiane (FSNews.it e FS News Radio

 

ASCOLI PICENO–Utilizza materiali riciclabili per il 95%, garantisce ridotte emissioni in atmosfera

L'amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti con il nuoto treno Jazz

L’amministratore delegato di Trenitalia  Mauro Moretti con il nuoto treno Jazz delle FS, presentato  poche settimane fa alla Stazione Roma Termini, dove si è tenuto un convegno sul trasporto locale

di CO2 ed ha bassi consumi energetici.

L’illuminazione per i passeggeri è a led, con taratura automatica in funzione della luce esterna e i sistemi di climatizzazione sono regolati anche in funzione del numero di persone presenti nelle carrozze.

Sono alcune delle caratteristiche di “Jazz” , il nuovo treno regionale da lunedì 14 aprile 2014 operativo sulla tratta Ascoli – S. Benedetto del Tronto e che alle ore 12.30, farà il suo primo ingresso alla stazione di Ascoli Piceno con a bordo il sindaco Guido Castelli, il dirigente regionale di Trenitalia, Antonini, dirigenti e amministratori della Regione Marche.

Il nuovo elettrotreno, prodotto da Alstom Ferroviaria, si aggiunge alla famiglia dei treni “musicali”: Vivalto e Minuetto. Dotato di quattro motori raggiunge i 160 km/h, la sua composizione varia da quattro a cinque vetture e dispone di 292 posti a sedere.

Jazz” garantisce inoltre livelli di sicurezza e affidabilità paragonabili a quelli dei treni Alta Velocità. Ogni carrozza è dotata di un impianto di videosorveglianza con telecamere interne ed esterne e i sistemi di comunicazione con il personale di bordo tutelano la tranquillità dei passeggeri.
L’ampia visibilità interna, senza “zone d’ombra”, rassicura i passeggeri che viaggiano da soli e in orari di scarsa frequentazione. Le persone anziane o con difficoltà motorie, grazie alle pedane retrattili e agli accessi alle carrozze “a raso”, non devono affrontare scale in salita o discesa, né superare dislivelli fra il piano del treno e la banchina.

A meno di un anno dall’elettrificazione della tratta Ascoli – P. Ascoli, strategica sia per l’intero sistema del trasporto pubblico locale sia per rispondere alle esigenze di miglioramento della mobilità del territorio ascolano, il trasporto ferroviario del nostro territorio si può quindi vantare di essere il primo in Italia ad utilizzare il modernissimo elettrotreno.

 

Lo sciopero dalle ore 21 di sabato 12 alle 21 di domenica 13 aprile, escluse le Regioni Piemonte e Val D’Aosta
· Garantito il collegamento tra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino

ROMA (10 Aprile 2014) • Circoleranno regolarmente le Frecce di Trenitalia in occasione dello sciopero del personale ferroviario proclamato dal sindacato Orsa ed alcuni sindacati autonomi dalle ore 21.00 di sabato 12 alle 21.00 di domenica 13 aprile. Dallo sciopero sono escluse le Regioni Piemonte e Val D’AostFS-etr_500_at_Termini_station_in_Rome_500x315a.

Per gli altri treni nazionali si prevedono ripercussioni limitate. Le FS ricordano comunque che saranno assicurati tutti i convogli elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull’Orario ufficiale di Trenitalia e sul sito trenitalia.com. Sarà inoltre assicurato il collegamento tra Roma Termini e l’Aeroporto di Fiumicino.

Per i treni regionali, il cui programma potrà essere oggetto di alcune modifiche, si ricorda che la domenica non sono garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nei giorni feriali, nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari (6.00-9.00 e 18.00-21.00).

Informazioni su collegamenti e servizi anche nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggio convenzionate e attraverso i new media del Gruppo FS Italiane: FSNEWS.it, la radio web FSNEWS Radio e l’account twitter @fsnews_it.

ANCONA–Lunedì 7 aprile 2014, alle ore 11, l’Amministratore Delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano consegnerà alla Regione Marche il primo Jazz, il nuovo treno dedicato al trasporto regionale che da lunedì 14 aprile – pr

L'amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti con il nuoto treno Jazz

L’amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti con il nuoto treno Jazz

imo in Italia –  entrerà in servizio sui binari delle Marche!

 Alla cerimonia di consegna ed alla conferenza stampa che seguirà saranno presenti anche il Governatore della Regione Marche, Gian Mario Spacca, l’assessore regionale ai trasporti Luigi Viventi, il Direttore del Trasporto regionale di Trenitalia, Francesco Cioffi e il Direttore Regionale Marche di Trenitalia, Danilo Antolini. Per le Marche e per le altre regione alle quali sono stati destinati i treni Jazz si tratta di una significativa svolta nel servizio, basato su moderni treni, che andranno ad incrementare i servizi per i pendolari. Per le Marche l’arrivo dei 4 treni destinati alla nostra regione permetterà di servire meglio tutta la riviera marchigiana, collegando più efficientemente i centri, con un risvolto positivo per chi si sposta sia per lavoro, ma anche per il turismo ed ilJAZZ-BINARIO-FSI_2007 tempo libero.

Il numero di incidenti sulla rete RFI sono al di sotto della media europea

ROMA–I dati comunicati oggi dall’Agenzia Nazionale FS-etr_500_at_Termini_station_in_Rome_500x315per la Sicurezza delle Ferrovie confermano, come già  noto a Rete Ferroviaria Italiana, che il numero di incidenti sulla rete gestita da RFI è al di sotto della media europea relativa ai principali Paesi e in ogni caso inferiore ai valori obiettivo fissati dalla Commissione Europea per l’Italia, fatta eccezione per gli investimenti di persone presenti indebitamente lungo i binari.

Suscita tuttavia sorpresa e stupore il disallineamento fuorviante fra le conclusioni contenute nel “comunicato stampa” e quanto riportato dettagliatamente nella Relazione “Andamento della sicurezza delle ferrovie nell’anno 2013”.

 I dati di incidentalità di dettaglio chiaramente riportati nella Relazione mostrano, infatti – precisano le FS – un significativo miglioramento in termini percentuali ed assoluti.

Sulle “carenze manutentive” dell’infrastruttura la stessa Agenzia riferisce che le non conformità rilevate sui deviatoi nel 2013 sono scese al 7%, contro l’11,8% del 2012;  analogamente, per il segnalamento, sono calate al 2,5%, contro il 6,7% del 2012. Il trend in diminuzione sui due casi citati si mantiene tale sulla gran parte degli altri parametri rilevati dall’Agenzia.

 In particolare, si precisa che il valore del 35% sul totale denunciato dall’ANSF in relazione ai deragliamenti causati da “carenze manutentive”, corrisponde a 2 eventi su un totale di  oltre 3 milioni di treni circolati sulla rete di RFI nel 2013.

Anche in presenza di guasti la circolazione dei treni è sempre gestita in sicurezza con specifici protocolli, ben noti all’ANSF. Va poi precisato che i valori di incidentalità in termini di decessi e/o feriti gravi  riguardano per la gran parte (tra l’80 e il 95%) non le persone che viaggiano a bordo dei treni  (nello specifico nel 2013 neanche un decesso), ma persone che non hanno rispettato le regole di corretto comportamento in ambito ferroviario: indebita presenza sui binari o indebito attraversamento dei passaggi a livello regolarmente chiusi in in violazione del Codice della Strada. Tanto che la stessa ANSF ha promosso una campagna di sensibilizzazione specifica di comportamento.

 Infine va precisato che il Gruppo FS ha investito in tecnologia per la sicurezza e la circolazione ferroviaria  circa 9 MLD di euro negli ultimi anni.

 Tale quadro di complessivo miglioramento, cosi come chiaramente emerge dalla Relazione dell’Agenzia,  dimostra  la concretezza e l’efficacia delle azioni e della gestione messa in atto dal Gruppo FS, e ciò al di là “della conclusione del processo di riorganizzazione di  RFI”, il cui progetto è peraltro in fase di esame da parte dell’Agenzia.

Si precisa infine – da parte di Fs – che tutti i dati sono riferiti alla sola rete gestita da Rete Ferroviaria Italiana (16.700 km) in quanto tutte le altre Ferrovie regionali ex concesse presenti sul territorio nazionale (oltre 3.000 km) non sono ancora sotto il controllo dell’Agenzia.

 

  • Era stata sospesa dalle 15.25 di ieri
  • Per un guasto alla linea elettrica tra le stazioni di Serra San Quirico e Genga
  • La mobilità era stata assicurata con autobus sostitutivi

ANCONA (24 gennaio 2014)–E’ ripresa alle 4.15 di stamani la circolazione sulla Ancona – Foligno, sospesa dalle 15.25 di ieri per un guasto tecnico alla linea di alimentazione elettrica dei treni tra le stazioni di Serra San Quirico e Genga.

Le squadre di emergenza di Rete Ferroviaria Italiana –  lavorando prevalentemente di notte e in presenza di condizioni meteo particolarmente sfavorevoli – hanno riparato il guasto e permesso la riattivazione della circolazione.

Durante lo svolgimento degli interventi la mobilità è stata garantita da un servizio di bus sostitutivi tra le stazioni di Castelplanio e Albacina per i i treni regionali e tra Jesi e Fabriano per quelli a lunga percorrenza.

 

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Annunci