You are currently browsing the tag archive for the ‘FIDAL’ tag.

Il club marchigiano conquista il Campionato italiano di società maschile di marcia. Assegnati anche i titoli nazionali master nel 43° Trofeo Serafino Orlini

GROTTAMMARE–Vittoria marchigiana nel Campionato italiano di società di marcia. La terza e decisiva prova della rassegna tricolore, sulle strade di Grottammare (AP), ha decretato il trionfo dell’Atletica Recanati che conferma il primo posto nella classifica finale maschile: non solo nella categoria seniores-promesse, ma anche nella combinata. Protagonisti dell’impresa i quattro atleti biancoverdi guidati da Alessandro Maltoni (Atl. Recanati), di Castelfidardo, bronzo tricolore under 23 in questa stagione e primo sul traguardo di Grottammare con il primato personale di 1h29:58 nel giorno del suo 21° compleanno. Poi l’altra promessa Michele Antonelli, terzo e autore a sua volta del personal best con 1h31:00, mentre Federico Boldrini è sesto in 1h45:46. Tutti allenati dal tecnico Diego Cacchiarelli, mentre il risultato di squadra si completa con l’ottavo posto di Afrim Memolla in 1h49:01. E’ la prima volta che un club marchigiano conquista un titolo italiano a squadre di marcia, per la soddisfazione di Gildo Cocchi, presidente dell’Atletica Recanati, e di Andrea Carpineti, vicepresidente della società leopardiana che dichiara: “Abbiamo creduto fin dall’inizio in questo progetto e ringraziamo gli atleti, il tecnico che li ha condotti a questi risultati e le società con cui l’abbiamo condiviso, Atletica Castelfidardo Criminesi e Nuova Podistica Loreto, per aver realizzato un sogno”. Quest’anno l’Atletica Recanati ha ottenuto anche un prestigioso piazzamento nel Campionato italiano di società di corsa, con la terza posizione finale al termine delle quattro prove.ATLETICA-Grottammare2014-14-OTTOBRE-

Tornando alle gare di Grottammare, nella manifestazione organizzata dal Centro Marcia Solestà di Ascoli Piceno, secondo posto maschile per Lorenzo Dessi (Fiamme Gialle) in 1h30:32. Al femminile, successo della 21enne Elena Poli (Atl. Brescia 1950) che porta a termine i 20 chilometri in 1h46:17 seguita da Nicoletta Dell’Aquila (Enterprise Sport & Service/1h50:15) e Gladys Moretti (Atl. Bergamo 1959 Creberg/1h50:56). Non finiscono la gara, tra gli altri, Marco Amati (Enterprise Sport & Service) e Anna Clemente (Fiamme Gialle) in una mattinata di bel tempo con il caldo a farsi sentire soprattutto nelle fasi conclusive. In azione sulla stessa distanza gli juniores: vittoria dei due campioni italiani in carica Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo) in 1h34:35 e Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950), prima con il tempo di 1h43:32 che vale il record personale. Alle loro spalle, tra gli uomini il sardo Andrea Agrusti (I Guerrieri del Pavone/1h34:55) e Massimiliano Cortinovis (Us Scanzorosciate/1h36:22), mentre al femminile Marta Stach (Ana Atl. Feltre/1h47:54) e Sara Vitiello (Self Atl. Montanari & Gruzza/1h56:14). Nelle classifiche di società, chiudono in testa Atletica Recanati (seniores-promesse e combinata uomini), Atl. Brescia 1950 (seniores-promesse e combinata donne), Amatori Atl. Acquaviva (juniores uomini) e Alto Lazio (juniores donne).

Il 43° Trofeo Serafino Orlini premia quindi l’Atletica Brescia 1950, su Atletica Recanati e Alteratletica Locorotondo, invece le Fiamme Gialle Simoni si aggiudicano il 9° Trofeo Simona Orlini dedicato alle categorie giovanili, nei confronti di Atl. Sangiorgese R. Rocchetti e Tethys Chieti. Sugli 8 chilometri degli allievi, primo posto di Mattia Iorillo (Libertas Amatori Benevento/39:25) davanti a Marco Morotti (Atl. Riccardi Milano/41:02), invece l’allieva Annalisa Russo (Pol. Astro 2000 Benevento/31:50) dopo 6 chilometri si lascia alle spalle Molly Jade Davey (Self Atl. Montanari & Gruzza/33:34). Nelle gare per i cadetti, successo nei 6 chilometri del campano Matteo Gallo (Libertas SS Salvatore Baronissi) in 28:20 che precede il bronzo tricolore su pista Davide Marchesi (Pol. Villese), secondo con 29:13, mentre la prova dei 4 chilometri cadette vede l’affermazione della pugliese Alessandra Lentini (Atl. Don Milani) in 21:04 su Federica Piro (Tethys Chieti), 21:55. Tra le ragazze, vittoria di Ludovica Ruzzetta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) sui 2 chilometri in 10:36, invece al maschile prevale Nicolò D’Alanno (Nuova Atl. Lanciano/10:40). Altri risultati. Allieve (6 km): 4. Maria Elisa Cerretani (Tam) 35:24; 5. Giorgia Moriconi (Tam) 36:09. Cadetti (6 km): 7° Alessio Costantini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 32:52; 8° Cristian Prioteasa (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 35:00. Cadette: 8. Giulia Miconi (Atl. Avis Macerata) 23:29; 10. Claudia Angellotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 24:02.

Di fronte a buona cornice di pubblico, molte le autorità che hanno seguito la manifestazione a cominciare da Enrico Piergallini, sindaco di Grottammare, con Manolo Olivieri, consigliere delegato allo sport del Comune di Grottammare, e Lorenzo Rossi, assessore comunale alle attività produttive e politiche giovanili. Presenti inoltre Roberto Frinolli, consigliere nazionale Fidal, e Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale Fidal Marche, con Fabio Sturani, presidente Coni Marche, e Armando De Vincentis, delegato provinciale Coni Ascoli Piceno, senza dimenticare gli organizzatori del Centro Marcia Solestà capitanati da Vincenzo Ferretti, mentre la Fondazione Simona Orlini Onlus era rappresentata dalla presidente Elisabetta Alessandrini e dalla famiglia Orlini.

CAMPIONI ITALIANI MASTER 20 KM MARCIA
Uomini. SM35: Gennaro De Lello (Atl. Grosseto Banca della Maremma) 1h56:36; SM40: Luigi Paulini (Kronos Roma Quattro) 1h49:14; SM45: Roberto Defendenti (Us Scanzorosciate) 1h37:45; SM50: Andrea Naso (Atl. Lonato-Lem Italia) 1h48:06; SM55: Gabriele Caldarelli (Atl. Firenze Marathon) 1h52:25; SM60: Learco Monti (Gs Amleto Monti) 2h14:48; SM65: Ettorino Formentin (Us Quercia Trentingrana) 1h57:09; SM70: Franco Messina (Kronos Quattro Roma) 2h20:56.
Donne. SF40: Raffaella Manfrè (Atl. Lonato-Lem Italia) 1h59:31; SF45: Adriana Paraninfo (Atl. Fossano ’75) 2h09:01; SF50: Mariagrazia Cogoli (Atl. Brescia 1950) 2h03:22: SF55: Giuseppina Comba (Atl. Fossano ’75) 2h08:59.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/COD4729/Index.htm

Annunci

Terza vittoria del week-end per l’azzurra al Banca Marche Palas
 
ANCONA–Secondo meeting del 2014 al Banca Marche Palas di Ancona e terzo acuto di Marzia Caravelli che dopo l’8.08 nei 60hs e il 23.69

MARZIA CARAVELLI

MARZIA CARAVELLI

nei 200 di sabato, ieri domenica 12 gennaio 2014 è tornata in pista per i 400 metri. Sul doppio giro di pista al coperto l’ostacolista pordenonese, neo-arruolata dall’Aeronautica, ha messo a segno un probante 53.98, con un passaggio in 26.4 a metà gara e un finale che l’ha vista schiacciare l’acceleratore al massimo. Risultato: primato personale indoor migliorato di oltre 3 secondi (precedente 57.06 nel 2013) e un crono più veloce anche della sua unica uscita all’aperto sulla distanza (54.34 nel 2012).

Sulla pedana del lungo si sono sfidati due protagonisti azzurri della specialità: Stefano Tremigliozzi (Aeronautica) ed Emanuele Catania (Fiamme Gialle). Primo round della stagione all’aviere campano che, al quarto salto, supera 7,52 a 7,48 il finanziere romano.

In chiave marchigiana la copertina va senz’altro a Valentina Natalucci: 24 anni da compiere il prossimo 18 gennaio, la sprinter osima

VALENTINA NATALUCCI

VALENTINA NATALUCCI

na in forza alla Tam (Team Atletica Marche) è arrivata a 9 centesimi dall’impresa del record regionale detenuto con 7.60 dalla fermana Francesca Ramini (Ancona, 7 febbraio 2009). Nei 60 metri infatti si è prima aggiudicata la batteria in 7.76 e poi, in finale, è stata nuovamente la più veloce di tutte in 7.69, avendo la meglio, tra l’altro, sulla numero uno della Nazionale sammarinese Martina Pretelli (7.90). Terza in 8.00 l’anconetana Martina Piergallini (Atl. Brescia 1950) che nel turno di qualificazione aveva corso in 7.97. La Natalucci, autrice di un progresso personale di 11 centesimi, è allenata dal tecnico Giorgio Gioacchini e ha da poco conseguito a pieni voti la laurea triennale in Scienze Motorie presso l’Università di Urbino.    


Vittoria Tam anche nel triplo ad opera della sangiorgese Silvia Del Moro che, al sesto ingresso in pedana, stampa nella sabbia un hop-step-jump da 12,23. Restando ai salti, bene pure l’allievo Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) terzo assoluto nel lungo con 6,53.

Nel mezzofondo quindi i 1000 metri vinti dal reggiano Damiano Guerrieri (Calestruzzi Corradini Excelsior) in 2:29.98 vedono piazzarsi al secondo e terzo posto lo junior Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) 2:32.54 e l’allievo Lorenzo Berdini (Atl. Elpidiense Avis Aido) 2:38.72. Al femminile, invece, l’allieva Debora Baldinelli (Team Atletica Marche) deve cedere il passo, 3:05.62 a 3:05.95, solo alla junior umbra Giulia Renzini (Atl. Libertas Arcs Cus Perugia).

Tra i risultati nel meeting giovanile del mattino, successo per il cadetto Andrea Romani (Centro Ester Napoli) sui 1000 metri in 2:37.81, davanti a Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), 2:43.61, mentre il peso va ad Alex Paolucci (Sport Atl. Fermo) con 14,00, invece nel lungo salta 6,09 Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), che l’anno scorso ha conquistato la medaglia d’oro nella finale nazionale dei Giochi sportivi studenteschi. Nei 60 ostacoli cadette, affermazione di Martina Urbani (Atl. Roma Acquacetosa) in 9.55, con il salto in alto vinto da Ludmylla Tavares (Atl. Fabriano) alla quota di 1,53. Nell’asta cadette 2,70 di Aurora Giannini (Atl. Cr Pistoia e Lucchesia), seconda Nikita Lanciotti (Atl. Sangiorgese) con 2,60.
 

Debutto stagionale sui 60 ostacoli dell’azzurra, che poi corre nei 200 metri in 23.69
 
ANCONA–Prime gare del 2014 al Banca Marche Palas di Anconcaravelli1aa, con il meeting di oggi sabato 11 gennaio. Anche quest’anno la protagonista della giornata inaugurale è stata Marzia Caravelli (nella foto): al debutto con la maglia dell’Aeronautica si aggiudica la finale dei 60 ostacoli in 8.08, dopo aver fermato il cronometro su 8.09 in batteria.

Mezz’ora più tardi scende di nuovo in pista sui 200 metri realizzando il tempo di 23.69, suo miglior risultato in carriera nella distanza indoor: per le statistiche, la 32enne pordenonese che si allena a Roma diventa così la settima italiana di sempre della specialità al coperto. Durante la passata stagione aveva esordito sui 60 ostacoli in 8.12, mentre il suo personal best è di 8.03 ottenuto proprio nel 2013. La campionessa italiana all’aperto (di 100 ostacoli e 200 metri) è iscritta anche al meeting di domani sui 400 metri.

Nelle altre gare di oggi, il triplo è andato alla promessa Daniele Cavazzani (Atl. Studentesca Cariri) che salta 15,51 davanti ad Andrea Giuliodoro (Sef Stamura Ancona), secondo con 14,33, invece nell’asta il fermano Lorenzo Catasta (Fiamme Gialle) supera l’asticella a 5,05 e prevale nei confronti di Alessandro Sinno (Aeronautica), 4,80. L’alto femminile vede il successo della toscana Anna Pau (Atl. Prato) alla quota di 1,74, nel lungo si impone l’allieva Valentina Kalmykova (Olimpia Atl. Nettuno) con 5,58. Sui 200 maschili il più veloce è Marco Emilio Gai (Pol. Rocco Scotellaro Matera) in 22.01, poi negli 800 metri si affermano Lorenzo Cacciamani (E-Servizi Atl. Futura Roma) con 1:54.22 ed Elena Borghesi (Atl. Lugo) in 2:16.15.

Il secondo tempo nei 200 femminili è dell’osimana Valentina Natalucci (Tam), 24.89, e sugli ostacoli Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) conquista la gara dei 60hs allievi con 8.15. Tra gli juniores, vittoria del romagnolo Alessandro Faragona (La Fratellanza 1874 Modena) che corre la finale in 8.34, due centesimi in meno rispetto al turno di qualificazione (8.36), e precede l’osimano Manuel Nemo (Tam), 8.53, con l’altro marchigiano Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) terzo in 8.56. Al femminileElettra Ruggiero (Atl. Fabriano) è prima sui 60 ostacoli allieve in 9.26.
 
PER CONOSCERE TUTTI I VARI RISULTATI DI OGGI SABATO 11 GENNAIO: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG5858/Index.htm

Presentata l’assegnazione degli Europei Master Indoor 2016 e la Stagione al coperto 2014, alla presenza del Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e del Presidente nazionale FIDAL Alfio Giomi

ANCONA–La città di Ancona ospiterà i Campionati Europei Master Indoor 2016 diPALAINDOOR AN-Assoluti_Ancona2011 atletica leggera. Con l’assegnazione, decisa lo scorso 7 dicembre dal Consiglio EVAA (European Veterans Athletic Association), la manifestazione continentale “over 35” sarà di nuovo accolta dal capoluogo delle Marche, sette anni dopo l’edizione organizzata nel 2009. Intanto, anche nel 2014, il palaindoor Banca Marche Palas diventerà la sede principale dell’attività nazionale al coperto per l’atletica leggera, con lo svolgimento di ben quattro Campionati italiani. La presentazione degli eventi si è tenuta oggi, nella Sala Giunta del Comune di Ancona, con gli interventi di Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona; Alfio Giomi, presidente nazionale FIDAL; Giuseppe Scorzoso, presidente Comitato regionale FIDAL Marche; Nicola Maggio, consigliere EVAA; Fabio Sturani, presidente CONI Marche; Andrea Guidotti, assessore allo sport del Comune di Ancona.

Il Sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli, ha dichiarato: “Gli Europei Master Indoor del 2016 saranno un evento molto importante non solo per lo sport, e quindi per la vita della comunità, ma anche per l’indotto economico che possono generare. E se la manifestazione è stata assegnata di nuovo ad Ancona, questo è accaduto perché evidentemente la precedente edizione è andata bene”.Tamberi_Helsinki2012_qual

Il Presidente nazionale FIDAL Alfio Giomi ha detto: “L’atletica ha un ruolo come veicolo economico, e il Palaindoor ha un significato molto particolare: per diversi anni è stato il nostro unico punto di riferimento. A breve ci saranno altri impianti in altre zone d’Italia, però non cambierà nulla, anzi si potrà qualificare ancor di più l’attività che viene qui svolta. Oltre all’attività della stagione 2014, questa degli Europei Master Indoor 2016 rappresenta una perla, all’interno di un progetto che punta a riportare l’Italia come protagonista sul piano organizzativo. Il movimento master è di grande importanza, anche per la valorizzazione del turismo sportivo”.

Giuseppe Scorzoso, Presidente del Comitato regionale FIDAL Marche, ha poi spiegato: “Nel 2009 abbiamo fatto una meravigliosa esperienza, al campo Italico Conti, che ospitò le gare di lanci lunghi e la corsa campestre, senza dimenticare le gare di marcia lungo viale della Vittoria, in centro. Mi auguro che la città sappia cogliere ancora meglio questa opportunità, visto che il ritorno economico è sul territorio. E il Banca Marche Palas è tutto fuorché una cattedrale nel deserto: anche quest’anno ci saranno quattro Campionati italiani”.

IL SINDACO DI ANCONA VALERIA MANCINELLI

IL SINDACO DI ANCONA VALERIA MANCINELLI

Per Nicola Maggio, consigliere EVAA, “il successo del 2009 è senza uguali, tutti ricordano quelli come i migliori campionati master di sempre. In Italia, a livello di organizzazione, non abbiamo nulla in meno rispetto agli altri Paesi europei: se è stata presa la decisione di tornare qui, è per questo motivo”.

Il Presidente CONI Marche, Fabio Sturani, ha ricordato: “Ho anche gareggiato agli Europei Master Indoor del 2009, davanti ci sono altri due anni per allenarsi. Credo che sia chiaro il valore dell’investimento fatto sul Palaindoor, con una struttura fissa e non improvvisata: dobbiamo esserne fieri, come sportivi marchigiani. Era inoltre una sfida per la promozione della città in un periodo invernale, solitamente non legato all’attività turistica. Ma sono contento che ci potranno essere altri impianti su scala nazionale: non avevamo la presunzione di essere gli unici, ma anzi essere da stimolo in giro per l’Italia”.

Andrea Guidotti, assessore allo sport del Comune di Ancona, ha sottolineato che “in questa città è viva la voglia di fare sport, e il palaindoor è un impianto che riesce a portare tante manifestazioni, di atletica e di altro tipo: una struttura che viene portata avanti con molte iniziative. Cercheremo di onorare al meglio questo evento internazionale”.

GIUSEPPE SCORZOSO

GIUSEPPE SCORZOSO

GLI EUROPEI MASTER INDOOR

Alla precedente edizione anconetana ci furono 2872 iscritti e 5365 atleti-gara, mai così tanti in un Euroindoor Master: 1214 italiani e 1658 da altri Paesi, per un totale di 39 nazioni, con una notevole rappresentanza di 340 tedeschi, 220 francesi e 194 britannici, molti dei quali provenienti da esperienze atletiche spesso di vertice. Se si considerano accompagnatori e addetti ai lavori, il numero totale delle presenze nel periodo della manifestazione è stato di circa 4500 per una settimana nelle strutture ricettive del territorio, poiché le gare si sono svolte nell’arco di cinque intense giornate con significativi risultati anche sul piano tecnico: 22 primati mondiali di categoria, ben 436 titoli europei assegnati e tutte le nazioni tranne una (Cipro) sono riuscite a salire sul podio in almeno un’occasione.

Ma l’evento ha abbracciato l’intera città, non solo il Palaindoor Banca Marche Palas di via della Montagnola (gare e attività del programma al coperto) ma anche il vicino campo Italico Conti (gare di lanci lunghi e arrivo della corsa campestre), con le gare di marcia su strada lungo il centralissimo viale della Vittoria. Uno dei testimonial della rassegna continentale è stato Ottavio Missoni, il celebre stilista ed ex azzurro dell’atletica (finalista ai Giochi Olimpici di Londra 1948 sui 400 ostacoli) scomparso lo scorso mese di maggio, che agli Europei Master Indoor di Ancona nel 2009 conquistò la medaglia d’oro nel giavellotto e l’argento nel peso M85, dopo essere stato l’ultimo tedoforo alla cerimonia d’apertura. La rassegna continentale si è poi tenuta a Gent (Belgio) nel 2011 e successivamente a San Sebastian (Spagna) nel 2013, mentre Ancona riceverà nuovamente il testimone da Torun (Polonia) che organizzerà l’edizione del 2015.

ANCONA, UN’ALTRA STAGIONE TRICOLORE NEL 2014

Anche nel 2014 il Banca Marche Palas di Ancona sarà la sede principale dell’attività nazionale al coperto per l’atletica leggera. L’impianto del capoluogo dorico ospiterà ben quattro Campionati italiani, tra cui la massima rassegna tricolore: gli Assoluti indoor che si svolgeranno il 22 e 23 febbraio, per la quinta edizione consecutiva nel Palas di via della Montagnola (l’ottava in totale). L’evento sarà preceduto dai Campionati italiani juniores (under 20) e promesse (under 23), in programma l’8-9 febbraio, oltre che dai Campionati italiani allievi (under 18), previsti al Banca Marche Palas il 15-16 febbraio. Non finisce qui, perché Ancona ospiterà anche i Campionati italiani master indoor dal 7 al 9 marzo: sarà la nona volta di fila nella città dorica per la rassegna dedicata agli over 35, che come di consueto prevede il pieno di presenze con circa 2000 atleti, abbinata in questo caso ai Campionati italiani master di lanci invernali all’aperto, da disputare nell’adiacente campo Italico Conti. In totale saranno quindi in palio circa 350 maglie tricolori, ma la struttura ospiterà per tutto l’inverno, dal prossimo week-end ogni sabato e domenica, meeting di carattere nazionale e manifestazioni promozionali, mentre l’impianto di Padova sarà la sede dei Campionati italiani di prove multiple.

Inaugurato nel febbraio 2005, il Palaindoor Banca Marche Palas di Ancona si trova a ridosso della zona commerciale “Palombare”, con due vaste aree di parcheggio circostanti in grado di accogliere 500 posti auto. Dal 2007 è dotato di un impianto fotovoltaico, costituito da 75 pannelli, che fornisce energia all’intera struttura e che opera nel pieno rispetto dell’ambiente. Gli eventi finora ospitati hanno fatto complessivamente registrare un flusso di circa 90.000 partecipanti per un totale di oltre 280 manifestazioni.

Nel già ricchissimo calendario di eventi, si evidenziano 7 edizioni dei Campionati Italiani Assoluti (2005, 2006, 2007, 2010, 2011, 2012, 2013); l’incontro internazionale assoluto Italia-Finlandia (2008); 3 edizioni dell’incontro internazionale juniores Italia-Francia-Germania (2006, 2010, 2013); 8 edizioni dei Campionati Italiani Giovanili (2005, 2006, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013); 8 edizioni dei Campionati Italiani Master (2006, 2007, 2008, 2009, 2011, 2012, 2013); 8 edizioni dei Campionati Italiani di prove multiple (2005, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013) e poi il grande appuntamento internazionale con l’edizione dei Campionati Europei Master Indoor, nel marzo 2009.

La stagione 2013 ha fatto segnare il record di presenze, con 13.238 atleti in gara e un sensibile aumento sia della partecipazione totale (+5,6%), sia in termini di numero di atleti per manifestazione (+1,1%). Sempre più elevata la media di atleti per giornata di gara, passata da 294,54 nel 2006 fino a 427,03 nel 2013. Grandi cifre anche per l’attività promozionale, con la Coppa Giovani (dedicata alle categorie ragazzi e cadetti) che ha visto da sola ben 748 atleti al via.

RIEPILOGO DATE CAMPIONATI ITALIANI 2014 AD ANCONA

8-9 febbraio: Campionati italiani indoor juniores e promesse
15-16 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
22-23 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
7-9 marzo: Campionati italiani master indoor e di lanci invernali master all’aperto

 

 

Il Circolo Cittadino di Ascoli Piceno è tornato ad accogliere, venerdì 12 aprile 2013, il Premio “Antonio Orlini”, che quest’anno è stato assegnato all’eptatleta sambenedettese Enrica Cipolloni. L’iniziativa, promossa generosamente dal Centro Marcia Solestà del presidente onorario Gianfranco Silvestri e dalla Fondazione “Simona Orlini”, in sei edizioni si è già conquistata uno spazio di prestigio come testimoniano le numerose personalità del mondo delle istituzioni e dello sport intervenute alla serata. Il premio è nato in memoria di Antonio Orlini, noto sindaco del capoluogo piceno dal 1971 al 1978, nonchè dirigente di spicco dello sport cittadino. Dopo la martellista fermana Clarissa Claretti (2008), il discobolo Eduardo Albertazzi (2009), l’ostacolista John Mark Nalocca (2010), la quattrocentista Daniela Reina (2011) e l’altista Gianmarco Tamberi (2012), stavolta il riconoscimento “all’affermazione e al prestigio dell’atletica marchigiana” è andato ad un’atleta, la Cipolloni, che tra prove multiple e salto in alto ha collezionato ben 8 titoli italiani (juniores e under 23) e 5 presenze in “maglia azzurra”, di cui una in Nazionale assoluta. La 22enne portacolori delle Fiamme Oro – cresciuta nella Collection Atletica Sambenedettese per poi confluire nella Tecno Adriatletica Marche – è stata così premiata dalla signora Elisabetta, moglie di Antonio Orlini e presidente della Fondazione, e dal Sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, con al fianco gli instancabili Francesco Silvestri e Vincenzo Ferretti, in rappresentanza del Centro Marcia Solestà. Il premio è un pregiato piatto di ceramica, realizzato dall’artista Silvia Simonetti e che, nel tempo, è diventato una sorta di portafortuna per tutti gli atleti che lo ricevono. La cerimonia, come detto, ha visto la presenza di tante autorità a partire dal Presidente della provincia di Ascoli Piceno, Piero Celani, insieme agli assessori comunali Donatella Ferretti (politiche sociali) e Luigi Lattanzi (lavori pubblici). Con loro tanti personaggi dell’atletica come il Professor Carlo Vittori, l’ex discobolo azzurro Armando De Vincentis (oggi delegato provinciale del Coni), l’attuale Direttore Tecnico nazionale per la ricerca scientifica Nicola Silvaggi e Romano De Angelis, storico dirigente FIDAL. In sala anche due talenti della scuola dei lanci dell’Asa Ascoli, i discoboli Albertazzi (campione italiano assoluto in carica e fresco del bronzo in Coppa Europa) e Nazzareno Di Marco.

 

 

                                           LA SCHEDA BIOGRAFICA

Enrica Cipolloni è nata a San Benedetto del Tronto (AP) il 19 ottobre 1990, 1,78×57 kg.

Società: Fiamme Oro Padova/Tecno Adriatletica Marche

Allenatore: Francesco Butteri

 

Prima di arrivare sui campi di atletica Enrica Cipolloni ha provato altri sport, in particolare danza, ginnastica artistica e ritmica. Nel 2004 è approdata nel gruppo di atleti seguito da Francesco Butteri e Karin Periginelli a San Benedetto del Tronto (AP), dove vive attualmente. Per la struttura è stata avviata al salto in alto, ma l’ambiente ha favorito un approccio positivo verso le prove multiple, con buoni risultati anche nel salto in lungo e negli ostacoli. Nel suo curriculum figura più di un titolo italiano nell’alto così come nelle prove multiple a livello giovanile. Nel 2010 è stata titolare in Nazionale assoluta in occasione dei Campionati Europei a squadre di Bergen (Norvegia) nel lungo, specialità in cui vanta un primato personale di 6,24. Dopo l’arruolamento nella Polizia di Stato a fine 2011, con la maglia delle Fiamme Oro ha vinto nel 2012 il titolo italiano promesse indoor di prove multiple ed ha ottenuto il terzo posto assoluto nel salto in alto con il nuovo primato di 1,85. All’aperto si è quindi confermata campionessa italiana under 23 di eptathlon. La stagione indoor 2013 l’ha invece vista due volte sul podio della categoria assoluta con il bronzo nel pentathlon e l’argento nel salto in alto.

 

Primati personali – Eptathlon: 5404 punti; Alto: 1,85 indoor – 1,84 all’aperto; Lungo: 6,24; Pentathlon indoor: 3890 punti

Curriculum – Titoli Italiani: Juniores: 3 (2008 alto – 2009 alto indoor – 2009 eptathlon); Promesse: 5 (2010 alto indoor – 2010 eptathlon – 2011 pentathlon indoor – 2012 pentathlon indoor – 2012 eptathlon)

Europei juniores: 2009 (16Q/alto); Europei a squadre: 2010 (11/lungo)

Presenze in Nazionale: 1 assoluta e 4 giovanili

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
ottobre: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Annunci