You are currently browsing the tag archive for the ‘CORVATTA’ tag.

CIVITANOVA–Conclusa l’emergenza idrica, Amministrazione comunale, Atac e volontari hanno tracciato oggi un bilancio del lavoro effettuato negli ultimi giorni. Il sindaco Tommaso Claudio Corvatta ringrazia “tutti quelli che si sono messi a disposizione per affrontare questo momento di criticità. Sicuramente sono emersi aspetti da ottimizzare, ma complessivamente la crisi – ha soggiunto – è stata gestita positivamente. Grazie alla Protezione civile, a tutta l’Atac, dai dirigenti agli operai, alle associazioni d’Arma, Carabinieri in congedo, ufficiali e bersaglieri, che non hanno esitato ad accogliere la nostra richiesta di collaborazione. Grazie anche ad alcuni consiglieri di minoranza che hanno accolto l’invito all’ascolto del lavoro che si stava mettendo in campo, grazie al Tennacola per aver operato rapidamente alla soluzione del problema. Ma grazie soprattutto ai cittadini civitanovesi, che nella stragrande maggioranza sono stati responsabili, ordinati e razionali ed hanno consentito di limitare il disagio”.

All’amministratore delegato Atac Sergio Cognigni la ricostruzione delle prime ore di emergenza. “Abbiamo ricevuto la prima segnalazione di torbidità dell’acqua alle 17.36 di giovedì – sintetizza Sergio Cognigni – Abbiamo avvisato il Tennacola per l’individuazione del problema, rintracciato in un’esondazione del fiume Ete Morto in territorio di Sant’Elpidio a Mare, con allagamento di una porzione dell’area di pertinenza dell’impianto pozzi Chienti. Si è immediatamente chiuso il pozzo interessato dallo sversamento di acqua piovana. Da quel momento si è attivato il protocollo per le emergenze. Abbiamo avvisato alle 18.20 Sindaco, Prefettura, Ospedali. La mattina successiva, prima dell’inizio delle lezioni, sono state informate le Scuole. Ammettiamo una comunicazione deficitaria per quanto riguarda la fonica nella serata di giovedì, viste anche le pessime condizioni atmosferiche. Il passaggio di un’auto con gli altoparlanti è comunque un metodo superato e ragioneremo per attivare una modalità più efficace ed immediata di avviso della popolazione, a mezzo telefono o mail. Lunedì le auto che hanno girato in tutti i quartieri per avvisare dell’emergenza cessata sono state 4 con nuove trombe per una migliore amplificazione. Questo lavoro è stato effettuato grazie ad un’intera squadra che ha funzionato”.
I numeri: l’emergenza idrica ha visto operative per la distribuzione di acqua 6 cisterne, 5 autobotti, una delle quali dedicata all’Ospedale di zona, 6 punti di distribuzione di acqua in bottiglie o confezioni. Sono stati distribuiti tramite autobotti 195 metri cubi d’acqua alla cittadinanza, 70 per i servizi ospedalieri, 80 per la clinica Villa dei Pini. Sono state distribuite 102.924 bottiglie d’acqua e 1000 sacchetti preconfezionati, per un totale di 140.662 litri.
Per quanto riguarda la pulizia, sono stati spurgati 1 cisterna da 200 metri cubi, e 7 serbatoi, 5 da 100 mc, 1 da 150, 1 da 128, 200 chilometri di rete di distribuzione, 75 punti di scarico, per un totale di 7.500 metri cubi di acqua utilizzati per la pulizia.
Dall’emissione alla revoca dell’ordinanza di emergenza idrica sono stati impiegati 3 operatori alla Stazione di sollevamento dell’acquedotto, 10 per la manutenzione della rete, 5 tecnici, 16 unità logistiche di supporto, 6 operatori di Protezione civile, 6 del Comune, 6 delle associazioni militari in congedo.
Ancora da effettuare una stima dei costi sostenuti: “Ragioneremo insieme al Tennacola – continua il Presidente dell’Atac Francesco Mantella – non dobbiamo puntare il dito contro nessuno, perchè si è trattato di una situazione imponderabile e di un evento eccezionale. Col Consorzio del Tennacola c’è un rapporto di ottima collaborazione, che si è confermato anche in questa situazione di difficoltà. Abbiamo avuto a disposizione un grande gruppo al lavoro ed una cittadinanza che è stata comprensiva e collaborativa”.
Presenti all’incontro anche i referenti del volontariato, Aurelio Del Medico, coordinatore della Protezione civile, e Roberto Ciccola per i Carabinieri in congedo, Bersaglieri ed Unuci. Sono stati loro a collaborare alla distribuzione idrica e nel presidio dei punti di erogazione, da 14 a 17, attivati da venerdì 6 marzo in poi.

Annunci

CIVITANOVAQuestion Time d’agosto sull’accattonaggio a Civitanova. Prosegue il batti e ribatti che sta catalizzando l’opinione pubblica in un Comune di 41 mila abitanti (dopo la consegna a Palazzo Sforza nei giorni scorsi delle 4.000 firme per chiedere lo stop del fenomeno). “CORVATTA-SINDACO-TRICOLORE•T-LGNon mi è chiaro, stando alle parole riportate sugli organi d’informazione, se l’avvocato Fernanda Recchi – commenta oggi il Sindaco Dr. Tommaso Claudio Corvatta (foto) – avalli e giustifichi le incredibili manifestazioni di violenza verbale che pullulano sul web. Sarebbe tra l’altro un atteggiamento comprensibile, visto che a comporre la delegazione da lei guidata nel mio ufficio lo scorso martedì figurava anche una persona che appena poche ore prima aveva espresso auspici ben chiari sul da farsi con i volti del sottoscritto e del vicesindaco”.

Tornando all’incontro avvenuto tre giorni fa, nel quale secondo alcuni avrei offeso e mancato di rispetto ed educazione verso i presenti e i sottoscrittori della petizione – afferma oggi Corvatta – è opportuno ricordare che l’avvocato Recchi ha avuto tutto il tempo che ha ritenuto necessario per esporre le ragioni della raccolta firme e le richieste dei firmatari. Appena dopo la conclusione del suo intervento, ho informato i presenti delle intenzioni dell’amministrazione comunale di indire un Consiglio Comunale aperto sul tema dell’accattonaggio, quale sede ideale per esprimere le reciproche posizioni e confrontarsi correttamente sul problema. Subito dopo ho salutato. Non credo che la convocazione di un’apposita seduta consiliare aperta sia un modo di ignorare le preoccupazioni e le istanze dei cittadini, tutt’altro”.

Accolgo con piacere la sensibilità dimostrata dalla Recchi verso i problemi dell’accattonaggio e dei nomadi. Non mi pare di ricordare alcun suo intervento su tali argomenti in tutto il 2011, eppure essendo ella consigliere comunale dell’allora maggioranza ricorderà il problema di stazionamento di rom diffuso in quel periodo in tutti i quartieri della città”.

Mi meraviglia un po’ che l’avvocato – prosegue Corvatta – intenda dedicare le sue ferie a studiare le forme di partecipazione popolare dopo aver raccolto le firme. L’avesse fatto prima, saprebbe che tali sottoscrizioni, per il modo in cui sono state raccolte, non hanno formalmente alcun valore. Ovviamente la non regolarità formale non ci impedisce di ritenere questa manifestazione come un fenomeno rilevante e non mi ha impedito di incontrare i promotori, pur essendoci tra di essi chi aveva manifestato con toni inaccettabili il proprio pensiero”.

Altro destino è stato riservato a suo tempo ad un’analoga quantità di firme contro il cavalcavia, raccolte tra l’altro in maniera molto più rigorosa, di cui la precedente amministrazione e la maggioranza di cui l’avvocato Recchi faceva parte non si era minimamente degnata di prendere atto”.

Sono convinto – conclude Corvatta – che alla cittadinanza non sfuggirà una evidente dicotomia. Da un lato c’è chi si sta impegnando nel dare risposte concrete ai problemi, ne ha già risolti alcuni, e per altri ha prospettive ed idee per intervenire. Dall’altra troviamo chi ripropone una soluzione già sperimentata e fallita per un problema che senza dubbio esiste, ma che viene quotidianamente ingigantito ed estremizzato, e lo fa senza nascondere né ripudiare i germi della violenza e dell’intolleranza”.

 

CIVITANOVA–E’ stato firmato questa mattina (lunedì 31 PORTALE EQUILIBRIO-PAGLIALUNGA-2824marzo 2014) a Palazzo Sforza il contratto di donazione gratuita tra il Liceo artistico Cantalamessa di Macerata e il Comune di Civitanova Marche, riguardante il Portale dell’equilibrio. L’opera, come noto, era stata concessa in comodato temporaneo durante l’estate 2012, in occasione di Popsophia e posizionata all’ingresso dei Giardini di Piazza XX settembre. Dopo colloqui intercorsi tra la dirigenza della scuola e l’amministrazione comunale, è stato concordato che la struttura entri in maniera permanente nel patrimonio della città di Civitanova Marche.
Per la firma dell’accordo, sono intervenuti questa mattina in sala giunta, oltre alla Dirigente scolastica Mirella Paglialunga, anche i docenti Ermenegildo Pannocchia e Anacleto Sbaffi e due studenti, Matteo Forti ed Elisa Cacciapuoti. “Il portale è stato opera dei ragazzi, frutto del lavoro svolto al Laboratorio di architettura e ambiente, uno dei 4 laboratori previsti per i nostri studenti per stimolarne la creatività, sotto la supervisione degli insegnanti – hanno sottolineato preside e docenti del liceo d’arte maceratese – Si è cercato di realizzare un’opera sul tema dell’equilibrio tra artificio e natura. La struttura è stata un’opportunità importante per la scuola ed ha avuto un’eco notevole”.PORTALE EQUILIBRIO-PAGLIALUNGA-CORVATTA-2828
Prima di sottoscrivere la donazione, la Dirigente Paglialunga, ringraziando il Sindaco Tommaso Claudio Corvatta, ha chiesto “che il Comune effettui gli interventi di manutenzione necessari ed apponga una targa per indicare gli autori del portale”.
Non è stata ancora stabilita la collocazione futura dell’opera d’arte. “Ne discuteremo e cercheremo la soluzione migliore – ha osservato il sindaco Corvatta – Sicuramente servirà uno spazio aperto, io ad esempio la vedrei bene in prossimità del mare. Altrettanto sicuro è che non rimarrà nell’attuale posizione all’ingresso dei giardini, che probabilmente è stata penalizzante per apprezzare il portale al meglio. E’ in corso da parte degli uffici una valutazione sugli interventi necessari per provvedere allo spostamento”.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
giugno: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Annunci