You are currently browsing the tag archive for the ‘civitanovese’ tag.

Riceviamo e pubblichiamo un messaggio dal Direttore Generale Giorgio Bresciani.

“Non è costume da parte del Presidente – si afferma in casa rossoblu – censurare o tagliare l’opinione di chiunque, pertanto il testo viene riportato in maniera integrale, nella assoluta libertà che si intende dare a tutti di esprimere il proprio pensiero:

«Questo mio silenzio di dieci giorni mi è servito per riflettere: in questi giorni ho letto e riletto attentamente tutte le dichiarazioni sulla carta stampata ed Internet, sia del Presidente, sia dei tifosi, sia del Mister Mecomonaco che ieri ha dichiarato di non essere legato a doppio filo con me, cosa che assolutamente confermo.

Non sono una persona che non si prende le proprie responsabilità, ma ora la verità di questi sette mesi deve uscire dalla mia voce .

La Proprietà da me fortemente caldeggiata a luglio è venuta purtroppo meno agli impegni presi: non ne so i veri motivi, ma il Presidente Patitucci ha dovuto solo affrontare problemi economici già dettagliatamente discussi all’inizio stagione.

La Società è stata acquisita con 224 mila di debiti e con budget di spesa 650 mila per il campionato in corso: anche questo tutto concordato con la Proprietà.

Ovviamente questa situazione ha provocato scoramento e dubbi negli atleti, i quali, a parer mio, hanno solo sbagliato il modo di comunicare queste loro ragioni.

Da quel fatto purtroppo si è scatenato un susseguirsi di vicissitudini che ci ha condotto agli avvenimenti recenti.

Questa piccola premessa per rispedire al mittente le accuse di mal gestione: a Giorgio Bresciani dovrebbero arrivare critiche su giocatori sbagliati, allenatori, dirigenti, marketing e organizzazione.

Su queste cose, però, nessuno ha mosso critiche, non ce ne sarebbe stato motivo.

Perciò è necessario spiegare come questa Società era gestita e organizzata: tutti i pagamenti erano gestiti e decisi dal Presidente e tutta la documentazione era inviata a Padova, alla sede della Società, l’unica ad avere poteri sui conti della Civitanovese e del proprio Settore Giovanile.

Da ricordare inoltre che era la B&L ad avere in concessione esclusiva tutta la pubblicità, gli sponsor e il marchio della Civitanovese: era quindi l’unica in grado di ricevere pagamenti ed emettere fattura per incassare.

Da ciò si evince quindi che da un punto di vista economico non è nella mia persona che si dovrebbero avere risposte, ma dalla Proprietà, come del resto il Presidente Patitucci ha ammesso nel comunicato dopo partita con Chieti.

La verità è che in tutti i miei 13 mesi di permanenza alla Civitanovese ho percepito 6/7 mila euro come rimborso spese e che il mio unico obiettivo era creare qualcosa di importante e di vero.

Ho da subito creduto in questo progetto e mi sono senza sosta speso personalmente per il bene di questa Società e di questa città, che mi ha accolto a braccia aperte e nella quale mi sono subito trovato “a casa”: il progetto della curva, da me tanto voluto, come quello di Civitanova Alta, hanno ricevuto dei paletti o ragioni burocratiche e di tempi ne hanno rallentato la messa in opera, ma sono stati sempre in cima ai miei pensieri.

Le ragioni del mio allontanamento sono molteplici e, con il cuore in mano, posso dire di non pensare di meritare tante delle accuse e delle parole che negli ultimi giorni mi sono state rivolte.

Non sono scappato e sono solito assumermi le mie responsabilità, ma per ciò che io stesso ho fatto, non per ciò che è stato da qualcun altro dichiarato, promesso e non mantenuto,nei confronti di tutti, dagli atleti ai tifosi, dai collaboratori a tutta la città stessa, che ringrazio sinceramente per ciò che si è provato a costruire insieme».          Giorgio Bresciani

LE DIMISSIONI UFFICIALI DEL DS DANIELE MUSCARIELLO

Nella data odierna rassegno le mie dimissioni dall’incarico di Direttore Sportivo della FC CIVITANOVESE 1919.

Non prima però di aver ringraziato infinitamente il Dg Giorgio Bresciani, per la fiducia e la stima accordatemi in tutti questi anni, certamente non ‘ordinari’, passati insieme.

E d’altro canto non senza voler infine augurare, con tutto il cuore, alla FC CIVITANOVESE 1919, le migliori fortune possibili”.   Daniele Muscariello

ELENCO DEI GIOCATORI CONVOCATI

Di seguito i giocatori che Mister Carrer ha convocato per la partita Sambenedettese – Civitanovese: Amodeo, Bensaja, Biagini, Bigoni, Carlini, Cossu, Degano, Di Pentima, Ferrini, Ficola, Forgione, Geria, Magini, Margarita, Massaccesi, Mioni, Morbiducci, Passalacqua, Pintori, Ruzzier, Shiba, Silvestri.

 

Annunci

CIVITANOVA–Agli ordini di Mister Mecomonaco sono stati convocati per il derby Maceratese – Civitanovese, in programma domani Domenica 25 Gennaio, ore 14:30, presso lo S

AMODEO, BRESCIANI, MECOMONACO

AMODEO, BRESCIANI, MECOMONACO

tadio “Helvia Recina” di Macerata i seguenti calciatori rossoblu: Amodeo, Aquino, Bensaja, Biagini, Bigoni, Carlini, Cossu, Degano, Di Pentima, Ficola, Forgione, Geria, Magini, Margarita, Massaccesi, Mioni, Morbiducci, Pigini, Pintori, Ruzzier, Shiba e Silvestri.

 

CIVITANOVA MARCHE – Sulla situazione della squadra si registra oggi una nota del Presidente Patitucci. Ecco il testo. «Smentisco categoricamente che la squadra abbia avuto una prestazione sotto tono per via di voci o malcontenti che influenzano i giocatori. Trovo assurdo e offensivo, e non certamente per il sottoscritto, che si espone volentieri a tutte le critiche costruttive, che venga infangata e non onorata la professionalità dei nostri giocatori, dirigenti etc. Pensare di avere dei mercenari che regolano il loro rendimento in campo in base alla presenza o meno di problemi societari, è semplicemente assurdo. I nostri giocatori così come il Mister, così come tutti gli addetti ai lavori, e soprattutto i dirigenti, sono davvero dei grandi professionisti e prima di tutto delle gran belle persone, ed io sono fiero ed orgoglioso di poter collaborare con loro. La Società Civitanovese, che io mi onoro di rappresentare, ha tanti problemi, e non lo ho mai disconosciuto, molti dei quali non dipendono da me, ma da passate scellerate gestioni. Io ho semplicemente raccolto la sfida, mi sono imbarcato in questa avventura, insieme a dei compagni di viaggio meravigliosi, e non trascuro nessuno, dal primo dirigente, ai giocatori, ai mister, ai magazzinieri, tutti, davvero tutti. So che il cammino è tortuoso e difficile, ma certamente questo non va a minare i nostri progetti. Spesso mi sento scorato da sorprese che emergono dal passato e che comunque mi ricadono addosso, ma il coraggio mi torna subito ogni volta che vedo l’impegno di tutti coloro che sono al mio fianco a far del bene e voler bene a questa Società e a questo progetto, e ancor di più a vedere un pubblico sempre più numeroso premiare i nostri sforzi. Vi prego dunque, dire che Matelica, o prima ancora Jesi, siano entrambe disfatte dovute a problemi societari vari, è un offesa per tutti gli addetti ai lavori: non per me, mi aspetto anzi che io sia il vero bersaglio se qualcosa non va da parte di tutti, perché sono sempre pronto a mettere la faccia e non solo quando mi tributate un complimento o un applauso. La Società ha diversi problemi, e non a caso abbiamo parlato di un progetto triennale per arrivare al successo, perché sapevamo dall’inizio che avremmo ereditato una situazione pesante. Come tutte le società, i problemi si riflettono soprattutto dal punto di vista finanziario, ma pensare che un rimborso pagato, non pagato, pagato tardi o parzialmente, possa esser il motivo di un migliore o minore rendimento in campo, è assurdo, e non sono meritevoli di tali accuse i nostri giocatori. I dirigenti ed io, “il Presidente”, per primo, abbiamo il dovere di risolvere i problemi, e vi assicuro che ci impegniamo strenuamente ogni giorno per farlo. I giocatori ed il Mister con tutto lo Staff tecnico sudano in campo per ottenere risultati, e tutti mi hanno offerto la loro solidarietà e fiducia perché sanno che nella Civitanovese la musica è cambiata: qui oggi nessuno perderà un euro, neanche quelli che hanno maturato crediti durante le passate stagioni e gestioni di terzi, anche se certamente risolvere tutto all’istante è impossibile. In questi giorni, nel sentire le critiche, poco costruttive a mio giudizio, sembra che esistano due squadre: una quella degli otto risultati positivi consecutivi, che a sorpresa è seconda a due punti dalla prima, e l’altra quella che perde con il Matelica fuori casa e sembra esser un colabrodo formato da tanti sfaticati fuori e dentro il campo. Attenzione signori, le squadre forti si basano su solide fondamenta, e non su un fuoco di paglia, e dovrebbe suonare strano a tutti se in una sola stagione si arrivasse primi, si andasse in Lega Pro e si facessero 34 partite a punteggio pieno. Questa sarebbe solo fortuna, non progetto e attuazione. Io mi sento di chiedere a tutti i tifosi, anche a quelli che ancora non si sentono di supportare la squadra la domenica allo stadio, che oggi la squadra merita fiducia, più di quando esce da risultati positivi, la stessa fiducia che io ripongo nei giocatori, mister, dirigenti, tecnici etc, e che loro tutti ripongono in me. Forse è bene coniare un nuovo slogan “La Civitanovese è una Società che ha tanti problemi, ma che ha ora tanti uomini decisi a volerli risolvere per riportarla ai livelli calcistici che merita”. Vi prego dunque tutti, tifosi, giocatori e addetti ai lavori, se veramente teniamo tutti in pari misura alla Civitanovese, prendiamo le distanze da stupide chiacchiere da bar. Questa è la mia filosofia, io sono pronto a metter la faccia su tutto e tutti, e questo è il vero cambiamento che ognuno dovrebbe cogliere nella Civitanovese: il capitano della nave non scappa quando entra un po’ d’acqua a bordo, ma si prodiga a riparare il danno insieme a tutti gli altri con impegno e umiltà». Vi abbraccio tutti Patitucci.

 

PREVENDITE CIVITANOVESE – VIS PESARO

Per domenica 18 Gennaio, prima gara interna del 2015 al “Polisportivo Comunale”,

Civitanovese – Vis Pesaro,

si comunica che sono già disponibili i tagliandi di ingresso

nei seguenti punti di prevendita:

SEGRETERIA SEDE fino al sabato 17 alle ore 13,00

BAR FONTANA fino a sabato 17 alle ore 21,00

BAR MARIO’ DEI PINI fino a sabato 17 alle ore 21,00

BAR NANA’ fino a domenica 18 alle ore 10,00

SNAI AGENZIA Centro fino a sabato 17 alle ore 21,00

BOCCIOFILA FONTESPINA fino a sabato 17 alle ore 21,00

La Civitanovese  comunica che il prezzo d’ingresso per il Settore Ospiti è di €. 10,00 e che i botteghini saranno regolarmente aperti a partire dalle ore 13:30 nella giornata di domenica.

Visto che nelle precedenti occasioni si sono verificate  lunghe code ai botteghini il giorno della gara, i  tifosi sono gentilmente pregati di recarsi alle biglietterie ed ai cancelli almeno 30 minuti prima dell’inizio della partita, onde evitare lo spiacevole inconveniente degli ingorghi dell’ultimo minuto.

                 

CIVITANOVA MARCHE–Per il derby di Domenica 21

settembre 2014, in programma alle ore 15.00 tra la

CIVITANOVESE e la MACERATESE,

la prevendita dei biglietti sarà effettuata con le seguenti disposizioni e modalità (nella foto Millepesi Capitan Amodeo ed il DS Muscariello):

GIORNI E ORARI

Giovedì 18 – Venerdì 19 – Sabato 20 fino alle ore 19.00

PUNTI PREVENDITA:

SEDE SEGRETERIA – Presso Stadio Comunale “Polivalente” Corso Garibaldi 314

Orario Giovedì-Venerdì e Sabato dalle Ore 10,00-12,30 e dalle 15,30 alle 19,00

BAR FONTANA  • Via Martiri di Belfiore 15 – Civitanova Marche Tel. 0733.816498

BAR DEI PINI “MARIO’ ”  • Via Lazio 1 – Civitanova MAMODEO-MUSCARIELLO- FOTO©MILLEPAESI-3527-LGarche Tel. 0733.812507

BOCCIOFILA FONTESPINA • Via James Cook – Civitanova Marche Tel. 0733.709167

AGENZIA SNAI (Cinema Rossini) – Via Buozzi – Civitanova Marche Tel. 0733.778894

BAR NANA’  • Via Vittorio Veneto – Civitanova Marche 251

I botteghini dello stadio nella giornata di domenica resteranno CHIUSI.

Resterà aperto, solo ed esclusivamente, fino alle ore 15:15, il BOTTEGHINO “ACCREDITI”.

L’ingresso riservato alla “GRADINATA” sarà unico e sarà solo quello centrale.

                          

CIVITANOVA MARCHE– Grande fermento oggi presso la sede della Civitanovese in Corso Garibaldi. Come pre-annunciato nella conferenza stampa di mercoledì dal Direttore Generale Giorgio Bresciani, è arrivato l’accordo siglato per altri tre elementi di assoluto spessore, in grado di far fare l’ennesimo salto di qualità a questa “nuova” Civitanovese che va sempre più delineandosi.

AQUINO

AQUINO

Andrea Pintori, attaccante di razza, classe 1980, proveniente dalla Viterbese, Giuseppe Aquino, centrale difensivo, classe 1983, e Giuseppe Terlino, terzino sinistro cresciuto nel Settore Giovanile della Nocerina, sono appena diventati rossoblu.

Entrambi eccellenti i curriculum dei nuovi due acquisti “over” della Civitanovese: Pintori ed Aquino vantano infatti nel palmarès diversi anni nel professionismo, oltre ad una indubbia conoscenza della categoria.

Pintori va a rinforzare un reparto avanzato che, a detta degli esperti, è sicuramente uno dei più quotati dell’intero girone; Aquino, invece, conferisce al pacchetto difensivo un quoziente di sicurezza ed esperienza di rara qualità.

Per quanto riguarda Terlino, nonostante la giovanissima età, le esperienze maturate a Savoia, Taranto, Celano e Lucchese, ne fanno un “under” di sicura prospettiva, dotato di buonissime tecnica e corsa. Grandissima la soddisfazione del D.G. e del direttore sportivo Daniele Muscariello, per un mercato che continua a far sognare e sperare i tifosi rossoblu in vista del debutto casalingo di campionato, previsto per dopodomani domenica 6 settembre 2014 contro il Matelica.

TERLINO

TERLINO

L’analisi di mister Mecomonaco è invece prevista per domani, alle ore 12:00, nella tradizionale conferenza-stampa con i giornalisti a compendio della settimana ed in prossimità dell’impegno agonistico.

* * *

Parla veneto ed è inedita la terna designata per dirigere Civitanovese – Matelica, la gara più interessante della giornata nel girone contrassegnato con la lettera “F”.
Il fischietto è stato infatti affidato a Davide Moro della sezione di Schio, mentre le bandierine a Driss Abou Elkhayr di Conegliano (primo assistente) e a Luciano Cordella di Treviso.


Moro, al secondo anno in CAN D, ha all’attivo 13 gare in Interregionale. Questa stagione ha esordito in Coppa nel turno preliminare: suo il match Virtus Vecomp – Abano lo scorso 24 agosto. L’arbitro scledense non è mai uscito con Abou Elkhayr, mentre con Cordella ha diretto soltanto una gara in Serie D, Fermana – Amiternina del 6 aprile. Nessun precedente con la Civitanovese.
Driss Abou Elkayr della sezione di Conegliano è alla terza stagione in D (34 partite per lui), ma anch’egli non ha mai incrociato la formazione rossoblu. Con Cordella è uscito in due gare – una di campionato ed una di Coppa, quest’ultima recentissima: Castiglione – MapelloBonate di domenica scorsa – dove ha svolto sempre il ruolo di primo assistente.
Anche Luciano Cordella di Treviso è un terzo anno con 35 partite all’attivo e, come gli altri, non ha mai sbandierato gare della Civitanovese.

 

CIVITANOVESE: Agresta, Ficola, Mioni, Bensaja, Biagini, Cibocchi, Della Penna, Ferrini (28’ st Ruzzier), Amodeo (23’ st Mengali), Degano, Storani (17’ st Forgione). A disposizione: Macellari, Margarita, Vignieri, Cossu, Massaccesi, Santagata. All. Mecomonaco.

JESINA: Tavoni, Calcina, Marini, Strappini, Tafani, Tombari, Ledesma (30’ st Sassaroli), Cardinali Nicola, Tittarelli (20’ st Cardinali Mattia), Francia (39’ st Frulla), Trudo. A disposizione: Cornacchia, Ambrosi, Carnevali, Bastianelli, Remedi, Lippo. All. Bacci.

civitanovese-jesina-0-1-1568ARBITRO: Raffaele Agrò di Terni (Primieri Granieri di Perugia, Gentileschi di Terni).

RETE: 29’ pt Trudo.

NOTE: spettatori 416. Ammoniti: Ledesma, Calcina, Francia, Cibocchi. Corner 4-5; recupero 1+4.

CIVITANOVA MARCHE – La Jesina capitalizza al massimo la rete messa a segno alla mezz’ora da Trudo a coronamento di un pregevole primo tempo. Tarda ad arrivare, invece, la reazione della Civitanovese, che si concretizza soltanto nella seconda parte della ripresa quando, grazie anche agli innesti dalla panchina, i rossoblù impegnano ripetutamente Tavoni. Alla luce di quanto visto in campo, il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio. Ad esultare è però la Jesina. Al team di mister Mecomonaco non resta ora che preparare al meglio il debutto in campionato contro il Matelica degli ex Mandorino, Pazzi e Gadda.

«Non siamo partiti bene – esordisce il tecnico Antonio Mecomonaco – soprattutto nei primi dieci minuti. Poi nel nostro momento migliore, quando avevamo preso campo e creato alcune situazioni importanti abbiamo preso un gol che ci ha tagliato le gambe e messo un po’ in difficoltà. Per il resto, non è che la Jesina ci ha poi creato così tanti problemi, abbiamo loro concesso anzi molto poco. Sapevo che potevamo trovare queste difficoltà, perché era la prima volta che giocavamo in questa maniera, avevamo lavorato pochissimo con questo modulo. Dobbiamo ancora “pedalare” tanto, anche se nel secondo tempo la squadra con alcuni cambi non mi è dispiaciuta affatto, siamo stati più brillanti, più frizzanti, attaccavamo di più la profondità».

«Il loro portiere – continua il trainer rossoblù – nel secondo tempo è stato il migliore in campo, facendo diversi interventi importanti, mentre il nostro, tranne il gol, colpa di un nostro errore difensivo, ha fatto una sola parata decisiva su palla inattiva. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, se non forse l’approccio alla gara. Inoltre, dobbiamo essere più precisi e meno leziosi sotto porta, non si può creare tante occasioni e non fare almeno una rete».

«Sono soddisfatto soprattutto della reazione della squadra, però dobbiamo crescere in fretta, l’inizio di campionato che ci aspetta è troppo importante. Sotto l’aspetto tattico non riusciamo ancora a tenere bene le distanze, cosa che è normale in un centrocampo completamente rinnovato, visti anche gli “innesti” di questa settimana. Tutto sommato, però, non penso che questa partita la dovevamo perdere. Meritavamo sicuramente qualcosa di più, però accetto sempre il risultato del campo. Onore a chi ha vinto: dei gol annullati non parlo per niente, le scuse non servono. Sicuramente noi dobbiamo fare meglio, ed in fretta. Alla prima ci aspetta una squadra molto importante, il Matelica: sono però fiducioso poiché ho visto in alcuni giocatori una grande voglia di combattere ed ottenere il risultato. Da quella possiamo e dobbiamo ripartire».

Cronaca

Solito 4-2-3-1 per la Civitanovese con Biagini e Cibocchi a comporre la cerniera centrale davanti ad Agresta, mentre sulle fasce spazio a Ficola e Mioni. A fungere da schermo al reparto arretrato Mecomonaco schiera il neoacquisto Della Penna a far coppia con Bensaja mentre, dietro alla punta Amodeo, a mezzo servizio poiché debilitato dai postumi del virus intestinale che l’ha colpito in settimana, spazio per Storani, Degano e l’ultimo arrivato Ferrini.

Il tecnico leoncello Bacci opta per il 4-3-3 con, da destra a sinistra, Calcina, Tafani, Tombari e Marini a formare la linea dei palafrenieri davanti a Tavoni. Capitan Strappini funge da vertice basso della zona nevralgica supportato da Nicola Cardinali e Francia, mentre davanti Tittarelli giostra da punta centrale con Ledesma e Trudo larghi sulle fasce.

7’ pt: Ledesma conclude alto da buona posizione.

20’ pt: su un calcio d’angolo timide proteste locali per una trattenuta di Calcina su Biagini.

22’ pt: Degano spara su Tavoni la cui ribattuta giunge sui piedi dell’accorrente Ferrini il quale conclude fuori dalla distanza.

29’ pt: sgroppata sulla destra di Trudo che converge al centro e carica il diagonale. Agresta intercetta, ma il cuoio termina la sua corsa in rete.

32’ pt: ancora Trudo vicino al gol che non approfitta di un’incomprensione difensiva rossoblù.

36’ pt: punizione di Strappini, fuori.

10’ st: calcio piazzato di Nicola Cardinali che Agresta salva in angolo. Sugli sviluppi del corner incorna Tittarelli da distanza ravvicinata, ma il numero 9 leoncello ottiene soltanto un altro calcio d’angolo, stavolta dalla parte opposta.

12’ st: Tavoni fa buona guardia su una punizione di Bensaja.

25’ st: Degano spreca dopo un bel contropiede manovrato in velocità. Solo corner per la Civitanovese.

28’ st: Della Penna prova dalla distanza, Tavoni salva in angolo dove Degano pesca il neoentrato Ruzzier che gira in rete. Agrò annulla per presunto offside tra il disappunto rossoblu.

33’ st: Della Penna trova la base del palo a dirgli di no su una conclusione a girare rasoterra dal limite.

35’ st: tentativo di Della Penna, ma il suo diagonale termina fuori.

CIVITANOVA MARCHE – «Rispetto per tutti, paura di nessuno»: questa la sintesi più strMECOMONACP-SAB-23-8-2014-0350-LGetta del pensiero di mister Mecomonaco (nella foto Millepaesi), che nella prima conferenza stampa della stagione, tenutasi oggi sabato 23 agosto 2014 poco dopo mezzogiorno, al termine dell’allenamento di rifinitura, presso la sede sociale di via Garibaldi, ha voluto presentarsi ai giornalisti ed esporre i propri pensieri sul prossimo inizio ufficiale in maniera franca e diretta, così come è nel suo carattere.

«Parlare – esordisce il tecnico rossoblu – mi piace poco, preferisco fare, e fare bene: è questo il mio primo obiettivo. Ormai comunque ci siamo: l’impegno di Coppa Italia di domani merita la massima importanza, così come ritengo che tutte le gare meritino la dovuta attenzione. Personalmente, perdere non mi piace nemmeno in amichevole: il Castelfidardo, poi, come tutte le squadre neo-promosse, può godere di quel supporto ulteriore dato dall’entusiasmo di affrontare una nuova categoria, e questo non è un fattore da sottovalutare. La buona ossatura dell’anno precedente, con la guida di un tecnico motivato e capace, ne fanno un avversario molto ostico e degno della massima considerazione».

L’analisi si è spostata quindi verso l’interno, verso quel gruppo ancora in via di sistemazione definitiva, che già da domani è chiamato a dar prova del proprio valore: «Siamo consapevoli da tempo che la rosa non è totalmente completa: la Società, nelle competentissime persone del Direttore Generale Bresciani e del Direttore Sportivo Muscariello (presente alla conferenza stampa, ndr) sanno benissimo ciò che manca e si stanno muovendo a tale proposito nel migliore dei modi» – queste le sue dichiarazioni – «Mi riferisco al portiere, certo, ma anche ai tanti fuoriquota visionati in ritiro, sui quali non voglio e non posso dare un giudizio affrettato, e soprattutto all’acquisto del centrocampista Ferrini, schierato giovedì in amichevole, che potrebbe essere una pedina importante del nostro scacchiere e per il quale stiamo attendendo positivi sviluppi».

«Dal mio punto di vista, comunque, ritengo ognuno dei componenti di questa rosa importante, ed ognuno dovrà impegnarsi al massimo per conquistarsi una maglia da titolare: ovviamente ai più “esperti” (Amodeo, Cossu, Degano, etc) sarà affidato il compito di “tirare la carretta” e guidare al meglio i più giovani, ma questo è fisiologico, soprattutto contando sul fatto che anche dal punto di vista caratteriale il gruppo che è stato costruito è compatto ed altamente motivato» – conclude mister Mecomonaco – «E’ chiaro a tutti che per i ben noti motivi siamo partiti con un pizzico di ritardo rispetto alle altre contendenti, tra le quali, come ho già detto, vedo Samebendettese, Campobasso, Chieti e Matelica leggermente in vantaggio: proprio per colmare questo piccolo gap stiamo lavorando al massimo, pensando a creare e non a distruggere, cercando il prima possibile di tornare ad allenarci al nostro stadio per far sì che anche i tifosi possano iniziare ad a seguirci ed affezionarsi a noi, come nella migliore tradizione di Civitanova Marche».

Il tecnico rossoblu, in conclusione, ha annunciato che nelle prime occasioni la fascia da capitano sarà affidata a bomber Giovanni Amodeo, mentre il probabile modulo per domani sarà il prediletto 4-2-3-1.

Di seguito i convocati per la gara di domani: Agresta, Amodeo, Bensaja, Biagini, Cibocchi, Cossu, Degano, Ficola, Forgione, Giovino, Margarita, Mioni, Ruzzier, Sako, Santagata, Vignieri, Macellari, Passalacqua, Garbuglia, Caldaroni.

CIVITANOVA MARCHE – Dopo un ritiro pre-campionato lungo ed intenso, durato 18 giorni, è tempo (ieri ed oggi) di riposo per la Civitanovese. Il lavoro riprenderà domani lunedì 18, quando i ragazzi per la prima volta si alleneranno a Civitanova. Non sarà l’erba del “Polisportivo Comunale” ad ospitare le prime sedute, bensì quella del “Comunale Mornano” di Civitanova Alta.

MORRESI

MORRESI

«Il bilancio della preparazione in altura – ha dichiarato il Direttore Sportivo rossoblù Daniele Muscariello – è senza dubbio positivo: si è cercato di costruire un gruppo esemplare ed anche se la “rosa” è alla data odierna ancora da completare in alcuni ruoli chiave, il periodo trascorso insieme è assolutamente servito per conoscerci meglio, per permettere ai valori umani di emergere. Prima che ringraziare tutti i ragazzi, vorrei spendere due parole di encomio per lo staff tecnico: la professionalità, lo studio scientifico, la cura di ogni particolare e l’organizzazione globale hanno fatto di ogni allenamento una lezione da cui imparare. Solo quando si lotta tutti insieme per lo stesso obiettivo, uniti, si può vincere: il nostro obiettivo è quello di dare il massimo sempre, in ogni occasione».

«Sono veramente soddisfatto di come mister Mecomonaco ed i suoi collaboratori hanno condotto questa fase: dalla pre-preparazione, volta soprattutto al rafforzamento per scongiurare gli eventuali infortuni, alle prime uscite amichevoli, ho avuto l’impressione di una squadra concentrata e serena: certo l’intensità e le motivazioni sono quelle del calcio d’agosto e la condizione è ancora in fase di rodaggio».

«Nella settimana entrante – conclude il Ds Muscariello – si comincerà a fare sul serio. Prima, giovedì 21 agosto, ci attenderà al “La Croce” di Montegranaro l’ambiziosa Folgore Falerone Montegranaro dei tanti ex, per la prima apparizione nel nostro territorio, poi, domenica 24, sarà calcio vero con il primo impegno ufficiale di Coppa quando affronteremo il Castelfidardo».

* * *

Nei giorni scorsi il Dipartimento Interregionale ha emanato i gironi della Juniores Nazionale. La FC Civitanovese 1919 è stata inclusa nel raggruppamento “G”, che si snoda lungo l’Adriatico assieme alle marchigiane Castelfidardo, Fano, Jesina, Recanatese e Vis Pesaro, alle venete Abano, Atletico San Paolo Padova, Clodiense, Delta Porto Tolle e Thermal Abano Teolo, alle romagnole Bellaria, Ribelle, Rimini e Romagna Centro.

Doveroso quindi il punto della situazione con Paolo Morresi (nella foto) campione provinciale lo scorso anno con i Giovanissimi dei record rossoblu, da quest’anno “promosso” alla guida della Juniores Nazionale del sodalizio di Corso Garibaldi, in virtù della nomina del valente Paolo Squadroni a Responsabile dell’intero Settore Giovanile.

«La composizione del girone mi ha un po’ sorpreso, rispetto alle stagioni precedenti: onestamente pensavo che la Civitanovese venisse inserita nel raggruppamento con umbre e toscane, ma ciò non cambia nulla, anzi. Nonostante siano più di vent’anni che alleno, per me si tratta totalmente di un’esperienza nuova con questa categoria, che non ho mai affrontato in precedenza: ciò mi riempie di orgoglio e sono sicuro che per me ed i ragazzi sarà un’avventura non solo importante, ma anche massimamente gratificante, in quanto verremo a contatto con squadre, ambienti e realtà inedite ed in certi casi lontane da noi, ma proprio per questo ancora più stimolanti. Ho raccolto questa sfida con estremo piacere – conclude il tecnico, classe ’59 – Mi sono già incontrato con i miei giocatori, le date per lo start ufficiale sono già state stabilite. Questa mattina sarà tempo di test, da lunedì in poi prenderà il via il lavoro vero e proprio».

Nel contempo, la Fc Civitanovese 1919 ha diramato l’organigramma del proprio Settore Giovanile, che nell’importantissima stagione di rinnovamento 2014/2015 risulterà così composto:

ORGANIGRAMMA SOCIETARIO SETTORE GIOVANILE CIVITANOVESE 1919

Responsabile Settore Giovanile: Paolo Squadroni

Responsabile Area Tecnica: Leandro Vessella

Segretario Settore Giovanile: Francesco Morgese

Supervisore Segreteria Settore Giovanile: Giuseppe Cerolini

Psicologa: Eva Del Monte

Preparatore Atletico: Marco Carrer

Preparatore Portieri: Alfredo Latini

Allenatore Juniores Nazionale: Paolo Morresi

Allenatore Allievi: Adolfo Cicchella

Allenatore Giovanissimi “A”: Marco Moretti

Allenatore Giovanissimi “B”: Mauro Cellini

Allenatore Esordienti: Marco Miluzio

Allenatore Pulcini 2004: Francesco Mancini

Allenatore Pulcini 2005: Angelo Gasparroni

Allenatore Pulcini 2006: Flavio Torresi

Allenatore Pulcini Misti: Alessio Milenati

Allenatore Piccoli Amici 2007: Valentino Quinti

Allenatore Piccoli Amici 2008: Roberto Mercuri

A tale proposito, è intervenuto il Responsabile dell’Area Tecnica Leandro Vessella: «E’ con grande soddisfazione che siamo arrivati ad ultimare un organigramma di prim’ordine, composto dal giusto mix di giovani pieni di talento ed esperti ex-professionisti».

«Il nostro – continua Vessella – è un “progetto pluriennale”, strutturato per durare e migliorarsi nel tempo: obiettivo dichiarato è far sì che nel giro di pochi anni vengano aggregati in prima squadra almeno 8/10 elementi a stagione provenienti dal nostro settore giovanile, con la massima attenzione ai ragazzi di Civitanova e delle realtà limitrofe. In quest’ottica vanno visti gli accordi che stiamo stringendo con alcune importanti realtà del territorio, quali i Settori Giovanili delle Società Santa Maria Apparente e Vis Civitanova. Con umiltà, ci siamo seriamente riproposti di riconquistare la fiducia di genitori e cittadini tutti, colmando il gap di credibilità che alcune vicissitudini avevano contribuito a creare in tempi recenti: siamo sicuri della serietà e della bontà del nostro attuale progetto, che ci ricondurrà presto a recitare il ruolo di leader che meritiamo nell’ambito della città. Per quanto riguarda le date ufficiali, lunedì 18 Agosto inizierà l’attività agonistica, mentre lunedì 25 prenderanno l’avvio a cascata tutte le altre categorie: non vediamo l’ora di dimostrare sul campo le nostre parole».

 

CIVITANOVA MARCHE – Oggi ultimo sabato di lavoro al “Comunale” di Campo di Giove, che si è chiuso con una sgambatura a ranghi contrapposti, sotto i sempre vigili occhi di mister Mecomonaco e del proprio staff tecnico.Riccardo Cossu

Domani i rossoblu si trasferiranno a Popoli, dove alle ore 17:00 presso il “Comunale” situto in Via dello Sport, la Civitanovese affronterà il Paterno, compagine militante nell’Eccellenza abruzzese, per la terza gara amichevole.

Nella cittadina della provincia di Pescara, situata a 254 metri sul livello del mare, la Civitanovese si tratterrà poi da martedì 12 fino a giovedì 14 agosto, per completare l’ultima parte del “ritiro pre-campionato”.

La sfida contro il team aquilano sarà la giusta occasione per saggiare la condizione fisica e gli automatismi di una squadra completamente rinnovata, dopo due settimane di intenso allenamento.

Tra i volti nuovi, spicca quello di Riccardo Cossu (nella foto), roccioso difensore (186 cm di alteza per 82 Kg di peso) giunto in riva all’Adriatico, dove si stabilirà con tutta la famiglia, dal Bastia Umbra dove lo scorso anno ha totalizzato 28 presenze, corredate da un gol.

Classe 1982, Cossu vanta un eccellente curriculum. Il centrale di sinistra ha infatti vestito, tra le altre, le casacche di Arrone, Casoli, Renato Curi Angolana, Pisa e, soprattutto, Fano dove ha trascorso ben 3 stagioni. L’obiettivo dichiarato è quello di vivere un bel campionato, dopo la salvezza alla penultima giornata dello scorso anno.

«Alla Civitanovese – dichiara il difensore nato in Nigeria – ho trovato un bellissimo ambiente. Idea e progetto mi hanno convinto dal primo momento, il gruppo è solido e compatto: si sta creando un’ottima alchimia con i più giovani, che sarà molto utile a loro per crescere e maturare, così come a noi più esperti per rafforzare motivazioni e senso di responsabilità.

Da parte mia, posso senz’altro dichiarare che gli stimoli non mi mancano: ogni domenica darò il massimo per onorare la maglia e per ottenere i risultati che meritiamo».

CIVITANOVA MARCHE – Luci ed ombre in questo venerdì 8 Agosto 2014 per l’ambiziosa Civitanovese che sta ultimando il ritiro aquilano ai ritmi serrati di mister Mecomonaco e del suo competentissimo staff.

DANIELE MUSCARIELLO DS DELLA CIVITANOVESE

DANIELE MUSCARIELLO DS DELLA CIVITANOVESE

Fanno piacere le dichiarazioni del bomber ex Piacenza, Amodeo, che suonano come musica in un momento così delicato: «Personalmente ritengo gli stimoli la condizione più importante per scegliere la casacca da indossare. Civitanova è una piazza importante, la tifoseria è calda, il progetto ambizioso, gli obiettivi notevoli, il Direttore competente. Sono sicuro di aver fatto la scelta giusta», queste le sue dichiarazioni sincere.

Ed è positiva anche un’altra notizia, sempre alla voce “mercato”: arriva l’ufficializzazione gradita di Emiliano Forgione, che, dopo aver vestito l’anno scorso la gloriosa casacca rossoblu, anche quest’anno legherà le sue prestazioni ai colori del sodalizio di Corso Garibaldi.

Il Direttore Sportivo Daniele Muscariello prende invece la parola a cuore aperto per difendere un progetto in cui crede e ha creduto dal primo momento: «In queste ore sto leggendo da fuori Regione delle  critiche ingiuste nei confronti di una persona che in realtà meriterebbe un atteggiamento opposto. Mi riferisco al Direttore Generale Giorgio Bresciani, che andrebbe solo ringraziato per il lavoro che ha fatto nel recente passato in altre piazze e che sta facendo adesso per onorare una città importante e ambiziosa come quella di Civitanova Marche, in cui sono sicuro di trovare professionisti in grado di dare al nostro operato un giudizio più competente ed obiettivo.  Prima di parlare  bisognerebbe rendersi conto che determinati insuccessi, dovuti ad altri, di certo non possono essere singolarmente dipesi dalla sola responsabilità di un Direttore, che al contrario ha sempre fatto del suo meglio. Personalmente, sono onorato ed orgoglioso di essergli vicino e lo ringrazio per quello che ogni giorno professionalmente mi dà», conclude Muscariello. Sarà il campo, come sempre, a sancire i propri verdetti. Infine la Civitanovese fa sapere che non è stata confermata la presenza prevista per il triangolare valevole per il “Trofeo Giorgio Rivosecchi” allo stadio Pirani di Grottammare, mentre incrocerà i tacchetti il giorno 21, presso l’impianto sportivo “La Croce” di Montegranaro, alle ore 16:30, per un’interessante amichevole con la Folgore Falerone Montegranaro, squadra militante nell’Eccellenza locale ed approdo quest’anno di diversi volti noti, quali mister Dario Bolzan, Chiodini, Trillini e Boateng.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Annunci