You are currently browsing the tag archive for the ‘civitanova marche’ tag.

Grido di allarme del Presidente della Croce Verde, la maggiore Associazione civitanoveseBartolucci: “La Bcc di Civitanova è da sempre vicina alla nostra città. Assurdo che la “governance” si sposti altrove, come ipotizzato dalla riforma”. • L’appello a tutte le realtà territoriali ed alle Istituzioni: Facciamoci sentire, in difesa della nostra Banca!”

CIVITANOVA–“Come Socio della Banca e come Presidente della Croce Verde di Civitanova sono davvero arrabbiato per quanto disposto dal decreto legge approvato ieri. Non è possibile una riforma del genere che depaupera il nostro territorio dell’unica Banca realmente nostra, locale e che da sempre è vicina alla nostra gente”. Lo ha affermato il Presidente della Croce Verde di Civitanova Dr. Cesare Bartolucci.

E’ assurdo pensare che, in un periodo di grandi difficoltà economiche come quello che noi tutti stiamo attraversando – ha proseguito Bartolucci – il territorio possa perdere un punto di riferimento come la Banca della nostra città. La Bcc di Civitanova è da sempre vicina alla nostra città. Assurdo che la “governance” si sposti altrove, come ipotizzato dalla riforma. Sarebbe un colpo duro, durissimo che verrebbe inferto ad un territorio già estremamente colpito non solo dalla crisi globale ma da quanto accaduto all’altro Istituto di credito del territorio ed alle ripercussioni che ha avuto sui risparmiatori”.

Ancora una volta, scelte miopi, dettate da esigenze che vanno ben oltre la salvaguardia degli interessi dei valori del territorio – sostiene il Dr. Bartolucci – rischiano di doversi appiattire ai voleri del re. Ancora una volta una realtà virtuosa, che ha sempre operato correttamente e che ha sempre sostenuto lo sviluppo delle nostre realtà economiche rischia di scomparire in un anonimo calderone ben lontano dalle esigenze del territorio”.

Nella attuale contingenza è quanto mai fondamentale sapere che i nostri risparmi vengano gestiti in modo oculato e che vengano rimessi in circolo per il sostegno del nostro territorio, delle nostre famiglie, dei nostri giovani, delle nostre imprese e delle nostre Associazioni”.

Quello tra Croce Verde e Bcc cittadina è un connubio storico. “Da sempre la Banca ci è stata vicino e ci ha sostenuto – continua Bartolucci, tra l’altro uno dei primissimi Soci della Banca – dai tempi in cui mio padre era presidente della Croce verde ed avevamo le sedi una di fronte all’altra. Tanti ricordi, fatti di collaborazione, profonda stima reciproca con i vari uomini che hanno guidato la Banca in passato ed oggi”.

Proprio recentemente la Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro ha donato 15 mila euro alla Croce verde civitanovese. “Una somma di denaro – ricorda Bartolucci – con la quale la Banca ci ha consentito di ottemperare a scadenze improrogabili relative al pagamento di discrete somme contributive. Quella somma è stata la più recente di una lunghissima sequenza di interventi che la Banca ha fatto a sostegno di un’associazione come la nostra che è preziosa e di fondamentale importanza non solo per Civitanova, ma per l’intero territorio limitrofo, a cui la popolazione è profondamente legata da un rapporto di grande affetto”.

Con la più recente donazione – aggiunge Bartolucci – abbiamo avuto l’ennesima conferma che per la Bcc di Civitanova l’utile non è solo economico e che solidarietà e sociale sono parole sempre presenti nel vocabolario di questa Banca”.

Non vorrei che questo mio appello finisca qui. Sarebbe fondamentale – ha concluso il Dr. Cesare Bartolucci – che tutte le realtà territoriali, associazioni e Istituzioni, si facciano sentire, in difesa della nostra Banca!”.

 

CIVITANOVA (13/02/2016) – Civitanova  protagonista del giorno alla Bit, ovvero alla Borsa Internazionale del Turismo che si sta svolgendo a Milano. A partire dall’esibizione degli Oregon Tape Crew che creano un grande movimento prima della conferenza, incuriosendo numerose persone. “Civitanova si presenta alla Bit con la sua caratteristica di città dei festival – ha affermato l’assessore al Turismo e alla Cultura Giulio Silenzi – . Dal mese di giugno, abbiamo un programma denso con la danza, Futura, Rive, il Festival del cinema e Vita Vita. Ogni sera, come è stato per l’estate 2015, c’è sempre qualche iniziativa da seguire. Chi viene a Civitanova deve provare una forte emozione, positiva. Investiamo sui talenti, sui giovani e sulla cultura”.

Insieme a Silenzi, il direttore TDiC Alfredo Di Lupidio che ha sottolineato l’importanza dell’Azienda dei Teatri nell’organizzazione di eventi complessi come i Festival – “un braccio operativo che, con cura, si impegna al massimo per la logistica e la realizzazione di queste manifestazioni” -, e Gilberto Santini, direttore artistico di Civitanova Danza che ha annunciato la grande sorpresa. “In questa nuova edizione accadrà di tutto: avremo le grandi stelle, con la musa italiana della danza internazionale Eleonora Abbagnato che inaugurerà un nuovo palcoscenico, al Palasport, con la Carmen del regista Amedeo Amodio. Inoltre, apriremo uno spazio per le famiglie, per danzare con i figli. La danza è una chiave d’ingresso importante per questo territorio. È un faro, in ognuna delle sue forme”.

Riflettori anche su Futura, il Festival che si svolge nella Città Alta (meraviglioso centro storico medievale), dal 22 al 31 luglio 2016, con la direzione artistica di Gino Troli. “Questa quarta edizione – ha aggiunto Silenzi – dal titolo Vita Nova porterà grandi nomi di rilievo internazionale della letteratura e del cinema a dibattere sui temi del futuro e una sezione sarà dedicata al 450esimo anniversario della morte di Annibal Caro, poeta e traduttore dell’Eneide, nostro illustre concittadino. Come gli anni passati, ci sarà la presenza di collaboratori di fama nazionale come Massimo Arcangeli, Edoardo Boncinelli, Diego Fusaro, Filippo La Porta, Italo Moscati e Paolo Di Paolo. Possiamo già anticipare un grande evento che riguarda la recente scoperta sulle onde gravitazionali, con i più grandi protagonisti del progetto Virgo”.

Durante la presentazione c’è stata l’incursione di Patrizio Roversi, conduttore della trasmissione Turisti per caso, che ha detto “Sono stato di passaggio a Civitanova. Posso dire che le Marche sono davvero una regione che rappresentano una grande pluralità”. E da qui un simpatico dibattito con Silenzi sull’unica regione, la nostra, al plurale e sull’unicità della conformazione territoriale, fortemente caratterizzata da valli, a volte non comunicanti.

In chiusura, spazio per un’altra bella novità: nella prossima stagione, il territorio correrà veloce anche sui pedali. Questo grazie alla Bike Long Marche, progetto promosso da Marche Bike Life, azienda specializzata in cicloturismo internazionale. Si tratterà di un itinerario in bicicletta dalle Marche fino a Londra: 2100 chilometri attraversando l’Europa promuovendo le Marche. “Un evento che vuole far conoscere il territorio – ha spiegato Mauro Fumagalli, ad di Marche Bike Life – attraverso il cicloturismo e le aziende ed eccellenze del territorio”.

 

CRISTIANA MAZZAFERRO-29-8-2015-4199

MUMMY-4235

BEWILL-4260

CLUB VELA-CAMP-2015-TROFEI-4175

CLUB VELA-VILLAGGIO--4164

VELA-ARANCIONI-4223

VELA-SANDRO-4256

Delta Motors Cup

46 le barche partecipanti

Organizzazione apprezzata da tutti

Accoglienza impeccabile

Barche in lizza suddivise in due gruppi A e B.

Nel primo è prevalsa Duvetica di Sergio Querino, nel secondo Mummy One di Alessio Querin (C.V. Hannibal).

Gli altri titoli vinti da Hurakan del civitanovese Marco Serafini (classe A regata), Morgan di Nicola De Gemmis (classe crociera) ed Extrema di Fabio Emiliani (classe 3), del Circolo Velico Ravennate.

A Blue Sky di Claudio Terrieri e a Vismara 34 di Luca Baldino (C. N. Caposele) è stato consegnato il Trofeo dei Tre Mari.

Hurakan e Scugnizza (di Enzo De Blasio di Napoli) si sono aggiudicati il Trofeo per i migliori armatori-timonieri.

Fabrizio Gagliardi della Federazione Italiana Vela ha espresso la propria soddisfazione per lo svolgimento perfetto del campionato, ha ringraziato la Presidente del Club Cristiana Mazzaferro per il lavoro svolto, si è detto entusiasta del luogo, per cui si potrebbero organizzare anche eventi superiori di carattere europeo o mondiale.

Ringraziamenti ed apprezzamenti sono andati anche anche al Comitato di gara e allo staff tecnico.

Elogi per la manifestazione di Civitanova espresse anche da Fabio Sturani, dirigente nazionale del Coni, nonché segretario da pochi mesi del Governatore della Regione Marche Ceriscioli.

In chiusura la formidabile Cristiana Mazzaferro (nella foto Millepaesi in alto), che ha dato uno slancio incredibile al Club Vela Portocivitanova da quando ne è al timone, ha voluto ringraziare tutti i partecipanti, le autorità, il Comune, la Regione, l’Ufficio Marittimo, gli armatori, gli equipaggi, i giudici di gara, lo staff tecnico e tutti i soci del Club (oltre 300), perché hanno creduto e voluto questa manifestazione di livello, che ha richiesto una preparazione certosina.

Per il Comune ha espresso il vivo apprezzamento per la riuscita del campionato il vice-sindaco Giulio Silenzi, che ha anche effettuato alcune premiazioni, unitamente all’assessore allo sport Piergiorgio Balboni.

DUVETICA-OK-4295CLUB VELA-29-8-2015-4167

FEBA-OREGON-3937

CIVITANOVA MARCHE (ITALY)-MENTRE SCRIVIAMO (ORE 20,51 DI VENERDI’ 28 AGOSTO 2015) SI STA DISPUTANDO A CIVITANOVA ALTA UN’AMICHEVOLE DI LUSSO TRA LA FEBA BASKET DI CIVITANOVA, SOCIETA’ FONDATA NEL 1986, MILITANTE NEL CAMPIONATO NAZIONALE DI A/2, E LA SQUADRA DELL’OREGON, TRA LE 6 PIU’ FORTI NEGLI “STATES”, NEL CAMPIONATO  NCAA DIVISION ONE. LE SVETTANTI ATLETE AMERICANE GIUNTE DA ROMA, DOPO ESSERE STATE IN SPIEGGIA, SONO STATE RICEVUTE E SALUTATE DALLE AUTORITA’ COMUNALI DI CIVITANOVA (VICE-SINDACO GIULIO SILENZI, PIERGIOGIO BALBONI ASSESSORE  ALLO SPORT) PRESSO IL TEATRO STORICO ANNIBAL CARO (INAUGURATO NEL 1872 CON “LO SPIRITO FOLLETTO”, UNO SPETTACOLO DEL PAPA’ DEL COREGOGRAFO ENRICO CECCHETTI).

NELLA FOTO MILLEPAESI LE ATLETE DELL’OREGON SUL PALCOSCENICO, APPLAUDITE DALLE RAGAZZE DELLA FEBA IN PLATEA. ABBIAMO ASSISTITO AD UN POMERIGGIO SPORTIVO ALL’INSEGNA DELL’AMICIZIA, NELLO SPIRITO DI CONOSCENZA. UN SICURO ARRICCHIMENTO PER TUTTI I PRESENTI, UN’OCCASIONE DI CRESCITA PER CIVITANOVA, NEL CONFRONTO CON UNA SQUADRA DI LIVELLO, IN UNO SPORT CHE IN AMERICA E’ SEGUITISSIMO, ANCHE AL FEMMINILE. ADESSO LA PAROLA AL CAMPO. LE AMERICANE SARANNO SICURAMENTE TRAVOLGENTI, MA LE BIANCOCELESTI DELLA FEBA NON SARANNO RINUNCIATARIE.

  1. CIVITANOVA–Festa di Capodanno in Piazza XX Settembre, si conclude così a Civitanova Marche il 2014. L’Amministrazione comunale, in collaborazione con alcuni sponsor (CCAPODANNO 2015-9084uore Adriatico, Donoma, Gironacci), organizza una grande serata nell’attesa del nuovo anno proponendo musica, intrattenimento e spettacolo con i presentatori Marco Moscatelli e Daniela Gurini. Si inizia alle 22,30 con le performance del Mago Cristian, che ammalierà grandi e piccini, e a seguire Pier Massimo Macchini con il suo cabaret Show, la musica del gruppo “Family Affair” e le loro ballerine.
  2. A mezzanotte, dal palco sarà effettuato il collegamento in diretta con la trasmissione di Rai Uno per dare il via al countdown e brindare tutti insieme al nuovo anno. Poi la festa riprende con musica e balli con Dj set e la performance di “Anna K” da Italia’s Got Talent, che chiuderà la serata con una fantastica pole dance.
  3. Per l’occasione scatterà il divieto di sosta e di transito in Piazza XX Settembre dalle ore 18,00 di mercoledi 31 fino a fine manifestazione.

CIVITANOVA–Il movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione (CL) compie 60 anni. Era infatti l’ottobre del 1954 quando il fondatore di CL, don Luigi Giussani, scomparso dieci anni fa, entrava nel famoso Liceo Berchet di Milano, dando inizio ad un’esperienza che ha affascinato i giovani e che si è diffusa dapprima in Italia e poi in tutti i continenti.

Da oltre 40 anni, CL è presente anche Civitanova (comeDON GIUSSANI-CL-Invito proiezione video di CL a Macerata, Fermo, Ancona, Camerino, Pesaro, Urbino ed in tante altre città e paesi marchigiani) dove Don Giussani – lo ricordiamo come cronisti per la “memoria storica” – ebbe una volta a tenere un incontro negli anni novanta presso l’Istituto Stella Maris. Al termine Giussani uscì dal cortile in Corso Garibaldi, con quella semplicità di sacerdote cordiale, sempre pronto a dialogare con chiunque, sapendo leggere negli occhi delle persone le dinamiche più profonde dell’animo umano.

Ebbene, Mercoledì prossimo, 5 novembre 2014, alle ore 21.15, presso il Teatro Cecchetti (Viale Vittorio Veneto), verrà proiettata “La strada bella”, un film che racconta che cosa è oggi Comunione e Liberazione nel mondo, grazie a don Giussani ed a quanti vivono la sua esperienza. L’ingresso è gratuito. La rivista mensile che permette di conoscere nei dettagli l’esperienza di questo movimento ecclesiale si chiama “Tracce”, in origine “Litterae communionis”

CIVITANOVA MARCHE–La preannunciata telefonata di Silvio Berlusconi al l’Hotel Cosmopolitan di Civitanova per la conclusione deglFI-DONNA-20141018_202857i Incontri di formazione politica degli azzurri,  con l’obiettivo di prepararsi per le prossime regionali della primavera 2015 e studiare come tornare al governo nazionale, ha catalizzato ieri domenica 19 ottobre 2014 ed oggi la stampa nazionale, sia stampata che video-radiofonica. Berlusconi infatti ha invitato i suoi a resistere come ha fatto lui pr riprendere un cammino del partito nella GELMINI-PAOLETTI-20141018_224159società anche alla luce di una ripartenza dalla base di ogni centro. Per gli Incontri, preparati dal coordinatore regionale di Forza Italia Remigio Ceroni, sono convenuti a Civitanova i big del partito dall’on. Tajani vice-presidente del Parlamento europeo, al coordinatore Toti, all’ex ministro all’istruzione Gelmini, a Gasparri, Alessandra Mussolini e molti altri. Per gli azzurri nazionali e marchigiani si tratta di riprendere un contatto vivo e vitale con il proprio elettorato, che ha attraversatoTOTI-FERNANDA-RECCHI-20141018_224947 anche dei momenti di sconforto e di smarrimento in certi frangenti. Particolare attenzione è stata posta ai giovani ed al colloquio con le energie nuove che si muovono nella società italiana. Per quanto concerne le Marche è stata ribadita la necessità di essere uniti per vincere, nella prossima tornata elettorale, in tal senso hanno parlato i vari sindaci dei maggiori centri della nostra regione, a cominciare da Castelli di Ascoli. Tajani, Toti, Mussolini e Ronzulli hanno quindi “focalizzato” le posizioni di Forza Ialia in Europa. Un incontro, quello di Civitanova, che ha ridato slancio ed entusiasmo alla base ed ai quadri marchigiani, con una innescata riflessione anche in sede nazionale.

CIVITANOVA–Dalle Marche alla Polinesia! Skipper partito felicemente per il giro del mondo in barca a vela: 5 anni in mare. Si tratta del sanseverinate Gianluca Pistoni, che ha sempre tenuto la sua barca al Club Vela di Civitanova. «E’ il mio sogno. Spaventato? No, emozionato, mi spaventa di più passare la vita in un ufficio». 
Per me questo è un sogno che si avvera: la mia famiglia quasi non voleva credere che io partissi veramente, ma invece sabato mattina sono salpato irrevocabilmente. Adesso eccomi in mare». Gianluca Pistoni ha avuto dunque il corPISTONI-GIAN LUCA-aggio di credere nel suo sogno, ci ha lavorato per otto anni e con la sua imbarcazione, “Zahir”, finalmente c’è riuscito: partire per il giro intorno al globo. Alcuni decenni fa era partito per un giro a vela sul pianeta la famigia Caglini di Fabriano. Dopo aver sentito e letto le avventure di altri che prima di lui hanno tentato l’impresa si è innamorato dell’idea e ha deciso di provarci: il suo è un viaggio che lo porterà lontano e che sulla carta durerà all’incirca cinque anni! Pistoni, quarantaduenne di San Severino, è uno skipper professionista, che va in barca a vela da quindici anni, con alle spalle già l’esperienza della traversata dell’Atlantico e il giro dei Caraibi.
 Questa prima tappa della sua “circumnavigazione” del globo, che affronta senza sponsor, ospitando persone in barca per mantenersi, è cominciata da Civitanova.

Con lui ci sono altre cinque persone a bordo: Italo Mattei di Ancona e Angelo Duro di Vasto che fungono da equipaggio, poi una ragazza di Milano e due ragazzi, uno ceco e l’altro cagliaritano, che sono i passeggeri. Questi ultimi scenderanno a Trapani, ma il viaggio proseguirà toccando le Baleari, Gibilterra e Gran Canaria, dove scenderanno Mattei e Duro, allorchè si imbarcheranno altre tre persone, tra cui il civitanovese Michele Merani: rotta Santa Lucia, nelle Piccole Antille. 
La traversata oceanica la Zahir la compirà insieme a 250 barche a vela, che partecipano alla regata amatoriale Atlantic Rally for Cruiser. «Noi non saremo iscritti alla gara – precisa Pistoni – ma certamente fare la traversata con altre imbarcazioni è più sicuro». L’arrivo è previsto a Santa Lucia intorno al 10 dicembre «poi mi fermerò lì fino all’inverno prossimo. Nei mesi di gennaio-febbraio 2016 ripartirò per affrontare il Pacifico con tappe previste alle Galapagos, Isole Marchesi e Polinesia. I primi tempi, quando parlavo di questo progetto, la mia famiglia mi prendeva per matto, poi anche mia madre, quando sabato mi ha visto partire, mi ha detto “vai vai”».
 La giornata tipo sulla Zahir – barca a vela di 15,80 metri costruita nel 2003 su progetto di Finot, dotata di pannelli solari, dissalatore, vele particolari, radar e mezzi di soccorso per traversate oceaniche – trascorre tra il controllo delle vele, delle rotte e del meteo, la preparazione dei pasti, l’organizzazione dei turni dell’equipaggio. «Spaventato? Direi invece piuttosto emozionato – conclude Pistoni – sarei più spaventato a dover passare la mia vita dentro un ufficio».

CIVITANOVA–Palazzetto dello Sport? Obiettivo 19 ottobre. E’ stato firmato questa mattina (4 settembre 2014) il contratto di gestione trentennale del nuovo Palasport di Civitanova Marche. A convalidare il documento, le firme del Segretario generale Piergiuseppe Mariotti, del dirigente ai lavori pubblici Stefano Stefoni, dei costruttori Giuliano Ginnobili, presidente Palace Srl, e Nica Mazzocchitti, amministratrice della Sfera Srl. Al termine delle pratiche burocratiche, amministrazione comunale e costruttori hanno fatto il punto sull’iter di realizzazione della struttura e sulle scadenze per l’ultimazione.PALASPORT-4-SETT-2014-20140904_131414

Quando ci siamo insediati – ha ricordato l’assessore allo sport Ing. Piergiorgio Balboni – abbiamo trovato un’opera in costruzione. Ci siamo interrogati sul da farsi, potevamo bloccare tutto, oppure lavorare per cercare la miglior scelta per la città. Abbiamo scelto la seconda strada. E’ stato un percorso difficile e va dato merito al segretario generale Piergiuseppe Mariotti, che con competenza e capacità ha individuato le soluzioni migliori. E’ stato scelto di ridurre l’Ente Fiera, che ritenevamo sovrastimato, e di realizzare un Palasport. I tempi saranno brevi. Tra una settimana termineranno le gradinate e subito dopo sarà montato il tetto – prefabbricato – che è in fase di costruzione. Per fine settembre la parte esterna sarà completata. L’obiettivo è quello di esser pronti per la prima partita di campionato della Lube, ovvero il 19 ottobre. E’ vero, non abbiamo concluso l’opera entro il 31 agosto, ma aver fatto tutto nell’arco di un anno è un piccolo miracolo. Oggi si è concluso l’ultimo passaggio burocratico con la firma del contratto di gestione”.

Non abbiamo consegnato il Palasport per il 31 agosto – continua il Presidente del Consiglio comunale Ivo Costamagna – l’ho definita metaforicamente una Caporetto, alla quale seguirà una Vittorio Veneto e sarà il 19 ottobre. Al segretario Mariotti, che meriterebbe la cittadinanza onoraria a Civitanova per quello che è riuscito a fare, complimenti per l’ottimo lavoro. Ritengo che l’inaugurazione farsa fatta domenica scorsa da esponenti dell’opposizione sia stata una caduta di stile ed un atto contro la città, per questo non posso considerarla un semplice scherzo”.PALASPORT-FIRMA-20140904_113215

Proprio al segretario Mariotti i chiarimenti tecnici: “Il contratto di gestione del Palasport con i costruttori avrà durata trentennale e il Comune verserà un canone di 70.000 euro annui. A cadenza biennale sarà effettuata una revisione degli equilibri finanziari, per valutare se i canoni del contratto di gestione siano penalizzanti per il gestore o per la parte pubblica ed eventualmente modificarli. Il Comune si è riservato 10 date l’anno in cui disporrà del Palazzetto per iniziative che riterrà opportune. La struttura non sarà a beneficio solo della Lube, ma potrà essere utilizzata anche da altre società sportive civitanovesi e non, che si tratti di calcio a 5, volley o basket. Annualmente starà al gestore elaborare un piano di gestione per definire date ed orari di utilizzo. Si è parlato molto di garanzie, credo che questo sia uno dei rari casi in cui vi sono garanzie superiori ai costi delle opere da realizzare”.

Per finire, la parola è passata a Giuliano Ginnobili, amministratore di Civita Park e presidente di Palace Srl, la società che insieme al socio operativo Sfera Srl sta realizzando l’impianto sportivo. “Quella che stiamo portando a termine è una vera “mission impossible”. La costruzione materiale in fin dei conti è il problema minore, molto più impegnativo è stato trovare la quadratura economica in un contesto difficilissimo. Non dimentichiamo che ci siamo trovati a lavorare con due soggetti, Banca Marche e Credito sportivo, entrambi commissariati. Non ci hanno aiutato neanche le continue polemiche che hanno danneggiato la Civita Park e ci hanno messo ulteriormente in difficoltà, forse avremmo dovuto aprire i tavoli di lavoro anche all’opposizione e sarebbe stato chiaro il percorso, nella piena legalità, che stavamo portando avanti. Lavoreremo notte e giorno affinché sia tutto pronto per il 19 ottobre. In ogni caso, alla fine di quella che è stata una vera e propria scalata, Civitanova si troverà con un Palasport ed un nuovo Ente Fiera, credo sia un bene per tutti”.

CIVITANOVALa stagione dell’Ippocampo Civitanova Marche si è conclusa con la partecipazione di Luca Pantanetti Sabatini ai Campionati Italiani Giovanili Estivi di Nuoto categorie Juniores e Cadetti, che si sono tenuti nei giorni 4, 5 e 6 agosto a Roma nella prestigiosa vasca da 50 metri del Foro Italico.pantanetti sabatini luca

L’atleta, allenato dal tecnico Stefano Iesari, in virtù delle ottime prestazioni nelle gare regionali e nei vari meeting disputati, ha conquistato il pass per l’importante manifestazione in quattro gare: 50 e 100 Farfalla, 50 e 100 Stile Libero.

Grazie al buon tempo nuotato in batteria al mattino Luca ha avuto accesso alla finale nei 100 Farfalla; al pomeriggio nella finale a dieci il riscontro cronometrico di 55,98 che migliora il suo tempo di qualificazione, che era di 56,13, gli vale l’ottavo posto per la categoria Juniores.

Nelle altre gare il forte atleta civitanovese conclude ventiseiesimo con 26,14 nei 50 Farfalla e trentunesimo nei 50 e 100 Stile Libero, rispettivamente con 24,38 e 53,11.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
luglio: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31