You are currently browsing the tag archive for the ‘CIVITANOVA DANZA’ tag.

CIVITANOVA–Più di centottanta ragazzi da nove anni in su provenienti da tutta Italia – Bologna, Milano, Firenze, Napoli, Bari, Lecce, Genova – e dall’estero, Francia e Spagna, da venerdì 1 a sabato 9 agosto partecipano al secondo Campus Civitanova Danza per Domani, un’occasione unica di formazione con i maggiori maestri europei provenienti dalla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra di Parigi.

FOTO DI LUIGI GASPARRONI

A SINISTRA PAOLA VISMARA, MENTRE TIENE LE LEZIONI AL CAMPUS DI CIVITANOVA • FOTO DI LUIGI GASPARRONI

 

L’iniziativa – promossa da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova e AMAT con la collaborazione di Ballando Ballando – si svolge nell’ambito del Festival internazionale Civitanova Danza che – accanto agli spettacoli – rinnova e amplia l’appuntamento con l’alta formazione, di cui il Campus è espressione massima estendendolo da sei (come lo scorso anno) a nove giorni.

 

A cura di Paola Vismara (docente della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala) con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra di Parigi, tra i quali Frédéric Olivieri direttore della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala, il Campus offre un programma intensivo per coloro che amano quest’arte affascinante con lezioni di danza classica e contemporanea, per tre livelli, pre accademico (9-11 anni, 63 partecipanti), intermedio (12-14 anni, 58 partecipanti) e avanzato (da 14 anni in su, 62 partecipanti) che si svolgono presso il Teatro Rossini e la Palestra dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci”.

FOTO DEI PARTECIPANTI AL CAMPUS DI CIVITANOVA DANZA FOTO DI LUIGI GASPARRONI

ALCUNI DEI PARTECIPANTI AL CAMPUS DI CIVITANOVA DANZA•  FOTO DI LUIGI GASPARRONI

A tenere

FREDERIC OLIVIERI FOTO DI LUIGI GASPARRONI

FREDERIC OLIVIERI •  FOTO DI LUIGI GASPARRONI

le lezioni sono, insieme ai già citati Paola Vismara e Frédéric Olivieri (avanzato e intermedio, classico e repertorio), i migliori maestri europei: Florence Clerc (professeur du ballet, Ballet de l’Opéra de Paris – avanzato, classico e repertorio), Vladimir Derevianko (professeur du ballet, Corpo di Ballo del Teatro alla Scala – intermedio e avanzato, classico e repertorio e pas de deux), Elisa Scala (docente della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala – pre accademico), Paul Dennis (coreografo e ripetitore di tecnica e repertorio José Limón – contemporaneo avanzato e intermedio e masterclass repertorio Limón), Fabrizio Monteverde (coreografo internazionale – contemporaneo avanzato e intermedio) e Amelia Colombini (docente della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala – corso insegnanti).

Ad arricchire lo svolgimento delle lezioni è la presenza al pianoforte dei maestri accompagnatori Massimo Ciarella e Marco Paderni della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala.

 

Il programma prevede un corso di aggiornamento per insegnanti di danza (gratuito) curato da Amelia Colombini, nei giorni 789 agosto. Il corso si compone di lezioni di teoria (analisi della costruzione di una lezione di danza classica, anatomia applicata alla danza, musica applicata alla danza, creazione degli esercizi e loro evoluzione ‘dalla sbarra al centro’, tecnica dei salti e delle punte) e lezioni di pratica con l’ausilio di un pianista.

 

La presenza a Civitanova Marche di artisti ospiti della giornata conclusiva del festival internazionale (sabato 9 agosto), diventa occasione privilegiata di dialogo con il Campus. Ai partecipanti più grandi è offerta la possibilità di partecipare a una masterclass gratuita condotta dal coreografo e danzatore Giulio D’Anna, tra gli artisti più richiesti in Europa.

Annunci
ELEONORA ABBAGNATO E RODOLFO BALZARETTI A CIVITANOVA SUL PALCO DEL ROSSINI DOPO LO SPETTACOLO • FOTO DI LUIGI GASPARRONI

ELEONORA ABBAGNATO E FEDERICO BALZARETTI A CIVITANOVA MARCHE SUL PALCO DEL TEATRO  ROSSINI DOPO LO SPETTACOLO • FOTO DI LUIGI GASPARRONI

 

 

 

 

 

 

ELEONORA ABBAGNATO DOPO LA SERATA INAUGURALE DI CIVITANOVA DANZA  NEL CORSO DELLA QUALE IL PUBBLICO LE HA TRIBUTATO IL MASSIMO DI AFFETTO E AMMIRAZIONE PER LA SUA BRAVURA, PER IL SUO STILE INCONFONDIBILE, NON A CASO E' LA STELLA ATTUALE DELLA DANZA ITALIANA E PARIGINA  NELLA FOTO DI LUIGI GASPARRONI CON DANIELE MARIA ANGELINI E LATTANZI (A DESTRA)

ELEONORA ABBAGNATO DOPO LA SERATA INAUGURALE DI CIVITANOVA DANZA NEL CORSO DELLA QUALE IL PUBBLICO LE HA TRIBUTATO IL MASSIMO DI AFFETTO E DI AMMIRAZIONE PER LA SUA BRAVURA, PER IL SUO STILE INCONFONDIBILE • NON A CASO E’ LA STELLA ATTUALE DELLA DANZA ITALIANA E PARIGINA
NELLA FOTO DI LUIGI GASPARRONI CON DANIELE MARIA ANGELINI E LATTANZI (A DESTRA)

 

ABB-ph ©Luigi Gasparroni  0578-LG

 

ABB-FOYER ROSSINI-ph©Luigi Gasparroni  0497-LG

 

 

 

 

 

BALZARETTI AL CENTRO CON (DA SINISTRA) L'ASSESSORE BALBONI, DANIELE MARIA ANGELINI (ASSESSORE ALL'ESORDIOD I CIVITANOVA DANZA), LATTANZI SPONSOR, ALFREDO DI LUPIDIO (DIRETTORE DEL TEATRO ROSSINI)

IL NOTO CALCIATORE DEL PALERMO, POI DELLA JUVE ORA DELLA ROMA BALZARETTI AL CENTRO CON (DA SINISTRA) L’ASSESSORE BALBONI, DANIELE MARIA ANGELINI (ASSESSORE ALL’ESORDIO DI CIVITANOVA DANZA), LATTANZI SPONSOR, ALFREDO DI LUPIDIO (DIRETTORE DEL TEATRO ROSSINIDI CIVITNOVA)

CIVITANOVA–Una standing ovation per Svetlana Zakharova e i sei splendidi ballerini – Tat’jana BolotovaZAKHAROCA-CORSAIRE-copyright Luigi Gasparroni 1908, Ekaterina Krysanova, Mikhail Lobukhin, Anna Ol’, Artemij Pyžov, Vladimir Varnava, Semën Veličko – che l’hanno accompagnata nel Gala La notte della stella in scena il 15 agosto al Teatro Rossini ha concluso la ventesima edizione del festival internazionale Civitanova Danza promosso da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova, AMAT e realizzato in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Camera di Commercio di Macerata, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche e Provincia di Macerata.

Grande successo e grande entusiasmo, con gli artisti richiamati più volte sulla scena dal numeroso e caloroso pubblico che ha affollato il Teatro Rossini, ha accolto un programma diviso in due parti che ha avuto inizio con Diana e Atteone coreografia di Agrippina Vaganova danzata da Tat’jana Bolotova e Mikhail Lobukhin su musica di Cesare Pugni. Svetlana Zakharova e Vladimir Varnava sono stati i romantici interpreti di Plus. Minus. Zero, con coreografia di Vladimir Varnava su musica di Arvo Pärt. A seguire il pas de deux da Schiaccianoci coreografia di Vasilij Vajnonen musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij danzato da Anna Ol’ e Semën Veličko, Melodia di Asaf Messerer su musica di Christoph Willibald Gluck interpretata da Tat’jana Bolotova, e Artemij Pyžov e a chiusura della prima parte una intensa e accorata La morte del cigno di Mikhail Fokin, musica di Camille Saint-Saëns, danzata da Svetlana Zakharova. Nella seconda parte Vladimir Varnava ha interpretato Dream caused by the flightdi Vladimir Varnava su musica di Claude Debussy e poi Svetlana Zakharova nella bellissima coreografia di Motoko Hirayama Revelation (musica di John William). A seguire Harlequinade di Marius Petipa musica di Riccardo Drigo con Tat’jana Bolotova e Artemij Pyžov; Opus di Jurij Vyskubenko su musica di Philip Glass con Anna Ol’ e Semën Veličko e Le Corsaire coreografia di Marius Petipainterpretata da Svetlana Zakharova e Mikhail Lobukhin che hanno chiuso la serata sulle note di Adolphe Adam.ZAKHAROVA SVETLATA-copyright Luigi Gasparroni 1873

Svetlana Zakharova, nata a Lutsk in Ucraina, è una delle più grandi ballerine di tutti i tempi. La sua eleganza è mozzafiato, la forza scenica nei balletti classici come nelle performance contemporanee è sublime, incanta i teatri di tutto il mondo, a partire dal Bol’šoj di Mosca dove è prima ballerina e dal Teatro alla Scala dove è étoile assieme a Roberto Bolle (negli anni passati si è esibito anche lui al Rossini di Civitanova,ndr). Sempre per Civitanova Danza fu la protagonista nel 2011 allo Sferisterio di Macerata di Danza all’Opera, uno spettacolo memorabile realizzato in collaborazione con Macerata Opera Festival il cui ricordo rimane impresso nei tantissimi spettatori presenti all’appuntamento.

Ricordiamo che a partire dalla memoria del maestro Enrico Cecchetti (1850-1928), originario della città, Civitanova Marche ha sviluppato un importante progetto coordinato di attività legate alla danza, sotto il nome di Civitanova Danza, grazie alla preziosa sinergia tra Comune di Civitanova Marche, Azienda Speciale Teatri di Civitanova e AMAT. Attorno alla tradizionale manifestazione principale – il festival estivo – si è andato cZAKHAROVA-INCHINO-copyright Luigi Gasparroni 1903omponendo un articolato mosaico di interventi (programmazione regolare di spettacoli durante tutto il corso dZAKHAROVA-LA NOTTE DELLA STELLA-copyright Luigi Gasparroni 1872ell’anno nella rassegna “Civitanova Danza tutto l’anno”, progetti di coproduzione e residenza sotto il nome di “Civitanova Casa della Danza”, attività di formazione tra cui spicca il concorso internazionale “Civitanova Danza per Domani” e il “Campus Civitanova Danza per Domani” in collaborazione con la Scuola di Ballo Accademia del Teatro alla Scala di Milano) che ha imposto la città – unica realtà della regione Marche ad essere impegnata in maniera organica nell’ambito della danza – all’attenzione del pubblico e della critica nazionale ed internazionale.ZAKHAROVA-FOYER ROSSINI-copyright Luigi Gasparroni 1834

FOTO DI LUIGI GASPARRONI

CIVITANOVA MARCHE-CIVITANOVA DANZA 2013  NON POTEVA CHIUDERE IN

SVETLANA ZAKHAROVA IERI SERA MERCOLEDI 15 AGOSTO 2013 AL TEATRO ROSSINI DI CIVITANOVA  MARCHE

SVETLANA ZAKHAROVA IERI SERA MERCOLEDI 15 AGOSTO 2013 AL TEATRO ROSSINI DI CIVITANOVA MARCHE

MANIERA MIGLIORE A FERRAGOSTO. “LA NOTTE DELLA STELLA” – QUESTO IL TITOLO DELLO SPETTACOLO – HA POSTO IL SIGILLO DI CLASSE SUL VENTENNALE. E’ STATO FATTO CON UNA STELLA DI PRIMA GRANDEZZA DELLA DANZA MONDIALE, SVETLANA ZAKHAROVA, UNA VERA FUORICLASSE DELLA DANZA IN RUSSIA (ETOILE DEL BALLETTO AL BOLSCIOI DI MOSCA) ED IN ITALIA (TEATRO ALLA SCALA). POCHI GIORNI FA E’ STATA ANCHE TESTIMONIAL NELLA CAPITALE RUSSA ALLA CERIMONIA INAUGURALE DEI MONDIALI DI ATLETICA LEGGERA. SVETLANA ZAKHAROVA HA INTERPRETATO DIANA E ATTEONE CON MIKHAIL LOBUKHIN (PRIMO BALLERINO AL BOLSCIOI), LA MORTE DEL CIGNO (COREOGRAFIA DI FOKIN), REVELATION E LE CORSAIRE (COREOGRAFIA DI MARIUS PETIPA). ALLA FINE STANDING OVATION, MAZZO DI FIORI E BIS, IN UN’ATMOSFERA DI VERO FEELING FRA

TEATRO ROSSINI GREMITO PER SVETLANA ZAKHAROVA

TEATRO ROSSINI GREMITO PER SVETLANA ZAKHAROVA

PUBBLICO DEL ROSSINI E L’ARTISTA. CALATO IL SIPARIO DIETRO IL PALCO IL GRAZIE A SVETLANA ZAKHAROVA DEL DIRETTORE DEI TEATRI, ALFREDO DI LUPIDIO, E DELL’ASSESSORE PER LA DANZA DANIELE MARIA ANGELINI E FOTO RICORDO CON TUTTI I BALLERINI DELLA SERATA.  POI TANTE PICCOLE DANZATRICI IN ERBA LE HANNO CHIESTO ENTUSIASTE L’AUTOGRAFO ACCOMPAGNATE DALLE LORO MAMME. PER SIGILLARE IL VENTENNALE DI CIVITANOVA DANZA I TEATRI DI CIVITANOVA (PRESIDENTE ROSETTA MARTELLINI) HANNO STAMPATO UN BOOK IN FORMATO TASCABILE, CON LA RIPRODUZIONE DI TUTTI I MANIFESTI DELLE STAGIONI DI CIVITANOVA DANZA DAL 1994 AD OGGI. UNA CARRELLATA NEL SEGNO DELLA MEMORIA, CON TUTTI I NOMI NEL RETRO DEGLI ARTISTI CHE SI SONO ESIB

SVETLANA ZAKHAROVA FIRMA  GLI AUTOGRAFI AL ROSSINI DOPO LO SPETTACOLO

SVETLANA ZAKHAROVA FIRMA GLI AUTOGRAFI AL ROSSINI DOPO LO SPETTACOLO

ITI A CIVITANOVA IN DUE DECENNI, DAPPRIMA AL LIDO CLUANA, POI ALLA BARCACCIA, INFINE PIU’ TRANQUILLAMENTE AL CHIUSO  (TEATRO ROSSINI DOPO IL RESTAURO, TEATRO ANNIBAL CARO, UGUALMENTE RESTAURATO ED IL TEATRO CECCHETTI ALLA CASA DEL BALILLA DI ADALBERTO LIBERA) PER RAGIONI DI CERTEZZA CONTRO IL MALTEMPO CHE COSTITUIVA SEMPRE UN’INCOGNITA NELLE SERATE ALL’APERTO. NEL NOME DEL GRANDE BALLERINO E COREOGRAFO CIVITANOVESE ENRICO CECCHETI CIVITANOVA DANZA IN 4 LUSTRI HA DIFFUSO L’ARTE DEL BALLETTO, HA COINVOLTO DECINE E DECINE DI MIGLIAIA DI SPETTATORI, ANCHE GIOVANI, SI E’ ACCREDITATA COME FESTIVAL DI CARATURA INTERNAZIONALE E PUNTO FERMO PER GLI SPETTACOLI NELLE MARCHE.

zakharova

SVETLANA ZAKHAROVA

CIVITANOVA–Svetlana Zakharova è la protagonista la notte di ferragosto al Teatro Rossini di Civitanova Marche de La Notte della Stella. La sua eleganza è mozzafiato, la forza scenica nei balletti classici come nelle performance contemporanee è sublime, incanta i teatri di tutto il mondo, a partire dal Bol’šoj di Mosca dove è prima ballerina e dal Teatro alla Scala dove è étoile assieme a Roberto Bolle. Sarà lei, dopo la travolgente esibizione allo Sferisterio nel 2011, anche in quell’occasione nell’ambito di Civitanova Danza, a concludere il 15 agosto la ventesima edizione di Civitanova Danza Festival con un Gala che la vede protagonista. Al suo fianco sei eccellenti danzatori – Tat’jana Bolotova, Ekaterina KrysanovaMikhail Lobukhin, Anna Ol’, Artemij Pyžov, Vladimir Varnava, Semën Veličko – interpretano le coreografie più suggestive del repertorio ballettistico.

Il programma del Gala è diviso in due parti. Si inizia con Diana e Atteone coreografia di Agrippina Vaganova danzata da Tat’jana Bolotova e Mikhail Lobukhin su musica di Cesare Pugni. Svetlana Zakharova e Vladimir Varnava sono gli interpreti di Plus. Minus. Zero coreografia di Vladimir Varnava su musica di Arvo Pärt. A seguire il pas de deux da Schiaccianoci coreografia di Vasilij Vajnonen, musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij danzato da Anna Ol’ e Semën Veličko, Melodia di Asaf Messerer su musica di Christoph Willibald Gluck interpretata da Tat’jana Bolotova, e Artemij Pyžov e a chiusura della prima parte La morte del cigno di Mikhail Fokin, musica di Camille Saint-Saëns, danzata da Svetlana Zakharova. Ad apertura di sipario Vladimir Varnava interpreta Dream caused by the flight di Vladimir Varnava su musica di Claude Debussy che lascia il posto a Svetlana Zakharova nella bellissima coreografia di Motoko Hirayama Revelation (musica di John William). Il ricco programma della serata prosegue con Harlequinade di Marius Petipa musica di Riccardo Drigo che vede in scena Tat’jana Bolotova e Artemij Pyžov; Opus di Jurij Vyskubenko su musica di Philip Glass con Anna Ol’ e Semën Veličko e Le Corsaire coreografia di Marius Petipa interpretata da Svetlana Zakharova e Mikhail Lobukhin che chiude la serata sulle note di Adolphe Adam.

 

Svetlana Zakharova, nata a Lutsk in Ucraina, è una delle più grandi ballerine di tutti i tempi. Inizia i suoi studi presso l’Istituto Coreografico di Kiev (classe di Valeria Sulegina) e continua la sua formazione all’Accademia Vaganova di San Pietroburgo dove è stata ammessa direttamente alla terza classe, quella del diploma (diretta da Elena Evteyeva, emerita ballerina del Balletto Mariinskij). Nel 1996 entra a far parte del Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo e l’anno seguente viene nominata prima ballerina. Il suo vasto repertorio in questo teatro include i ruoli principali dei seguenti balletti, tra i tanti: La Bella AddormentataLa Fontana di Bakhčisarai (nella versione di Rotislav Zakharov),SchiaccianociLe Corsaire, La Bayadère, Don Chisciotte, Shéhérazade, Romeo e Giulietta (nella versione di Leonid Lavronskij), Il Lago dei CigniGiselle, Les Sylphides, Le Poème de l’Extase (di Aleksej Ratmanskij), L’histoire de Manon (di Kennet MacMillan), Etudes (di Harald Lander). Tra le creazioni di George Balanchine di cui è stata protagonista: Apollon MusagèteSerenade, Symphony in CJewels, Čajkovskij pas de deux. 

Nel 2003 entra a far parte del Balletto del Teatro Bol’šoj. Dal 1999 è regolarmente “guest artist” presso le più prestigiose compagnie di balletto del mondo, tra queste: New York City Ballet, Bayerisches Staatsballett, Teatro dell’Opera di Roma, Opéra di Parigi, Nuovo Teatro Nazionale di Tokyo, Teatro San Carlo di Napoli, American Ballet Theatre, Hamburg Ballet, Teatro alla Scala.

Dal 2007 Svetlana Zakharova ricopre il ruolo di ballerina étoile del Balletto del Teatro alla Scala di Milano.

La ventesima edizione del festival internazionale Civitanova Danza è promossa da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova, AMAT in collaborazione conFondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Camera di Commercio di Macerata, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche eProvincia di Macerata.

Biglietti ancora disponibili da 35 a 60 euro. Informazioni e vendita presso biglietteria del Teatro Rossini tutti i giorni dalle ore 18.30 alle ore 20.30. Inizio spettacolo ore 21.30. Info 071 2072439.

 

CIVITANOVA MARCHE (31/07/2013) – “Il successo di Patty Smith lunedì 29 luglio 2013 allPATTI SMITH-0491-LGo Sferisterio dimostra, ancora una volta, come i grandi eventi non lirici funzionino bene all’interno del Macerata Opera Festival.” Lo afferma stamane il consigliere regionale Erminio Marinelli, già Sindaco di Civitanova.

“Dispiace quindi ripensare – prosegue Marinelli (nella foto sotto) – alla cancellazione dello spettacolo di Civitanova Danza e alla brutta figura rimediata. È evidente, a chi come me ha contribuito ad organizzare i grandi eventi di danza del passato, che quest’anno ci sia stato un grave errore di programmazione”.

Roberto Bolle e l’addio alla danza di Alessandra Ferri fecero registrare il tutto esaurito, contribuendo a sviluppare il valore di Civitanova Danza. E soprattutto, gli spettacoli che abbiamo portato allo Sferisterio in questi anni, non sono costati mai un euro ai contribuenti: l’incasso ha sempre finanziato l’operazione”.ERMINIO-MARINELLI-OK-2313

“È evidente perciò che non si può attribuire la cancellazione della data dell’Aterballetto ai tagli del FUS – puntualizza Marinelli – bensì alla scelta del Comune di Civitanova di portare a Macerata uno spettacolo senza avere la garanzia della completa copertura dei costi”.

“A pochi giorni dall’evento, quando è stato chiaro che la biglietteria non avrebbe nemmeno lontanamente finanziato l’operazione (poche centinaia i biglietti staccati), l’Amat è stata costretta a cancellare l’evento con conseguente danno d’immagine per tutti”.

“Allo stesso modo l’iniziativa di portare l’opera a Civitanova dovrebbe essere di più alto profilo rispetto a quella vista al Lido Cluana. Ci vuol poco a riempire il piccolo spazio del Lido con una serata gratuita, mentre ben altro sarebbe portare un vero spettacolo operistico in città. Ci vuole maggiore rispetto delle due manifestazioni nello scambio di iniziative reciproche. Le operazioni a risparmio danneggiano l’immagine di tutti – conclude Marinelli – e ci condannano a un orizzonte piccolo piccolo”.

 

CIVITANOVA MARCHE (MC)- Sabato 3 agosto 2013 prosegue la ventesima edizione del Festival internazionale Civitanova Danza, promosso da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova, AMAT, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Camera di Commercio di Macerata, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche e Provincia di Macerata. L’importante traguardo dei venti anni della manifestazione – dedicata al Maestro Enrico Cecchetti, originario della città marchigiana – guarda al futuro e diventa occasione privilegiata di evoluzione verso la forma festival.

Alla luce di questa premessa la giornata di sabato sarà – dopo quella inaugurale del 20 luglio – un’altra vera e propria festa della danza, una full immersion in quest’arte così affascinante che “va ad abitare” tutti i teatri della città per il secondo festival nel festival, una vera e propria maratona, che prende avvio alle ore 16.30 all’Hotel Miramare con Civitanova Danza Focus dal titolo Comunicare la danza, realizzato in collaborazione con “Danza & Danza magazine”. L’incontro è un invito ad affrontare il tema della comunicazione della danza attraverso sguardi ‘di alto profilo’ tra i quali Maria Luisa Buzzi (direttore editoriale di “Danza & Danza magazine” e critico di danza), Sergio Trombetta (critico di danza), Antonello Andreani (direttore di Ephemeria, casa editrice con una delle più curiose e raffinate collane di libri dedicate alla danza) ed Eugenia Casini Ropa (tra i più autorevoli studiosi di danza in Italia).

 

Dopo l’incontro di approfondimento e prima della maratona di spettacoli nei teatri di Civitanova, il Piazzale antistante Lido Cluana si anima per l’aperitivo alle ore 19.30 con Happydancehour!a cura degli allievi delle scuole di danza della città (Accademia di Danza Swanilda, Centro Culturale del Balletto, Effort Danza, Laboratorio Danzaì, Marvellous Dance, Nura Danza, Oregon Tape Crew, Scuola Danza Caterina Ricci) che si esibiscono in una sorta di Gala aperto a tutti, composto da estratti di brani coreografici e lavori di fine anno.

 

Alle 20.30 l’appuntamento è al Teatro Cecchetti con due prime italiane – realizzate in collaborazione con l’Ambasciata d’Israele – delle straordinarie compagnie italiane di Noa Shadur, che porta in scena We do not torture people, e quella guidata da coreografo Roy Assaf che porta in scena The hill. Carichi di una portata emotiva di raro impatto, entrambi i lavori trasportano lo spettatore in una danza coinvolgente e affascinante.

 

Dal Cecchetti al Teatro Rossini dove alle ore 21.30 va in scena uno dei maggiori coreografi italiani dell’ultimo decennio, Roberto Zappalà, con il debutto in prima assoluta di Sudvirus. Il piacere di sentirsi terroni, rielaborazione, riorganizzazione concettuale ed ampliamento di una coreografia per soli danzatori commissionata dall’artista catanese Göteborg Ballet nel 2011, in cui il palcoscenico diventa come il vetrino di un microscopio per osservare i movimenti della danza che diventa virus.

 

Chiude la serata il marchigiano-olandese Giulio D’Anna, originario di San Benedetto del Tronto ed arrivato ad essere uno dei più richiesti artisti internazionali, che debutta con O O O O O O O O, lavoro vincitore del premio Anticorpi XL CollaborAction 2013: un teatro danza emozionante che orbita attorno al tema delle relazioni fallite e le loro rovine. Lo spettacolo – per otto danzatori provenienti da sette paesi differenti – vede la luce al termine di una residenza di creazione nella città alta presso la Foresteria Imperatrice Eugenia e il Teatro Annibal Carlo nell’ambito del progetto Civitanova Casa della Danza.

TRIBUTO A NUREYEV-COSTUMI DI SCENA-SAN FRANCESCO-CIVITANOVA MARCHE- FOTO©MILLEPAESI-

TRIBUTO A NUREYEV-COSTUMI DI SCENA-SAN FRANCESCO-CIVITANOVA MARCHE- FOTO©MILLEPAESI

NUREYEV- LA GIGANTOGRAFIA DEL BALLERINO ALL'INGRESSO DI SAN FRANCESCO-FOTO©MILLEPAESI•

NUREYEV- LA GIGANTOGRAFIA DEL BALLERINO ALL’INGRESSO DI SAN FRANCESCO-FOTO©MILLEPAESI•

• MICHELA VERDENELLI, DOTT. BENITO MELCHIONNA • FOTO©MILLEPAESI- • MICHELA VERDENELLI, DOTT. BENITO MELCHIONNA • FOTO©MILLEPAESI-

NUREYEV • LUIGI PIGNOTTI RICORDA L'AMICIZIA CON RUDOLF• FOTO©MILLEPAESI • 9597LG • LUIGI PIGNOTTI RICORDA L’AMICIZIA CON RUDOLF• FOTO©MILLEPAESI • 

CIVITANOVA MARCHE ALTA– Nello spazio multimediale di San Francesco, nel cuore del centro storico di Civitanova Alta, patria di Annibal Caro, ieri sera alle 18,30 è stata inugurata una bella mostra dedicata a Rudolf Nureyev (aperta fino al 28 luglio), il grande ballerino russo, che ha lasciato il segno nella danza mondiale. La sua è stata una vita per la danza. La mostra è stata allestita in occasione dei XX anni di Civitanova Danza. Al taglio del nastro Luigi Pignotti, che è stato manager di Nureyev, che gli è stato a fianco nelle maggiori capitali del mondo, nei maggiori teatri del pianeta. Le splendide immagini pubbliche e private dell’artista sono appunto della collezione di Luigi Pignotti, un marchigiano nato a Pedaso, che vive a Milano da sempre, ma che l’estate la trascorre nelle Marche. Le immagini della foto sono quelle esposte a San Francesco. Nel pomeriggio inseriremo il servizio completo.NUREYEV-STORY-9754

TRIBUTO A NUREYEV-DA DESTRA- ALESSANDRA PIGNOTTI-LUIGI PIGNOTTI-ALFREDO DI LUPIDIO-GINO TROLI-GIULIO SILENZI-FOTO©MILLEPAESI-CIVITANOVA MARCHE ALTA-ITALY-19-7-2013-

TRIBUTO A NUREYEV-DA DESTRA- ALESSANDRA PIGNOTTI-LUIGI PIGNOTTI-ALFREDO DI LUPIDIO-GINO TROLI-GIULIO SILENZI-FOTO©MILLEPAESI-CIVITANOVA MARCHE ALTA-ITALY-19-7-2013-

NUREYEV • LUIGI PIGNOTTI CON IL SEN. SALVATORE PISCITELLI • FOTO©MILLEPAESI • 9698LG

GIULIO SILENZI, PAOLA MACERATA, ALFREDO DI LUPIDIO • INGRESSO SAN FRANCESCO • FOTO©MILLEPAESI• 9666 LG•

GIULIO SILENZI (VICE-SINDACO DI CIVITANOVA), PAOLA MACERATA, ALFREDO DI LUPIDIO • INGRESSO SAN FRANCESCO • FOTO©MILLEPAESI• 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
ottobre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031