You are currently browsing the tag archive for the ‘civitanova alta’ tag.

CIVITANOVA (13/02/2016) – Civitanova  protagonista del giorno alla Bit, ovvero alla Borsa Internazionale del Turismo che si sta svolgendo a Milano. A partire dall’esibizione degli Oregon Tape Crew che creano un grande movimento prima della conferenza, incuriosendo numerose persone. “Civitanova si presenta alla Bit con la sua caratteristica di città dei festival – ha affermato l’assessore al Turismo e alla Cultura Giulio Silenzi – . Dal mese di giugno, abbiamo un programma denso con la danza, Futura, Rive, il Festival del cinema e Vita Vita. Ogni sera, come è stato per l’estate 2015, c’è sempre qualche iniziativa da seguire. Chi viene a Civitanova deve provare una forte emozione, positiva. Investiamo sui talenti, sui giovani e sulla cultura”.

Insieme a Silenzi, il direttore TDiC Alfredo Di Lupidio che ha sottolineato l’importanza dell’Azienda dei Teatri nell’organizzazione di eventi complessi come i Festival – “un braccio operativo che, con cura, si impegna al massimo per la logistica e la realizzazione di queste manifestazioni” -, e Gilberto Santini, direttore artistico di Civitanova Danza che ha annunciato la grande sorpresa. “In questa nuova edizione accadrà di tutto: avremo le grandi stelle, con la musa italiana della danza internazionale Eleonora Abbagnato che inaugurerà un nuovo palcoscenico, al Palasport, con la Carmen del regista Amedeo Amodio. Inoltre, apriremo uno spazio per le famiglie, per danzare con i figli. La danza è una chiave d’ingresso importante per questo territorio. È un faro, in ognuna delle sue forme”.

Riflettori anche su Futura, il Festival che si svolge nella Città Alta (meraviglioso centro storico medievale), dal 22 al 31 luglio 2016, con la direzione artistica di Gino Troli. “Questa quarta edizione – ha aggiunto Silenzi – dal titolo Vita Nova porterà grandi nomi di rilievo internazionale della letteratura e del cinema a dibattere sui temi del futuro e una sezione sarà dedicata al 450esimo anniversario della morte di Annibal Caro, poeta e traduttore dell’Eneide, nostro illustre concittadino. Come gli anni passati, ci sarà la presenza di collaboratori di fama nazionale come Massimo Arcangeli, Edoardo Boncinelli, Diego Fusaro, Filippo La Porta, Italo Moscati e Paolo Di Paolo. Possiamo già anticipare un grande evento che riguarda la recente scoperta sulle onde gravitazionali, con i più grandi protagonisti del progetto Virgo”.

Durante la presentazione c’è stata l’incursione di Patrizio Roversi, conduttore della trasmissione Turisti per caso, che ha detto “Sono stato di passaggio a Civitanova. Posso dire che le Marche sono davvero una regione che rappresentano una grande pluralità”. E da qui un simpatico dibattito con Silenzi sull’unica regione, la nostra, al plurale e sull’unicità della conformazione territoriale, fortemente caratterizzata da valli, a volte non comunicanti.

In chiusura, spazio per un’altra bella novità: nella prossima stagione, il territorio correrà veloce anche sui pedali. Questo grazie alla Bike Long Marche, progetto promosso da Marche Bike Life, azienda specializzata in cicloturismo internazionale. Si tratterà di un itinerario in bicicletta dalle Marche fino a Londra: 2100 chilometri attraversando l’Europa promuovendo le Marche. “Un evento che vuole far conoscere il territorio – ha spiegato Mauro Fumagalli, ad di Marche Bike Life – attraverso il cicloturismo e le aziende ed eccellenze del territorio”.

 

Annunci

 

Tra i tanti visitatori della mostra civitanovese, Riccardo Benelli, ideatore della mostra permanente degli abiti di scena di Patty Pravo alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti a Firenze.

CIVITANOVA–È stata prorogata fino al 18 maggio 2014 la mostra degli abiti di s

ABITO DI CAVALLI REALIZZATO PER PATTY PRAVO • UNO DEI CAPI ESPOSTI A SAN FRANCESCO • FOTO©MILLEPAESI

ABITO DI CAVALLI REALIZZATO PER PATTY PRAVO • UNO DEI CAPI ESPOSTI A SAN FRANCESCO • FOTO©MILLEPAESI

cena di Patty Pravo a sostegno di Emergency organizzata presso lo Spazio multimediale San Francesco a Civitanova Alta. In considerazione del grande afflusso di visitatori (oltre mille persone) e delle numerose offerte per l’asta silente dei preziosi abiti della notissima cantante italiana, la mostra ha continuato ad essere aperta gratuitamente al pubblico nei giorni 10, 11, 17 e 18 maggio, sempre dalle ore 16,00 alle 20,00. Per altri due fine settimana si avrà la possibilità di apprezzare i modelli creati dai più grandi stilisti italiani per Patty Pravo e si potranno rilanciare le offerte di acquisto. Questa iniziativa, che festeggia il ventesimo anniversario della nascita dell’associazione umanitaria di Gino Strada, crea un ideale legame con la “Partita del Cuore” che si terrà il 19 maggio allo stadio Franchi di Firenze tra la Nazionale Cantanti e la squadra di Emergency (diretta RAI1). Domenica scorsa Riccardo Benelli, ideatore della mostra permanente degli abiti di scena di Patty Pravo alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti a Firenze ha visitato la mostra civitanovese, la Pinacoteca Moretti e la Città Alta complimentandosi con i patrocinatori dell’evento nelle persone del Sindaco Corvatta e dell’Assessore Silenzi, con gli organizzatori Mauro Di Cecco, Rossella Martini e Fabio Pozza, con la direttrice della Pinacoteca civica Enrica Bruni, prospettando future collaborazioni con il Museo del Costume di Firenze.

Info: 0733-891019- info@pinacotecamoretti.it

 

 

Organizzato in collaborazione con l’Ordine degli avvocati di Macerata, si terrà il 30 maggio 2014 al Teatro Annibal Caro di Civitanova Alta • Tra i relatori il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata Dott. Giovanni Giorgio

CIVITANOVA–Si svolgerà il prossimo 30 maggio, al Teatro Annibal Caro di Civitanova Alt

LAURA BOCCANERA • FOTO©MILLEPAESI

LAURA BOCCANERA • FOTO©MILLEPAESI

a, un corso di formazione sul tema “Rapporti tra stampa e giustizia”, organizzato in collaborazione tra Ordine degli avvocati di Macerata e Ordine dei giornalisti delle Marche. Tra gli argomenti, trattati dal capo della Procura maceratese, da esperti di diritto e giornalisti, anche quelli della tutela del segreto investigativo e della riservatezza dell’indagato, della diffamazione (in particolare sui media della Rete e nei social network), del diritto all’oblio, del risarcimento dei danni derivanti da reati di stampa. 

Questo il Programma previsto

Ore 9: Saluti del sindaco Tommaso Claudio Corvetta

Ore 9.30: Introduzione dell’avv. Stefano Massimiliano Ghio (Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Macerata)

Ore 10: La violazione del divieto di pubblicazione di atti coperti da segreto investigativo: tutela delle indagini: ovvero della riservatezza dell’indagato o di altri soggetti coinvolti nel procedimento? (avv. Paolo Giustozzi, responsabile Formazione Camera penale Macerata)

Ore 10.45: I rapporti tra la stampa e la Procura della Repubblica (dott. Giovanni Giorgio, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata)

Ore 11.30: Separare le carriere di magistrati e giornalisti (Piero Sansonetti, giornalista, direttore “Il Garantista”)

Ore 12.15: Domanda e offerta: il processo in piazza (Sabrina Tosi, psicologa-psicoterapeuta, esperto in psicologia giuridica).

Ore 14: Visita guidata alla Pinacoteca civica “Marco Moretti”

Ore 15: Social network: la nuova comunicazione (Laura Boccanera, giornalista “Cronache maceratesi”).

Ore15.30: La diffamazione corre in rete (Deborah Bianchi, avvocato, membro della commissione informatica presso Consiglio Ordine avvocati di Pistoia).

 Ore 16.15: Il diritto all’oblio nell’era digitale (Andrea Buti, avvocato, mediatore, formatore Unicam).

 Ore 17: Incontri e scontri tra diritto e lesione della reputazione. Ristoro dei danni patrimoniali e non patrimoniali come si provano, si quantificano e si liquidano (Paolo Storani, avvocato, esperto in materia di risarcimento dei danni).

 

 

civitanova alta in fiore-LGG

 

PER TRASCORRE UNA BELLA GIORNATA IN UN CONTESTO PIACEVOLE QUALE QUELLO DEL CENTRO STORICO

 

MILLEPAESI FLASH • CIVITANOVA ALTA • BAR IL PORTICATO • PIAZZETTA DELLA TRAMVIA • SILVIA PAOLINI

CIVITANOVAMillepaesi si è prefisso di dare man forte alla rinascita di Civitanova Alta, mediante la sua valorizzazione. Un’operazione che trova sul campo molte persone, che condividono questo obiettivo, perchè nessuno accetta lo strisciante declino (per vari motivi) che il centro storico rischia di imboccare, se non c’è una reazione “corale”, che coinvolga – in primis – gli abitanti e che deve vedere simpatizzanti tutti i civitanovesi, perchè la città alta è la nostra origine, il borgo medievale, lo scrigno prezioso di opere d’arte. Il centro storico è anche il custode di un’atmosfera unica del paese da vero centro storico, appunto, che deve vivere e rinverdire, con lo sprint di ognuno. Anche la semplice conoscenza dei luoghi, degli scorci e delle persone crediamo che serva a riportare entusiasmo, presupposto primo per un’operazione di rilancio, in cui è impegnato anche il Consiglio di Quartiere.

Nella foto Millepaesi Silvia Paolini nel “Bar il PortiBAR IL PORTICATO-CIVIT-ALTA-SILVIA PAOLINI-LG-1397-LGcato”, di cui è titolare – da 3 anni e mezzo – il marito Damiano Foresi. In precedenza la gestione dell’esercizio, come si ricorderà, era di Torresi, molto noto anche per la sua passione podistica con l’Atletica Civitanova, mentre la figlia assieme ad un’amica ha fatto persino il cammino di Santiago di Compostela. “Dobbiamo essere fieri di Civitanova Alta – ci ha detto Silvia – e con il concorso di tutti dobbiamo farla risplendere”.

FONTANA PINCIO •FOTO©MILLEPAESI• 431-LG

UNITAMENTE ALL’ARCHITETTO ALBERTO MAZZONI

CIVITANOVA–Il Soprintendente regionale ai beni architettonici e pae

PALAZZO DUCALE A CIVITANOVA ALTA RICOPERTO DA PONTEGGI E TELONI FOTO ©MILLEPAESI

PALAZZO DUCALE A CIVITANOVA ALTA RICOPERTO DA PONTEGGI E TELONI                FOTO ©MILLEPAESI

saggistici, arch. Stefano Gizzi, insieme all’arch. Alberto Mazzoni, sono stati questa mattina (giovedì 23 gennaio 2014) a Civitanova Marche per visionare alcuni edifici della città. Il responsabile della Soprintendenza, accompagnato dal sindaco Tommaso Claudio Corvatta e dalla direttrice della pinacoteca Enrica Bruni, ha visitato la storica Fornace dell’area ex Ceccotti, per poi recarsi alla città alta a visionare il Palazzo Ducale. E’ seguito quindi un colloquio nella residenza comunale.

E’ stato un primo incontro conoscitivo con il Soprintendente – ha commentato Corvatta – finalizzato – in particolare – ad approfondire la situazione di due strutture rappresentative della nostra città. Per quanto riguarda la Ceccotti, ho illustrato a grandi linee le intenzioni dell’amministrazione comunale, i progetti attualmente in itinere e le intenzioni di “riqualificazione” dell’area industriale dismessa. Una prospettiva che ha riscosso interesse da parte dell’architetto Gizzi, che si è detto disponibile ad un dialogo con il Comune, non solo per visionare e valutare il progetto definitivo, ma sin da subit

FORNACE CECCOTTI • INGRESSO DA VIA CECCHETTI • FOTO© MILLEPAESI

FORNACE CECCOTTI • INGRESSO DA VIA CECCHETTI • FOTO© MILLEPAESI

o, fornendo così un contributo nell’attuale iter di partecipazione popolare. Nei prossimi giorni fisseremo un incontro tra il Soprintendente e l’architetto Sandro Polci, nostro consulente in questa fase partecipativa”.

Per quanto riguarda il Palazzo Ducale che si affaccia nella piazza della città alta, “Gizzi e Mazzoni – ha concluso il primo cittadino – hanno condiviso l’interesse ed insieme la preoccupazione che gli abbiamo manifestato per lo stato dell’immobile. Ci hanno dato disponibilità a collaborare e manterremo un dialogo frequente, per cercare una soluzione in tempi accettabili”.

 CIVITANOVA MARCHE – Sabato 25 gennaio 2014, all’Istituto d’Istruzione Superiore “V. Bonifazi” di Civitanova Alta, si svolgerà “Scuola aperta”, l’appuntame

STUDENTI DEL BONIFAZI CHE L'ANNO SCORSO SI SONO PREPARATI PER PARTECIPARE AI  COLLOQUI FIORENTINI

STUDENTI DEL PROFESSIONALE BONIFAZI DI CIVITANOVA  CHE L’ANNO SCORSO SI SONO UTILMENTE PREPARATI PER PARTECIPARE AI COLLOQUI FIORENTINI

nto con gli alunni di terza media delle scuole del territorio, che in queste settimane si interrogano sulle strade possibili per il loro futuro scolastico.

Dalle ore 15.00 alle 19.00, la sede centrale di via Duca D’Aosta e la Succursale in contrada Sabbioni saranno aperte per presentare a famiglie e ragazzi i loro corsi tecnico professionali.

Il “Bonifazi”, infatti, offre a Civitanova tre indirizzi – sottolinea la Dirigente scolastica Prof.ssa Valentina Bellini – con ampie possibilità occupazionali: servizi turistici, grafica pubblicitaria, moda. Inoltre, all’interno del percorso formativo, è possibile partecipare a stage professionali all’estero, conseguire la Patente europea per l’uso del computer (Ecdl) e qualificate certificazioni linguistiche.

Ad accogliere genitori e ragazzi ci saranno insegnanti e studenti della scuola, che daranno informazioni sui i vari corsi e dimostrazioni pratiche attraverso attività di laboratorio a cui potranno partecipare gli stessi visitatori.

Buon Anno 2014 a tutti i nostri lettori di Millepaesi!  Con il Calendario de

AURELIO CIARROCCHI NEL RITRATTO OPERA DEL FIGLIO ARNOLDO

AURELIO CIARROCCHI NEL RITRATTO OPERA DEL FIGLIO ARNOLDO

lle Grafiche Fioroni di Casette d’Ete, naturalmente. La tipografia, originaria di Civitanova, operava in origine in Corso Vittorio Emanuele, quindi si è trasferita – diversi anni fa – in una zona baricentrica del nostro distretto industriale civitanovese-fermano). Il Calendario (molto pratico, sia in casa che in ufficio, per le dimensioni e per i nomi dei Santi di ogni giorno, che molti hanno invece obliterato, non si sa perchè) è stato  dedicato quest’anno ad Aurelio Ciarrocchi, indimenticabile tipografo di Civitanova Alta, autore di poesie in vernacolo, acquarellista e pittore per passione, personaggio a tutto tondo della “Citanò Arda de na’ orda” (Civitanova Alta di una volta), dotato di una sottile ironia nella vita quotidiana, come nel verso, ma soprattutto padre del pittore ed incisore Arnoldo Ciarrocchi, che da ragazzino egli mandò a studiare alla Scuola del libro di Urbino, avendone intuita l’inclinazione. Arnoldo non ha tradito le attese, tanto da essere diventato poi affermato artista e docente presso le Accademie di Belle Arti di Roma, Napoli e Palermo. Vittorio Sgarbi lo ha sempre apprezzato e valorizzato. Arnoldo Ciarrocchi sarebbe stato ancor più noto oggi se si fosse affidato a dei mercanti d’arte, cosa che invece ha sempre rifuggito, per rimanere coerente con la sua filosofia di vita ed artistica, basata sulla massima schiettezza e libertà personali. Ma incisioni e quadri gli daranno sempre più ragione. Del resto il mondo artistico italiano era ben consapevole del suo valore, anche quando era ancora in vita, tanto è vero che è stato nominato membro della prestigiosa Accademia di San Luca a Roma (risale al Cinqucento), che si trova proprio dietro lCIARROCCHI-POESIE-CALENDARIO-2014a famosa Fontana di Trevi. Proprio all’Accademia Arnoldo tenne una bellissima mostra, che noi di Millepaesi ricordiamo come fosse oggi, con tutta la solarità nei quadri dell’estate civitanovese, marchigiana ed italiana. Facemmo una “sorpresa” ad Arnoldo unitamente all’amico giornalista Domenico Bartolini, arrivando qualche ora prima del “vernissage”, quando il maestro stava sovrintendendo agli ultimi ritocchi alle collocazioni dei quadri, per esaltare, con gli opportuni abbinamenti di soggetti, il miglior impatto visivo entrando nelle sale.

Il Calendario Fioroni, dunque, presenta nel contempo sia le poesie di Aurelio, sia i disegni ed alcune opere di Arnoldo, tra cui spicca il ritratto del padre, davvero realistico. Aurelio aveva la Tipografia in un bel palazzo all’inizio di Via Roma e noi ricordiamo da bambini la sua macchina piana, con la quale stampava manifesti cittadini, dei consigli comunali e dei comizi elettorali in bianco e nero e più raramente su carta colorata. E ogni volta che transitiamo in Via Roma, per andare alle Poste che si trovano di fronte,  il nostro pensiero corre ad Aurelio ed alla sua tipografia che sapeva di magia.

“Abbiamo voluto dedicare il Calendario 2014 ad Arnoldo – ci ha detto Enzo Marinacci delle Grafiche Fioroni – anche perché quest’anno ricorrono già i 10 anni della sua scomparsa. Noi lo portiamo tutti nel cuore per l’amicizia che si era sviluppata con Arnoldo negli anni, per il suo legame forte con la storia di Civitanova, passando  per l’ammirazione verso il letterato  civitanovese del Cinquecento Annibal Caro (al servizio a Roma della nobile e potente famiglia Farnese), traduttore dell’Eneide di Virgilio. Arnoldo Ciarrocchi era ovviamente espertissimo nell’arte incisoria (vederlo lavorare al torchio era incantevole) come nell’arte tipografica. Scrupolosissimo, quasi maniacale nell’impaginazione, nella formulazione delle didascalie e nella certosina correzione delle bozze quando stampava i cataloghi delle sue mostre”. Il “visto si stampi” scaturiva sempre dopo severe e meditate revisioni. La parola stampata è parola definitiva, soleva sillabare. Arnoldo Ciarrocchi negli ultimi anni della sua esistenza li ha vissuti in Contrada Asola a Civitanova Alta, in una zona molto bella e panoramica, con una visione meravigliosa dalle colline al mare, paesaggi che sono anche  il motivo dominante di tanti suoi quadri, sia ad olio che acquerelli.

 

L’esposizione è allestita fino al 3 novembre a Civitanova Alta. Ingresso 2 euro

CIVITANOVA (01/11/2013) – Ultimo fine settimana per vedere la mostra “Tullio Crali. Vertigini e visioni”, allestita nell’auditorium di Sant’Agostino a Civitanova Alta. L’esposizione, organizzata dall’Amministrazione comunale e dall’Azienda dei Teatri di Civitanova e curata dal prof. Stefano Papetti e dalla dott.ssa Enrica Bruni, in collaborazione con la Famiglia Crali, è aperta al pubblico dalle 17 alle 20 (sabato e domenica, per informazioni 0733/891019) e rimane allestita fino al 3 novembre. Sessanta le opere esposte del Maestro, molte inedite e molte famosissime, a partire dai dipinti degli anni ’30, alle Sassintesi, ai Quaderni, fino all’ultimo non finito del 2000, anno della sua morte.

Crali è stato un pittore di straordinaria abilità nel ricreare sulla tela prospettive aeree ardite con una tecnica pittorica originale e sapiente. La sua opera è tanto varia quanto profonda, dipinge, si interessa di architettura, di scenografia, di moda: sua l’invenzione del borsello da uomo datato 1951.

crali tullio-mostra-2013-08-05 a 10.56.22 (1)
Profondamente futurista, si considera il solo autentico erede e continuatore della corrente anche negli anni difficili, quando non era di moda. Essere aeropittore è per Crali una passione, il tema del volo si presenta nei primissimi lavori degli anni ’20 (Volo, Duello aereo, In alto volo già), opere giovanili quasi astratte e cariche di respiro cosmico, per proseguire dalla forma sintetica alle visioni dall’alto, dalle prospettive che traducono il movimento (Aerocaccia II) ai paesaggi (Tramonto di luci ad Ostia, Raggiungendo il sole, Paesaggio in carlinga), dalle città miniaturizzate (Incuneandosi nell’abitato) alle distorsioni ottiche (Cap de la Chèvre), dall’esperienza psichica e spirituale alle visioni (Lussuria aerea, Veleggiando in caduta libera,Tonneau contro sole), fino ai paesaggi verticali e capovolti (Belle Isle, Incontro con l’Africa, Paesaggio paracadutato, Cielo veloce).
Ingresso due euro, gratuito per bambini fino a 14 anni.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930