You are currently browsing the tag archive for the ‘CHALET’ tag.

PORTO POTENZA PICENA–Il “Giri Beach”, storico chalet del litorale portopotentino, riapre i battenti domani sera (giovedì 27 giugno 2013) dopo il terribile incendio che lo devastò lo scorso 21 marzo 2012. Da allora una ricostruzione a tempi di record che ha consentito alla famiglia Giri di rimettersi in carreggiata per l’attuale stagione estiva. “Per noi è un sogno riaprire”- dice Laura Giri, titolare dello Stabilimento insieme al fratello Fabio ed al cugino Luca. “Un ringraziamento particolare – continua Laura Giri – lo vorrei rivolgere alla ditta Michela Cimini Costruzioni, che ci ha dato una grossa mano per la riedificazione, e al nostro ingegnere Andrea Costantini”. Emozione grandissima per la famiglia Giri, “ma anche – dice Laura – un certo timore per quello che rappresenta un nuovo inizio”. Il Giri Beach è uno degli Stabilimenti storici di Porto Potenza, attivo da oltre 50 anni, da quando il litorale era popolato da una manciata di chioschi. Pasquale Giri è stato il fondatore dello chalet, poi seguito dai figli Bruno (padre di Laura e Fabio) e Francesco (padre di Luca). Il Giri beach è dunque ora alla terza generazione, che ha avuto l’onere di ricevere in eredità uno stabilimento storico, ma che ha anche avuto il grande merito di aver apportato la novità del ristorante dedicato al pesce, che con gli anni ha saputo farsi apprezzare da tantissima gente per l’ottima cucina. Domani alle ore 21 si potrà dunque ammirare il nuovo look del locale. Previsto il taglio del nastro alla presenza delle autorità civili, religiose e militari. A seguire un buffet e musica con un dj. Da sabato, invece, si riaccenderanno i fornelli del ristorante di pesce.

CIVITANOVA–Dal primo giorno d’estate sono stati intensificati i servizi diOLYMPUS DIGITAL CAMERA controllo del territorio della costa maceratese da parte dei Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche.

Dal 21 giugno sono partiti una serie di servizi diurni e notturni che impegneranno le nove Stazioni ed il Nucleo Operativo e Radiomobile per poter garantire, al meglio, le numerose richieste d’intervento e far trascorrere, al meglio, le vacanze ai turisti che hanno scelto il litorale che attraversa Civitanova Marche, Porto Potenza Picena e Porto Recanati.

Molta attenzione da parte dei CC al fenomeno dei furti in appartamenti che, con la calura estiva, possono subire impennate, ma anche ai fenomeni predatori sulle spiagge e sulle autovetture, moto e biciclette. CC-22-6-2013-casello A:14 3

Dalle Caserme Carabinieri della costa verrà messo su strada il maggior numero di pattuglie per garantire sull’intero arco delle 24 ore più unità possibili sul territorio. Dal primo luglio, inoltre, alle autoradio sulle strade si affiancheranno le pattuglie a piedi, rivolte essenzialmente alla vigilanza dei 116 Stabilimenti balneari e ai numerosi tratti  di spiaggia libera che insistono nei 20 km di costa maceratese. Servizi rimodulati quest’anno – assicura il Capitano Domenico Candelli – per essere presenti, contemporaneamente, in più chalet, affiancando ai carabinieri di pattuglia in uniforme, anche carabinieri in borghese a bordo di scooter, per prevenire l’odioso fenomeno degli scippi. I dettagli dei nuovi servizi di “prossimità a chi va al mare” che vedranno la collaborazione degli assessorati al turismo dei Comuni costieri e dell’ABAT, con inizio dal 1° luglio, sono presto detti.

Intanto, già col solstizio d’estate (ieri 21 giugno), gli uomini dell’Arma hanno messo in atto una serie di controlli ed attività operative:

·   Un’autovettura rubata, in altra regione, è stata rinvenuta nella zona sud di Porto Recanati in stato di abbandono. I Carabinieri hanno tenuto d’occhio quel veicolo per un po’ di tempo, allo scopo di verificare se fosse ancora in uso a ladri o ricettatori, quindi l’hanno sottoposta a sequestro. All’interno un armamentario di attrezzi da scasso (guanti, cacciavite e lampadina), contenuti in un borsone, con i resti di un furto consumato evidentemente qualche giorno fa in luoghi da verificare, visto che non collimano con le refurtive di alcuni episodi accaduti in zona. Lo stato ormai di abbandono del veicolo lasciava presumere che il mezzo fosse stato considerato ormai “inutilizzabile” dalla banda di ladri che lo avevano lasciato per strada, nei pressi della Stazione ferroviaria. I monili che vengono ritratti nella foto, possono essere visionati – per riconoscimento e restituzione – presso la sede della Stazione Carabinieri di Porto Recanati, sita in Viale Europa, i cui uffici sono aperti tutti i giorni dalle 8 alle 22, con info allo 0719799013 od allo 0733825300 della Compagnia di Civitanova Marche.

·        “Al ladro al ladro” l’altra sera, sempre a Porto Recanati, è stato udito dalla pattuglia dei carabinieri in servizio sul lungomare. Una donna, del luogo, che aveva lasciato in sosta la sua bicicletta, bloccando la ruota posteriore con una catena,  non l’aveva ritrovata. Gli uomini dell’Arma, sulla base della descrizione puntuale della bici, si sono subito messi alla ricerca,  e dopo qualche minuto l’ hanno ritrovata. Un marocchino, abitante a Porto Recanati, se la stava trascinando a gambe levate con tutta la catena, ma i carabinieri sono  riusciti a bloccarlo. Fotosegnalato nei laboratori dello SPIS della Caserma Piermanni di Civitanova Marche, a suo carico una denuncia per ricettazione del mezzo che, dopo le formalità di rito, è stato restituito alla donna, con sua legittima soddisfazione e gradite manifestazioni di apprezzamento ai militari dell’Arma.  

·  Ieri pomeriggio ancora “al ladro” sotto gli ombrelloni di Porto Potenza. Un ragazzo che passeggiava sul lungomare, quando ha raccolto dalla spiaggia libera uno shopper, sono scattati i legittimi sospetti dei bagnanti  che avesse commesso un furto. Telefonate al 112 di alcuni bagnanti che lo seguivano ha fatto dirottare, dalla centrale operativa del Comando di Via Carnia, un paio di pattuglie del Radiomobile civitanovese e della Stazione di Porto Potenza, nella zona nord del litorale potentino. Lo hanno bloccato ma quel ragazzo, in quello shopper teneva solo un paio di effetti personali e, probabilmente, quel suo raccogliere velocemente quel sacco, in stato di abbandono e di nessun valore commerciale, era stato scambiato per un furto. L’attenzione dei bagnanti non è stata tuttavia censurata dai militari intervenuti, che hanno anzi ringraziato ed incitato a segnalare al 112, come in questo caso, ogni situazione sospetta.

·        Le segnalazioni corrono sul 112, ma non sfuggono quelle rivolte coram populi sui social network, come quella che, ieri sera, un civitanovese aveva effettuato per lamentare la presenza di due prostitute a Civitanova, zona Fontanelle, poco al di qua del ponte sul fiume Chienti.  Sebbene si trattasse di una notizia carpita informalmente e che sarebbe meglio formulare ai numeri di emergenza delle forze di polizia, la gazzella del radiomobile verso la mezzanotte ha eseguito il controllo e l’identificazione delle due che, già in altri servizi antiprostituzione dell’Arma civitanovese, erano state proposte per il foglio di via da questo Comune. Le due, pertanto, al termine delle operazioni di identificazione sono state denunciate per inottemperanza al provvedimento.

di Ennio Ercoli

CIVITANOVA–Da svariati giorni il meteo sta svolgendo purtroppo

MAURO ANTONINI

MAURO ANTONINI

un’azione di ostruzionismo nei confronti del bel tempo e dell’estate da tutti agognata. Ma per quanto riguarda il salvataggio in mare è già tutto pronto. Ben 75 ragazzi hanno superato tutte le prove di fine corso ed hanno ottenuto il brevetto di “Assistente bagnanti Mip”, valido per lavorare anche in riva al mare. Molti tra loro saranno scelti per occuparsi della sicurezza nelle nostre spiagge, nella stagione che sta per prendere…il largo. Non pochi tra i ragazzi hanno appena 16 anni e provengono dai corsi di nuoto o dall’attività agonistica. Ma tra i candidati al brevetto c’è anche qualcuno più maturo, che intravede nell’attività di assistente bagnanti l’occasione giusta per coniugare la “passione per il mare” con una “opportunità lavorativa”.

Per l’esame che dà l’abilitazione all’esercizio in mare la prova più difficile si è rivelata quella sull’Ordinanza di sicurezza balneare e sulla meteorologia, effettuata dalla Capitaneria di Porto di Civitanova.ANTONINI-RAGAZZI-PISCINA-0187-LEGG-

Soddisfazione è stata espressa da Francesco Catenelli, uno dei più grandi di età fra i partecipanti al corso, che ha trovato le domande della Capitaneria un po’ difficili, ma certamente superabili, anche con un pizzico di ragionamento. I ragazzi agonisti, spesso più giovani (16, 17 anni) invece non hanno avuto nessuna difficoltà a superare le “prove pratiche” con il moscone o pattino che dir si voglia, ma qualche problemino con le nozioni teoriche. La voga in mare, al contrario, non ha dato molte preoccupazioni, come dice Nicoletta Torretti: “Siamo stati fortunati, perché ci siamo allenati sempre, anche in condizioni difficili e dunque eravamo pronti”. Ma Giorgia Barbizzi ci tiene a ringraziare gli istruttori “perchè hanno supportato i ragazzi anche nei momenti di difficoltà, soprattutto Mirko del Lido della Polizia, che con tanta pazienza ha aiutato tutti a dare il massimo”. Tutti pronti, dunque, per prestare servizio preso le torrette rosse dislocate lungo il tratto di litorale maceratese, da Civitanova a Porto Recanati, passando per Porto Potenza.ANTONINI-CENA FINE CORSO-0209 copia Purtroppo non tutti lavoreranno subito, ci ha spiegato Antonini. Per i più giovani si tratterà di cominciare con le sostituzioni, gli affiancamenti ed il tirocinio. Per i più bravi, gli chalet della costa o le cooperative che si occupano della sicurezza in spiaggia, costituiranno senza dubbio un’occasione di lavoro già a partire da subito. Si tratta di un lavoro gratificante, ma anche di responsabilità. Per cui un sincero in bocca al lupo a tutti è stato formulato dai preparatori, che sin qui li hanno incoraggiati a fare bene! I ragazzi che hanno sostenuto l’esame appartengono al corso di Macerata, gestito da Franco Pallocchini (della “Macerata Nuoto”, responsabile tecnico Mauro Antonini), al gruppo di Giuseppe Vaccina che fa riferimento all’alto Maceratese e al corso di Civitanova Marche, seguito da Pietro Giulietti (del “Grillo Civitanova”). Per le lezioni pratiche di voga i ragazzi sono stati ospitati dal Lido della Polizia a Fontespina, nel tratto di spiaggia di fronte al Gabbiano. Se ne è occupato Mirko Mercuri, il gestore, che ha dato anche una mano ai ragazzi ad imparare le nozioni basilari di voga ed è sempre disponibile per consigli utili in spiaggia. Responsabile e direttore dei corsi è stato Mauro Antonini, “Fiduciario regionale per il Salvamento” della Federazione Italiana Nuoto. Il superamento degli esami è stato festeggiato dai ragazzi con gli istruttori giustamente a tavola (nella foto sopra), mentre ora si spera solo che il sole possa far partire la stagione alla grande, anche perchè gli chalet sono tutti pronti, con tante piccole e grandi novità.          

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31