You are currently browsing the tag archive for the ‘CAVALCATA DELL’ASSUNTA’ tag.

LEONELLO ALESSANDRINI

LEONELLO ALESSANDRINI

E’ il giorno della Cavalcata, domani la città rende omaggio all’Assunta

 
FERMO (13 agosto 2013)-E’ arrivato il giorno della Cavalcata dell’As-sunta. Domani sera, a partire dalle 20,45, il Magnifico Corteo Storico in costume del quindicesimo secolo muoverà dalla Chiesa di Santa Lucia per giungere in Cattedrale, dove l’Arcivescovo di Fermo, Mons. Luigi Conti, officerà la Solenne Liturgia della Parola in onore della Beata Vergine Assunta in Cielo, Patrona della Città. Qui le magistrature fermane, i Priori delle dieci Contrade e le corporazioni cittadine offriranno ceri e doni alla loro Protettrice, come da antichissima tradizione. La festa dell’Assunta a Fermo ha infatti radici lontane: risale all’incirca all’anno Mille il primo documento in cui vengono menzionate le celebrazioni in onore della Vergine (senza tuttavia specificare in cosa consistessero), mentre il primo riferimento esplicito alla Cavalcata e al Palio dell’Assunta è del 1182, anno in cui i tre castelli di Monterubbiano, Montotto e Cuccure promettevano “di portare ogni anno a Fermo, in occasione della Festa di Santa Maria di Mezz’Agosto, “unum pallium bellum et bonum”. Oltre alla nobiltà fermana, alle cerimonie partecipavano infatti anche i rappresentanti dei castelli e delle terre accomandate a Fermo, che dovevano portare offerte alla Città e alla sua Protettrice. Usanza che rivive nella moderna edizione della Cavalcata, con le delegazioni degli antichi Castelli di Acquaviva Picena, Grottazzolina e Petritoli che prenderanno parte al corteo. Ampiamente descritta e disciplinata negli Statuta Firmanorum del 1382-1383, la Cavalcata dell’Assunta ha il suo documento più significativo nella stupenda Pagina Miniata contenuta nel “Missale de Firmonibus”, conservato nel Museo Diocesano e realizzato intorno al 1436 da Giovanni di mastro Ugolino da Milano, abitante a Fermo in Contrada San Bartolomeo, su commissione del Vescovo Giovanni de Firmonibus. Una testimonianza unica ed originale di quello che era il momento più importante della vita religiosa e politica della Città e dello Stato di Fermo, a cui l’attuale Cavalcata dell’Assunta si ispira. Saranno oltre 1.200 i figuranti che domani sera prenderanno parte al solenne corteo, accuratamente preparato dal regista Oberdan Cesanelli e dai cerimonieri delle Contrade. Figura principale è quella del Podestà, impersonato dal Sindaco e presidente della Cavalcata dell’Assunta Nella Brambatti, che sfoggerà il sontuoso abito realizzato l’anno scorso dalle allieve dell’Ipsia Moda. Per questa edizione la scelta è ricaduta sul vestito del vice-presidente vicario Leonello Alessandrini, realizzato dalle alunne della quarta classe sotto la guida dell’insegnante Giuseppina Sirocchi e della responsabile dei costumi storici della Cavalcata Marcella Ciferri Stabile. La Dama della Cavalcata sarà la giovane fermana Katiuscia Copponi, che ha conquistato la fascia di Miss Fermo durante la finale di Miss Cinema Marche tenutasi in piazza del Popolo alla fine dello scorso mese. Questo l’ordine di sfilata delle Contrade: Campolege (vincitrice della scorsa edizione del Palio), Torre di Palme, Fiorenza, Castello, Molini Girola, San Martino, Capodarco, Pila, Campiglione e San Bartolomeo.
Annunci

FERMO–Castello si aggiudica la 19a edizione del Tiro per l’astore, la gara tra gli arcieri delle dieciOLYMPUS DIGITAL CAMERA Contrade della Cavalcata dell’Assunta. A regalare il successo ai giallo-blu è stata la coppia formata da Marco Leoni e Alieto Giammarini. Quest’anno, per la prima volta, sono stati infatti due i tiratori schierati da ogni Contrada, come disposto nel nuovo regolamento varato lo scorso inverno dal Consiglio di Cernita. Gli arcieri di Castello hanno totalizzato 660 punti, staccando nettamente tutti gli avversari. Seconda classificata San Bartolomeo con David Bonfigli e Cristian Nasini, che hanno ottenuto 430 punti. Terza la coppia di Fiorenza, Francesco Ferrini e Roberto Mercuri, con 425 punti, mentre al quarto posto si è piazzata San Martino, con Renato e Alessandro Montagnoli che hanno totalizzato 405 punti. Le coppie di arcieri, divise in due batterie, hanno completato due volte il percorso di tiro, formato da cinque postazioni con diverse tipologie di bersagli (scudo, fascio di canne, pendoloOLYMPUS DIGITAL CAMERA, campana e piattini). Numeroso il pubblico che, malgrado la pioggia, si è riversato al piazzale del Girfalco per assistere alla sfida, diretta dal giudice di gara Daniele Di Valerio. Al termine delle prove il vice-presidente vicario della Cavalcata dell’Assunta Leonello Alessandrini, il presidente onorario Silvio Dionea e l’assessore allo sport Paolo Calcinaro hanno consegnato i trofei ai primi quattro classificati. A tutti gli arcieri è stato assegnato un ricordo della partecipazione alla gara. Questi gli altri tiratori: Leonardo Cruciani e Anthony Rocchi (Molini Girola), Maurizio e Silvio Marinozzi (Capodarco), Elvio Biocchi e Massimo Petrini (Torre di Palme), Franco Vesprini e Simone Poggi (Campolege), Marco Simonelli e Paolo Properzi (Pila), Erika Pomioli e Guido Benedetti (Campiglione). Con il successo di ieri la Contrada Castello si è aggiudicata per la seconda volta la gara di tiro con l’arco, vinta dai giallo-blu anche nel 2010. A primeggiare nell’Albo d’Oro è la Contrada San Bartolomeo, vittoriosa 5 volte (1996,1997,1998, 1999, 2003), seguita da Capodarco e Fiorenza con 3 affermazioni (2004,2005 e 2007 la prima, 2001, 2008 e 2009 l’altra). Due successi, oltreché per Castello,OLYMPUS DIGITAL CAMERA per la Contrada Campolege (1995 e 2000). Uno a testa per Campiglione (2002), Torre di Palme (2006), San Martino (2011) e Pila (2012). Dopo il Trofeo Gallo d’Oro e il tiro con l’arco, si terrà domani sera la gara di Tiro al canapo, terzo e ultimo dei Giochi Medievali che fanno da corollario alla Corsa al Palio di Ferragosto. Appuntamento fissato alle 21,30 al piazzale del Girfalco. Questi, riepilogando, i primi quattro posti con i relativi punteggi: Castello (660); San Bartolomeo (430); Fiorenza (425); San Martino (405). 

FERMO–Domani sera, domenica 4 agosto 2013, le dieci Contrade della Cavalcata dell’Assunta

GIURAMENTO DEI PRIORI

FERMO • GIURAMENTO DEI PRIORI

conosceranno l’oggetto del loro desiderio: a partire dalle 20 si terrà la cerimonia dell’arrivo e presentazione del Palio, il drappo che verrà conteso nella corsa di ferragosto. A ricevere il Palio saranno le Contrade Campolege e Campiglione, che prenderanno in consegna il drappo a Porta San Giuliano, dove sarà ricostruito un vero e proprio borgo medioevale. Animazioni, racconti, giocolieri, danzatrici, antichi arti e mestieri allieteranno la serata, grazie alla collaborazione delle compagnie teatrali amatoriali Il Tiaffe, Gruppo dell’Arco Fermano, Amici del Teatro Fermano e Gruppo Teatrale Palmense.

Come da tradizione, sarà la delegazione della rievocazione storica di Monterubbiano “Armata di Pentecoste-Sciò la Pica” a portare il Palio in città. Un’usanza che nasce da uno dei più antichi documenti inerente la Cavalcata e il Palio dell’Assunta, risalente al 1182: in quell’anno furono firmati dei patti di pace in cui i tre castelli di Monterubbiano, Montotto e Cuccure promettevano “di portare ogni anno a Fermo, in occasione della Festa di Santa Maria di Mezz’Agosto, unum pallium bellum et bonum”. L’arrivo del Palio sarà annunciato, nel pomeriggio, con la lettura del bando in Piazza del Popolo in occasione della fiera di Santa Maria.

FERMO • INVESTITURA DEI PRIORI

FERMO • INVESTITURA DEI PRIORI

A realizzare il drappo è stata l’artista fermano-libanese Vivianne Bou Kheir, di cui è stata allestita una mostra personale nell’Oratorio della Chiesa di San Domenico, aperta al pubblico fino al 18 agosto. Proseguono dunque le manifestazioni della 32a edizione della rievocazione storica fermana, che ieri sera ha vissuto un dei momenti più suggestivi: l’investitura e il giuramento dei Priori delle Contrade.

Come da antico protocollo, gli armigeri del Comune hanno portato la cassa in legno dalla quale il Capitano d’Armi ha estratto i bossoli contenti i nomi dei dieci Priori, a cui in passato spettava il compito di governare la città. Tra le grida di esultanza del popolo in festa sono stati confermati Diego Zappalà (Campolege), Renzo Properzi (Molini Girola), Matteo Carboni (San Bartolomeo), Marcella Simoni (Campolege), Paolo Gobbi (Capodarco), Renzo Luciani (Castello), Lorenzo Giacobbi (Fiorenza), Luigino Pistolesi (Pila), Sergio Budel (San Martino) e Massimo Tramannoni (Torre di Palme). Tutti hanno ricevuto cappa e medaglione, simboli della dignità priorale, dalle mani del Podestà, impersonato dall’assessore alla cultura Francesco Trasatti. Dopo la nomina i dieci Priori si sono riuniti al centro dello spazio scenico per il giuramento di fedeltà e devozione alla Città e alla sua Protettrice, letto

IL PRIORE DI CAMPOLEGE DIEGO ZAPPALA' LEGGE IL GIURAMENTO

IL PRIORE DI CAMPOLEGE DIEGO ZAPPALA’ LEGGE IL GIURAMENTO

da Diego Zappalà, Priore di Campolege (Contrada vincitrice della scorsa edizione del Palio), per ricevere poi la benedizione da Don Osvaldo Riccobelli.

La suggestiva cerimonia è stata preceduta dall’investitura dei Gonfalonieri delle Contrade, figura molto importante nell’ordinamento comunale del tempo, a cui spettava il compito di mantenere sempre esposto fuori dalla propria abitazione il vessillo di Contrada e di richiamare i cittadini alle armi in caso di necessità. A ricevere i dieci gonfaloni, consegnati dal Podestà, sono stati Lorenzo Petruzzi (Campolege), Enrico Ribichini (Campiglione), Roberto Ciccalè (Torre di Palme), Massimo Temperini (Castello), Mattia Francia (San Martino), Alex Terriaca (Molini Girola), Beniamino Montanini (San Bartolomeo), Francesco Balestrini (Pila), Marco Raccichini (Fiorenza) e Maurizio Testatonda (Capodarco). La serata si è conclusa c

FERMO  • INVESTITURA GONFALONIERE CASTELLO

FERMO • INVESTITURA GONFALONIERE CASTELLO

on lo spettacolo medievale dei “Giullari del Diavolo”. 

 
FERMO–Sono stati scelti i dieci cavalli che disputeranno il Palio dell’Assunta il prossimo 15 agosto. Le Contrade hanno consegnato ieri pomeriggio le schede con i voti e in serata il Comitato Corsa (formato da Sauro Diomedi, Caterina Santiloni, Maurizio Fortuna e Gianfranco Perticarini) ha comunicato ai Priori i nomi dei destrieri.
Dei 23 animali iscritti al bando nove hanno superato subito la selezione, mentre per il decimo è stata necessaria una nuova votazione tra tre cavalli che al primo turno avevano ottenuto lo stesso numero di preferenze.
I proprietari degli animali selezionati per la corsa dovranno versare entro il primo agosto 1.500 euro come cauzione, pena l’esclusione dalla manifestazione. In tal caso saranno rimpiazzati dai primi dei cavalli “non eletti”, seguendo l’ordine dei voti ottenuti.
 I dieci destrieri si ritroveranno a Fermo la mattina dell’11 agosto per l’identificazione e la prima visita veterinaria. In caso di esito negativo o infortunio saranno a disposizione cavalli di riserva che, per motivi logistici, verranno scelti direttamente dal Comitato Corsa (sempre tra quelli esclusi).
La sera del 13 in piazza del Popolo si terrà la Tratta dei Bàrberi, cerimonia di abbinamento dei cavalli alle dieci Contrade fermane per la corsa di Ferragosto. Nell’occasione gli animali saranno sottoposti alla seconda visita veterinaria. Da questo momento non potranno più essere sostituiti: in caso di infortunio del proprio cavallo, la Contrada non potrà prendere parte alla gara e sarà dunque esclusa dalla corsa. Proseguono intanto i preparativi da parte del Consiglio di Cernita, del regista Oberdan Cesanelli e dei cerimonieri di Contrada per allestire al meglio le numerose manifestazioni che caratterizzano la Cavalcata dell’Assunta. La trentaduesima edizione della rievocazione storica fermana verrà presentata in conferenza stampa sabato alle 18 presso la Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori. Seguiranno convegno e inaugurazione della mostra sullo stendardo portato a Fermo da Moregnano per la Cavalcata dell’Assunta del 1752.

FERMO–Avrà inizio venerdì 19 aprile 2013, presso il Teatro “Luigi Antonini”, il laboratorio teorico-pratico di danza medievale promosso e organizzato dalla Cavalcata dell’Assunta. Il corso sarà tenuto dalla dott.ssa Ornella Di Tonto, laureata in Etnomusicologia e in Scienze Ausiliarie della Storia. Tre gli appuntamenti previsti, tutti nel fine settimana: si inizierà venerdì alle 19 con una conferenza d’introduzione sul “Medioevo coreutico”, con proiezione di materiale iconografico e ascolti musicali, a cui faranno seguito, a partire dalle 21, le prime due ore di laboratorio pratico; il corso proseguirà poi sabato, dalle 15 alle 18, e domenica, dalle 10 alle 13. Diversi i temi che saranno affrontati durante il laboratorio: colto e popolare nel medioevo coreutico (con particolare attenzione alle canzoni a ballo e al saltarello del Trecento e Quattrocento e alle sue modalità improvvisative); balli in tondo e canzoni a ballo (carole); ricostruzione e apprendimento del repertorio medievale di ballo (carole, saltarelli, trotti, istampitte, basse danze). L’iniziativa ha riscosso grande successo ed è stata abbondantemente superata la quota minima di 20 iscritti. Dopo il laboratorio di giocoleria medievale tenutosi ad inizio febbraio, dunque, la “Cavalcata dell’Assunta” propone un altro interessante appuntamento per conoscere meglio aspetti e peculiarità della società del medioevo e del periodo storico in cui affonda le radici il Palio di Fermo. “Credo fermamente nel progetto dei laboratori – ha affermato in proposito Oberdan Cesanelli, regista della rievocazione storica fermana – sul loro valore formativo e soprattutto sul fatto che possano avvicinare alla Cavalcata persone che altrimenti non ne avrebbero l’opportunità”.

???????????????????????????????

FERMO-Workshop concluso, i primi contatti sono stati presi. L’incontro B2B di giovedì 11 aprile 2013 si è svolto nello splendido scenario della Sala della Rollina del Teatro dell’Aquila di Fermo, utilizzo gentilmente concesso dal Sindaco di Fermo e dall’ Assessorato al turismo. Presenti al workshop i 12 Tour Operator Russi e 2 Tour Operator Finlandesi, nonchè  ben 20 operatori locali che, spalleggiati dagli interpreti, hanno proposto le loro migliori offerte e fatto conoscere il territorio marchigiano. Il pomeriggio di lavoro si è concluso con una “cena di gala” per salutare gli operatori ospiti del territorio fermano. Al termine è stato proiettato il video “Benvenuto a Fermo” e i saluti del Sindaco di Fermo in lingua russa. Il Presidente di Marca Fermana, Guglielmo Massucci, ha salutato gli operatori e consegnato il materiale informativo del territorio e il volume della Cavalcata dell’Assunta, un pensiero offerto dal Comune di Fermo; allo stesso tempo gli operatori hanno ricambiato il pensiero con i loro prodotti tipici e hanno ringraziato gli organizzatori dell’educational tour per la splendida esperienza vissuta nel territorio fermano. Durante il discorso finale hanno rimarcato le potenzialità della nostra regione Marche e spronato gli operatori a fare sempre di più per attrarre i nuovi mercati dell’Est. Gli operatori russo-finlandesi in questi giorni hanno avuto modo di conoscere il Fermano, visitando alcune strutture ricettive quali campeggi, hotel ed agriturismi, testando la nostra rinomata accoglienza; hanno inoltre assaggiato i nostri prodotti tipici locali: i salumi magistralmente realizzati dell’Azienda Agricola Parco Galeano, l’olio e il nuovissimospumante Brut di Marchelife, i famosissimi Maccheroncini dei quali hanno assistito anche alla loro realizzazione da parte delle esperte signore del comune di Campofilone, fino alla pizza e, proprio da Pizza.it School, hanno preso parte ad una breve lezione dove è stato spiegato come si realizza questo prelibato piatto e si sono anche cimentate nella stesura della pallina di impasto. Durante i momenti di pausa negli agriturismi, complici anche le belle giornate che hanno accompagno le visite, molto apprezzati e fotografati sono stati gli splendidi panorami delle colline con la vista verso i Monti Sibillini e allo stesso tempo del mare Adriatico. Nelle aziende agricole visitate hanno acquistato i prodotti tipici così da farli conoscere in Russia. Non è mancata la visita anche agli outlet di calzature,i cui marchi sono molto conosciuti anche nell’est Europa. 

???????????????????????????????

FERMO-Workshop concluso, i primi contatti sono stati presi. L’incontro B2B di giovedì 11 aprile 2013 si è svolto nello splendido scenario della Sala della Rollina del Teatro dell’Aquila di Fermo, utilizzo gentilmente concesso dal Sindaco di Fermo e dall’ Assessorato al turismo. Presenti al workshop i 12 Tour Operator Russi e 2 Tour Operator Finlandesi, nonchè  ben 20 operatori locali che, spalleggiati dagli interpreti, hanno proposto le loro migliori offerte e fatto conoscere il territorio marchigiano. Il pomeriggio di lavoro si è concluso con una “cena di gala” per salutare gli operatori ospiti del territorio fermano. Al termine è stato proiettato il video “Benvenuto a Fermo” e i saluti del Sindaco di Fermo in lingua russa. Il Presidente di Marca Fermana, Guglielmo Massucci, ha salutato gli operatori e consegnato il materiale informativo del territorio e il volume della Cavalcata dell’Assunta, un pensiero offerto dal Comune di Fermo; allo stesso tempo gli operatori hanno ricambiato il pensiero con i loro prodotti tipici e hanno ringraziato gli organizzatori dell’educational tour per la splendida esperienza vissuta nel territorio fermano. Durante il discorso finale hanno rimarcato le potenzialità della nostra regione Marche e spronato gli operatori a fare sempre di più per attrarre i nuovi mercati dell’Est. Gli operatori russo-finlandesi in questi giorni hanno avuto modo di conoscere il Fermano, visitando alcune strutture ricettive quali campeggi, hotel ed agriturismi, testando la nostra rinomata accoglienza; hanno inoltre assaggiato i nostri prodotti tipici locali: i salumi magistralmente realizzati dell’Azienda Agricola Parco Galeano, l’olio e il nuovissimospumante Brut di Marchelife, i famosissimi Maccheroncini dei quali hanno assistito anche alla loro realizzazione da parte delle esperte signore del comune di Campofilone, fino alla pizza e, proprio da Pizza.it School, hanno preso parte ad una breve lezione dove è stato spiegato come si realizza questo prelibato piatto e si sono anche cimentate nella stesura della pallina di impasto. Durante i momenti di pausa negli agriturismi, complici anche le belle giornate che hanno accompagno le visite, molto apprezzati e fotografati sono stati gli splendidi panorami delle colline con la vista verso i Monti Sibillini e allo stesso tempo del mare Adriatico. Nelle aziende agricole visitate hanno acquistato i prodotti tipici così da farli conoscere in Russia. Non è mancata la visita anche agli outlet di calzature,i cui marchi sono molto conosciuti anche nell’est Europa. 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Annunci