You are currently browsing the tag archive for the ‘ANTONIO PETTINARI’ tag.

ABBADIA DI FIASTRA (MC)-Ben venga il riordino della Protezione civile, purchéPROTEZ-CIVILE-pettinari_CAL4854 la nuova governance, più in linea con i canoni attuali di sicurezza, e una più oculata gestione dei fondi, per  contenere la spesa pubblica, si traducano in maggiori garanzie per i cittadini. È il messaggio consegnato oggi (13 luglio 2013), ad Abbadia di Fiastra, in occasione del convegno organizzato dalla Provincia di Macerata, insieme alla Regione Marche, sulla modifica della legge 225 che, 21 anni fa, istituiva il Servizio nazionale di Protezione civile. Un modello che nelle Marche funziona, “perché tutti, Istituzioni e Volontariato, ne sono partecipi”, ha detto il presidente Pettinari aprendo i lavori e facendo appello alla sensibilità di ognuno ad essere “sentinella dell’ambiente”.protezione civile_CAL4827
Le principali novità normative riferite al sistema degli Enti locali le ha spiegate Roberto Oreficini Rosi, capo dipartimento per la Protezione civile della Regione. Ora sono i programmi territoriali a doversi armonizzare con i piani di emergenza di protezione civile, in particolare quelli comunali e regionali, e non viceversa: per questo è importante che i Comuni adottino i piani, con i sindaci in prima linea. 
La regola vale anche per gli incendi boschivi, un problema “caldo” nei mesi estivi, che Gianni Scamuffa, della Regione, ha approfondito illustrando la campagna antincendio 2013 delle Marche. PROTEZIONE CIVILE-13-7-2013-
Qui entra in gioco la Provincia che, fino al 15 settembre, ha messo a punto un Piano di previsione e prevenzione forte del contributo operativo, oltre che della Regione, del Corpo Forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco, della Prefettura, della Polizia provinciale, delle Comunità montane, di ben 36 Gruppi comunali di Protezione civile e 6 Associazioni, per un totale di 500 volontari abilitati, impegnati in 700 turni nei territori delle Comunità Montane di San Severino, San Ginesio e Camerino, e dislocati in 7 pattuglie mobili (3 di vigilanza e 4 di pronto intervento) e in 5 postazioni di avvistamento. Il ruolo indispensabile dei volontari è stato ribadito da Pettinari: “senza di loro non esisterebbe alcun Piano di prevenzione”. 
Alla giornata informativa sono intervenuti Pietro Giardina, Prefetto di Macerata, Giuseppe Pezzanesi, sindaco di Tolentino, Sarda Cammarota e Susanna Balducci, della Regione, Luigi Vissani della Provincia, Giuseppe Bordoni e Dino Poggiali, Comandanti del Corpo forestale dello Stato e dei Vigili del Fuoco e, in rappresentanza delle organizzazioni di volontariato, Roberto Natali. Nel dibattito non sono mancati gli interventi dei numerosi sindaci presenti che, nella nuova legge, non solo continuano ad essere le figure di riferimento del sistema di Protezione civile, ma assumono nuove competenze, dalla direzione dei servizi di emergenza al coordinamento del soccorso e dell’assistenza alle popolazioni colpite.

Annunci

MACERATA–Con due soli voti contrari il Consiglio provinciale ha approvato, ieri sera, il Bilancio di previsione 2013 e il Bilancio pluriennale 2013/2015. Il documento finanziario della Provincia ha trovato il sostegno della maggioranza, che ha votato compatta (15 sì), e anche le 5 astensioni di Acquaroli e Candria di Sel, Gagliardi, Pezzanesi e Tartabini del Pdl. “Contro” solamente Agostini e Bonifazi (Pdl). Assenti Capponi (Ppe – Modello Macerata) e Zura Puntaroni (Lega Nord). Il bilancio 2013 è stato illustrato, nell’impostazione e nelle peculiarità, dall’assessore Giorgio Palombini. “Un documento serio, concreto e altrettanto sofferto – ha dichiarato in apertura – predisposto dall’Ente con grande impegno, in un momento di estrema difficoltà economica”.
È pesantissima la riduzione dei trasferimenti statali: 11 milioni e 700 mila euro in meno rispetto al 2010, a cui si aggiungono, dal 2011, mancate risorse per ulteriori 10 milioni annui per le strade ex Anas assegnate alle Province. Malgrado questo, l’Amministrazione guidata dal presidente Antonio Pettinari non ha rinunciato a mantenere gli impegni a favore delle imprese e delle famiglie, investendo risorse nel Fondo di Garanzia regionale e nelle politiche per il sociale. Nella parte corrente, il bilancio si distingue per una consistente diminuzione della spesa nella maggior parte delle funzioni, in primo luogo le spese generali di amministrazione e di gestione, fino quasi all’azzeramento delle spese “discrezionali”, nonostante la completa cancellazione, operata fin dall’inizio del mandato, delle spese di rappresentanza e per consulenze e missioni.
Passando agli investimenti, il Piano prevede, per il 2013, opere per 20 milioni di euro, la cui realizzazione è però condizionata dai vincoli imposti dal Patto di stabilità.
Un problema, quest’ultimo, venuto a galla nell’ampio e articolato dibattito da parte di diversi consiglieri, sollevato il giorno prima dal presidente Pettinari, ad Abbadia di Fiastra, all’assemblea generale di Confindustria Macerata.
Rivolgendosi a Giorgio Squinzi, presidente nazionale di Confindustria, il presidente della Provincia di Macerata ha rimarcato che “è assurdo e inaccettabile che le strade siano in un tale stato di degrado e che non si possa intervenire, così come nella manutenzione delle scuole e dei fiumi, funzioni obbligatorie che, peraltro, ridarebbero ossigeno alle imprese, pur avendo molte risorse disponibili in cassa”.
Per Pettinari, tuttavia, “le difficoltà attuali non devono scoraggiare, ma costituire uno stimolo a fare meglio, operando con efficienza e sobrietà”.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
giugno: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Annunci