You are currently browsing the tag archive for the ‘Amodeo’ tag.

 

CIVITANOVA MARCHE – Conferenza stampa a tre voci compatte e unite, oggi, in casa Civitanovese. Mentre continuano entusiastici i dati che provengono dalle prevendite (circa 450 i tagliandi venduti fino alle 19.00 di questa sera), si è appreso però di un’ulteriore problematica emersa nelle ultime ore: se

AMODEO, BRESCIANI, MECOMONACO

AMODEO, BRESCIANI E MECOMONACO

mbra infatti che la Società Maceratese abbia rifiutato di corrispondere alla Civitanovese un numero maggiore di tagliandi “omaggio” per i minorenni che volessero partecipare accompagnati dai genitori all’incontro dopo che i 50 elargiti nella giornata di ieri erano stati velocemente esauriti e nonostante si sia ben lontani dal coprire l’intera capienza del Settore Ospiti riservato ai rossoblù (che è di 1.300 posti nonostante gli 800 più i 50 tagliandi omaggio consegnati). Restano da capire le motivazioni di tanta acredine, tuttavia è tempo di concentrarsi sulla gara, e non c’è modo migliore di farlo che ascoltando direttamente le voci dei protagonisti di questa squadra, chiamati domenica ad una sfida decisiva, al vero crocevia della stagione.

Il primo intervento è di Mister Mecomonaco: «Sappiamo tutti che è una partita importantissima, però il campionato è ancora molto lungo e se ci credono altre squadre che sono alle nostre spalle, abbiamo il diritto di crederci anche noi fino alla fine. Speriamo di riuscire a vincerla questa partita, ma io non mi deprimerò nemmeno se le cose dovessero andare male. Purtroppo il risultato non lo determinano solo i giocatori, ci sono tanti fattori. All’andata abbiamo perso immeritatamente il derby per un episodio, quindi può darsi che questa volta il vento giri a nostro favore. Noi dobbiamo essere sereni e tranquilli, siamo consapevoli dell’importanza fondamentale di questa partita soprattutto per i nostri tifosi. Comunque la squadra deve stare tranquilla: non è una partita che va caricata più di tanto, perché i ragazzi sanno già quello che devono fare, soprattutto per rispetto di quelli che ci circondano, dei nostri grandi tifosi che ultimamente non siamo stati in grado di far gioire. Sono una persona positiva, bisogna guardare in avanti, lasciando perdere quello che è successo: giochiamoci questa partita a viso aperto, ben consapevoli di quanto valiamo».

A seguire il bomber, Capitan Amodeo: «Capita a tutti gli attaccanti di avere leggere flessioni: sarei stato più preoccupato se non si fossero create delle occasioni da gol, che invece ci sono sempre state e sono sicuro che si saranno. Continuo ad avere la massima fiducia, nonostante mi dispiaccia che non abbiamo approfittato di queste ultime gare per incamerare più punti: guardiamo comunque positivamente all’impegno di domenica, che è molto importante e può farci partecipare al campionato con una prospettiva diversa» .

A concludere, è il Direttore Generale Giorgio Bresciani, chiamato a caricare definitivamente tutto l’ambiente per la partita delle partite, con la sua consueta maestria: «Sono stati giorni delicati, ma siamo ripartiti tutti insieme e oggi siamo qui con un unico intento, che rimane sempre quello di provare a vincere questo campionato. A mister Mecomonaco all’inizio son stati chiesti i playoff, in questo momento stiamo ottenendo il risultato e certamente pensiamo di avere una squadra che fino all’ultima giornata può pensare di aggiudicarsi la vittoria finale. Se siamo qui è proprio perché evidentemente siamo tutti d’accordo e c’è stato un patto di ferro tra noi. I problemi si risolvono in casa propria, non c’è alcuna necessità di esternare al di fuori le cose interne, dando gusto a chi non ha cuore questa Società. Questa settimana è stata importante per cementare il gruppo ed è giusto anche ricordare una cosa: con Mecomonaco siamo insieme da tre anni, anche quest’anno stiamo costruendo qualcosa di importante. Come in tutte le grandi famiglie si possono avere discussioni, ma poi un’amicizia salda, fatta di affetto, lealtà e professionalità, risulta più forte di tutto. Ciò che è accaduto ha cementato ancora di più questo gruppo: i giocatori si sono allenati molto bene, sono tranquilli sotto ogni punto di vista, ma i momenti di frizione possono capitare a tutte le grandi squadre che si pongono obiettivi ambiziosi. La nostra precisa idea resta quella di fare un campionato che a Civitanova si possano ricordare. Andremo dunque a Macerata più convinti che mai per provare a vincere questa partita».

                                                           * * *

DERBY MACERATESE – CIVITANOVESE AFFIDATO A VOLPI DI AREZZO

Il designatore della CAN D Carlo Pacifici ha affidato il derby ad un’esperta terna tosco-laziale.

L’arbitro scelto è stato infatti Manuel Volpi di Arezzo, il quale sarà coadiuvato da Luca Foglietta e Simone Assante entrambi di Frosinone. Tutti e tre gli ufficiali di gara sono al terzo anno in Interregionale ed hanno superato quota 40 nel computo delle gare dirette (43 Volpi, 41 Foglietta, 44 Assante; gli assistenti in coppia sono usciti 11 volte). Il direttore di gara ha incrociato la Civitanovese in un’unica occasione la scorsa stagione: Fermana – Civitanovese 0-0 datata 3 novembre 2013 assistito da Matteoni di Arezzo e Cecchi di Pistoia. Nessun precedente invece con la Maceratese. Mentre il primo assistente Foglietta non ha mai “sbandierato” le due contendenti dell’”Helvia Recina”, il secondo Assante è alla quarta uscita in un match della Maceratese (precedenti: Maceratese – Recanatese 1-1 del 17 marzo 2013, Bojano – Maceratese 0-1 del 27 ottobre 2013 e Maceratese – Recanatese 2-0 del 6 aprile 2014).

* * *

SETTORE GIOVANILE

JUNIORES NAZIONALE: DERBY DI ALTA CLASSIFICA

Fari puntati sul Comunale “Mornano” nella diciottesima giornata del Campionato Nazionale Juniores girone “G”. Sul terreno verde della Città Alta, la Civitanovese riceverà la visita della Vis Pesaro, compagine che la precede in classifica di sole due lunghezze. I rossoblù, galvanizzati dagli ultimi risultati positivi, hanno la ghiotta opportunità di scalare una posizione, ma allo stesso tempo sono consapevoli che non sarà facile avere ragione dei rossiniani: ci sono pertanto tutti gli ingredienti per un match d’alta classifica tutto da vivere. Dirigerà il signor Marco Di Stasio della sezione di Fermo il quale si avvarrà della collaborazione dei signori Dario Tonelli e Brenda Mosca della sezione di Ancona.

ALLIEVI E GIOVANISSIMI: DERBY INSIDIOSI

Come per la prima squadra, domenica 25 gennaio è giornata di derby anche per gli Allievi Regionali. I rossoblù di Adolfo Cichella sono attesi infatti dalla sentita gara contro la Maceratese. La Civitanovese salirà a Collevario da imbattuta capolista, ma ben conscia delle insidie che caratterizzano questo tipo di partite. Alle ore 11:00 sarà il signor Matteo Vella della sezione di Macerata a decretare l’inizio.

Anticipo di lusso per i Giovanissimi Provinciali. Oggi alle ore 18:30 il team guidato da Marco Moretti ha affrontato in casa la temibilissima formazione biancoverde de Il Ponte (arbitro Luca Mari di Macerata). Il match con i morrovallesi  altro test probante per la capolista che guida meritatamente a punteggio pieno il girone.

Osservato il turno di riposo, tornano in campo i Giovanissimi Cadetti di mister Mauro Cellini. L’appuntamento è per le ore 17:00 di domani tra le mura amiche del “Fratelli Giovanni e Mariano Ciccarelli” dove la Civitanovese attenderà la visita della Recanatese. Arbitrerà il signor Edoardo Roncaglia della sezione di Macerata.


Annunci

TERMOLI – CIVITANOVESE: 1-3

TERMOLI (4-4-2): Natali, Scarpone, Sorianello, Caprioli, Dispoto, Lapenna, Maiorano, Gagliano, Santoro, Pugliese (8’st Simonetti), Fulvio (25’st Mattia). (A disposizione: Ferrucci, Arcuri, Arbotti, Camilleri, Di Gennaro, Manes, Prencipe) Allenatore: Marcello Casu.

CIVITANOVESE (4-2-3-1): Silvestri, Ficola, Mioni, Bensaja, Biagini (38’st Aquino), Cossu, Forgione, Ferrini (5’st Massaccesi), Amodeo (28’ Mengali), Degano, Pintori. (A disposizione Agresta, Foresi, Ruzzier, Giovino, Morbiducci, Margarita). Allenatore: Antonio Mecomonaco.

ARBITRO: Giuliano Parrella della sezione di Battipaglia.

Termoli-CivitanoveseASSISTENTI: Marco Orga di Moliterno ed Eustachio Capolupo di Matera.

RETI: 44’ e 20’st Amodeo (C), 22’st Degano (C), 32’st Caprioli (T).

NOTE: gara a porte chiuse per ordine del Giudice Sportivo; temperatura intorno ai 20°; terreno in buone condizioni; corner 5-4; ammoniti Sorianello, Scarpone e Caprioli (T), Massaccesi e Mioni (C) per gioco falloso; recupero 1’+ 3’.

CRONACA

PRIMA FRAZIONE

1′: punizione di Degano, Cossu non riesce a correggere a rete.

5’: punizione di Caprioli, Silvestri in due tempi e primo corner per i molisani.

12’: ribattuta la conclusione di Forgione.

13’: Degano nel cuore dell’area a botta sicura, Natali si oppone in corner.

16′: A provarci è Forgione dal limite, alta sopra la traversa la sua conclusione.

19’: Gagliano insidioso dalla destra. A rispondere sul fronte opposto ancora Forgione con un destro al volo.

28’: saetta di Pintori che lambisce la traversa.

35’: ammonizione per Sorianello (T), giallo per gioco falloso.

38’: pericolosissimo contropiede della Civitanovese, con Amodeo che non riesce a “bucare” Natali, ottenendo solo un corner.

44’: Capitan Amodeo porta la Civitanovese in vantaggio: Degano sulla sinistra crossa al centro per il numero 9 rossoblù che di testa brucia tutti e firma l’1-0 che chiude di fatto la prima frazione.

SECONDA FRAZIONE

3’: si infortuna al ginocchio Ferrini, lo rileva Massaccesi.

8’: primo cambio anche per il Termoli, con Simonetti che prende il posto di Pugliese.

11’: Forgione sul filo del fuorigioco si incunea al centro dell’area e colpisce a botta sicura, con la conclusione che si infrange sul palo.

20’: raddoppio di Amodeo, assist da corner ancora di Degano.

22’: Degano firma un elegante 3-0 con il suo pregevole sinistro.

28’:capitan Amodeo, ex di giornata così come il portiere Silvestri e mister Mecomonaco, lascia il campo a Mengali.

32’: Caprioli su punizione accorcia le distanze per il Termoli.

38’: Biagini lascia il posto ad Aquino, che torna in campo dopo la frattura dell’alluce accorsa con il Celano qualche settimana fa.

45’: ammonizione per Caprioli.

TERMOLI –Stadio “Gino Cannarsa” senza corredo di pubblico per decisione del Giudice Sportivo, in una insolitamente tiepida giornata di fine Novembre: ad affrontarsi sul campo Termoli e Civitanovese, terzultima contro seconda in classifica, entrambe, per opposti motivi, desiderose di fare bene.

Grande rivoluzione in casa molisana in questa settimana, con un undici schierato in campo dal neo Mister Casu dalla bassissima età media, ma dalle grandi motivazioni viste le due ultime sconfitte e l’insediamento del nuovo Presidente Calarco.

Civitanovese in striscia positiva dal 12 Ottobre, con aspirazione di calare il “settebello” e proiettarsi a ridosso della capolista.

Inizio a ritmi blandi tra le due formazioni: bisogna aspettare l’ultimo minuto della prima frazione per vedere cambiare il risultato, anche se la Civitanovese mantiene sempre ben salde le redini del gioco.

E’ capitan Amodeo al decimo centro stagionale a sbloccare l’equilibrio, con un gol di testa, su ottimo assist di Degano dalla sinistra.

Nella ripresa brutta tegola per i rossoblù, che perdono subito Ferrini per una sospetta distorsione al ginocchio e colpiscono un legno con il sempre mobile, ma sfortunato Forgione: in due minuti però, tra il 20’ e il 22’st, la gara si incanala definitivamente su un binario favorevole, con una micidiale combinazione Degano – Amodeo che porta il punteggio sullo 0-3.

Ad accorciare le distanze per il Termoli, complice una leggera deviazione, Caprioli al 32’: il risultato non cambierà più.

La Civitanovese sfata l’ennesimo tabù ed inizia ad assaporare l’aria dell’alta classifica.

 

                CIVITANOVESE – MACERATESE 1-2

CIVITANOVESE: Agresta, Ficola, Mioni, Bensaja, Aquino, Cossu, Margarita (1’ st Della Penna), Ferrini (6’ st Forgione), Amodeo, Degano (38’ st Mengali), Pintori. A disposizione: Silvestri, Terlino, Giovino, Vignieri, Ruzzier, Gialloreto. All. Antonio Mecomonaco.

MACERATESE: Fatone, Cordova, D’Alessio, Croce (38’ st Perfetti), Garaffoni, Marini, De Grazia, Romano, D’Antoni (28’ st Capparuccia), Ferri Marini, Kouko (34’ st Bartolini). A disposizione: Moscatelli, Cervigni, Lari, Grassi, Tortelli, Belkaid. All. Giuseppe Magi.

ARBITRO: Sig. Andrea Zingarelli della sezione di Siena (Alessio Scacchi – Civitanovese-MACERATESE-1-2 DOM-21-9-2014-jpgNicola Mariottini della sezione di Arezzo).

RETI: 8’ pt rigore Amodeo, 26’ pt rigore D’Antoni, 30’ pt Croce.

NOTE: spettatori 2.400 (paganti 2.290). Espulso al 19’ st Ficola per doppia ammonizione (entrambe le sanzioni per gioco falloso). Ammoniti: Cordova (gioco falloso), Marini (proteste), Romano (gioco falloso), Cossu (gioco falloso), Croce (cnr). Corner 9-3; recupero 3’+4’.

CIVITANOVA MARCHE – 49’ secondo tempo. Sorretta dal proprio immenso pubblico la Civitanovese è in forcing alla ricerca del 2-2. Della Penna da fuori tenta la conclusione al volo. E’ l’ultima occasione per i rossoblù. L’estremo ospite Fatone si accartoccia sul pallone e salva il risultato. Vince la Maceratese.

La Civitanovese aveva affrontato il derby subito in maniera impeccabile. Grande ritmo, azione di gioco saldamente in mano e fulmineo vantaggio. Capitan Amodeo si incuneava in area, Cordova lo atterrava e Zingarelli era risoluto nell’assegnare la massima punizione che il bomber trasformava impeccabilmente: cuoio da una parte, portiere dall’altra. Peccato però che il brio è durato soltanto mezz’ora. Cossu utilizzava le maniere forti su Romano entrato in area e il direttore senese optava per il rigore: dal dischetto D’Antoni era glaciale nel fissare l’1-1. Mentre al 20’ Agresta si era rivelato provvidenziale su una punizione di Croce, lo stesso non si è potuto dire in occasione del gol vittoria degli ospiti, firmato dallo stesso centrocampista toscano. Nonostante fosse sulla traiettoria, l’estremo rossoblù si è fatto scappare una punizione centrale dalla distanza senza tante pretese. La Civitanovese accusava un po’ il colpo e la Maceratese, arroccandosi con l’ingresso di Capparuccia per D’Antoni nonostante la superiorità numerica (espulso al 19’ st Ficola per doppia ammonizione), metteva così in ghiacciaia il risultato.

Questa la cronaca della partita

7’ pt, Amodeo si incunea in area, Cordova lo atterra e Zingarelli assegna il rigore.

8’ pt, Amodeo insacca la massima punizione spiazzando Fatone e portando in vantaggio la Civitanovese.

20’ pt, prodigioso Agresta a salvare in tuffo a mano aperta su una velenosa punizione di Croce.

25’ pt, Cossu utilizza le maniere forti su Romano penetrato in area e per il direttore di gara è rigore.

26’ pt, dal dischetto D’Antoni è glaciale nel trasformare il pareggio biancorosso.

28’ pt, Amodeo si lancia in rete, Fatone in uscita al limite dell’area si scontra con Garaffoni e viene a contatto con il capitano rossoblu che insacca, ma l’arbitro sanziona l’attaccante per gioco falloso.

30’ pt, punizione centrale dalla distanza di Croce senza molte pretese, Agresta, nonostante fosse sulla traiettoria, si fa trovare impreparato e la sfera termina la propria corsa in rete. Vantaggio ospite.

40’ pt, Kouko da posizione invitante trova l’esterno della rete.

48’ pt, Pintori pesca in area l’accorrente Degano che conclude troppo debolmente: Fatone blocca facilmente a terra.

3’ st, azione personale di Pintori sulla destra che, dal limite, sferra a lato un diagonale.

11’ st, corner di Degano sul secondo palo per Aquino che centra la traversa.

19’ st, espulso Ficola per doppia ammonizione (gioco falloso + gioco falloso).

40’ st, botta di Mioni sugli sviluppi di una punizione di Pintori ribattuta dalla barriera.

49’ st, tiro al volo da fuori di Della Penna, Fatone si accartoccia e salva il risultato.

        

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
giugno: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Annunci