You are currently browsing the category archive for the ‘Tradizioni’ category.

FERMO–Domani Mercoledì 6 gennaio 2016, a partire dalle ore 15,30, ancora una volta, le Befane si riuniranno a Fermo, in un Congresso Internazionale arrivato alla ventesima edizione. Quest’anno le BEFANE RIU’ animeranno dapprima lo spazio di Piazzale Azzolino con molti giochi e laboratori del riuso, per la gioia di bambini, genitori e nonni. Dalle ore 18,30, poi, si trasferiranno nella centrale Piazza del Popolo di Fermo per la tradizionale discesa delle befane del C.A.I. dal Palazzo Comunale.

I Centri Sociali che parteciperanno alla tradizionale manifestazione della Befana, organizzata come sempre dall’Assessorato Servizi Sociali, sono:

SANTA PETRONILLA, con i laboratori della Befana (in collaborazione con la Ludoteca RIU’);

SANTA CATERINA, con il gioco della campana;

SAN TOMMASO\LIDO DI FERMO, con il gioco dei biliardini e giochi da tavolo;

VILLA VITALI, con il gioco dei palloncini coreografici;

CENTRO STORICO, con il gioco del tiro in porta;

SAN MARCO, con il gioco dei trucca bimbi;

SAN GIROLAMO E MONTONE, con il gioco della corsa dei sacchi ed il tiro della fune;

TIRASSEGNO, con il gioco del tiro alla befana;

SALVANO, con il gioco del tarallo;

MARINA PALMENSE, con il gioco “chi rompe trova”;

CAMPIGLIONE, con il gioco 1,2,3…stella;

ETE CALDARETTE, le cui Befane, per tutto il pomeriggio, sulla pista di ghiaccio in Piazza del Popolo volteggeranno in simpatiche piroette e scatteranno selfie con i presenti.

La Croce Verde, come da tradizione, alle ore 17,30 estrarrà i premi della Tombola. L’animazione sul palco, di tutto il pomeriggio, sarà realizzata dagli operatori della Ludoteca Riù.

Il Sindaco Paolo Calcinaro ha sottolineato come questa ventesima edizione del Congresso Internazionale delle Befane “rappresenti un’ulteriore occasione di divertimento, di gioco e di attenzione ai temi ambientali e della sostenibilità, non solo per i più piccoli, ma anche per i più grandi, che vede l’importantissimo contributo e la collaborazione dei Centri Sociali. Un modo per far sì che anche una festa crei socializzazione tra le famiglie del territorio’’.

L’Assessore ai Servizi Sociali Mirco Giampieri, evidenzia il fatto di come:tutti i giochi realizzati dai vari centri sociali sono giochi della nostra infanzia e della nostra tradizione, ricavati con materiali di recupero della Ludoteca Riù’’.

La manifestazione del 6 gennaio diventa, insomma, un’occasione non solo per divertirsi, ma anche per imparare a rispettare l’ambiente, riducendo la produzione di rifiuti che possono essere riutilizzati e quindi risorsa nel nostro vivere quotidiano.

 

 

 

 

Annunci

Sabato 13 giugno • “Veleggiata in Adriatico”, sta per partire la 1^ edizione, alla scoperta del Galeone di Pesaro

PESARO-Sta per prendere il via la prima edizione della “Veleggiata in Adriatico”, alla scoperta del “Galeone” di Pesaro e del mare Adriatico. L’iniziativa, organizzata da Seam (associazione socio culturale A.P.S), ha il patrocino del Comune di Pesaro e di Leganbiente Pesaro-Marche e può contare sulla collaborazione di Lega Navale sez. Pesaro, Aics Pesaro Urbino – Marche (Associazione Italiana Cultura Sport), MIUR-Ufficio VII Ambito Territoriale Prov. Pesaro Urbino, Ens Marche (Ente Nazionale Sordi), Sub Tridente di Pesaro e associazione genitori Dammi La Mano.
Sarà una “veleggiata” che si protrarrà per 80 giorni e toccherà non solo porti italiani, ma anche croati e albanesi.
Il progetto, molto interessante dal punto di vista sociale, turistico e culturale, ha subito ottenuto un riconoscimento, come spiega Alessio Canalini, ideatore dell’iniziativa: “Primo a… ‘salire a bordo’ è stato Marco Morosini, alias mr. Brandina, che ha recepito i valori fondamentali che vogliamo trasmettere con questa iniziativa e sostiene in pieno l’idea d’integrazione: tutti i giovani, diversamente abili e non, hanno infatti il diritto di divertirsi, imparando a rispettare il mare e le sue regole! Navigando fianco a fianco, verranno condivise le difficoltà di ogni singolo partecipante, ma anche la gioia di stare insieme, di scoprire le meraviglie dei paesaggi e dei popoli del mare, di vivere in prima persona quella che era la vita di bordo ai tempi del Galeone di Pesaro (fine ‘700). Impareranno l’arte dell’arrangiarsi’, con un occhio attento al rispetto ambientale e all’esperienza creativa degli educatori che, a bordo, insegneranno al giovane equipaggio l’arte del riuso”. Morosini ha infatti messo a disposizione i residui della produzione Brandina, per dare la possibilità di creare nuovi oggetti che scaturiranno dalla fantasia dei ragazzi.

Il relitto del “Galeone” di Pesaro venne scoperto nell’estate 1978 dai subacquei Franco Semenza ed Enrico Giunti della Sub Tridente, a circa 200 metri dalla spiaggia di levante. Una prima collocazione storica del relitto fu possibile in seguito al recupero di alcuni oggetti, quali cannoni e fucili. La “Cronaca” cittadina di Domenico Bonamini, inoltre, relativa alla seconda metà del Settecento, ha permesso di ipotizzare l’identificazione dello scafo: Bonamini infatti cita uno scontro navale tra un veliero austriaco e uno francese, avvenuto alla fine del Settecento proprio nelle acque antistanti la nostra città.
Durante la veleggiata sarà presente un videomaker per le riprese giornaliere necessarie a creare un videoreport settimanale utile a documentare l’iniziativa.
Info: 349 58 56 552 – info@seam-adriatic.ithttp://www.seam-adriatic.it

L’iniziativa si è tenuta presso l’aula magna del Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci”

di Civitanova Marche gremita di ragazzi e insegnanti

CIVITANOVA–Questa mattina (mercoledì 3 giugno 2015), presso l’aula magna del Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Civitanova Marche gremita di persone, si è tenuta la presentazione, da parte delle scuole del nostro territorio, dei lavori di approfondimento storico effettuati dai ragazzi insieme ai loro insegnanti.

L’iniziativa, che rientra nel progetto denominato “Un monumento per amico”, è stata promossa al termine dell’anno scolastico dall’Assessorato ai Servizi Educativi e Formativi del Comune di Civitanova, in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo di Civitanova Marche e Montecosaro, l’Archeoclub Civitanova e l’azienda Atac spa.

Presenti all’iniziativa il Sindaco Tommaso Claudio Corvatta, il responsabile marketing della Bcc di Civitanova Marche e Monteosaro Stefano Cecarini, la presidente dell’Archeolclub di Civitanova Prof. Anna Maria Vecchiarelli, il Direttore della Pinacoteca di Ascoli Piceno Prof . Stefano Papetti (docente di storia dell’arte al Liceo Classico di Civitanova) e il Presidente Atac Francesco Mantella.

E poi presenti le classi, alcuni genitori e nonni, gli insegnanti e i Dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi U. Bassi, Tacito, Sant’Agostino, degli Istituti di Istruzione superiore Leonardo Da Vinci, ITCG F. Corridoni, IPSCT V. Bonifazi e del Liceo delle scienze umane Stella Maris. Tante le pagine di storia cittadine e i monumenti approfonditi negli interessanti lavori svolti dai ragazzi con le loro insegnanti.

Questi gli approfondimenti storico-artistici condotti dalle scuole del territorio: “Le storie di Linda Moffy”; “A spasso nel tempo…il cantiere navale Santini ed il Porto di Civitanova Marche”; “Civitanova: industrie e mestieri”; “I lavori di una volta: “I sediari”; “Le farfalle della Ricci”; “San Marone com’era”; “Civitanova settecentesca”; “Chiesa Sant’Agostino-Civitanova Marche Alta”; “Fornari”.

Congratulazioni alle scuole civitanovesi per i lavori svolti – ha detto il Sindaco Corvatta – e per aver approfondito le proprie radici storiche. Ora l’auspicio è che i ragazzi per primi diano il buon esempio, rispettando i monumenti della città e le sue bellezze”.

Per noi che siamo Banca del territorio – ha afermato Stefano Cecarini della BCC di Civitanova Marche e Montecosaro – è motivo di soddisfazione sostenere iniziative come “Un monumento per amico”, che valorizzano e promuovono le peculiarità e le radici del nostro territorio”.

ANCONA–Si svolgerà il 29, 30, 31 maggio prossimo, l’edizione di quest’anno, lungo Via XXIX Settembre, alla Mole Vanvitelliana, al Mandracchio; sarà una grande kermesse dedicata al mare, ai suoi prodotti e questa mattina è stata presentata alla Bit di Milano,

AN-BIT-MIL-13-2-2015-13-02-2015 TipicitainBLU_foto2Si tratta di Tipicità in Blu che per il 2015 si terrà a fine maggio con una veste più ricca. In Via XXIX Settembre si svolgeranno gli eventi esterni, alla Mole i talk show e i laboratori con prodotti del mare e agricoli, al Mandracchio le degustazioni di prodotti tipici del nostro mare a cura delle associazioni della pesca.

La manifestazione anconetana è stata presentata in anteprima questa mattina alla BIT, la Borsa internazionale del Turismo di Milano. Grazie alla forte sinergia che da tempo il Comune di Ancona ha avviato con l’omologo di Fermo nella realizzazione di Tipicità, alla fiera milanese ha trovato posto anche la presentazione di TIPICITA’ IN BLU. A supervisionare questi eventi la Regione Marche, che ha curato la partecipazione di tutti gli attori dell’offerta turistica regionale all’appuntamento meneghino e messo a disposizione gli spazi.

Abbiamo deciso lo spostamento a maggio di TIPICITA’ IN BLU per favorire l’ inizio della stagione estiva, creando una concomitanza di eventi che possono giovare all’economia e al turismo anconetani. Parallelamente l’abbiamo voluta collocare in una situazione logistica diversa, con un percorso che va dal Mandracchio alla Mole, a Via XXIX Settembre fino alla spina dei corsi” spiega l’assessore al Commercio e Vice sindaco Pierpaolo Sediari.

“TIPICITÀ IN BLU parla del mare alla città e si propone per essere un evento di portata adriatica – ha puntualizzato l’assessore al Turismo e Cultura, Paolo Marasca -. Dopo l’esperimento del 2014, siamo pronti a rilanciare, convinti che anche attraverso eventi di questo genere si valorizzi il matrimonio tra la città e il nostro mare”.

A Milano, a rappresentare la città all’evento della BIT era presente, oltre ai funzionari dell’amministrazione che seguono turismo e TIPICITA’ IN BLU, anche il Presidente del Consiglio Comunale, Marcello Milani il quale ha sottolineato la positiva sinergia che il Comune dorico ha avviato con Fermo nell’ambito di Tipicità e come la promozione delle eccellenze anconetane consenta di potenziare l’immagine della città e la sua offerta turistica,commerciale e culturale.

Plaudo anche al proficuo lavoro che il tavolo di concertazione su Portonovo, che è nato grazie all’impulso del Consiglio Comunale (e che vede riuniti tutti gli attori che operano nella baia oltre ad una rappresentanza dei consiglieri comunali e associazione ambientaliste) sta portando avanti e che presto darà buoni frutti” conclude il presidente Milani.

CIVITANOVA–E’ tutto pronto per la 24a edizione del Carnevale civitanovese, a cura dell’assessorato alla cultura, turismo e commercio. Domenica 15 febbraio le vie del centro si coloreranno per la una grande festa con centinaia di figuranti. L’appuntamento inizia alle ore 14.30 in Piazza XX Settembre. Da lì, carri allegorici e gruppi mascherati si muoveranno percorrendo per due volte un itinerario che transiterà per Viale Matteotti, via Duca degli Abruzzi, Corso Umberto I° e di nuovo in piazza. 

Saranno otto i carri allegorici a tema che sfileranno per le vie della città: “Il diavolo e l’acqua santa”, da Potenza Picena, “Angry bears” della zona Tenna, “Spongebob” da Monte Urano (zona San Pietro), “Venezia”, da Sarnano, e ancora “Pinocchio”, da Monte Urano, “I Lego”, da Porto Sant’Elpidio”, infine due compagini da Montecosaro “La febbre della Taranta” e “Notte al museo”.

Numerosi anche i gruppi mascherati, con la Compagnia della Racchia di Sarnano, la Croce Verde di Civitanova Marche, le Majorettes di Trodica, il Circo a cura del quartiere Fontespina, la banda musicale Flintstone. Ci saranno inoltre i Dolci volontari e gli Spaventapasseri, entrambi da Trodica di Morrovalle, I Pompieri da Monte San Giusto, i Tarantati da Montecosaro, li Ragazzi di campagna di Morrovoalle, e due gruppi da Corridonia, rispettivamente i Trilli nascenti e le Ricette per la pace. Un mondo variopinto e fantasioso di personaggi, scherzi e sorprese, che spazia dai cartoons alla tradizione popolare. Dopo il doppio giro per le vie del centro, che rimarranno chiuse al traffico, il ritorno in Piazza XX Settembre, dove si proseguirà per tutto il pomeriggio tra balli e giochi. Non mancherà la comicità, con l’esibizione dell’esilarante duo Lando&Dino con “Una poltrona per tutti”. Condurrà il Carnevale la brillante Daniela Gurini.

EDITORIA MARCHIGIANA IN CRESCENTE FERMENTO

Segnaliamo l’attiva operosità in terra marchigiana del giovane editore Domenico Capponi di OffidaCAPPONI EDITORE-DOMENICO-_n, che sta pubblicando parecchi volumi che valorizzano, in primis, il Piceno e poi sicuramente con il tempo anche varie realtà della nostra regione. Segnaliamo pertanto in questo numero di Millepaesi il volume relativo a Foce  ed al Lago di Pilato (euro 10). Questo libro è dedicato – spiega l’editore – ai visitatori occasionali o abituali di Foce, un luogo ricco di fascino e di bellezze inaspettate, situato all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, da cFOCE-PILATO-199x300ui si parte per raggiungere l’unico bacino naturale di origine glaciale delle Marche, il Lago di Pilato. Il libro conduce il lettore-visitatore ad una conoscenza ravvicinata di questa località, con l’auspicio che le vicende storiche  descritte, le tradizioni e i costumi propri di questo territorio ed i racconti leggendari tramandati nel tempo, possano costituire il bagaglio per mantenere vivo il ricordo.Il libro in questione è anche il mezzo per accompagnare chi legge, passo dopo passo, verso il lago di Pilato, lungo il percorso che si snoda fra panorami incantevoli, ambienti incontaminati e peculiarità zoologiche-botaniche, fino ad arrivare alla meta, dove la natura si fa testimone di un’epoca remota con un inquilino molto particolare che ha trovato qui il suo habitat esclusivo. Un altro bel volume  è quello relativo alle iscrizioni medievali nel territorio di Ascoli Piceno scritto da Antonio Salvi. A seguire la Ascoli Pontificia.CAPPONI EDITORE-ISCRIZIONI MEDIEVALI NEL TERRITORIO ASCOLANO-copertina-copia-201x300

ASCOLI-PONTIFICIA1-216x300

CVITANOVA MARCHE • QUARTIERE QUATTRO MARINE •
QUESTA SERA MERCOLEDI 12 NOVEMBRE 2014 (ORE 21,15)
MARIA LUISA BONGELLI PRESENTA “L’ISOLA DEL POMO”
• UN RACCONTO TRATTO DA UNA STORIA VERA

SI tratta di una avventura in mare dove il coraggio e l’altruismo superano le difficoltà di una tempesta, in un mondo dove le persone si aiutavano!MARIA LUISA BONGELLI-52956836_n

MERANO WINE FESTIVAL

MERANO– Numerosi giornalisti specializzati esperti del settore hanno affollato la platea del Gourmet Arena protagonista Marcello D’Erasmo, titolare della Pizzeria Mamma Rosa di Ortezzano, che ha stupito i presenti, nel corso della sua parteciapzione allo Chef’s Challence riservato ai migliori chef italiani ed internazionali (peMERANO-TRE-7022r la prima volta, grazie al rapporto di collaborazione instaurato tra Merano e Fermo è stato ammesso anche un pizzaiolo) presenti a Merano per il Wine Festival. Marcello D’Erasmo ha presentato due sue specialità degne di un campione del mondo: una pizza al nero di seppia ed una focaccia al tartufo bianco dei Sibillini. Presentato da Daniela Vetteri, Marcello ha spiegato la preparazione delle sue creature affiancato dalla moglie, Paola Peretti, presente il maestro Giorgio Nardelli uno degli chef più quotati non soltanto in Italia. Oltre al gustoMERANO-UNO-7016 squisito delle due pizze, molto apprezzata anche la presentazione cromatica di quella al nero di seppia, che ha riscosso grandi consensi e strappato applausi a scena aperta. Oltre all’apprezzamenti degli oltre quaranta ospiti, con Marcello D’Erasmo si è congratuilato il Presidente di Fermo Promuove, Nazzarerno Di Chiara, che lo ha ringraziato per aver saputo rappresentare al meglio le squisitezze del fermano, a partire dalle seppioline dell’Adriatico per finire con il tartufo bianco dei SibillinMERANO DUE-7029i.

 

 

 

 

 

 

MUSEO POLARE-MOSTRA FOTO ZAVATTI-_oMUSEO POLARE-PROGRAMMA-_o

Sabato 25 ottobre/”Settimanale Marche” (ore 12.35) e “Tg itinerante” (ore 14) Rai 3 Marche alla scoperta di Candelara

PESARO–Sabato 25 ottobre 2014, le telecamere del “Settimanale” e del “Tg itinerante” di Rai 3 Marche faranno tappa a Pesaro, alla scoperta di Candelara, l’incantevole borgo delle candele. Il “Settimanale”, condotto da Francesca Piatanesi – che andrà in onda a partire delle 12.35 e proporrà ai telespettatori servizi da tutta la regione – ospiterà tra gli altri anche il sindaco di Pesaro Matteo Ricci.

Tg itinerante
Ma non è tutto, anche la troupe del “Tg itinerante”, con la giornalista Giulia Serenelli, effettuerà il collegamento da Candelara (all’interno del Tg Marche, alle ore 14), mostrando gli angoli più segreti del borgo. Riflettori puntati dunque sulla Torre dell’orologio, restaurata di recente; uno sguardo alla grotta del Barbarossa e una visita all’”orto di famiglia”. Naturalmente non poteva mancare una parte dedicata a “Candele a Candelara”, la manifestazione che ogni anno fa registrare un boom di presenze, con migliaia e migliaia di visitatori da tutta Italia. Fari puntati anche sull’antica Pieve di Santo Stefano. Lo scorso gennaio il Tg itinerante aveva mostrato le bellezze suggestive di Fiorenzuola di Focara, collocata all’interno del parco naturale del Monte San Bartolo. L’appuntamento del sabato del Tgr Marche e del Settimanale risulta particolarmente gradito agli spettatori marchigiani, perché nei vari anni da cui si effettua ha permesso di far conoscere ai marchigiani la propria regione, con tanti paesi e paesini e tanti angoli nascosti ma alquanto suggestivi e carichi di storia. 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930