You are currently browsing the category archive for the ‘TEMPO LIBERO’ category.

Ad “Altair 3” l’altro Challenge “Città di Civitanova Marche”, riservato al primo in tempo reale
Domani alle 10.30 una costiera nell’arcipelago di Sebenico

SEBENICO (Croazia), 1 luglio 2016. Se “Altair 3” (Sandro Paniccia) è stato il più veloce delle 28 imbarcazioni che hanno partecipato alla 16^ “Regata internazionale Civitanova – Sebenico”, aggiudicandosi così il Challenge “Città di Civitanova Marche”, la classifica in tempo compensato ha premiato la brillante performance di “Adrenalina a mille” (B. Bucciarelli), che guida la classifica provvisoria della manifestazione e si porta a casa il Challenge “Città di Sebenico”, precedendo “Altair 3” e “Folgore” di Piero Paniccia (leader nel raggruppamento B, in cui corrono gli scafi da regata più piccoli).

Degno di nota anche il 4° posto assoluto (primo fra le “Gran Crociera”) di “Vittoria” (Giorgio Paolucci), mentre “Illumia44” del navigatore oceanico Michele Zambelli è 15° assoluto (sesto nel raggruppamento B): “La nostra barca non ha trovato condizioni ideali, essendo progettata per le andature portanti – il commento del minista forlivese – La performance di oggi non è positiva in ottica Ostar, lo è invece per lo sviluppo dell’attività formativa della Tribù del Vento. Ho gareggiato insieme a 3 allievi della mia scuola, al debutto nella navigazione di alto mare. L’Adriatico non è l’Oceano, si sa, ma è un mare difficile e pieno di insidie che può insegnare tanto in termini di crescita tecnica e umana. Una ricorrente criticità? La bonaccia con cui anche noi abbiamo combattuto a poche miglia dalla costa croata, un duro banco di prova per la nostra resistenza”.

Nel frattempo, è approdata nel porto di San Benedetto del Tronto la barca di Marianna De Micheli, madrina di questa edizione della regata. L’attrice-autrice e velista, impegnata nella circumnavigazione dell’Italia in barca a vela con la sola compagnia del suo gatto, è stata ospite del Club Vela Portocivitanova mercoledì e giovedì scorsi, incontrando velisti e curiosi per promuovere il suo ultimo libro “Centoboline”.

Il programma prosegue questa sera con il gala nell’esclusiva cornice dell’Hotel Jadran, durante il quale si svolgeranno la premiazione della regata offshore e la sfilata Brosway, marchio leader nella produzione di gioielli fashion che omaggierà con dei preziosi i primi classificati nella prova lunga. Domani alle 10.30 è previsto il segnale di partenza della consueta “Regata tra le isole” dell’arcipelago di Sebenico mentre alle 21 tornerà la mondanità con un dinner informale, organizzato nella suggestiva Fortezza Barone, in cui sarà possibile gustare dell’ottima carne croata alla griglia, ammirando l’esclusiva veduta della città medioevale dall’alto, illuminata dallo spettacolo pirotecnico per la chiusura del (concomitante) “Festival del Bambino”.

Annunci

FERMO–Domani Mercoledì 6 gennaio 2016, a partire dalle ore 15,30, ancora una volta, le Befane si riuniranno a Fermo, in un Congresso Internazionale arrivato alla ventesima edizione. Quest’anno le BEFANE RIU’ animeranno dapprima lo spazio di Piazzale Azzolino con molti giochi e laboratori del riuso, per la gioia di bambini, genitori e nonni. Dalle ore 18,30, poi, si trasferiranno nella centrale Piazza del Popolo di Fermo per la tradizionale discesa delle befane del C.A.I. dal Palazzo Comunale.

I Centri Sociali che parteciperanno alla tradizionale manifestazione della Befana, organizzata come sempre dall’Assessorato Servizi Sociali, sono:

SANTA PETRONILLA, con i laboratori della Befana (in collaborazione con la Ludoteca RIU’);

SANTA CATERINA, con il gioco della campana;

SAN TOMMASO\LIDO DI FERMO, con il gioco dei biliardini e giochi da tavolo;

VILLA VITALI, con il gioco dei palloncini coreografici;

CENTRO STORICO, con il gioco del tiro in porta;

SAN MARCO, con il gioco dei trucca bimbi;

SAN GIROLAMO E MONTONE, con il gioco della corsa dei sacchi ed il tiro della fune;

TIRASSEGNO, con il gioco del tiro alla befana;

SALVANO, con il gioco del tarallo;

MARINA PALMENSE, con il gioco “chi rompe trova”;

CAMPIGLIONE, con il gioco 1,2,3…stella;

ETE CALDARETTE, le cui Befane, per tutto il pomeriggio, sulla pista di ghiaccio in Piazza del Popolo volteggeranno in simpatiche piroette e scatteranno selfie con i presenti.

La Croce Verde, come da tradizione, alle ore 17,30 estrarrà i premi della Tombola. L’animazione sul palco, di tutto il pomeriggio, sarà realizzata dagli operatori della Ludoteca Riù.

Il Sindaco Paolo Calcinaro ha sottolineato come questa ventesima edizione del Congresso Internazionale delle Befane “rappresenti un’ulteriore occasione di divertimento, di gioco e di attenzione ai temi ambientali e della sostenibilità, non solo per i più piccoli, ma anche per i più grandi, che vede l’importantissimo contributo e la collaborazione dei Centri Sociali. Un modo per far sì che anche una festa crei socializzazione tra le famiglie del territorio’’.

L’Assessore ai Servizi Sociali Mirco Giampieri, evidenzia il fatto di come:tutti i giochi realizzati dai vari centri sociali sono giochi della nostra infanzia e della nostra tradizione, ricavati con materiali di recupero della Ludoteca Riù’’.

La manifestazione del 6 gennaio diventa, insomma, un’occasione non solo per divertirsi, ma anche per imparare a rispettare l’ambiente, riducendo la produzione di rifiuti che possono essere riutilizzati e quindi risorsa nel nostro vivere quotidiano.

 

 

 

 

MACERATA–Con i due sopralluoghi avvenuti da parte della Commissione di Vigilanza Pubblico spettacolo e della Lega Pro, è stato avviato oggi il percorso di verifica dei lavori di adeguamento tecnico e funzionale dello stadio Helvia Recina di Macerata ad accogliere gli incontri dCARANCINI-SINDACO MC-1913i calcio professionistico e la prima partita in casa della Maceratese, il 13 settembre 2015.
Alle ore 10, i tecnici comunali e gli amministratori hanno accolto la Commissione di Vigilanza Pubblico Spettacolo e alle ore 11 è stata la volta dei tecnici della Lega Pro. Presenti il sindaco Romano Carancini, l’assessore ai Lavori Pubblici Narciso Ricotta, l’assessore allo Sport Alferio Canesin, l’assessore all’Urbanistica Paola Casoni, il dirigente dei Servizi Tecnici Tristano Luchetti, che ha seguito i lavori in questi due mesi di corsa contro il tempo per completare lo stadio.
Sono stati controllati tutti gli impianti e, in attesa di proseguire la prossima settimana con un nuovo incontro, la Commissione ha segnalato al Comune alcuni interventi migliorativi di limitata entità che riguardano, tra l’altro, la segnaletica di sicurezza, la sostituzione di alcune lampade di emergenza, il completamento della numerazione dei posti che saranno attuati in tempo per la seconda seduta della Commissione prevista per la settimana prossima.
“La valutazione informale da parte di tutti gli enti di competenza ci conforta e ci aiuta ad intervenire sugli ultimi lavori necessari per rendere agibile lo stadio in vista della prima partita di campionato Lega Pro. – afferma il sindaco Carancini – Lavoreremo affinché sia tutto a posto in vista della trasmissione dell’intero fascicolo agli organismi competenti, fissato al più tardi per martedì mattina.”
Avviato anche tutto l’iter amministrativo che affianca quello tecnico per giungere all’omologazione dell’Helvia Recina per il calcio professionistico. Venerdì ci sarà l’incontro in Questura per il nulla osta all’impianto di sorveglianza. Entro la prossima settimana dovrà essere costituito il Gruppo Operativo di Sicurezza (GOS), organismo fondamentale per il rilascio del nulla osta, formato da rappresentanti della Questura, dei Vigili del Fuoco, dell’Asl, dei Vigili urbani e del Comune e incaricato dell’esame di tutti gli aspetti relativi alla sicurezza, quali il piano del traffico, i piani d’afflusso e deflusso degli spettatori, i piani sanitari ecc. Tutte fasi necessarie per poter giungere al nulla osta ed all’omologazione dello stadio. 

“Costretta a rinunciare alla conduzione del suo programma per non prestarsi a siparietti pubblicitari in quanto giornalista”

ANCONA–”Costretta a rinunciare alla conduzione del programma che aveva portato ad un discreto successo perché… giornalista. E come tale impossibilitata, in ossequio al suo codice etico, a prestarsi a “siparietti” pubblicitari. Succede alla collega Lisa Marzoli e succede, purtroppo, all’interno del servizio pubblico Rai”. Lo afferma il Presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche Dario Gattafoni, che così prosegue:

“La Marzoli, giornalista professionista iscritta all’Ordine delle Marche, era stata “prestata” dal Tg2 alla Rete perché conducesse “Cronache animali”, un programma dedicato ai nostri compagni di vita a quattro zampe che, partito timidamente sotto un 4% di share, era via via cresciuto fino all’11%. E per di più senza costare un soldo alla Rai, visto che la Marzoli era già alle sue dipendenze come giornalista”.

“Tutto è filato liscio fino a che la direzione di rete – prosegue Gattafoni  – non ha deciso di accogliere nel programma il cosiddetto “product placement”, una forma di pubblicità di prodotti per animali fatti scorrere in trasmissione con marchi bene in vista e “consigli per gli acquisti” più o meno palesi”.

“La Marzoli si è ovviamente rifiutata, facendo presenti i vincoli etici derivanti dal suo status professionale, ma alla fine si è dovuta arrendere all’intransigenza dell’Azienda, rifiutando anche gli strampalati “consigli” che qualcuno le avrebbe rivolto neppure tanto sottovoce: “autosospendersi” per un certo periodo dalla sua iscrizione all’Ordine oppure far finta di non vedere perchè “tanto lo fanno tutti, giornalisti e non”.

“Ora pare che il programma sarà affidato ad un conduttore esterno, con conseguente aumento dei costi”.

“L’Ordine dei giornalisti delle Marche, nel sottolineare la correttezza professionale della collega, che deve costituire un esempio per tutti, esprime sconcerto e preoccupazione – sottolinea Gattafoni – per decisioni che palesano una grave mancanza di rispetto verso norme professionali poste a garanzia della qualità e dell’indipendenza dell’informazione e che dunque, come tali, dovrebbero costituire un patrimonio di stile, lealtà e affidabilità specialmente per il servizio pubblico radiotelevisivo. Si associa inoltre alla richiesta di chiarimenti avanzata dal presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine, Enzo Iacopino, ai vertici della Rai”.

“Alla collega Marzoli va la convinta solidarietà e il pieno sostegno della categoria, uniti all’auspicio che all’interno dell’Azienda Rai, attraverso il recupero di un dialogo anche con la rappresentanza sindacale ‘Usigrai, si possa giungere – conclude il Presidente Gattafoni – ad una più rispettosa gestione del personale giornalistico, a prescindere da logiche che appaiono più consone alla Tv commerciale che al servizio pubblico radiotelevisivo”.

 

Sabato 13 giugno • “Veleggiata in Adriatico”, sta per partire la 1^ edizione, alla scoperta del Galeone di Pesaro

PESARO-Sta per prendere il via la prima edizione della “Veleggiata in Adriatico”, alla scoperta del “Galeone” di Pesaro e del mare Adriatico. L’iniziativa, organizzata da Seam (associazione socio culturale A.P.S), ha il patrocino del Comune di Pesaro e di Leganbiente Pesaro-Marche e può contare sulla collaborazione di Lega Navale sez. Pesaro, Aics Pesaro Urbino – Marche (Associazione Italiana Cultura Sport), MIUR-Ufficio VII Ambito Territoriale Prov. Pesaro Urbino, Ens Marche (Ente Nazionale Sordi), Sub Tridente di Pesaro e associazione genitori Dammi La Mano.
Sarà una “veleggiata” che si protrarrà per 80 giorni e toccherà non solo porti italiani, ma anche croati e albanesi.
Il progetto, molto interessante dal punto di vista sociale, turistico e culturale, ha subito ottenuto un riconoscimento, come spiega Alessio Canalini, ideatore dell’iniziativa: “Primo a… ‘salire a bordo’ è stato Marco Morosini, alias mr. Brandina, che ha recepito i valori fondamentali che vogliamo trasmettere con questa iniziativa e sostiene in pieno l’idea d’integrazione: tutti i giovani, diversamente abili e non, hanno infatti il diritto di divertirsi, imparando a rispettare il mare e le sue regole! Navigando fianco a fianco, verranno condivise le difficoltà di ogni singolo partecipante, ma anche la gioia di stare insieme, di scoprire le meraviglie dei paesaggi e dei popoli del mare, di vivere in prima persona quella che era la vita di bordo ai tempi del Galeone di Pesaro (fine ‘700). Impareranno l’arte dell’arrangiarsi’, con un occhio attento al rispetto ambientale e all’esperienza creativa degli educatori che, a bordo, insegneranno al giovane equipaggio l’arte del riuso”. Morosini ha infatti messo a disposizione i residui della produzione Brandina, per dare la possibilità di creare nuovi oggetti che scaturiranno dalla fantasia dei ragazzi.

Il relitto del “Galeone” di Pesaro venne scoperto nell’estate 1978 dai subacquei Franco Semenza ed Enrico Giunti della Sub Tridente, a circa 200 metri dalla spiaggia di levante. Una prima collocazione storica del relitto fu possibile in seguito al recupero di alcuni oggetti, quali cannoni e fucili. La “Cronaca” cittadina di Domenico Bonamini, inoltre, relativa alla seconda metà del Settecento, ha permesso di ipotizzare l’identificazione dello scafo: Bonamini infatti cita uno scontro navale tra un veliero austriaco e uno francese, avvenuto alla fine del Settecento proprio nelle acque antistanti la nostra città.
Durante la veleggiata sarà presente un videomaker per le riprese giornaliere necessarie a creare un videoreport settimanale utile a documentare l’iniziativa.
Info: 349 58 56 552 – info@seam-adriatic.ithttp://www.seam-adriatic.it

IL 5, 6, 7 GIUGNO 2015 UN GRANDE APPUNTAMENTO CON 60 EVENTI CON OLTRE 20 SOCIETÀ ALLA CITTADELLA SPORTIVA DELLE PALOMBARE

ANCONA-Ancona ospita il 5, 6 e 7 giugno prossimi, alla cittadella delle Palombare un grande evento dedicato allo sport denominato “Tutti per lo sport – lo sport per tutti” che vedrà coinvolte oltre 20 società sportive anconetane, con più di 60 eventi distribuiti nei tre giorni nei quali saranno impegnati un migliaio di atleti dilettanti e professionisti. Fervono quindi i preparativi per questo importante evento che sarà presentato alla stampa e agli appassionati di sport il 3 giugno prossimo alle ore 12.00 nella sala ex Consiglio comunale di Palazzo del Popolo.

La manifestazione, che ha il patrocinio del Comune di Ancona, è organizzata da Cus Ancona, Unione Rugbistica Anconitana e Fidal Comitato Regionale, ha il sostegno del Coni Comitato Regionale, dell’Università Politecnica delle Marche e nasce con l’obiettivo di richiamare l’attenzione sul grande ruolo sociale dello sport e il suo grande valore culturale ed educativo.

Ancona conferma anche con questo importante appuntamento la sua vocazione sportiva – afferma l’assessore allo Sport Andrea Guidotti – confermata anche dai tanti appuntamenti internazionali e nazionali che sempre ospita. La città offre una vasta gamma di impianti sportivi che devono essere sempre più sfruttati e messi a disposizione dei giovani e dei cittadini. “Tutti per lo sport lo sport per tutti” nasce per portare il suo contributo a tutto questo. Sarà una tre giorni emozionante con centinaia di ragazzi e adulti impegnati nelle varie discipline”.

 
PESARO–Si è svolta nella mattinata di ieri, presso la Capitaneria di Porto di Pesaro, la consegna di due biciclette che l’amministrazione comunale ha donato al Comando della locale Guardia Costiera  e che faranno parte della dotazione dei militari impiegati quotidianamente nel garantire la libera e sicura fruizione dei litorali.

La donazione, avvenuta come omaggio in occasione del 150esimo anniversario del Corpo delle Capitanerie di Porto che ricorrerà nel prossimo mese di luglio, rappresenta anche un simbolico ringraziamento che l’Amministrazione Civica ha voluto volgere al personale della CapitanerCP-PS-29-5-2015-fotoia di Pesaro per l’attività che svolge, senza soluzione di continuità, a favore dell’utenza balneare e di tutta la cittadinanza.

Lo stesso presente, però, si va ad innestare nell’ambito di un complessivo progetto destinato al miglioramento del controllo del territorio costiero e finalizzato a fornire ulteriori servizi in favore della collettività e si propone come buona prassi sia sul piano del rilevante beneficio apportato all’immagine della città che vanta, anche grazie all’Assessorato alle Piste Ciclabili, numerosi chilometri di percorsi dedicati ai velocipedi, sia per il rispetto dell’ambiente grazie al mancato utilizzo dei mezzi motorizzati, ma anche in termini di sicurezza e miglioramento dell’efficienza del servizio stesso poiché è possibile raggiungere il litorale evitando il traffico veicolare, sfruttando i molteplici percorsi ciclabili.
 
Nelle prossime settimane quindi, dopo la Polizia Municipale e la Polizia Stradale operanti sul Comune di Pesaro, anche il personale della Guardia Costiera potrà espletare la sua attività di Polizia Marittima Mare Sicuro con dei mezzi “alternativi” che la Società Velo Marche ha consegnato, per conto della Civica Amministrazione, ed ha opportunamente stilizzato in tale importante circostanza: di colore bianco, con sacche laterali riportanti il logo del 150° Anniversario e il logo Numero Blu di emergenza in mare 1530 con i caschetti protettivi per il personale impiegato.

Sincero e vivo ringraziamento, a tutta la municipalità pesarese, per il magnifico dono è stato espresso dal Comandante del Compartimento Marittimo di Pesaro (Capitano di Fregata Angelo CAPUZZIMATO) il quale ha espresso “l’azione intrapresa da parte del Comune di Pesaro rappresenta anche un chiaro, sincero e leale sigillo per gli ottimi rapporti e intese oramai da tempo instaurati e di come queste Amministrazioni operino in linea per garantire la sicurezza di tutti cittadini.”

Si coglie l’occasione per ricordare il Numero Blu per le emergenze in mare 1530, attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale, con il quale è possibile contattare gratuitamente la Guardia Costiera per segnalare le emergenze in mare ed attivare prontamente la catena del soccorso marittimo.

ANCONA–Si svolgerà il 29, 30, 31 maggio prossimo, l’edizione di quest’anno, lungo Via XXIX Settembre, alla Mole Vanvitelliana, al Mandracchio; sarà una grande kermesse dedicata al mare, ai suoi prodotti e questa mattina è stata presentata alla Bit di Milano,

AN-BIT-MIL-13-2-2015-13-02-2015 TipicitainBLU_foto2Si tratta di Tipicità in Blu che per il 2015 si terrà a fine maggio con una veste più ricca. In Via XXIX Settembre si svolgeranno gli eventi esterni, alla Mole i talk show e i laboratori con prodotti del mare e agricoli, al Mandracchio le degustazioni di prodotti tipici del nostro mare a cura delle associazioni della pesca.

La manifestazione anconetana è stata presentata in anteprima questa mattina alla BIT, la Borsa internazionale del Turismo di Milano. Grazie alla forte sinergia che da tempo il Comune di Ancona ha avviato con l’omologo di Fermo nella realizzazione di Tipicità, alla fiera milanese ha trovato posto anche la presentazione di TIPICITA’ IN BLU. A supervisionare questi eventi la Regione Marche, che ha curato la partecipazione di tutti gli attori dell’offerta turistica regionale all’appuntamento meneghino e messo a disposizione gli spazi.

Abbiamo deciso lo spostamento a maggio di TIPICITA’ IN BLU per favorire l’ inizio della stagione estiva, creando una concomitanza di eventi che possono giovare all’economia e al turismo anconetani. Parallelamente l’abbiamo voluta collocare in una situazione logistica diversa, con un percorso che va dal Mandracchio alla Mole, a Via XXIX Settembre fino alla spina dei corsi” spiega l’assessore al Commercio e Vice sindaco Pierpaolo Sediari.

“TIPICITÀ IN BLU parla del mare alla città e si propone per essere un evento di portata adriatica – ha puntualizzato l’assessore al Turismo e Cultura, Paolo Marasca -. Dopo l’esperimento del 2014, siamo pronti a rilanciare, convinti che anche attraverso eventi di questo genere si valorizzi il matrimonio tra la città e il nostro mare”.

A Milano, a rappresentare la città all’evento della BIT era presente, oltre ai funzionari dell’amministrazione che seguono turismo e TIPICITA’ IN BLU, anche il Presidente del Consiglio Comunale, Marcello Milani il quale ha sottolineato la positiva sinergia che il Comune dorico ha avviato con Fermo nell’ambito di Tipicità e come la promozione delle eccellenze anconetane consenta di potenziare l’immagine della città e la sua offerta turistica,commerciale e culturale.

Plaudo anche al proficuo lavoro che il tavolo di concertazione su Portonovo, che è nato grazie all’impulso del Consiglio Comunale (e che vede riuniti tutti gli attori che operano nella baia oltre ad una rappresentanza dei consiglieri comunali e associazione ambientaliste) sta portando avanti e che presto darà buoni frutti” conclude il presidente Milani.

CIVITANOVA–E’ tutto pronto per la 24a edizione del Carnevale civitanovese, a cura dell’assessorato alla cultura, turismo e commercio. Domenica 15 febbraio le vie del centro si coloreranno per la una grande festa con centinaia di figuranti. L’appuntamento inizia alle ore 14.30 in Piazza XX Settembre. Da lì, carri allegorici e gruppi mascherati si muoveranno percorrendo per due volte un itinerario che transiterà per Viale Matteotti, via Duca degli Abruzzi, Corso Umberto I° e di nuovo in piazza. 

Saranno otto i carri allegorici a tema che sfileranno per le vie della città: “Il diavolo e l’acqua santa”, da Potenza Picena, “Angry bears” della zona Tenna, “Spongebob” da Monte Urano (zona San Pietro), “Venezia”, da Sarnano, e ancora “Pinocchio”, da Monte Urano, “I Lego”, da Porto Sant’Elpidio”, infine due compagini da Montecosaro “La febbre della Taranta” e “Notte al museo”.

Numerosi anche i gruppi mascherati, con la Compagnia della Racchia di Sarnano, la Croce Verde di Civitanova Marche, le Majorettes di Trodica, il Circo a cura del quartiere Fontespina, la banda musicale Flintstone. Ci saranno inoltre i Dolci volontari e gli Spaventapasseri, entrambi da Trodica di Morrovalle, I Pompieri da Monte San Giusto, i Tarantati da Montecosaro, li Ragazzi di campagna di Morrovoalle, e due gruppi da Corridonia, rispettivamente i Trilli nascenti e le Ricette per la pace. Un mondo variopinto e fantasioso di personaggi, scherzi e sorprese, che spazia dai cartoons alla tradizione popolare. Dopo il doppio giro per le vie del centro, che rimarranno chiuse al traffico, il ritorno in Piazza XX Settembre, dove si proseguirà per tutto il pomeriggio tra balli e giochi. Non mancherà la comicità, con l’esibizione dell’esilarante duo Lando&Dino con “Una poltrona per tutti”. Condurrà il Carnevale la brillante Daniela Gurini.

La Prof. Livia Brillarelli (nella foto), dopo aver fatto conoscere ai civitanovesi ed ai marchigiani la figura del ballerino e coreografo Enrico Cecchetti, è passata ora ad approfondiLIVIA BRILLARELLI-302440re la figura della soprano Francisca Solari, cui ha dedicato una biografia, edita dalla Aracne Editrice, che verrà presentato al pubblico sabato 10 gennaio 2015, alle ore 17, presso la Biblioteca Comunale Zavatti (Viale Vittorio Veneto). Saranno presenti oltrr all’autrice il Presidente della Bilioteca Pipponzi, l’assessore alla cultura Silenzi, il Sindaco Corvatta.

Livia Brillarelli, nata nel 1948, è una civitanovese che attualmente vive a Monte San Giusto dove ha trascorso lunghi periodi nell’infanzia ed adolescenza, perché paese di origine dei suoi genitori. Conseguito il diploma magistrale nella sua città, nel 1966 ha frequentato per un breve periodo il Conservatorio di Pesaro poi inizia a studiare privatamente canto, prima con il celebre soprano Lina Pagliughi a Gatteo a Mare, quindi a Roma con Iolanda Magnoni. Nel 1974 si diploma in canto presso il Conservatorio di Pescara ed inizia la sua carriera concertistica, incidendo anche un disco dedicato al compositore Gaetano Braga.
Per il perfezionamento e lo studio delle partiture si affida al maestro Ettore Campogalliani, con il quale partecipa a corsi e concerti sull’opera italiana al Mozarteum di Salisburgo nel 1976 e all’Accademia Virgiliana di Mantova nel 1977. Nel 1978 prende parte a corsi e concerti liederistici con la famosa Magda Laslo a Città di Castello. Dal 1977 insegna educazione musicale presso la Scuola Media “Luigi Pirandello” di Civitanova Marche.
Come appassionata di storia locale ha coordinato, dal 1981 al 1984, le attività culturali del Comune di Monte San Giusto. Nel 1986, insieme ad altri studiosi, ha fondato il “Centro Studi Città di Civitanova” presso la Biblioteca Comunale “Silvio Zavatti”, per cui organizza mostre e conferenze, redigendo articoli per varie riviste,  curando e scrivendo libri. La Prof. Brillarelli si è sempre impegnata attivamente per inserire la ricerca storica del territorio anche nel mondo della scuola, coinvolgendo colleghi ed alunni in originali percorsi didattici e mostre, spesso accompagnati da vivaci animazioni e spettacoli.
Dal 1991 ha collaborato con le varie Amministrazioni Comunali di Civitanova per la riscoperta e la valorizzazione della dinastia coreutica dei Cecchetti, originaria della città, nell’organizzazione di mostre e convegni, nella promozione di attività didattiche, nella pubblicazione di studi ed approfondimenti sull’argomento.

Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: La Terra di San Giusto (1975), Lauro Rossi (1975), Francisca Solari soprano (1981), Come eravamo (1985), Pier Alberto Conti: il declino di un’era di una dinastia (in Civitanova Immagini e Storia, 1987; in Il Villino Conti a Villa San Michele, 2011), I Cecchetti, una dinastia di ballerini (1992, tradotta in inglese da Danse Educational Publications), Carlo Cantalamessa scultore (2003), Il Sogno e la Memoria. Vita e opere del compositore Fernando Squadroni (con Andrea Foresi, 2005).

Tra le pubblicazioni a carattere didattico da lei curate: L’Italia fra Emigrazione ed Immigrazione (1992), Civitanova: dalle babbucce alle scarpe (1999), Un secolo di scuola a Civitanova (raccolta di calendari dal 1995 al 2000), La Cecchetti (2001), Il Maestro del Balletto Russo (1999), “Quaderni Cecchettiani”, nn. 1 (2000), 2 (2002), 3 (2006), DVD Enrico Cecchetti (2008), Enrico Cecchetti. Maestro di Danza nel Mondo (opuscolo guida alla mostra di Civitanova Marche sul Maestro, estate 2013).

LOCANDINA FRANCISCA SOLARI
Tra i premi più significativi ricevuti: medaglia d’oro per il I° Centenario della Banda Ottavio Bartolini di Monte San Giusto nel 1970, medaglia d’oro e d’argento per il I°centenario dell’inaugurazione del Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche nel 1972, Cecchetti d’argento, scultura dell’artista Mauro Brattini, offerto dalla città di Civitanova Marche nel 2001 per le attività svolte sulla danza, Creativamente, medaglia di bronzo di Trubbiani, offerta dalla provincia di Macerata nel 2007 per le attività svolte nel territorio e per la valorizzazione dello stesso.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930