You are currently browsing the category archive for the ‘Sociale’ category.

CIVITANOVA–”In merito alla prospettiva espressa dal Governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli di mantenimento di una sola struttura ospedaliera di riferimento per ciascuna area vasta, nella giornata odierna (27 gennaio 2016) ho avuto modo di confrontarmi con altri Sindaci della provincia di Macerata ed è intenzione condivisa quella di uscire nelle prossime ore con una presa di posizione comune. Rimando quindi ad un intervento congiunto una trattazione più articolata della questione sanità”.
Lo ha affermato oggi il Sindaco di Civitanova Dr. Tommaso Claudio Corvatta. “Una cosa però posso affermarla da subito con chiarezza. Se la prospettiva espressa dal governatore Ceriscioli è quella di andare verso una gestione che preveda una grande struttura di rete di riferimento per ciascuna area vasta, condivido questo intendimento. Io stesso, e le cronache di qualche mese fa lo testimoniano, guardando da qui a vent’anni, ho caldeggiato tale ipotesi per il Maceratese in una delle prime occasioni di incontro con il neo presidente, dopo il suo insediamento ai vertici del governo regionale. Ma mi riferivo ad un progetto teso a realizzare, nel lungo periodo, una struttura baricentrica di eccellenza a servizio di un ampio bacino di utenza per la vallata del Chienti.
Se invece si prospetta di dover tagliare uno dei due Ospedali tra Civitanova e Macerata, siamo completamente fuori strada. La soluzione del nosocomio unico a servizio dell’intera area vasta – ha concluso Corvatta – non può certo essere l’attuale presidio del capoluogo e non è affatto questione di difesa di campanile, lo dico da medico prima che da amministratore. Si andrebbe a creare una gestione del tutto inadeguata alle necessità dell’utenza. E’ chiaro quindi che non accetteremo mai che il presidio civitanovese venga smembrato, se non di fronte alla realizzazione di un vero Ospedale di rete capace di garantire servizi di elevata qualità”.

Annunci

FERMO–Domani Mercoledì 6 gennaio 2016, a partire dalle ore 15,30, ancora una volta, le Befane si riuniranno a Fermo, in un Congresso Internazionale arrivato alla ventesima edizione. Quest’anno le BEFANE RIU’ animeranno dapprima lo spazio di Piazzale Azzolino con molti giochi e laboratori del riuso, per la gioia di bambini, genitori e nonni. Dalle ore 18,30, poi, si trasferiranno nella centrale Piazza del Popolo di Fermo per la tradizionale discesa delle befane del C.A.I. dal Palazzo Comunale.

I Centri Sociali che parteciperanno alla tradizionale manifestazione della Befana, organizzata come sempre dall’Assessorato Servizi Sociali, sono:

SANTA PETRONILLA, con i laboratori della Befana (in collaborazione con la Ludoteca RIU’);

SANTA CATERINA, con il gioco della campana;

SAN TOMMASO\LIDO DI FERMO, con il gioco dei biliardini e giochi da tavolo;

VILLA VITALI, con il gioco dei palloncini coreografici;

CENTRO STORICO, con il gioco del tiro in porta;

SAN MARCO, con il gioco dei trucca bimbi;

SAN GIROLAMO E MONTONE, con il gioco della corsa dei sacchi ed il tiro della fune;

TIRASSEGNO, con il gioco del tiro alla befana;

SALVANO, con il gioco del tarallo;

MARINA PALMENSE, con il gioco “chi rompe trova”;

CAMPIGLIONE, con il gioco 1,2,3…stella;

ETE CALDARETTE, le cui Befane, per tutto il pomeriggio, sulla pista di ghiaccio in Piazza del Popolo volteggeranno in simpatiche piroette e scatteranno selfie con i presenti.

La Croce Verde, come da tradizione, alle ore 17,30 estrarrà i premi della Tombola. L’animazione sul palco, di tutto il pomeriggio, sarà realizzata dagli operatori della Ludoteca Riù.

Il Sindaco Paolo Calcinaro ha sottolineato come questa ventesima edizione del Congresso Internazionale delle Befane “rappresenti un’ulteriore occasione di divertimento, di gioco e di attenzione ai temi ambientali e della sostenibilità, non solo per i più piccoli, ma anche per i più grandi, che vede l’importantissimo contributo e la collaborazione dei Centri Sociali. Un modo per far sì che anche una festa crei socializzazione tra le famiglie del territorio’’.

L’Assessore ai Servizi Sociali Mirco Giampieri, evidenzia il fatto di come:tutti i giochi realizzati dai vari centri sociali sono giochi della nostra infanzia e della nostra tradizione, ricavati con materiali di recupero della Ludoteca Riù’’.

La manifestazione del 6 gennaio diventa, insomma, un’occasione non solo per divertirsi, ma anche per imparare a rispettare l’ambiente, riducendo la produzione di rifiuti che possono essere riutilizzati e quindi risorsa nel nostro vivere quotidiano.

 

 

 

 

FERMO–Otto appuntamenti in programma nei vari quartieri e Centri Sociali della città. Un Natale itinerante con storie, giochi, animazioni e musica per bambini. E’ la “Maratona del Sorriso” a cura dell’Associazione Sorriso Animazione che per otto date, dal 2 gennaio, coinvolgerà grandi e piccoli, in pomeriggi di assoluto divertimento fino al gran finale in Piazza del Popolo il 10 gennaio 2016. Il tema sarà quello della favola del principe Schiaccianoci opposto a Topo Re, dunque il bene ed il male declinati in modo giocoso. Non mancherà la baby dance.

Mai fino ad oggi – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro – si era riusciti a portare un segno così importante nei quartieri durante le festività natalizie, grazie alla rete che abbiamo ricostituito con i Centri Sociali, sui quali abbiamo creduto nell’ultimo bilancio ridando dignità al loro supporto dopo i tagli sofferti nel 2014”.

La città viene coinvolta anche con eventi come questi che hanno per protagonisti principali i bambini – ha aggiunto l’Assessore alla cultura Francesco Trasatti. Una Maratona del Sorriso a tappe che, animata da questo spirito, vuole coinvolgere tutti e confluire poi nella “tappa di arrivo” in Piazza del Popolo, richiamando al loro salotto buono tutti i fermani e non solo”.

Questo il calendario degli appuntamenti, tutti alle ore 17.00, con la Maratona del Sorriso: Parrocchia S. Giuseppe Artigiano – Marina Palmense (2 gennaio); Centro Sociale Lido di Fermo (3 gennaio); Centro Sociale Campiglione (4 gennaio); Centro Sociale San Marco (5 gennaio); Centro Sociale Santa Petronilla (7 gennaio); Stazione Molini Girola (8 gennaio); Centro Sociale Rione Murato (9 gennaio); Piazza del Popolo (10 gennaio).

Fermo, 1 gennaio 2016

Ufficio Comunicazione

MACERATA–Con i due sopralluoghi avvenuti da parte della Commissione di Vigilanza Pubblico spettacolo e della Lega Pro, è stato avviato oggi il percorso di verifica dei lavori di adeguamento tecnico e funzionale dello stadio Helvia Recina di Macerata ad accogliere gli incontri dCARANCINI-SINDACO MC-1913i calcio professionistico e la prima partita in casa della Maceratese, il 13 settembre 2015.
Alle ore 10, i tecnici comunali e gli amministratori hanno accolto la Commissione di Vigilanza Pubblico Spettacolo e alle ore 11 è stata la volta dei tecnici della Lega Pro. Presenti il sindaco Romano Carancini, l’assessore ai Lavori Pubblici Narciso Ricotta, l’assessore allo Sport Alferio Canesin, l’assessore all’Urbanistica Paola Casoni, il dirigente dei Servizi Tecnici Tristano Luchetti, che ha seguito i lavori in questi due mesi di corsa contro il tempo per completare lo stadio.
Sono stati controllati tutti gli impianti e, in attesa di proseguire la prossima settimana con un nuovo incontro, la Commissione ha segnalato al Comune alcuni interventi migliorativi di limitata entità che riguardano, tra l’altro, la segnaletica di sicurezza, la sostituzione di alcune lampade di emergenza, il completamento della numerazione dei posti che saranno attuati in tempo per la seconda seduta della Commissione prevista per la settimana prossima.
“La valutazione informale da parte di tutti gli enti di competenza ci conforta e ci aiuta ad intervenire sugli ultimi lavori necessari per rendere agibile lo stadio in vista della prima partita di campionato Lega Pro. – afferma il sindaco Carancini – Lavoreremo affinché sia tutto a posto in vista della trasmissione dell’intero fascicolo agli organismi competenti, fissato al più tardi per martedì mattina.”
Avviato anche tutto l’iter amministrativo che affianca quello tecnico per giungere all’omologazione dell’Helvia Recina per il calcio professionistico. Venerdì ci sarà l’incontro in Questura per il nulla osta all’impianto di sorveglianza. Entro la prossima settimana dovrà essere costituito il Gruppo Operativo di Sicurezza (GOS), organismo fondamentale per il rilascio del nulla osta, formato da rappresentanti della Questura, dei Vigili del Fuoco, dell’Asl, dei Vigili urbani e del Comune e incaricato dell’esame di tutti gli aspetti relativi alla sicurezza, quali il piano del traffico, i piani d’afflusso e deflusso degli spettatori, i piani sanitari ecc. Tutte fasi necessarie per poter giungere al nulla osta ed all’omologazione dello stadio. 

“Costretta a rinunciare alla conduzione del suo programma per non prestarsi a siparietti pubblicitari in quanto giornalista”

ANCONA–”Costretta a rinunciare alla conduzione del programma che aveva portato ad un discreto successo perché… giornalista. E come tale impossibilitata, in ossequio al suo codice etico, a prestarsi a “siparietti” pubblicitari. Succede alla collega Lisa Marzoli e succede, purtroppo, all’interno del servizio pubblico Rai”. Lo afferma il Presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche Dario Gattafoni, che così prosegue:

“La Marzoli, giornalista professionista iscritta all’Ordine delle Marche, era stata “prestata” dal Tg2 alla Rete perché conducesse “Cronache animali”, un programma dedicato ai nostri compagni di vita a quattro zampe che, partito timidamente sotto un 4% di share, era via via cresciuto fino all’11%. E per di più senza costare un soldo alla Rai, visto che la Marzoli era già alle sue dipendenze come giornalista”.

“Tutto è filato liscio fino a che la direzione di rete – prosegue Gattafoni  – non ha deciso di accogliere nel programma il cosiddetto “product placement”, una forma di pubblicità di prodotti per animali fatti scorrere in trasmissione con marchi bene in vista e “consigli per gli acquisti” più o meno palesi”.

“La Marzoli si è ovviamente rifiutata, facendo presenti i vincoli etici derivanti dal suo status professionale, ma alla fine si è dovuta arrendere all’intransigenza dell’Azienda, rifiutando anche gli strampalati “consigli” che qualcuno le avrebbe rivolto neppure tanto sottovoce: “autosospendersi” per un certo periodo dalla sua iscrizione all’Ordine oppure far finta di non vedere perchè “tanto lo fanno tutti, giornalisti e non”.

“Ora pare che il programma sarà affidato ad un conduttore esterno, con conseguente aumento dei costi”.

“L’Ordine dei giornalisti delle Marche, nel sottolineare la correttezza professionale della collega, che deve costituire un esempio per tutti, esprime sconcerto e preoccupazione – sottolinea Gattafoni – per decisioni che palesano una grave mancanza di rispetto verso norme professionali poste a garanzia della qualità e dell’indipendenza dell’informazione e che dunque, come tali, dovrebbero costituire un patrimonio di stile, lealtà e affidabilità specialmente per il servizio pubblico radiotelevisivo. Si associa inoltre alla richiesta di chiarimenti avanzata dal presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine, Enzo Iacopino, ai vertici della Rai”.

“Alla collega Marzoli va la convinta solidarietà e il pieno sostegno della categoria, uniti all’auspicio che all’interno dell’Azienda Rai, attraverso il recupero di un dialogo anche con la rappresentanza sindacale ‘Usigrai, si possa giungere – conclude il Presidente Gattafoni – ad una più rispettosa gestione del personale giornalistico, a prescindere da logiche che appaiono più consone alla Tv commerciale che al servizio pubblico radiotelevisivo”.

 

 

CIVITANOVA–Informazioni ai cittadini in tempo reale su ambiente, trasporti, servizi arriveranno tramite una piattaforma cloud multicanale su web, social network, sms, e-mail a chiunque ne faAtac apprà richiesta. L’innovativo progetto informatico denominato “Info Atac”, promosso e finanziato dall’Atac spa, è stato sviluppato dalla società “Winitalia” di Civitanova rappresentata nella conferenza stampa da Cristiano Orlandi e Francesco Abbuzzoli.

Il provvedimento arriva dopo l’emergenza acqua che si verificò nel mese di marzo e che sollevò diverse criticità sul fronte della comunicazione alla cittadinanza da parte delle istituzioni cittadine.

“Oggi riusciamo a dare una risposta puntuale ai residenti – ha spiegato l’amministratore delegato Atac Sergio Cognigni- informandoli non solo su perdite idriche o problematiche legate all’acqua, ma su cantieri in corso, sistemazione vie, perdite di gas, qualità dell’aria e molto altro. Ritengo sia una novità interessante e utilissima anche perché l’applicazione è aperta a nuove funzioni, che potranno essere integrate nel tempo e anche suggerite dalle persone. A breve partirà una lettera di avviso a 6.000 utenze a cui chiederemo i dati per integrare quelli già presenti nei nostri archivi”.

Importante novità riguardano appunto anche il monitoraggio dell’aria per la rilevazione delle Pm10, CO2, benzene, monossido di carbonio, aspetto illustrato dall’assessore all’Ambiente Cristiana Cecchetti.

“Oggi siamo in grado di colmare una grave lacuna che pesava sulla nostra Amministrazione, vale a dire il monitoraggio delle Pm10 – ha detto Cecchetti. Si tratta di un’applicazione unica nelle Marche e ringrazio l’Atac perché ci permetterà a basso costo di installare questi sensori (non sono omologati dall’Arpam ma hanno una certificazione europea) in quattro punti: piazza XX Settembre, via Trento, rotatoria a san Marone (scultura Trialone) e rotatoria di via Indipendenza. Riusciamo attraverso le nuove tecnologie a parlare con i cittadini in maniera diretta e siamo pronti, in caso di criticità, a discuterne in Giunta e col Sindaco in modo da mettere in atto anche provvedimenti mirati per risolvere le problematiche”.

Il progetto globale ha un costo di circa 10 mila euro.

L’Atac aggiornerà ogni giorno anche il sito Internet http://www.atac-civitanova.it, e per dare informazioni ai clienti ha assunto una centralinista, che risponde al numero verde 800 65 25 00.

MACERATA-Un Seminario di Psicologia clinica “Relazioni familiari multiproblematiche, tra disperazione e speranza, follia e normalità” si è svolto il 18 maggio 2015. Esso è nato dalla riflessione, avviata da diversi anni nell’ambito della disciplina Modelli operativi in psicologiaLocandina_FamigliaMultiproblematica, tenuta dal Prof. Renato Vignati, riguardo alle esperienze professionali e alle caratteristiche dell’intervento dell’Assistente sociale, che stabiliscono quale oggetto di studio principale le relazioni e le dinamiche familiari.

La progettazione di uno studio clinico che individua come unità di analisi il sistema della famiglia, indagato nella sua dimensione di multiproblematicità, persegue l’obiettivo di stabilire la natura multifattoriale dei fenomeni di disagio psicorelazionale e le cause alla base delle disfunzionalità e delle situazioni critiche, che sovente generano una richiesta di aiuto ai Servizi sociali e sanitari.

Nel Seminario sono stati considerati gli aspetti interattivi, le forme della comunicazione, le relazioni e i bisogni che caratterizzano il sistema emotivo familiare, nell’intento di ricostruire alcuni profili caratterizzanti la famiglia multiproblematica, che possono desumersi dalle storie o narrazioni cliniche, dalle esperienze, dalle ricerche e dagli studi condotti in questo campo.

Il programma seminariale, dopo l’introduzione ai lavori del Prof. Giuseppe Rivetti (presidente dei Corsi di laurea in Servizio sociale), ha contemplato alcuni contributi scientifici, proposti dai diversi relatori (Psicologi e Psicoterapeuti), inerenti alla tematica della mistificazione e del conflitto nelle relazioni familiari (Prof. Renato Vignati); la relazione di aiuto con gruppi familiari in difficoltà nel dover affrontare eventi critici (Prof. Filippo Pesaresi); e il  Gruppo d’incontro, una specifica modalità di interazione che consente il dialogo tra tutti i presenti e l’intervento degli studenti del Corso di laurea (Prof. Gianni Talamonti).

 

 

CIVITANOVA–La Fototeca Comunale di Civitanova Marche – Centro Comunicazioni Visive si rinnova nell’immagine e nella metodologia di gestione e apre le porte al pubblico per questo nuovo inizio con un evento “open day” di fotografia e comunicazione visiva; un’occasione per conoscerne la storia, incontrare i nuovi e vecchi membri dello staff e ascoltare le proposte culturali per il futuro. L’appuntamento è per il 22 e 23 maggio, vicoFOTOTECA-21-5-2015- cIirolo sforza 6, Civitanova Marche ore 9/12; 16/19.

La due giorni è stata presentata questa mattina, alla stampa, dal presidente Primo Recchioni e dal direttore Francesca Iacopini, alla presenza dell’assessore alla Cultura Giulio Silenzi, dei fotoamatori e dei membri del Direttivo.

La Fototeca vive un momento di passaggio dopo la morte di Paolo Domenella che l’ha arricchita e lanciata – ha spiegato Recchioni – e vuole dare spazio ai giovani e alle nuove idee. Ci auguriamo che saranno in tanti a portarci il loro contributo”.

In programma quattro mostre e l’avvio di un Dipartimento giovani con Paolo Brasca e molto altro ancora.

La Fototeca – ha spiegato Iacopini – non vuole essere solo un centro di raccolta di vecchie foto, ma un luogo dove parlare e ragionare intorno alle immagini. Per trent’anni Paolo Domenella e i fotoamatori hanno lavorato per mettere le radici e per una costruzione solida dell’istituzione. Grazie al patrimonio lasciato, oggi possiamo pensare ad una nuova mission, anche grazie al sostegFOTOTECA-21-5-2015- cIirono dell’Amministrazione comunale: l’interazione con il pubblico e con i giovani”.

Questa mattina è stata presentata anche la nuova immagine coordinata dell’Ente, che prima non aveva un vero e proprio logo, e il sito Internet creati da Giulio Vesprini di Asinus in cathedra. Si tratta di un’evoluzione stilistica originata da una Rolleiflex.

La fototeca si apre alla città – ha detto Silenzi – agli appassionati di foto, e ce ne sono tanti, e vuole diventare un luogo dove le persone vogliono condividere sensazioni, immagini che parlano soprattutto della nostra città. Questa istituzione, che è cresciuta a poco a poco con la forza del volontariato, è ora pronta alla svolta, ad aprirsi anche alle altre associazioni ed enti e scuole, e collaborare alle iniziative organizzate dal Comune. Il patrimonio è enorme (oltre 10 mila lastre) e permetterà di raccontare il “come eravamo” per capire meglio l’identità di questa città, la sua memoria, come era e quanto sia cambiata. Un plauso va al presidente Recchioni e alla direttrice Francesca Iacopini che sta dando nuovo slancio a questa ormai gloriosa istituzione”.

Alla conferenza stampa erano presenti anche l’ex presidente Enrico Lattanzi, i fotoamatori Umberto Polizio, Ciro Lazzarini, Luigi Sampaolesi.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina facebook della Fototeca http://www.fototecacomunale.it, inviare una mail a info@fototecacomunale.it o telefonare al numero 320 6044277

Programma dettagliato

VENERDI’ e SABATO 9 – 12 : apertura al pubblico della mostra “L’immagine fotografica come documento storico e strumento di comunicazione – percorsi di lettura dei fondi d’archivio”

VENERDì 16 – 19 : presentazione alla città della nuova immagine istituzionale

SABATO 16 – 19: presentazione alla città della nuova politica culturale

Fototeca Comunale – Centro Comunicazioni visive: La storia

Fondato nel 1982 per iniziativa di Paolo Domenella, Luigi Sampaolesi, Umberto Polizio, Ciro Lazzarini, Primo Recchioni, Roberto Gaetani, Primo e Fabrizio Garbuglia, Ivano Quintavalle, il Gruppo Fotoamatori civitanovesi è all’origine della Fototeca Comunale di Civitanova Marche, centro comunicazione visiva, la cui nascita è ufficializzata dal Consiglio Comunale con delibera n .429 del 1983.

La prima sede dell’istituzione è in via Saragat, quartiere Fontespina, dove le sale seminterrate di una scuola vengono attrezzata dalle donazioni dei fotoamatori che allestiscono un archivio, un laboratorio stampa con camera oscura e locali per mostre temporanee.

Nel 2004 l’amministrazione comunale investe nell’Istituzione e nelle sue capacità di realizzare eventi culturali di primo piano e le fornisce una nuova prestigiosa sede, affacciata sulla piazza principale della città.

In oltre trent’anni di attività, la fototeca ha al suo attivo mostre, incontri ed eventi anche di rilevanza nazionale, riflessioni a tutto campo sulla comunicazione visiva contemporanea, diventando luogo di riferimento e confronto non solo per fotografi professionali ed amatori, ma anche per intellettuali, artisti e scrittori mossi dalla volontà di interpretare la realtà attraverso le sue immagini.

Oggi la fototeca si presenta con un organico e una filosofia di gestione totalmente rinnovate. L’istituzione è chiamata oggi ad interrogarsi sulla fotografia non solo come strumento di documentazione, ma come mezzo di produzione artistica originale, capace come e più di altri di rappresentare la velocità, la connessione, la liquidità del mondo contemporaneo.

 Stamattina, in Comune, la presentazione della serata.

CIVITANOVA–Il fil rouge è l’affetto e l’amore che le persone hanno per Civitanova. Il resto è lo sguardo, il racconto sapiente di un regista, nato in città e conosciuto nel mondo”. La serata di giovedì 12 marzo 205, durante la quale sarà proiettato, al Cinema Rossini, “Wonderful life”, il video promozionale di Paolo Doppieri su Civitanova (Produzione 2gmfilm), è stata presentata questa mattina, in Sala Giunta, dall’assessore al Turismo Giulio Silenzi, alla presenza del presidente dei Teatri Rosetta Martellini e dello stesso regista Doppieri e alcuni dei suoi collaboratori.

Il filmato di Doppieri è un filmato d’autore – ha spiegato Silenzi – che mancava alla proposta turistica della città. Realizzato con le migliori tecniche, porterà nelle fiere nazionali ed internazionali il nostro brand con originalità e immagini nuove e attraenti, perché vogliamo che arrivi questo messaggio a chi lo vedrà. Non vogliamo proporre una Civitanova con immagini scontate e piatte, ma poetiche e dinamiche, in sintonia con un nuovo modo di comunicare. Non capire questo significa veicolare una sottocultura che ci obbliga all’immobilismo e all’agonia. Il nostro è un investimento sul turismo e non solo, perché offriremo il corto alle aziende del territorio che potranno così mostrare i luoghi dove vengono realizzati i loro prodotti e aumentarne con questa presentazione il loro valore. La serata di giovedì sarà realizzata a costo zero per l’Amministrazione comunale, poiché le spese sono coperte dallo sponsor “Autolinee Cardinali” e tutti gli artisti, a cui va il nostro ringraziamento, si esibiranno gratuitamente”.

Wonderful life – ha detto Doppieri – è un piccolo film che ha l’aspirazione di raccontare Civitanova dall’interno, con persone del luogo che ci vivono e che hanno offerto la loro partecipazione entusiastica, e non con uno sguardo esterno. E’ stata un’operazione a tratti faticosa, divertente, ma soprattutto formativa, che ho vissuto con i miei collaboratori (ogni ripresa c’erano da 4 a 10 persone). Mi è stato chiesto di realizzare un prodotto fresco, accattivante, che potesse arrivare lontano, in fretta, ai giovani e l’ho creato con la soddisfazione di essere io stesso civitanovese. Dopo 25 anni di lavoro per aziende nazionali e internazionali, oggi con questo video racconto la mia città: non è una questione di tecnica, ma di linguaggio, di sguardo. Spero porti fortuna a Civitanova”.

Saranno in tanti giovedì a salire sul palco del Rossini per regalare i loro contributi e le loro dediche, con canzoni, testi, ecc. Ognuno proporrà un suo spaccato in base alla propria sensibilità.

Si passerà dalla memoria al presente – ha commentato Martellini – per proiettarsi verso l’esterno con la consapevolezza che Civitanova è una città ampia, aperta e non chiusa. Saranno ricordati Sibilla Aleramo, Ciarrocchi, Cecchetti, Bruscantini, ma anche personaggi di oggi legati al mare, alla vela, allo sport, come Valentina Stronati e Michele Regolo. Molti non potranno essere presenti per motivi di lavoro. Claudio Gaetani ci proporrà un raffronto con le immagini girate in passato da Stelvio Massi, per farci comprendere quanto cambi la comunicazione… ma ci sarà molto altro”.

Il biglietto di ingresso sarà di 1 euro e con il ricavato si acquisteranno beni alimentari per l’Emporio della Solidarietà.

Inizio ore 21,15

ANCONA–Si svolgerà il 29, 30, 31 maggio prossimo, l’edizione di quest’anno, lungo Via XXIX Settembre, alla Mole Vanvitelliana, al Mandracchio; sarà una grande kermesse dedicata al mare, ai suoi prodotti e questa mattina è stata presentata alla Bit di Milano,

AN-BIT-MIL-13-2-2015-13-02-2015 TipicitainBLU_foto2Si tratta di Tipicità in Blu che per il 2015 si terrà a fine maggio con una veste più ricca. In Via XXIX Settembre si svolgeranno gli eventi esterni, alla Mole i talk show e i laboratori con prodotti del mare e agricoli, al Mandracchio le degustazioni di prodotti tipici del nostro mare a cura delle associazioni della pesca.

La manifestazione anconetana è stata presentata in anteprima questa mattina alla BIT, la Borsa internazionale del Turismo di Milano. Grazie alla forte sinergia che da tempo il Comune di Ancona ha avviato con l’omologo di Fermo nella realizzazione di Tipicità, alla fiera milanese ha trovato posto anche la presentazione di TIPICITA’ IN BLU. A supervisionare questi eventi la Regione Marche, che ha curato la partecipazione di tutti gli attori dell’offerta turistica regionale all’appuntamento meneghino e messo a disposizione gli spazi.

Abbiamo deciso lo spostamento a maggio di TIPICITA’ IN BLU per favorire l’ inizio della stagione estiva, creando una concomitanza di eventi che possono giovare all’economia e al turismo anconetani. Parallelamente l’abbiamo voluta collocare in una situazione logistica diversa, con un percorso che va dal Mandracchio alla Mole, a Via XXIX Settembre fino alla spina dei corsi” spiega l’assessore al Commercio e Vice sindaco Pierpaolo Sediari.

“TIPICITÀ IN BLU parla del mare alla città e si propone per essere un evento di portata adriatica – ha puntualizzato l’assessore al Turismo e Cultura, Paolo Marasca -. Dopo l’esperimento del 2014, siamo pronti a rilanciare, convinti che anche attraverso eventi di questo genere si valorizzi il matrimonio tra la città e il nostro mare”.

A Milano, a rappresentare la città all’evento della BIT era presente, oltre ai funzionari dell’amministrazione che seguono turismo e TIPICITA’ IN BLU, anche il Presidente del Consiglio Comunale, Marcello Milani il quale ha sottolineato la positiva sinergia che il Comune dorico ha avviato con Fermo nell’ambito di Tipicità e come la promozione delle eccellenze anconetane consenta di potenziare l’immagine della città e la sua offerta turistica,commerciale e culturale.

Plaudo anche al proficuo lavoro che il tavolo di concertazione su Portonovo, che è nato grazie all’impulso del Consiglio Comunale (e che vede riuniti tutti gli attori che operano nella baia oltre ad una rappresentanza dei consiglieri comunali e associazione ambientaliste) sta portando avanti e che presto darà buoni frutti” conclude il presidente Milani.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
novembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930