You are currently browsing the category archive for the ‘SANITA’’ category.

CIVITANOVA–”In merito alla prospettiva espressa dal Governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli di mantenimento di una sola struttura ospedaliera di riferimento per ciascuna area vasta, nella giornata odierna (27 gennaio 2016) ho avuto modo di confrontarmi con altri Sindaci della provincia di Macerata ed è intenzione condivisa quella di uscire nelle prossime ore con una presa di posizione comune. Rimando quindi ad un intervento congiunto una trattazione più articolata della questione sanità”.
Lo ha affermato oggi il Sindaco di Civitanova Dr. Tommaso Claudio Corvatta. “Una cosa però posso affermarla da subito con chiarezza. Se la prospettiva espressa dal governatore Ceriscioli è quella di andare verso una gestione che preveda una grande struttura di rete di riferimento per ciascuna area vasta, condivido questo intendimento. Io stesso, e le cronache di qualche mese fa lo testimoniano, guardando da qui a vent’anni, ho caldeggiato tale ipotesi per il Maceratese in una delle prime occasioni di incontro con il neo presidente, dopo il suo insediamento ai vertici del governo regionale. Ma mi riferivo ad un progetto teso a realizzare, nel lungo periodo, una struttura baricentrica di eccellenza a servizio di un ampio bacino di utenza per la vallata del Chienti.
Se invece si prospetta di dover tagliare uno dei due Ospedali tra Civitanova e Macerata, siamo completamente fuori strada. La soluzione del nosocomio unico a servizio dell’intera area vasta – ha concluso Corvatta – non può certo essere l’attuale presidio del capoluogo e non è affatto questione di difesa di campanile, lo dico da medico prima che da amministratore. Si andrebbe a creare una gestione del tutto inadeguata alle necessità dell’utenza. E’ chiaro quindi che non accetteremo mai che il presidio civitanovese venga smembrato, se non di fronte alla realizzazione di un vero Ospedale di rete capace di garantire servizi di elevata qualità”.

Annunci

URBINO–Hanno preso il via questa mattina (16 gennaio 2015), con il saluto del Rettore Vilberto Stocchi, i corsi di alta formazione manageriale che il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Carlo Bo, in collaborazione con il Dipartimento di Economia, Società e Politica, il Dipartimento di Scienze della Comunicazione e Discipline Umanistiche,URB-16-1-2015-CORSI SANITA'-2505 (1) gli Ospedali Riuniti Marche Nord e l’Area Vasta1 ha organizzato per formare i dirigenti delle due aziende sanitarie, in base all’accordo stipulato con la Regione Marche il 23 luglio 2014. I 56 partecipanti seguiranno un percorso di formazione progressiva attraverso un “Corso di alta formazione manageriale per la direzione sanitaria, amministrativa e delle professioni sanitarie nell’era digitale” un “Corso di alta formazione manageriale per i dirigenti di struttura complessa nella sanità digitale” e un master di “Management delle organizzazioni sanitarie nell’era digitale”. I corsi saranno ospitati dal Dipartimento di Giurisprudenza e dalle sedi delle aziende sanitarie a Pesaro e Fano. “Un preciso e giusto segnale di sinergia tra l’Ateneo e il territorio di riferimento” ha sottolineato il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Professor Paolo Pascucci. I corsi, diretti dallo stesso Pascucci, avranno la Professoressa Emanuela Vittoria quale coordinatore didattico e si terranno il venerdì pomeriggio, con la prospettiva di terminare entro la primavera del 2016.

 

 

Inaugurata la nuova unità di raccolta sangue e plasma

POTENZA PICENA–E’ stata inaugurata, presso il PoliambulatorioAVIS POTENTINO-3-5-2014-0957-Avis-leggera di Potenza Picena, la nuova unità di raccolta del sangue e plasma.

La struttura avrà la funzione di raccogliere il sangue e il plasma (circa 1300-1400 donazioni annue) dei donatori appartenenti alle Avis Comunali di Potenza Picena e Montelupone visto che le loro strutture finora utilizzate, in base a delle normative europee, non sarebbero state dichiarate più idonee a svolgere i prelievi a partire dal primo gennaio del prossimo anno (2015).

La struttura, che si avvale di una moderna sala donazione munita di 4 poltrone ed altrettante bilance miscelatrici, che saranno costantemente collegate via internet con il centro trasfusionale di Civitanova, garantirà al personale sanitario ed in particolar modo ai donatori di effettuare le donazioni nella massima condizione di sicurezzaAVIS-NASTRO-PPP-VALLETTE-9962.

La struttura si avvale anche di una sala privacy dove il sanitario, in tutta riservatezza, avrà modo di visitare il donatore prima della donazione.

Infine una sala di aspetto e di ristoro garantiranno al donatore il massimo dell’accoglienza e del confort rendendo anche rilassante e piacevole questo importante gesto di altruismo.

Alla cerimonia erano presenti, oltre ai presidenti delle due Avis Comunali Nazzareno Cognigni per Potenza Picena e Roberto Elisei per Montelupone, il sindaco di Potenza Picena Sergio Paolucci e quello di Montelupone Giuseppe Ripani, il presidente dell’Avis provinciale di Macerata Silvano Donati e diversi consiglieri provinciali Avis, il presidente dell’Avis Regionale Massimo Lauri, il responsabile dei Poliambulatori Asur Gianni Turchetti ed il senatore Mario Morgoni.

Il parroco di Potenza Picena don Andrea Bezzini, che fra l’altro è uAVIS-PPP-3-5-2014-9978n veterano donatore di sangue, ha benedetto i locali.

Al taglio del nastro ed ai discorsi delle autorità convenute è seguito per tutti i numerosi convenuti un ricco buffet a base di prodotti tipici del territorio.

Per leggere la newsletter “Filo News”:

www.comune.potenza-picena.mc.it

 

Un convegno nazionale a Porto Potenza Picena per fare il punto sui vantaggi riabilitativi • In diretta, dimostrazioni dell’EKSO, l’esoscheletro per tornare a camminare

PORTO POTENZAQuando il robot aiuta l’uomo. È questo il TORRE SANT'ANNA-115-1548TOWER PPPLGtema portante della convention nazionale del 25 gennaio 2014, promossa dal gruppo Santo Stefano a Porto Potenza Picena (MC). Una mattina di interventi con il contributo di esperti, tutti a raccolta per confrontarsi e fare il punto sui vantaggi riabilitativi della robotica, con dimostrazioni pratiche e video documentazione.

L’incontro sarà anche l’occasione per valutare, testandola in diretta, una  delle più interessanti apparecchiature  robotiche nel mondo riabilitativo italiano, dopo  aver cominciato a diffondersi negli Usa: l’EKSO, l’esoscheletro per la stazione eretta  e  la deambulazione.

L’uso di robot per la terapia motoria assistita nella riabilitazione di pazienti con danni al sistema nervoso ha attraversato negli ultimi 25 anni uno sviluppo tale da essere una delle principali novità dell’attuale scenario della medicina riabilitativa. Il convegno farà da anteprima ad un appuntamento internazionale, previsto il 24 e 25 ottobre 2014, sempre a Porto Potenza Picena, dove verranno presentati i dati sull’attività riabilitativa tramite robotica.

L’Istituto Santo Stefano, specializzato in disabilità neuromotorie dell’adulto, ha introdotto negli ultimi anni l’utilizzo dei robot per l’arto superiore e inferiore per il raggiungimento dell’eccellenza nel recupero della disabilità. Fra le tecnologie innovative in uso: il G-EO Systems, per il trattamento dell’arto inferiore; Amadeo, per la riabilitazione della mano; la Realtà Virtuale, per la riabilitazione sia motoria sia cognitiva.

La sfida dei prossimi anni del Santo Stefano, che rappresenta  sul piano nazionale una realtà leader nella riabilitazione,  è di attuare un approccio alle disabilità del paziente con un sistema integrato di trattamenti, supportati dalle più moderne tecnologie robotiche.

Il convegno del 25 gennaio, che si terrà all’ Auditorim Istituto S. Stefano (via Aprutina, 194 – 62018 Porto Potenza Picena (MC), ha uno scopo informativo ed è aperto a tutti gli interessati.

Per informazioni: tel. 0733 689291 – fax 0733 688958 – sstefano@sstefano.it

LE TECNOLOGIE IN USO AL SANTO STEFANO

G-EO Systems, per il trattamento dell’arto inferiore e la rieducazione del cammino. Nato dalla collaborazione con il Prof Hesse di Berlino, si basa sulla tecnologia end-effector: vincolando il piede consente l’esecuzione del movimento dell’arto inferiore, con un sistema programmabile di sospensione di peso che permette, unico al mondo, oltre al cammino classico la simulazione delle scale.

Amadeo, per la riabilitazione della mano. Prodotto in Austria, unico in ambito commerciale per la rieducazione motoria della mano, si basa su esercizi attivi e passivi di una o più dita della mano con un’ampia scelta di scenari e situazioni reali. La possibilità di numerose personalizzazioni dell’esercizio e la possibilità di adattamento dello strumento per gli adulti e per i bambini rende lo strumento utile e di valido supporto al lavoro dei terapisti per il recupero funzionale e il raggiungimento dell’autonomia dei pazienti con deficit neurologici.

Realtà Virtuale, per la riabilitazione motoria e cognitiva grazie all’effetto game. La Realtà Virtuale consente, tramite sensori applicati a parti del corpo, di visualizzare sullo schermo un semplice movimento compiuto dal paziente come un gesto finalizzato a prendere o spostare un oggetto (ad esempio immettere la palla in un cestino). In campo riabilitativo, viene utilizzata dal Santo Stefano per esercizi motori in soggetti che hanno subito un danno cerebrale ma anche in campo cognitivo, ad esempio nella valutazione dei tempi di reazione, nella riabilitazione dei disturbi attentivi, della memoria e del problem solving.

 

Il servizio è stato promosso dall’Ant di Civitanova e sostenuto dalla BCC di Civitanova Marche e Montecosaro

CIVITANOVA–Nonostante una giornata uggiosa, intervallata da brevi parentesi di pioggia, l’ “Ambulatorio mobile”BCC-ANT-15-1-2014-P1010165-leggera allestito in Piazza XX Settembre, a Civitanova, e il servizio di mammografie digitali gratuite è stato un successo sotto tutti i punti di vista. Tutte effettuate, infatti, le prestazioni mammografiche che erano state prenotate nei giorni scorsi e altrettante sono state le richieste di informazioni da parte di donne provenienti da Civitanova e dai Comuni limitrofi.

Il servizio di mammografie digitali gratuite alle donne con più di 40 anni, iniziativa promossa dall’Ant (Associazione Nazionale Tumori) e sostenuta dal Trust “Carla Pepi” della Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro, si è svolto martedì scorso (14 gennaio 2014), quando l’ambulatorio mobile ha sostato in Piazza XX Settembre, sia durante la mattinata che nel pomeriggio.

Nella postazione mobile sono stati presenti rappresentanti dell’Ant della sede centrale di Bologna e volontari della sede locale di Civitanova, tra cui la Presidente Fiorenza Perugini, e il tecnico radiologo addetto all’espletamento dell’esame diagnostico Loris Fabbri. L’iniziativa ha avuto la finalità di incentivare il controllo mammografico per le donne sottolineando l’importanza di un esame diagnostico fondamentale per il tumore del seno, che colpisce circa il 10% delle donne.

La maggior parte dei tumori del seno non si evidenzia in modi particolari, ma può essere efficacemente intercettato con l’esame mammografico, che dura solo pochi minuti e che può risolvere una vita.

A sostenere l’iniziativa il Trust “Carla Pepi”, Fondo che ha lo scopo di raccogliere elargizioni e donazioni e di impiegarle nella promozione di iniziative di beneficenza, di assistenza, di sostentamento e di pubblica utilità.

Con il Trust “Carla Pepi” la Banca di Credito Cooperativo di Civitanova Marche e Montecosaro, oltre a ricordare una dipendente prematuramente scomparsa, afferma ancora una volta i principi portanti della propria attività, a vantaggio della comunità locale, al servizio della crescita e dello sviluppo del territorio. Il versamento può essere effettuato sul conto corrente IT17D0849168870000010156007.

In foto, da sinistra: Marco Piga (Ant Bologna), Loris Fabbri (tecnico radiologo), Angela Rossi e Adele Fracasso (volontarie Ant Civitanova), Giampiero Colacito (Direttore Generale BCC Civitanova e Montecosaro) e Fiorenza Perugini (Presidente Ant sezione di Civitanova).

CIVITANOVA MARCHE(06/09/2013) – “Habemus papam! Finalmente Civitanova dopo anni di attesa ha un primario al Pronto Soccorso. Il tutto accade mentre la Sanità regionale sta cercando di riorganizzarsi tagliando primari e, purtroppo, servizi in maniera orizzontale. Senza, come al solito, diminuire gli amministrativi che sono l’unico serbatoio dove dovrebbero togliere personale.

Dividere i primari fra più strutture e chiudere i reparti significa sempre e solo dare disservizi ai cittadini lasciando pieni gli uffici. Almeno saranno veloci a rispondere alle lamentele…

Non stupisce quindi che a Civitanova sia stata fatta una scelta interna. Il nuovo primario, infatti, non è un medico aggiunto che va ad alleviare le carenze del reparto ma un collega, già in forza a Civitanova, che viene promosso primario.

A lui vanno i migliori auguri affinché, nei due anni che gli rimangono prima della pensione, agisca coraggiosamente per evitare che il reparto continui ad essere protagonista negativo delle cronache. Speriamo che la sua sia una gestione degna di una città definita dalla Regione “Polo delle emergenze” e che non sia solo una soluzione temporanea in attesa, fra due anni, di rispolverare la delibera con la quale Bordoni toglie il primario a Civitanova per accorparlo a Macerata: una città senza superstrada né autostrada, che ha quindi molte meno emergenze di noi”. Firmato Erminio Marinelli ( Gruppo “Per le Marche” Assemblea Legislativa delle Marche)

PORTO POTENZA PICENA–Il Comitato locale Potenza Picena della CroceCROCE ROSSA-1 Rossa Italiana ha organizzato, nella giornata di domenica 28 luglio 2013, una Giornata di prevenzione e di educazione alla salute, inPiazza Dohuet, di fronte alla Chiesa Corpus Christi di Porto Potenza Picena (MC). E’ stato montato un gazebo, con le insegne della CRI, all’interno del quale sono stati piazzati dei tavolini e delle sedie, dove si sono svolte le misurazione di alcuni parametri: Glicemia, Saturazione di ossigeno, Frequenza cardiaca, Frequenza respiratoria, Pressione arteriosa.

All’interno della manifestazione si è svolta anche la cerimonia di intitolazione della nuova ambulanza a due soci fondatori (recentemente scomparsi) del comitato Cri, ovvero Alessandro Pomili e AlbertCROCE ROSSA-2-LGo Tanoni.

Sono state controllate 70 persone, di età compresa tra i 20 e gli 80 anni, presentatesi spontaneamente, presso lapostazione della CRI e sono stati distribuiti depliant illustrativi, per favorire la prevenzione di malattie correlate ad alterazioni del metabolismo glucidico e del metabolismo lipidico, con consigli relativi per adottare un corretto stile di vita.

Sono stati dispensati anche consigli individuali da parte del personale della CRI, in particolare ai soggetti che presentavano valori alterati, con aggiunta di un colloquio a parte con il Medico presente.

Le finalità dell’Educazione alla Salute possono essere sintetizzate in questa maniera:

      • acquisire coscienza della propria salute;CROCE ROSSA-3-LG

  • raggiungere consapevolezza rispetto a un particolare problema o alla salute in generale,  identificando che cosa sia realmente importante.

  • favorire un cambiamento di abitudini e comportamenti sulla base della decisione del singolo a voler cambiare effettivamente “qualche cosa” in relazione a un problema di salute realmente presente.

La manifestazione ha registrato, a parere della Cri porto potentina, un soddisfacente afflusso di persone, interessate alle misurazioni proposte, ma anche ad instaurare un dialogo, con i Volontari Cri presenti, sulla prevenzione delle malattie del metabolismo, dei problemi causati dalle alterazioni della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca e respiratoria e della saturazione di ossigeno; sulla necessità dell’adozione di corretti stili di vita.

Il nostro intento è stato quello di fornire un contributo a sensibilizzare – ci hanno detto i promotori – specialmente sulla prevenzione di alcune malattie, stimolando l’assunzione consapevole di decisioni utili al mantenimento ed al miglioramento della propria salute.
Con l’esperienza di tale manifestazione ci siamo ulteriormente convinti che fornire una correttamente informazione è una risorsa a nostra disposizione, per favorire il benessere dell’individuo e per motivarlo ad adottare un corretto
stile di vita. E’ nostro desiderio proseguire in questo senso, quindi stiamo già studiando nuove iniziative con le stesse finalità, che hanno caratterizzato questa iniziativa, sperando di raccogliere ancora il favore e la partecipazione della comunità, nella quale ci onoriamo di operare”.  

CIVITANOVA–Grande festa (domenica 21 luglio 2013) alla Croce VerdCESARE-BARBARA PISTILLI-FOTO©MILLEPAESI-9945-LGe di Civitanova Marche (Via Aldo Moro), per l’inaugurazione di due ambulanze donate dalla Fondazione Carima (presente Marcello Mataloni). Intervenute anche le consorelle di Porto Sant’Elpidio e Porto Potenza (Croce Rossa). Una targa è stata scoperta per ricordare i soci e responsabili negli anni della Croce Verde. L’attuale Presidente Dr. Cesare Bartolucci ha fatto un discorso toccante, che riportiamo di seguito, che rende bene l’idea dello spirito che anima questa benemerita associazione civitanovese, che catalizza sempre anche tanta gioventù.

ANTONELLA-SERANTONI-BARBARA PISTILLI-MASSI SANDRA-FOTO©MILLEPAESI-9967-LG

VITTORIO VERDINI, MARIA LUCE CENTIONI, CESARE BARTOLUCCI, ROBERTO PANTELLA

Oggi, domenica 21 luglio 2013 – ha esordito Bartolucci – è festa grande. Inauguriamo, con una Santa Messa 2 nuove ambulanze, dono della Fondazione della Cassa di Risparmio di Macerata. Celebriamo il 60° compleanno della Croce Verde. Era nata nel 1910. Poi durante la seconda guerra mondiale venne chiusa. E’ rinata il 12 agosto 1953 ed oggi siamo qui a festeggiare il suo 80° di costituzione. Celebriamo inoltre il 40° di fondazione del corpo dei militi. Il primo corso si tenne nella primavera del 1972. Le squadre A e B divennero però operative il 7 aprile 1973, con una SOCCORSO-SIMULAZIONE-FOTO©MILLEPAESI-0004-LGforza di 36 volontari.

In quell’occasione la Croce Verde commemorava anche i sui primi 20 anni. Il motto che il consiglio di allora e mio padre Ruggero, che ne era il Presidente – ha aggiunto Cesare – scelsero fu quello di “Croce Verde 1953-1973: natura ci creò fratelli”. E’ un motto che ci accompagna ancora oggi! Venne pensato insieme a tanti componenti della Croce Verde di quell’epoca, che sono qui stretti vicino a noi e che abbracciamo con un grande applauso. Inoltre per coloro che sono stati parte della nostra amata Croce Verde e che non ci sono più scopriremo e benediremo una targa ricordo (è avvenuto poi all’ombra di due solenni tigli, ndr). Una memoria indelebile che ci invia un ordine preciso. Continuate ad aiutare chi soffre, avanti così! Siamo grati a loro che quotidianamente ispirano il nostro operato! Che ci guardano e ci confortano!”

ANTONELLA-SERANTONI-BARBARA PISTILLI-MASSI SANDRA-FOTO©MILLEPAESI-9967-LG

ANTONELLA SERANTONI, BARBARA PISTILLI (GIA’ SINDACO DI CIVITANOVA), SANDRA MASSI FOTO©MILLEPAESI

In questo 2013 che assume un significato speciale ricorrono anche – ha proseguito il Dr. Bartolucci – i 30 anni della prima gettata di cemento per costruire la sede sociale: era il marzo 1983.

La nostra sede è frutto della raccolta di carta e stracci. Ora ci accoglie e ci permette di fare tutto ciò che ci impegniamo a svolgere al meglio nell’interesse altrui, ricordandoci sempre che in fondo al tunnel della sofferenza si vede il faro blu della Croce Verde, un tempo una lampadina fioca a 6 volts ed oggi invece addirittura a led, una luce che dice a malati e feriti “Tieni duro stiamo arrivando. Siamo qui per te! Volontari e dipendenti, matricole e veterani tutti con una Croce Verde sul loro grande cuore. Grazie, grazie di cuore a tutti voi e buona festa della Croce Verde. Viva la Croce Verde e tutte le associazioni che dovunque aiutano AMBULANZA NUOVA-INTERNO-0036 copiachi soffre!”. Anche a chi è stato milite in anni lontani è stato consegnato un attestato della partecipazione alla crescita della Croce Verde. Attestato anche a Barbara Pistilli (già Sindaco di Civitanova), Sandra Massi, Antonella Serantoni che da studentesse, assieme ad altre liceali, presero parte al nuovo corso della Croce Verde. Barbara Pistilli si è soffermata ad osservare sia la modernità delle nuove ambulanze, sia la storica lettiga antecedente curioso delle ambulanze, nonché la corposa rassegna stampa relativa al volontariato, alla costruzione della nuova sede e tutto il resto.TARGA-9893FOTO©MILLEPAESI-LG

Alle 20,30, nel piazzale retrostante la Palazzina della Croce Verde, sono state servite delle fumanti pennette al ragù, per una cena frugale, ma gustosa – il tutto preparato e servito sempre dai volontari – per cui amicizia e convivialità hanno ottenuto il sigillo a tavola. Con il Presidente Bartolucci il vice-presidente Vittorio Verdini ed il responsabile dell’amministrazione il commercialista Roberto Angeletti. L’inesauribile ed istrionico Oscar Monina ha quindi “declamato” alcune poesie di Trilussa, che hanno davvero divertito i presenti. Mentre un team si è occupato di logistica per la giornata di festa la Croce Verde come istituzione di soccorso ha continuato la sua missione H24 con l’abituale generosità ed impegno di tutti coloro che erano di turno. (e.e.)

Si concluderanno domenica 16 giugno i festeggiamenti per il cinquantennale dell’associazione dei donatori del sangue della Comunale di Ripatransone. Molte le attività in programma.

 

RIPATRANSONE (AP) – Cinquant’anni all’insegna del volontariato e della generosità. Si concluderannoRIPATRANSONE-50 avis-legg domenica 16 giugno 2013 a Ripatransone i festeggiamenti per l’importante traguardo raggiunto dalla Comunale ripana dell’Avis. Migliaia i donatori che in questi decenni hanno collaborato e contribuito alle attività dell’associazione. Tre giornate di festa che si chiuderanno Domenica, a partire dalle ore 9, con l’accoglienza delle rappresentanze e la celebrazione della Santa Messa, alle ore 9.30, presso la chiesa Monumentale di San Filippo Neri, con la partecipazione della corale “Madonna di San Giovanni”.

La celebrazione continuerà con il corteo e la deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti, con la Partecipazione del Corpo Bandistico “Città di Ripatransone”. Seguirà l’inaugurazione della Fontana Commemorativa del 50° Anniversario.

Alle ore 11 i festeggiamenti proseguiranno all’interno del Teatro Mercantini con il saluto delle Autorità e la presentazione del Libro d’Artista realizzato da Mario Vespasiani.

Saranno, inoltre, consegnati i riconoscimenti ai soci fondatori. La giornata si concluderà con il pranzo sociale presso il ristorante “Valle Verde” di Ripatransone. Durante la mattinata, dalle ore 9 alle 13, sarà attivo il servizio di annullo postale presso l’ingresso del Teatro Mercantini.

CIVITANOVA MARCHE-“Mentre a Civitanova taglia i posti letto, la Regione elargisce 237.000 annui di premi ai dirigenti fra Macerata, Camerino e la stessa Civitanova”. Lo stigmatizza Erminio Marinelli, consigliere regionale (Gruppo Per le Marche).

“È questa la schizofrenica situazione della sanità delle Marche – prosegue – che stamattina in Assemblea regionale, l’assessore Mezzolani non ha saputo giustificare davanti ad una mia interrogazione”.

“Come una scolaretta impreparata agli esami nessuno ha saputo dire quali obblighi, criteri di valutazione e obiettivi siano stati considerati per dare 9mila euro di media in premi ai ventiquattro dirigenti amministrativi dell’Area Vasta 3, di cui undici a Civitanova Marche”.

“Non ho nulla contro i dirigenti – precisa Marinelli, già sindaco di Civitanova – ma in una situazione drammatica come quella attuale non si possono cancellare da Civitanova dodici posti letto per acuti e dare allo stesso tempo i premi agli amministrativi”.

“Chi sta negli uffici incassa soldi in più mentre di notte i medici del Pronto Soccorso devono girare anche nei reparti per colmare le lacune di personale. L’Ospedale delle emergenze, come chiamano il nostro, non ha primario di Pronto Soccorso da due anni e di notte è privo di guardi notturna in anestesia, radiologia e pediatria. Chirurgia e urologia operano in spazi inadeguati, pur essendoci locali inutilizzati, in Pediatria lavorano in reperibilità, nel Reparto di Medicina, dopo gli interventi, di notte le persone sono senza chirurgo”.

“Non si possono chiedere sacrifici solo ai cittadini e al personale sanitario – conclude Erminio Marinelli – lasciando intatti i privilegi di altre categorie”.   

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930