You are currently browsing the category archive for the ‘Politica’ category.

Prima giornata di lavoro ufficiale del neo presidente della Regione, Luca Ceriscioli. 

ANCONA–Come da protocollo primo incontro, in Municipio, oggi con il Sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli, nel corso del quale  sono stati affrontati diversi temi: dalle infrastrutture, alla questione dell’Autorità portuale di Ancona e, con il primo cittadino del capoluogo marchigiano, concordato anche un incontro a breve per affrontare il tema dell’Ospedale  pediatrico Salesi.
Visita anche alla Presidente della Provincia di Ancona, Liana Serrani. I due amministratori si sono soffermati sul nodo del passaggio di competenze dalle Province alla Regione e fissato l’impegno a partecipare alla prossima tappa con l’osservatorio. Colloquio anche con il Prefetto dorico Raffaele Cannizzaro, nel quale, nell’ambito dei rapporti di collaborazione istituzionale, si sono affrontate le principali criticità del territorio marchigiano. Ultima visita alla Corte di Appello con il Presidente Carmelo Marino. Mezz’ora di incontro nel corso del quale si è affrontato il tema dell’accordo per il sostegno della Regione Marche alla convenzione dedicata ai tirocini che si svolgono presso i Tribunali, che presto verrà approvata dalla prossima giunta.

Annunci

Regionali 2015: la composizione dell’Assemblea legislativa delle Marche sulla base del riparto provvisorio dei seggi

L’Ufficio elettorale della Regione Marche ha comunicato la composizione dell’Assemblea legislativa delle Marche, sulla base del riparto provvisorio dei seggi attribuiti dopo i risultati delle elezioni regionali 2015. Risultano eletti Presidente Luca Ceriscioli (PD – Uniti per le Marche – Popolari Marche Udc) e i seguenti consiglieri (riportati, in ordine, nell’elenco, per circoscrizione provinciale, partito, nome e cognome in grassetto). Nella coalizioni di Giovanni Maggi (Movimento 5 Stelle), la circoscrizione di Ascoli Piceno vede il candidato consigliere che dovrà cedere il seggio al proprio candidato presidente (Maggi, al momento, si vede assegnare due seggi: uno come secondo candidato presidente e uno nella circoscrizione di Ascoli Piceno).

Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli

ANCONA PARTITO DEMOCRATICO FABRIZIO VOLPINI

ANCONA PARTITO DEMOCRATICO MANUELA BORA

ANCONA PARTITO DEMOCRATICO ANTONIO MASTROVINCENZO

ANCONA PARTITO DEMOCRATICO GIANLUCA BUSILACCHI

ANCONA PARTITO DEMOCRATICO ENZO GIANCARLI

ANCONA UNITI PER LE MARCHE MORENO PIERONI

ASCOLI PICENO PARTITO DEMOCRATICO ANNA CASINI

ASCOLI PICENO PARTITO DEMOCRATICO FABIO URBINATI

FERMO PARTITO DEMOCRATICO FABRIZIO CESETTI

FERMO PARTITO DEMOCRATICO FRANCESCO GIACINTI

MACERATA PARTITO DEMOCRATICO ANGELO SCIAPICHETTI

MACERATA PARTITO DEMOCRATICO FRANCESCO MICUCCI

MACERATA POPOLARI MARCHE UDC LUCA MARCONI

PESARO E URBINO PARTITO DEMOCRATICO ANDREA BIANCANI

PESARO E URBINO PARTITO DEMOCRATICO RENATO CLAUDIO MINARDI

PESARO E URBINO PARTITO DEMOCRATICO GINO TRAVERSINI

PESARO E URBINO PARTITO DEMOCRATICO FEDERICO TALE’

PESARO E URBINO UNITI PER LE MARCHE BORIS RAPA

ANCONA MOVIMENTO 5 STELLE GIOVANNI MAGGI detto GIANNI

ANCONA MOVIMENTO 5 STELLE ROMINA PERGOLESI

MACERATA MOVIMENTO 5 STELLE SANDRO BISONNI

PESARO E URBINO MOVIMENTO 5 STELLE PIERGIORGIO FABBRI

ASCOLI PICENO MOVIMENTO 5 STELLE Il candidato PEPPINO GIORGINI

detto PEPPE cede il seggio al candidato presidente.

ANCONA LEGA NORD MARCHE SANDRO ZAFFIRI

FERMO LEGA NORD MARCHE MARZIA MALAIGIA

MACERATA FRATELLI D’ITALIAALLEANZA NAZIONALE ELENA LEONARDI

MACERATA LEGA NORD MARCHE LUIGI ZURA PUNTARONI detto ZURA

ASCOLI PICENO FORZA ITALIA PIERO CELANI

FERMO FORZA ITALIA JESSICA MARCOZZI

PESARO E URBINO MARCHE 2020-AREA POPOLARE MIRCO CARLONI

CIVITANOVA–Sono complessivamente 34.351 gli aventi diritto al voto a Civitanova Marche per le consultazioni regionali 2015 DI OGGI 31 MAGGIO: 16.358 maschi e 17.993 femmine, ai quali vanno aggiunti i degenti dell’ospedale civile e della casa di cura Villa dei pini. Si ricorda che si vota dalle ore 7 alle 23 di domenica 31 maggio. Immediatamente dopo la chiusura delle urne, partiranno le operazioni di scrutinio.
I seggi per recarsi al voto sono 40, così ubicati:
1-2-3-4-9, scuola media Annibal Caro, via Mandela 10
5-6 scuola materna via Menotti 12
10-21-22 scuola primaria D. Alighieri, via Regina Elena 5
7-8-12-13-14-16-33 scuola primaria A.Garibaldi, via Ugo Bassi 45
11-15-17-18-19-20-34 scuola primaria San Marone, via Tacito 24
23-27-36-37 scuola media Pirandello, via Saragat 50
24-25-26 scuola primaria Fontespina, via de Pinedo 6
28-35-38 scuola primaria Santa Maria Apparente, via Lotto 1
29-30-31-32 scuola primaria Sant’Agostino, vicolo S.Agostino 1
39 Ospedale generale di zona, contrada San Domenico 132
40 Casa di cura Villa dei pini

Di seguito la composizione delle sezioni elettorali, ai quali mancano i nominativi dei segretari, la cui nomina è di competenza dei presidenti di seggio.

Sezione1: Presidente Oriana Ponziani, scrutatori Aldo Luigi Cervellini, Anna Di Metri, Angelo Di Petta, Simona Montebianco
Sezione 2: presidente Eulalia Talamonti, scrutatori Michela Bianchini, Alessio Menichelli, Omar Rossi, Maria Lorena Torbidone
Sezione 3: presidente Michela Mangiaconi, scrutatori Luca Del Turco, Giada Mandolesi, Mirco Natalini, Michelangelo Seri
Sezione 4: presidente Roberto Santandrea, scrutatori Paola Fontana, Paola Francia, Giorgia Marziali, Michele Vallesi
Sezione 5: presidente Michela Giamberlini, Gioia Giordani, Gemma Gualano, Teresa Longo Bevere, Antonio Vitale
Sezione 6: presidente Rosanna Bevilacqua, scrutatori Sara Emili, Stefano Foresi, Maria Beatrice Scoponi, Carlo Sforza
Sezione 7: presidente Loredana Mandolesi, scrutatori Giovanna Di Cosmo, Beatrice Marziali, Argentina Micucci, Rossano Rocchi
Sezione 8: presidente Anna Maria Bifulco, scrutatori Alessandro Cicconi, Marco Rao, Giorgia Recchi, Maria Stacchietti
Sezione 9: presidente Lidia Iezzi, scrutatori Anna Maurizi, Carla Merendoni, Maurizio Pollastrelli, Alberto Seganelli
Sezione 10: presidente Lorenzo Vinciguerra, scrutatori Simone Capece, Massimo Del Medico, Francesco Giacomozzi, Giada Rogante
Sezione 11: presidente Gianluca Squadroni, scrutatori Elvira Marino, Federica Pignotti, Silena Sorichetti, Mario Tedeschi
Sezione 12: presidente Emanuela Tirabassi, scrutatori Federica Bigoni, Angela Gaetani, Matteo Lupacchini, Sonia Vita
Sezione 13: presidente Virgilio Palumbo, scrutatori Genny Boccanera, Alessandra Conforti, Paola Costantini, Elena Cristiani
Sezione 14: presidente Luisa Ferraccioni, scrutatori Maria Carmen Bracalente, Marco Capozucca, Remo Romagnoli, Alessio Sacchi
Sezione 15: presidente Roberta Bizzarri, scrutatori Fabiola Gentili, Loredana Pagliaccio, Antonio Paolucci, Jessica Rossi
Sezione 16: presidente Paolo Prioretti, scrutatori Maria Beruschi, Letizia Giampaolini, Patrizia Minghetti, Lorenzo Vallesi
Sezione 17: presidente Federico Pezzoni, scrutatori Emanuela Acciarri, Federica Bascelli, Sara Corpetti, Lorenzo Ilari
Sezione 18: presidente Carlo Bartolini, scrutatori Danilo Bizzarri, Nazzareno Farroni, Daniela Foresi, Marco Marinelli
Sezione 19: presidente Patrizia Gagliano, scrutatori Elisabetta Capasso, Paolo Cervellini, Francesco Macellari, Luca Tomassini
Sezione 20: presidente Daniele Cardelli, scrutatori Paola Festa, Giuliana Eleonora Libertini, Francesca Pasquaretta, Giulia Pennesi
Sezione 21: presidente Pierluigi Calcinaro, scrutatori Luisa Bongelli, Marco Domenella, Maria Claudia Domenella, Silvia Travaini
Sezione 22: presidente Moira Martellini, scrutatori Giuseppe Bracalente, Andrea Civita, Silvia Laurenzi, Sabrina Stoici
Sezione 23: presidente Laura Cognigni, scrutatori Angela Belletti, Mariangela Corradini, Daniele Marchiani, Elisa Pertecarini
Sezione 24: presidente Francesca Felicetti, scrutatori Maura Catinari, Francesca Di Marco, Sara Macellari, Lucia Belen Velazque
Sezione 25: presidente Sabrina Titini, scrutatori Nazzareno Cestola, Cristiana Giordani, Fabio Nebbia, Michele Soccio
Sezione 26: presidente Paola Recchi, scrutatori Sabrina Contigiani, Sabrina Fattori, Wilma Fiscarelli, Stefano Scalabroni
Sezione 27: presidente Giuseppe Di Vincenzo, scrutatori Elisa Cellini, Vania Marucci, Loredana Perugini, Carmine Sbrescia
Sezione 28: presidente Roberto Garofolo, scrutatori Ivo Marani, Barbara Maurizi, Barbara Monachesi, Paola Tartufoli
Sezione 29: presidente Franco Di Costanzo, scrutatori Desiree Contenti, Lorenzo Egidi, Valentina Gennari, Alice Ubaldi
Sezione 30: presidente Pietro Borroni, scrutatori Zaira Farroni, Marisa Lelli, Eros Maravalli, Francesco Marchetti
Sezione 31: presidente Margherita Mayerle, scrutatori Danilo Di Candeloro, Nicolò Gitto, Irene Moschettoni, Cristiana Ori
Sezione 32: presidente Paolo Di Giorgio, scrutatori Anna Maria Domenella, Marco Gennari, Alberto Iosi, Laura Parisi
Sezione 33: presidente Carlo Follenti, scrutatori Marina Boubnova, Gabriele Maria Bucosse, Anna Maria Mobili, Mauro Morbiducci
Sezione 34: presidente Marco Passarelli, scrutatori Matteo Agri, Giorgia Gismondi, Francesco Pepa, Lorena Peroni
Sezione 35: presidente Leonardo Camillucci, scrutatori Massimiliano Alessiani, Monia Ciminari, Silvia Foti, Laura Paparini
Sezione 36: presidente Speranza Di Lorenzo, scrutatori Morena Gattafoni, Miriam Micucci, Rosa Pezzola, Mirko Urso
Sezione 37: presidente Orietta Tirabassi, scrutatori Antonietta Bigoni, Benedetta Fofi, Pierluigi Ribichini, Simona Trovellesi
Sezione 38: presidente Carlo Giuggioloni, scrutatori Emanuele Baldoni, Malisa Doria, Paola Marinelli, Pietro Taccari
Sezione 39: presidente Gabriele Troiani, scrutatori Vincenzo Marcotulli, Manuela Paolucci, Nello Perticarà, Lorenzo Sfredda
Sezione 39 bis: presidente Manola Paolucci, scrutatori Alex Pierluigi, Daniele Quintabà
Sezione 40: presidente Selvaggia Cecarini, scrutatori Ivan Nebbia, Mariangela Vendola, Michele Verdini, Laura Vesprini
Sezione 40 bis: presidente Isabella Battistelli, scrutatori Luciana Gianfelici, Silvia Torresi

Il sindaco: Carlo Bo è nostro ateneo ma decentramento è altra epoca
Pesaro Studi, Ricci: «A bilancio 427mila euro all’anno fino al 2017 per garantire il percorso di studio di tutti»

PESARO – «Il Comune metterà a bilancio 427mila euro all’anno, fino al 2017, per consentire agli studenti di concludere il loro ciclo universitario a Pesaro Studi. Era una delle due ipotesi che avevamo messo in campo. L’università ha scelto questa soluzione. E noi manteniamo il nostro impegno». Lo ha detto Matteo Ricci, nell’assemblea con gli studenti e il Rettore Vilberto Stocchi. Che ha sottolineato come «la decisione maturata dovrà essere accolta dagli organi accademici in aprile, con il senato e il cda della Carlo Bo».

Nel dettaglio: «Le risorse per l’affitto ammontano a 150 mila euro. Il resto sarà destinato a personale, utenze e spese di funzionamento. E’ quello che abbiamo sempre prospettato». L’altra ipotesi sul tappeto era la convenzione decennale, con un contributo del Comune di 150mila euro all’anno, in caso di rientro anticipato dei corsi a Urbino, «proprio per sostenere la Carlo Bo, che è il nostro ateneo».

Ma si andrà avanti su Pesaro fino al 2017: «Entrambe le soluzioni erano quello che abbiamo sempre prospettato all’ateneo», ha rimarcato Ricci, leggendo agli studenti un suo post pubblicato su facebook nei giorni scorsi. L’analisi del sindaco: «In passato c’è stata una corsa dei sindaci al decentramento. Ma è un’epoca conclusa. Non è più elemento che crea competitività tra atenei. La nostra università è quella di Urbino. Il mio ragionamento è tutt’altro che campanilistico. In futuro dobbiamo lavorare per rafforzare la Carlo Bo». Un’opinione che, secondo il sindaco, «è stata condivisa largamente anche dallo stesso mondo universitario della Carlo Bo».

Gli anni Novanta? «Altra storia. Ora la situazione degli enti locali è completamente cambiata. Noi riusciamo a fare il bilancio con sette milioni di euro in meno, la stragrande maggioranza dei Comuni non ce la fa. E io scelgo di non chiudere le materne e le scuole comunali: sono la priorità nelle nostre competenze. Pesaro Studi? So bene che ha una ricaduta positiva sulla città. Ma bisogna anche fare i conti con la realtà. E Pesaro non è città universitaria, non vive d’università, al contrario di Urbino. I Comuni oggi non possono più permettersi di mettere a bilancio 800mila euro di spesa corrente per mantenere la sede decentrata dell’Università. Ciò non toglie che le facoltà di Pesaro Studi non siano fondamentali. Penso a lingue orientali per l’imprese e scienze delle comunicazioni. E infatti la sede non cambierà nulla nel rapporto di collaborazione tra città e università». Sul confronto con altre realtà: «Il Comune di Fano spende 25mila euro all’anno per Fano Ateneo. Noi, dall’inizio, ci abbiamo messo 700-800mila euro all’anno. In tutto abbiamo dato 13 milioni di euro: risorse dei contribuenti pesaresi. Un investimento molto forte».

CIVITANOVA MARCHE–La preannunciata telefonata di Silvio Berlusconi al l’Hotel Cosmopolitan di Civitanova per la conclusione deglFI-DONNA-20141018_202857i Incontri di formazione politica degli azzurri,  con l’obiettivo di prepararsi per le prossime regionali della primavera 2015 e studiare come tornare al governo nazionale, ha catalizzato ieri domenica 19 ottobre 2014 ed oggi la stampa nazionale, sia stampata che video-radiofonica. Berlusconi infatti ha invitato i suoi a resistere come ha fatto lui pr riprendere un cammino del partito nella GELMINI-PAOLETTI-20141018_224159società anche alla luce di una ripartenza dalla base di ogni centro. Per gli Incontri, preparati dal coordinatore regionale di Forza Italia Remigio Ceroni, sono convenuti a Civitanova i big del partito dall’on. Tajani vice-presidente del Parlamento europeo, al coordinatore Toti, all’ex ministro all’istruzione Gelmini, a Gasparri, Alessandra Mussolini e molti altri. Per gli azzurri nazionali e marchigiani si tratta di riprendere un contatto vivo e vitale con il proprio elettorato, che ha attraversatoTOTI-FERNANDA-RECCHI-20141018_224947 anche dei momenti di sconforto e di smarrimento in certi frangenti. Particolare attenzione è stata posta ai giovani ed al colloquio con le energie nuove che si muovono nella società italiana. Per quanto concerne le Marche è stata ribadita la necessità di essere uniti per vincere, nella prossima tornata elettorale, in tal senso hanno parlato i vari sindaci dei maggiori centri della nostra regione, a cominciare da Castelli di Ascoli. Tajani, Toti, Mussolini e Ronzulli hanno quindi “focalizzato” le posizioni di Forza Ialia in Europa. Un incontro, quello di Civitanova, che ha ridato slancio ed entusiasmo alla base ed ai quadri marchigiani, con una innescata riflessione anche in sede nazionale.

 

CIVITANOVA–Inaugurato il nuovo Centro Commerciale Cuore Adriatico, che ha mesi ha monopoliADRIATICO-NASTRO-CORVATTA-2863-LGzzato le cronache giornalistiche, per le dimensioni dello sbarco. Taglio del nastro ieri pomeriggio, 2 aprile 2014, dopo i discorsi ufficiali del Sindaco Claudio Tommaso Corvatta, del vice-sindaco Giulio Silenzi e del Presidente del consiglio comunale Ivo Costamagna. Benedizione dei locali e dei presenti da parte del Parroco di Civitanova Alta, Don Alberto Spito. Costamagna ha detto che è stata vinta la scommessa, che il Sindaco Corvatta ha avuto ragione, perchè contro i critici era da sempre convinto di poter raggiungere la meta, che si è concretizzata con l’inaugurazione. Corvatta ha aggiunto poi che oggi 3 aprile si inaugurerà il complesso della Fiera, mentre Costamagna ha sottolineato che il 31 agosto 2014 sarà la volta del Palas, per dare vita alla nuova stagione Lube Civitanova. Presenti tutti gli attori di questa nuova realtà, costruttori, finanziatori, operatori economico-commerciali, personale che da oggi sarà a contatto con il pubblico. Molto scenografiche le scale mobili, con l’incrociarsi di prospettive (foto). Al piano superiore del complesso la sezione ristorazione. Prima del buffet esibizione dell’acrobatica e graziosa Tresy Taddei Takimiri, che ha dato prova di formidabile equilibrista. L’Adriatico è stato promoso dalla Civita Park Srl, la gestione è della Cogest Retail srl, la superficie impegnata è pari a circa 27.000 mq, i posti auto 3.500, gli esercizi 71, più 3 grandi superfici nel retail park. Predisposta nella zona anche la pista per l’eliambulanza. adriatico-intervenuti-foto©millepaesi2879Ieri sera Sel (Circolo ecologia e libertà) in un comunicato ha espresso delle valutazioni critiche sul costo del futuro Palas.

adriatico-arpa-foto©millepaesi-lg2948

ADRIATICO-INTERNI-DUE-FOTO©MILLEPAESI-2946-LG

ADRIATICO-INTERNI-IPER-FOTO©MILLEPAESI-2933-LG

ADRIATICO-INTERNI-VETRINE-FOTO©MILLEPAESI2975LG

ADRIATICO-NASTRO-CORVATTA-2863-LG

ADRIATICO-PARCHEGGIO-FOTO MILLEPAESI-2971-LG

ADRIATICO-SCALE-MOB-FOTO©MILLEPAESI-2961-LG

ADRIATICO-RISTORAZIONE-PIANO-FOTO©MILLEPAESI-2957LG

ADRIATICO-ROTONDA-2984-LG

ADRIATICO-SCALEMOBILI-2952-LG

eleonora-foto©millepaesi-2916-lg

ADRIATICO • PISTA ELIAMBULANZA- FOTO©MILLEPAESI- 3016-LG

 

 

CIVITANOVA–Ieri sera, venerdi 28 marzo 2014, allFORZA ITALIA-29-3-2014-ass.F.I.a presenza del Senatore Remigio Ceroni, si è tenuta, presso l’Hotel Cosmopolitan di Civitanova Marche, la seconda Assemblea pubblica di Forza Italia. Folta la partecipazione di iscritti e simpatizzanti, che hanno potuto conoscere i nuovi organismi del Movimento, nominati martedì scorso a Roma dal Presidente Silvio Berlusconi.

Ha aperto l’incontro Consuelo Fortuna, che ha illustrato l’attività svolta nel primo mese di attività del coordinamento comunale da lei guidato.

Il Presidente del comitato regionale Marche, Ceroni, ha invece presentato i membri del nuovo organismo regionale che vede la presenza, al suo fianco, di 5 vice-presidenti, in rappresentanza delle 5 province.

Per Macerata è stata indicata Barbara Cacciolari di Matelica, imprenditrice e presidente dell’Associazione Commercio Futuro, che si è presentata spiegando di essersi avvicinata al movimento grazie al sito web Forza Silvio, dove ha potuto avere dettagliate informazioni sul programma e relazionarsi direttamente con i vertici del partito, scoprendo così di condividerne fortemente gli obiettivi.

Presentato quindi il nuovo coordinamento provinciale di Macerata guidato da Lorena Polidori, funzionario della Provincia, alla sua prima esperienza politica. La affiancano 4 vice-presidenti con specifiche funzioni, che sono: Alessia Pupo di Tolentino, responsabile del fund raising, Fabio Pistarelli, responsabile degli enti locali, Debora Pantana, responsabile dei club Forza Silvio e Umberto Marcucci, responsabile dell’attività dei Club.

La riunione si è chiusa con una “riflessione sui prossimi interventi politici del movimento rispetto alle problematiche dell’amministrazione civitanovese, che appare – si afferma in una nota – assolutamente deficitaria e inconcludente, per cui il coordinamento cittadino ha preso l’impegno di organizzare, già dai prossimi fine settimana, dei “gazebo” per informare i cittadini sugli errori della Giunta Corvatta, a partire dalla gestione anomala della questione Civita Park, del Palazzetto dello sport e dei servizi pubblici locali”.

 

Questa la nota diffusa da Erminio Marinelli del Gruppo “Per le Marche” Assemblea Legislativa delle Marche

ANCONA – (21/01/2014) – Il PD regionale deve prendere atto del cambio di rotta che fa onore al PD maceratese sulla questione biogas. I conti a livello politico sono chiari e vanno fatti. La Lambertucci insieme ai Sindaci sta smentendo lo scempio causato dalla “green economy alla Spacca” e un assessore maceratese come la Giannini non può restare in silenzio: o fa ritirare la proposta di legge sanatoria oppure trae le conseguenze del suo operato e da le dimissioni in quanto non rappresenta più il territorio e il suo partito ma solo la difesa propria e di Spacca.

Al presidente Spacca, il quale nel corso dell’anno ha più volte manifestato arroganza nei confronti dei Comitati e dei Sindaci, faccio un invito: ponga la fiducia anche sull’approvazione di questa legge e vediamo cosa succede in Assemblea. Ne ha il coraggio? I segnali non sono confortanti né per la Legge sanatoria né per il suo fautore Spacca che su questo terreno potrebbe lasciare definitivamente le sue ambizioni di una terza candidatura.

Infine manifesto la mia solidarietà all’amico Francesco Massi che ha portato avanti con equilibrio i lavori della Commissione d’inchiesta resistendo in questi mesi a fare dichiarazioni pubbliche sul biogas per non falsare i risultati dei lavori. Oggi il PD regionale (al contrario del maceratese) ha deciso di annacquare la relazione finale della commissione e la colpa è anche di Francesco Comi, candidato maceratese alla direzione regionale del partito. In fondo cosa si può pretendere quando si chiede al controllore di essere controllato?”

 

ANCONA–Il sindaco Valeria Mancinelli e tutta l’Amministrazione comunale esprimono profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Roberto Stecconi.

Stecconi era stato eletto consigliere comunale nelle elezioni amministrative del 1997, successivamente nominato assessore nel maggio 2000, con delega a Aziende, Patrimonio Casa/Alloggi, Condono, Partecipazioni consortili e societarie.

Dopo una nuova tornata elettorale, nel 2001 e fino al 2006 era stato chiamato di nuovo in giunta ad occuparsi di Patrimonio, Casa/Alloggi, Condono, Frana e Protezione civile. Roberto Stecconi era stato nominato assessore una terza volta il 17 giugno 2006 con delega a Politiche economiche e finanziarie e di Bilancio, Programmazione e controllo di gestione, Entrare e Politiche fiscali, Finanza di progetto, Patrimonio, Economato.

Lo ricordiamo con stima e rimpianto ­– ha dichiarato il sindaco Mancinelli – come uomo politico e cittadino leale e impegnato attivamente e per gran parte della sua vita al servizio del capoluogo e delle esigenze dei suoi concittadini. Come consigliere e come assessore, è stato sempre vicino alla gente, attento e sensibile alle problematiche sociali e della convivenza civile. Un esempio di equilibrio, impegno e passione politica”.

 

FERMO–Il Consiglio Comunale di Fermo è convocato per oggi – 16 gennaio 2014 alle ore 18:00 – ai sensi dell’ art. 15, 2° comma dello Statuto Comunale ed art. 32 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale in 1° convocazione, nella Sala Consiliare  presso il Palazzo dei Priori.  

Il Presidente del consiglio, dott. Sandro Vallasciani, nell’avviso di convocazione ha fatto presente che i Dirigenti interessati alla trattazione degli argomenti posti all’ordine del giorno dovranno assicurare la loro presenza in Consiglio.

Gli atti sono consultabili nel sito del Comune di Fermo, presso l’area riservata ai consiglieri comunali, e visibili presso l’ufficio Archivio del Comune, già dal giorno 10 gennaio 2014.

          QUESTO L’ORDINE DEL GIORNO DELLA SEDUTA

  1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio e del Sindaco;

  2. Interrogazione presentata dai Consiglieri Romanella e Massucci ad oggetto “Autovetture elettriche di proprieta’ dell’ASITE”

  3. Interrogazione presentata dai Consiglieri Romanella e Massucci ad oggetto:” ASITE: Conferimento rifiuti extraprovinciali alla discarica di San Biagio”

  4. Interrogazione presentata dal Consigliere Tulli ed altri ad oggetto: “piscina comunale”

  5. Bilancio Preventivo, Relazione previsionale e programmatica 2014 della CIIP spa – Indirizzi del Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 4 del “Regolamento comunale disciplinante i rapporti tra gli Enti Locali Soci e la Società CIIP spa”.

  6. Audizione delle Società: Solgas srl, Asite srl, Fermo Gestione Immobiliare srl , Pharma.com srl.

 

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930