You are currently browsing the monthly archive for agosto 2015.

29-30 Agosto 2015 (dalle ore 17) • Offida (Ascoli Piceno)

 di Chiara Orsolini

Offida  è uno dei borghi turisticamente più attrattivi delle Marche, situata tra la costa di Grottammare e l’entroterra Piceno, costellata di borghi Stampaaltrettanto meravigliosi come Ripatransone e Castignano, zona nota per i vigneti che si perdono a vista d’occhio. Il prossimo 29 e 30 agosto 2015 Offida sarà la cornice di un nuovo Festival internazionale: FOF (Figura Offida Festival). Tredici compagnie di Teatro di Figura, dal valore artistico riconosciuto a livello mondiale, si esibiranno in diversi punti del paese, dando vita ad un enorme teatro di musica, burattinisti, giocolieri, illusionisti e maghi,  video arte, comici, clown e molto altro. Sarà allestito un mercatino artigianale ed entrambe le serate si concluderanno con la musica di Dj Inko – artista di “Carnibal Records”,  che suonerà nello scenario unico di Santa Maria della Rocca, unica data del suo tour fuori dall’Inghilterra. I bambini sono i primi destinatari delle tante magie che succederanno al FOF, ma i direttori artistici Remo di Filippo e l’Australiana Rhoda Lopez, promettono che lo stupore sarà per tutti: “I primi a rimanere incantati dalla bravura degli artisti che abbiamo chiamato per il FOF siamo stati noi. Nei tanti festival in cui ci siamo esibiti in giro per il mondo come “marionettisti”, il nostro desiderio è sempre stato quello di ricreare queste bellissime atmosfere in Italia, e la Proloco di Offida hDI FILIPPO MARIONETTEa realizzato questo sogno”.

-  

 • Intervista a Remo Di Filippo e Rhoda Lopez  Compagnia Di Filippo Marionette -
      

Che cos’è il Teatro di Figura e cosa succederà ad Offida il 29 e 30 agosto? Sarà un evento unico o diventerà un appuntamento annuale ? 

Il teatro di figura è il linguaggio teatrale che  utilizza burattini, marionette, pupazzi, ombre, oggetti, come protagonisti dello spettacolDI FILIPPO MARIONETTE -DUE-no, nonché segni di linguaggio fortemente visivi e sensoriali. Il 29-30 agosto, grazie alla Pro Loco, Offida ospiterà la prima edizione dell’ International FOF (figura Offida Festival) in cui si esibiranno Compagnie provenienti da molte parti del mondo, ed alcune tra le migliori in Italia come Rospo Rosso e Girovago e Rondella. Di queste compagnie nove rientrano nel concetto di Teatro di Figura, mentre le altre quattro utilizzano discipline teatrali diverse: Clownerie, Magia, Giocoleria, ecc. Ci sarà anche la video arte di “7-8 Chili”, compagnia marchigiana riconosciuta a livello nazionale. Questa che stiamo per vivere sarà la prima edizione, ma speriamo che possa continuare. Ci auguriamo che International FOF diventi una vetrina internazionale per questo tipo di teatro, anche per tale motivo abbiamo istituito il Premio Alfredo Tassi – giovane artista offidano scomparso prematuramente – , che la compagnia vincitrice riporterà ad Offida l’anno successivo per consegnarlo ai vincitori 2016 e così via”.   
 

-Nelle Marche ci sono altri festival di teatro performativo e di strada ed hanno tutti grande successo, International FOF sarà diverso dagli altri? 

“
Nelle Marche ci sono molti altri festival importanti a livello internazionale, come il Veregra Street di Montegranaro, che quest’anno era alla sua 18° edizione, e che ogni anno ospita compagnie provenienti da tutto il mondo. Vicino ad Offida, a Grottammare, c’è il bellissimo Anime Buskers, che da alcuni anni regala arte e musica a questa incantevole località di mare. Ce ne sono molti altri sparsi per il territorio marchigiano e naturalmente Pennabilli, ora in Romagna (fino a pochi anni fa faceva parte delle Marche, vi ha abitato il famoso poeta e sceneggiatore Tonino Guerra, ndr). Offida con questa prima edizione vuol dare il proprio contributo artistico alla provincia di Ascoli Piceno, nonché a tutta la regione Marche. Il nostro non sarà un festival grandissimo, ma la qualità artistica delle compagnie sarà davvero di grande livello. Rispetto agli altri festival siamo  specializzati sul teatro di figura, perché questo tipo di teatro mette d’accordo tutti: grandi e piccini, riesce a fermare il tempo, facendo sognare con la poesia del movimento e dell’interpretazione.

 

-Remo e Rhoda, la vostra compagnia Di Filippo Marionette, è davvero conosciuta in tutto il mondo, a chi o a cosa vi ispirate per i vostri spettacoli? Cosa muove qualcuno a intraprendere questo percorso e come diventa un lavoro?  

Da alcuni anni abbiamo formato la “Compagnia Di Filippo Marionette”, è nato tutto per gioco, ma poi il gioco è diventato serio e grande… Ci siamo esibiti nei teatri e nei festival di undici nazioni differenti, passando da New Orleans alla Patagonia, toccando L’Australia e il Perù, mettendo piede in quasi tutte le nazioni europee, con un ottimo successo di pubblico e critica. La nostra compagnia è specializzata nel teatro di marionette manipolate con fili, anche se, sia io che Rhoda Lopez veniamo dal teatro, con molte esperienze internazionali  italiane e australiane.
 Nei nostri spettacoli utilizziamo marionette di nostra costruzione. L’ispirazione? La troviamo nel lavoro dei grandi maestri marionettisti, ma anche in quello che ci capita tutti i giorni, che i nostri occhi vedono, e che alla nostra maniera rielaboriamo per raccontarlo a chi partecipa ai nostri spettacoli. Abbiamo iniziato questo lavoro giocando, adesso gli dedichiamo tutte le nostre energie e la nostra passione, ma siamo convinti che soltanto continuando a giocare tutto questo rimanga stimolante  e gioioso, senza perdere in serietà. Siamo fortunati, viaggiando incontriamo artisti e persone eccezionali che  sono uno stimolo in più per continuare questa vita che, sia io che Rhoda abbiamo sempre sognato. Stiamo cercando di mettere a frutto tutte le nostre energie perché i nostri sogni si realizzino, e uno di questi sogni è che il FOF serva da ispirazione alle persone che vogliono l’arte nella loro vita”.


Guarda il video Promo:Il programma sarà disponibile all’interno del Festival, tutti gli spettacoli sono gratuiti (alcuni su prenotazione in loco), il pubblico avrà a disposizione stand gastronomici e servizi.

Per maggiori informazioni: info.internationalfof@gmail.comhttps://www.facebook.com

Annunci

PESARO–Il premier Matteo Renzi ieri è arrivato al Teatro Rossini alle 14.45. Ad attenderlo, all’ingresso degli artisti, il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, e il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli. Dalla platea, intanto, il vicesindaco Daniele Vimini guardava i palchi che si stanno riempendo velocemente.RENZI-CERISCIOLI-RICCI-25-8-2015-protocollo

E’ partito da Pesaro il tour del Presidente del Consiglio dei ministri nei teatri italiani per fare il punto sull’operato del governo e raccontare alla gente cosa di buono è stato fatto. Una sorta di “numero 0”, così lo ha definito Renzi “partendo da un teatro bello, questo di Pesaro, dedicato a un genio assoluto della musica. Così vediamo se le cose che stiamo facendo sono cose che coinvolgono le persone”.
La “scaletta” il premier l’ha “buttata giù” nei giorni di ferie, trascorsi “finalmente a casa, dopo tanto viaggiare”, racconta. Riforme, tasse, economia, valori, diritti, cantieri. Ecco le slide che si materializzano sul palco.renzi-PS-25-8-2015-
Ma prima gli onori di casa sono stati fatti dal sindaco Matteo Ricci, che ha colto l’occasione per ricordare agli intervenuti i progetti principali portati avanti dal Comune.
Matteo (Ricci) ringrazia Matteo (Renzi) e tutti i cittadini che sono accorsi al Rossini per l’evento. “Questi sono stati mesi molto positivi – attacca -. Per me è un grande onore che il premier abbia scelto Pesaro. E questo non solo per rivendicare il legame con il nostro territorio, ma anche per dire cose importanti al Paese”.

Le riforme
“L’Italia – ha spiegato Ricci – sta attraversando un periodo di sentimenti contrastanti: c’è chi si impegna per risolvere i problemi scommettendo che l’Italia ce la farà e chi invece continua a scommettere sul declino. Chi porta avanti riforme che aspettiamo da 30 anRENZI-PS-25-8-2015-riccini e chi invece ha un motivo per dire che non bisogna cambiare nulla. Chi butta acqua sul fuoco e chi getta invece benzina sul fuoco, aumentando le tensioni sociali. A Pesaro prevale il il sentimento positivo, prevale sulla rabbia e lo sconforto”.
La tigna
“La ‘tigna’ è una caratteristica del nostro territorio: è la consapevolezza delle difficoltà, ma al tempo stesso è la voglia di rimboccarsi le maniche, di aguzzare l’ingegno. E’ la cultura del fare e della solidarietà, che ha sempre contraddistinto il nostro territorio. Ma ancheRENZI-PS-ricci1 l’ambizione e la voglia di dare un contributo al cambiamento del Paese”.

Sostenere dal basso la ripresa economica
“Il nostro Comune ci sta provando – dice Ricci -. Abbiamo abbassato le tasse a lavoratori e imprese: a Pesaro chi apre una nuova attività non paga le tasse comunali per 3 anni. Dico che per la prima volta c’è un Comune che ti dà una mano a partire.
Siamo tra le venti città con una minore tassazione locale, pur mantenendo servizi di grandissima qualità”.

Basta tagli ai Comuni
“Bisogna far basta con i tagli ai Comuni – sottolinea il sindaco -, io al premier glielo dico sempre, ogni volta che lo incontro. Basta…. in questi anni abbiamo sopportato una situazione incredibile, molti Comuni sono in difficoltà… L’incubo di ogni sindaco sono le buche nelle strade… abbiamo salvaguardato i servizi sociali ma siamo costretti a ridurre le risorse per le manutenzioni. Ecco, allora dobbiamo provare ad allentare ancora di più il Patto di stabilità per i Comuni virtuosi”.
E il pubblico applaude.

Sindaci protagonisti del cambiamento
“Ma i sindaci non devono solo rivendicare, ma essere anche protagonisti del cambiamento. Ottomila Comuni italiani non reggono più, a maggior ragione con lo svuotamento delle Province. Abbiamo bisogno di una normativa che aiuti i Comuni a mettersi insieme, ad unirsi e su questo dovremo lavorare sia livello regionale che nazionale. Magari allentando il patto di stabilità a chi si mette insieme”.

Parla anche delle società partecipate Ricci ed è perentorio nel dire che: “Ne basta una sola in regione, che gestisca acqua, gas e rifiuti”. E parte un altro applauso.

La riforma delle Regioni
“Le Regioni sono nate per fare le leggi e fare la pianificazione, non per gestire – prosegue Ricci -. Anche il numero delle regioni va rivisto, soprattutto per noi del centro Italia che rischiamo di rimanere schiacciati tra le legittime necessità del sud e il traino del nord. Lo dico in particolar modo per le Marche e per l’Umbria. E’ una questione di competitività in Europa. E anche questa è una questione che va affrontata”.

I migranti
“Stiamo dando il nostro contributo anche dal punto di vista valoriale. Noi possiamo fare molto. Credo che la cosa peggiore oggi siano gli estremismi”.
Cita l’esempio di Pesaro, dove è stato firmato un protocollo che vede i migranti impegnati in lavori di pubblica utilità.
“Abbiamo detto no agli hotel, perché appare come un privilegio e perché gli albergatori, devono mettere a posto gli hotel per fare turismo, non per fare la solidarietà; secondo: devono essere distribuiti il più possibile; terzo non devono stare tutto il giorno senza fare nulla. Siamo stati una delle prime città a firmare un protocollo d’intesa per fare fare volontariato e lavori di pubblica utilità. Siamo partiti a Muraglia e in poche settimane questi ragazzi hanno fatto amicizia con i locali e hanno addirittura partecipato al ‘palio dei bracieri’. Ed è stato un segnale bellissimo per la città”.

“E il Branca che fine fa?” – gli grida una signora dai palchi? E il sindaco pronto, risponde: “Il Branca, lo mettiamo a Pesaro Studi, lo abbiamo deciso oggi”.

Le opere pubbliche
“Mai come in questo momento abbiamo ottimi rapporti col governo nazionale: sono stati sbloccati 6 milioni di euro per il porto, stanno andando avanti i progetti per le opere compensative con Società Autostrade… ma va risolto senza dubbio lo scandalo della Fano-Grosseto”.

Pesaro città della Musica
“Chiediamo al governo il sostegno per questo grande progetto che è la ‘Città della musica’. Qui a Pesaro stiamo vivendo una bellissima estate. Non si è mai vista tanta gente in giro, così tanti turisti.. Abbiamo messo in programma tante iniziative, e lo abbiamo fatto per creare una opportunità, perché abbiamo scommesso sull’idea che una città vivace è una città più sicura.. E’ una sfida culturale. Noi rimarremo una città manifatturiera ma vogliamo puntare soprattutto sulla cultura e sulla musica. Abbiamo la fortuna di essere la città di Rossini, e tutti conoscono Rossini. Ecco perché vogliano il riconoscimento dell’Unesco come ‘città della musica’. Intanto abbiamo messo i cartelli all’ingresso della città…. però ora vogliamo il riconoscimento. Perché ce lo meritiamo”.

La parola passa a Renzi che ringrazia il primo cittadino per l’opportunità.

“Ho preso l’occasione del protocollo per venire in questo teatro e guardarci allo specchio. Se Pesaro si guarda allo specchio, o si fa un selfie, vede una realtà dinamica, intrigante, bella, ricca di cultura. Vede una realtà che in questo teatro ricorda un genio assoluto della musica e che ha bisogno di essere proiettato. È la stessa identica storia del nostro Paese. Ecco quindi che è importante lavorare tutti insieme per il bene del Paese. Ecco perché da Pesaro, firmando il protocollo con Luca (Ceriscioli) e Matteo (Ricci) io assumo un impegno verso questa città, ma chiedo anche a questa città di sostenere, non tanto il governo, ma questo Paese, che deve tornare ad essere quello che è, vale a dire l’Italia, portatore sano di bellezza. E se l’Italia torna a fare l’Italia, non ce n’è più per nessuno”, conclude Renzi.

CIVITANOVA–Un omaggio per i “fedelissimi” del turismo civitanovese. E’ quello che l’amministrazione comunale ha organizzato per giovedì 27 agosto 2015, alle ore 12, in sala giunta, quando si terrà una breve cerimonia pubblica per festeggiare la famiglia Paoletti, che da mezzo secolo sceglie Civitanova Marche per le proprie vacanze. Tre generazioni si sono succedute dal 1965, anno in cui per la prima volta i Paoletti, provenienti da Perugia, scelsero il mare civitanovese, per non lasciarlo più. Tutte e tre, tra due giorni, saranno rappresentate alla celebrazione alla residenza municipale.

“Pensiamo che questa possa essere la prima edizione di un riconoscimento da ripetere di anno in anno per i nostri visitatori più affezionati – sottolinea il presidente del Consiglio comunale Ivo Costamagna – Un piccolo omaggio alla fedeltà per un turismo civitanovese che si evolve, ma è anche basato su solide tradizioni e frequentazioni”.

PESARO–Nella mattinata odierna gli uomini della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro hanno svolto un’operazione di ricerc

?????????????

a e soccorso di una persona in difficoltà ai piedi del Monte San Bartolo.

L’emergenza è scattata alle ore 11:10, quando si presentavano presso gli Uffici della locale Capitaneria di Porto 2 persone per segnalare che un loro conoscente F.F. di anni 42 circa originario del posto, nel mentre era sul Monte San Bartolo per effettuare attività sportiva con la sua mountain bike, aveva preso un sentiero diverso e non riusciva più a risalire sulla strada principale.

Prontamente la Guardia Costiera di Pesaro si attivava iniziando le ricerche via mare, inviando sul posto il dipendente battello G.C. 330 impiegato nell’attività di Polizia Marittima denominata “Mare Sicuro”.
A mezzo del binocolo in dotazione il personale della Guardia Costiera individuava il soggetto in difficoltà, avvicinandosi il più possibile alla riva per effettuarne il recupero in sicurezza. Successivamente lo stesso veniva accompagnato al sicuro all’interno del porto di Pesaro.

Si ricorda infine il Numero Blu 1530, messo a disposizione dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, mediante il quale si fornisce un servizio completamente gratuito, attivo 24 ore su 24 per segnalare le emergenze e richiedere aiuto in mare.

Martedì 25 agosto/L’incontro alle ore 15. Ad accoglierlo il sindaco Matteo Ricci

PESARO–Il premier Matteo Renzi domani pomeriggio sarà a Pesaro per una visita ufficiale. Ad accoglierlo, alle 15 al Teatro Rossini, ci sarà il sindaco di Pesaro Matteo Ricci.
L’incontro conferma il rapporto, molto stretto, tra il Presidente del Consiglio e il nostro territorio.
“Vista la grande richiesta di partecipazione avuta in questi giorni – racconta il primo cittadino – abbiamo deciso di spostare l’evento al Teatro Rossini. Durante l’incontro pubblico verrà anche firmato un protocollo d’intesa tra Comune, Regione e Stato, per rilanciare la candidatura di ‘Pesaro Città della Musica’, come riconoscimento Unesco”.
Non solo. “Chiederemo anche una legge speciale in vista del 150° della morte di Gioachino Rossini – spiega Ricci -, che possa consentire alla città di organizzare al meglio questo anniversario di valenza internazionale”.
Dunque, a fare gli onori di casa al Rossini, il sindaco Matteo Ricci. Per Renzi l’incontro sarà l’occasione per pronunciare un discorso importante, all’indomani della breve pausa di Ferragosto, in vista della ripartenza dell’attività politica. Sarà un appuntamento durante il quale il premier definirà l’agenda e le priorità dei prossimi mesi, sia riguardo il tema delle riforme sia riguardo le questioni socio economiche.

Celebrati i successi della scorsa stagione nella città universitaria, all’interno del raduno regionale estivo

CAMERINO–Una giornata di festa a Camerino per le Marche dell’atletica, che nella scorsa stagione sono riuscite a recitare un ruolo di primo piano nel panorama italiano e internazionale. All’interno della prestigiosa Sala della Muta del Palazzo Ducale, sono saliti in passerella maglie azzurre, vincitori di medaglie tricolori, primatisti regionali, compresi i riconoscimenti per l’attività master e per le società. Presenti in platea tutti i partecipanti al raduno regionale estivo con 89 giovani tra allievi (nati negli anni 1998-99) e cadetti (2000-2001), che si sono allenati negli impianti della città universitaria da mercoledì 19 a sabato 22 agosto.

In apertura, il saluto di Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale FIDAL Marche: “Siamo al 17° anno per il raduno regionale estivo di Camerino, che di conseguenza è quasi maggiorenne. Qui abbiamo trovato la cultura ideale, per creare il feeling con istituzioni rappresentate da persone sensibili allo sport, che con passione e professionalità ci hanno permesso di arrivare a questo punto. E’ anche l’occasione per un pensiero a Gian Mario Cingolani, delegato del rettore dell’Università di Camerino per lo sport universitario, venuto a mancare nel mese di luglio. Lo vogliamo ricordare come si fa con gli amici, senza tristezza ma con un applauso”.

Consegnate le Querce al merito atletico di 1° grado a Roberto Cambriani (segretario Cus Camerino), Franco Leandrini (presidente Atletica Potenza Picena) e al giudice di gara Gianfranco Giorgi. Hanno quindi ricevuto le onorificenze i giudici di gara Leandro Francesconi, Patrizia Rinaldelli, Maria Pia Mariani (1° grado) e Stefano Bompadre, Franco Cristofanetti, Filippo Gattari (2° grado). E’ stata presentata la nuova versione dell’Annuario regionale dell’atletica, una pubblicazione che va avanti dal 1948 e che per l’edizione 2013-2014 è già consultabile online, con la possibilità di scaricare un file interattivo indicizzato.

Grande attenzione anche per la numerosa categoria dei master, con gli atleti delle Marche pronti al grande evento del 2016: gli Europei Master Indoor, che Ancona tornerà ad ospitare (dal 29 marzo al 3 aprile) dopo la felice edizione del 2009. Il pubblico ha tributato una spontanea “standing ovation” a Giuseppe Ottaviani, classe 1916 e vincitore di 10 medaglie d’oro nei Mondiali indoor del 2014 a Budapest. Tutti in piedi per applaudire il 99enne di Sant’Ippolito, che ha esclamato: “Ai giovani posso dire che lo sport è necessario per l’uomo, perché tra le attività primarie c’è anche il bisogno di muoversi. Lo sport è vita, lo sport è gioia”.

Ad accogliere gli ospiti Flavio Corradini, Magnifico Rettore dell’Università di Camerino: “Abbiamo un ambiente favorevole allo sport e ai ragazzi, inoltre stiamo facendo investimenti notevoli sugli impianti, che sono all’avanguardia. E poi ci sono accordi, formali e informali, con i direttori delle scuole di ateneo per garantire la possibilità di fare sport agli studenti”.
Il prorettore Claudio Pettinari ha sottolineato: “La sala della Muta è un luogo che indica rinnovamento e trasformazione, mentre la famiglia dei Varano credeva nell’allenamento e nella preparazione. Tutte qualità che sono proprie anche degli sportivi e dei giovani qui presenti”.
Poi l’intervento di Fabio Sturani, componente giunta nazionale Coni: “La fattiva vicinanza dell’università alla promozione dello sport è un bel segnale per il nostro paese. Questa è la vera sfida sulla quale dobbiamo continuare a collaborare”.
Roberto Lucarelli, vicesindaco di Camerino, ha detto: “Oggi è una giornata importante per Camerino, in considerazione del ruolo che vogliamo ricoprire con i ragazzi. Il premio a Roberto Cambriani non poteva essere più azzeccato, per il suo impegno quotidiano e per la sua passione”.
Stefano Belardinelli, presidente Cus Camerino, ha espresso la sua soddisfazione: “Per noi è una doppia festa, con i ragazzi dell’atletica a riempire i nostri impianti. Il nostro obiettivo è di far praticare sport agli studenti, poi di svolgere attività istituzionale all’interno delle federazioni sportive, ma vorremmo aggiungere anche il turismo sportivo giovanile, per dare sempre maggiore visibilità alle nostre realtà”. Sono intervenuti inoltre Luciano Ramadori, presidente Ersu Camerino, e Fulvio Esposito, ex Rettore dell’Università di Camerino.

Civitanova Marche, 21 agosto 2015. La “U-SAIL”, prodotto e distribuito in esclusiva dell’azienda marchigiana Olicor, già fornitore ufficiale della Federazione Italiana Vela, ha realizzato la maglia ufficiale della “Delta

CRISTIANA MAZZAFERRO

CRISTIANA MAZZAFERRO

Motors Cup – Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura”, che si svolgerà a Civitanova Marche dal 25 al 29 agosto.
 
L’azienda settempedana si è legata recentemente al Club Vela Portocivitanova (nella foto la Presidente Cristiana Mazzaferro), organizzatore dell’evento, con un accordo di partnership tecnica che prevede la creazione e la fornitura agli iscritti della maglia celebrativa dell’evento.
 
Quella del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2015 è una T- shirt a manica lunga in tessuto tecnico, interamente tessuta e confezionata in Italia. Subito le caratteristiche: accattivante e sobria al colpo d’occhio, di colore bianco, traspirante, protettiva dai raggi UV, anallergica ed antibatterica. La divisa ufficiale della regata è inoltre in grado, di assicurare ai regatanti una grande traspirabilità ed una rapida asciugatura per restare asciutti e freschi durante la navigazione.
 
Il tessuto usato per la maglia sbarca nel mondo delle imbarcazioni di altura dopo aver raccolto importanti consensi a livello internazionale. Infatti è stata utilizzata con soddisfazione dalla nazionale juniores ai Giochi Olimpici giovanili in Cina nel 2014 e dai team del circuito Melges Audi Italia Sailing Team, Brontolo e Torpyone.
 
“U-SAIL è un brand italiano che crede nelle potenzialità del Made in Italy quale concetto depositario dello stile e della qualità dei prodotti – la dichiarazione di Oliviero Carducci, amministratore delegato Olicor –  I nostri siti produttivi utilizzano esclusivamente materiali di prima scelta e tengono in grande considerazione la tutela delle condizioni dei lavoratori, tanto da ottenere attestati di qualità come la certificazione Iso 8000 e il riconoscimento Fair Wear Fondation. Attraverso la nostra passione per la vela e la nostra esperienza di navigatori abbiamo potuto creare una linea completa di capi tecnici da regata, banchina e per serate di gala, cercando di coprire al meglio tutte le necessità di chi vive a pieno il mondo della vela. Di questo sport sposiamo anche la sua anima ecologista e per questo abbiamo realizzato “Love The Planet Collection”, una linea di capi in tessuti bio certificati”.
 

 

CIVITANOVA–Gustavo Postacchini (nella foto Millepaesi) è il nuovo assessore all’Urbanistica ed alle Case Popolari di Civitanova Marche. Il sindaco Tommaso Claudio Corvatta ha firmato questa mattina la sua nomina. Subito dopo il neo POSTACCHINI GUSTAVO-6001-LGcomponente della giunta ha protocollato le proprie dimissioni da consigliere comunale a Palazzo Sforza. Postacchini era stato indicato all’unanimità dal Partito democratico lo scorso giugno per la successione di Francesco Micucci, dimessosi – come si ricorderà – subito dopo l’elezione a consigliere regionale. Il primo cittadino civitanovese non ha apportato modifiche alle deleghe già distribuite, assegnando al nuovo assessore le stesse mansioni del proprio predecessore.

Gustavo Postacchini, 71 anni, nel 2012 è stato eletto per la terza volta in consiglio comunale nelle file del Pd. Il sindaco gli aveva già affidato la delega ad occuparsi delle problematiche di Civitanova Alta, dove risiede. Con la sua nomina l’esecutivo comunale torna ad un assetto composto da sette elementi, più il sindaco.

La Guardia Costiera di Pesaro ha prestato soccorso, nel primo pomeriggio di Ferragosto, a due diportisti che sono incorsi in un sinistro marittimo alle pendici del Monte San Bartolo.

Alle ore 15:26 perveniva una segnalazione, tramite Numero Blu 1530, alla Sala Operativa della CapIncaglioDiportoitaneria di Porto di Pesaro, relativa alla presenza di una imbarcazione da diporto sotto la falesia del monte, nei pressi della località denominata “La Croce”, molto vicina alla costa e con evidenti difficoltà di manovra.

Scattavano immediatamente le operazioni di ricerca e soccorso da parte dei mezzi nautici della Guardia Costiera che, in breve tempo, raggiungevano l’imbarcazione e constatavano che la stessa si era “incagliata” su un basso fondale, per cause in corso di accertamento. A bordo della stessa vi erano i due membri dell’equipaggio, coniugi provenienti dalla provincia di Perugia, che venivano presi a bordo di una motovedetta e portati in salvo nel porto di Pesaro.

Successivamente avevano inizio le operazioni di disincaglio dell’unità, che si protraevano fino a tarda notte. Con l’ausilio del Personale e delle attrezzature in dotazione ai Vigili del Fuoco chiamati ad intervenire sull’unità incagliata, si riusciva infine a recuperare l’imbarcazione da diporto che, assistita dai mezzi della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco, poteva far rientro in porto ed ormeggiare al sicuro.

La tempestività e la professionalità degli uomini della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco hanno determinato il successo delle operazioni di soccorso e di recupero dell’unità, a salvaguardia della vita umana in mare e tutela dell’ambiente.

Ricordiamo che In caso di emergenza in mare, bisogna chiamare il Numero Blu della Guardia Costiera, ovvero il  1530

Lo scafo iridato di Marco Serafini “rimpatria” per correre la “Delta Motors Cup”
Grande successo della campagna iscrizioni, conclusa con 46 equipaggi iscritti

Civitanova Marche, 13 agosto 2015. Sarà con ogni probabilità la regina della manifestazione per la mole, le performance e il prestigio del suo equipaggio e, come tutte le prime donne, si è fatta attendere. S

HURAKAN

HURAKAN

iamo parlando di “Hurakan”, il TP52 di Marco Serafini che si è iscritto all’ultimo momento alla “Delta Motors Cup – Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura”.

Un “bel colpo” per gli organizzatori della manifestazione perché, oltre ad essere portacolori del Club Vela Portocivitanova, questo “missile del mare” vanta un titolo iridato, conquistato nel 2013 e, almeno sulla carta, sarà uno dei protagonisti della corsa allo scudetto.

Ad eccezione di Tommaso Chieffi, il resto del team a bordo sarà praticamente lo stesso del glorioso mondiale di due anni fa. L’unico cambio da segnalare riguarda il timone, che passerà nelle mani dell’armatore con Michele Regolo, laserista olimpico a Londra 2012, schierato come tattico.

E mentre Hurakan sta navigando da Palma de Mallorca, dove fa base, alla volta di Civitanova Marche, oggi il comitato organizzatore ha ufficialmente dichiarato conclusa la campagna iscrizioni. Dal Molo Nord arrivano dichiarazioni di grande soddisfazione per le 46 imbarcazioni che hanno aderito alla manifestazione (23 nel gruppo A e 23 nel gruppo B): “Si tratta del numero di barche più alto delle ultime 5 edizioni” – sottolinea Cristiana Mazzaferro, Presidente del Club Vela Portocivitanova. “I ritardatari che volessero aderire – aggiunge Mazzaferro – da oggi potranno farlo pagando una maggiorazione del 30 per cento della quota iscrizione e, in ogni caso, richiedendo il consenso del comitato organizzatore”.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2015
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Annunci