L’A.S.C. (Attività Sportive Confederate), comitato provinciale di Fermo, negli ultimi tempi ha già fatto  parlare di sé e non accenna ad arrestarsi la “verve” organizzativa nell’intero territorio regionale. La delegazione capit

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

anata dal Presidente Giampietro Cappella, infatti, tra sabato e domenica ha dato vita a due eventi di grande importanza tra Porto San Giorgio e Monte San Giusto. Nella mattinata di domenica scorsa, infatti, uno stand del comitato, rappresentato dal delegato Ivan Tiburzi, ha assistito i presenti alla gara amatoriale di nuoto in mare organizzata dal Q-Bo Sporting Club presso lo chalet Duilio, in collaborazione con la Lega Navale di Porto San Giorgio, la capitaneria di porto e l’associazione dei bagnini. Sessanta i partecipanti alla manifestazione, articolata sulla distanza di un miglio portese (circa 1,8 km), che ha visto premiate diverse categorie in gara.

Contestualmente, dalle prime ore del mattino fino a tarda serata, l’Ente fermano ha assistito l’organizzazione del primo torneo “Un calcio al pregiudizio” riservato alle formazioni femminili di calcio a 5, ideato e gestito dalla San Giusto Asd nelle persone di Marco Polinesi e Diego D’Artagnan con la sua azienda Sport&Smile Eventi Sportivi. Sei le formazioni partecipanti con Fiori nei Cannoni che ha battuto in finale Le Costrette per 5 a 1. Posto d’onoro, invece, per Seven Up che ha superato per due a uno il Real Macerata. Al termine dell’evento, che ha visto la presenza di sessanta atlete, premiazioni di squadra ed individuali per:

1° classificata Fiori nei Cannoni

2° classificata Le Costrette

3° classificata Seven Up

4° classificata Real Macerata

5° classificata Potatoes

6° classificata Zigulì

Miglior portiere Gloria Marcelli

Capocannoniere Maddalena Porcarelli

Miglior coreografia Zigulì

Siamo soddisfatti di come l’A.S.C. Fermo si stia muovendo sul territorio – dicono all’unisono il presidente Giampietro Cappella (anche vice presidente regionale) e il referente per il maceratese Emanuele Trementozzi – Con professionalità e sacrificio stiamo cercando di farci conoscere e apprezzare dalle società sportive del territorio. Questi due eventi testimoniano il nostro impegno nello sport e rappresentano il punto di partenza in vista di un futuro sempre più roseo a favore dello sport marchigiano”.


Annunci