CIVITANOVA – Centoventi appuntamenti, 27 laboratori, 25 sponsor, 3 mostre, 70 ospiti e la direzione artistica di Gino Troli. Ecco in numeri il Festival che animerà Civitanova Alta dal 24 luglio al 2 agosto e che domenica 26 ha in programma un evento unico: David Grossman che interviene su “letterature e verità”, ifutura-21-7-2015-sieme a Filippo La Porta.

“Grazie agli sponsor che ci sostengono riusciamo a dare qualità alla nostra manifestazione – ha dichiarato Troli nella conferenza stampa ospitata oggi dalla Locanda Fontezoppa -. Iniziamo con il botto: Piergiorgio Odifreddi, con un intervento su Darwin, Cristina Comencini che in Piazza della Libertà discute sull’illusione del bene e riceve il premio Esploratori del futuro, e Vinicio Capossela, uno degli artisti più completi del panorama italiano che presenta il suol ultimo lavoro, Il paese dei coppoloni”.

Il Festival miscela grandi nomi ad attività e progetti rilevanti sia per Civitanova che per il panorama nazionale. “Penso ai 74 studenti della Scuola media Ungaretti – ha affermato la presidente TDiC Rosetta Martellini – che partecipano attivamente con un spettacolo ispirato alla Grande Guerra, il 31 luglio: un seme germogliato dopo l’incontro dello scorso anno con lo storico Gentile. I bambini sono protagonisti anche nella cerimonia d’apertura che vedrà presente il Presidente della Regione Luca Ceriscioli: il Piccolo Coro di Sant’Agostino, costituito da pochi mesi, si esibisce per dare il via al Festival con alcuni brani dedicati alla scienza e al sogno. Altra esperienza da segnalare è quella di Mauro Malatini, profumiere artigianale, con un workshop olfattivo per capire il legame tra essenze e stati d’animo”.

Importantissimo il servizio di sottotitolazione simultanea e interpretariato in Lis, in collaborazione con l’assessorato ai Servizi Sociali e con Uici (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti). Dopo la significativa e riuscita esperienza dello scorso anno, Futura, con l’Amministrazione comunale, rinnova il suo impegno verso l’abbattimento delle barriere comunicative, con sette eventi sottotitolati e con interprete Lis. Inoltre ha programmato la visita alle mostre, i laboratori e il percorso olfattivo per ciechi e ipovedenti.

“Crediamo in questo Festival – ha detto il sindaco Tommaso Corvatta – e siamo certi che questo modo di fare cultura lascerà un segno a Civitanova”. Entusiasta anche l’assessore alla cultura e turismo Giulio Silenzi. “L’obiettivo è volare alto, intercettare nuove tendenze e anticipare il futuro: questo è il progetto ambizioso di Futura”.

Il Festival è sostenuto dall’official sponsor Gleam Bijoux, al secondo anno di presenza, come ricordato dal titolare Salvatore Lattanzi che ha sottolineato: “ci piace sostenere la città e la cultura: siamo certi che Futura porti benefici a Civitanova”.

Altro sponsor è Coop Adriatica, gli sponsor tecnici sono Hotel Miramare, Adriatica Pubblicità, Il Resto del Carlino, Auto Club Marche, Cantine Fontezoppa, Arredamenti Maurizi, Pellegrini Garden, Cerolini e Varnelli. Importante l’apporto dei partner culturali Unicam-Università di Camerino, Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche), Pinacoteca civica Marco Moretti, Biblioteca comunale Silvio Zavatti, Civitanova Danza, Crisi (Centro di ricerca interdisciplinare di storia delle idee), Mondadori education, Le Monnier, Sotto gli auspici del Centro per il libro e la cultura. Il tutto anche grazie al contributo del Comune di Civitanova e dell’Azienda dei Teatri, della Regione Marche, della Provincia di Macerata e della Camera di Commercio. Il programma dettagliato è su http://www.futurafestival.it.

Annunci