You are currently browsing the monthly archive for giugno 2015.

PESARO – Nella vigilia del debutto prendono forma i contorni del rito collettivo, modulato dentro la cornice della bicipolitana: «D’altra parte, dopo il riconoscimento di Legambiente – dice il sindaco Matteo Ricci, promotore dell’operazione collegata all’ingresso della riviera marchigiana, con il placet di Andrea Gnassi – siamo la capitale della bici. E dobbiamo valorizzarlo: a maggior ragione con un evento del genere (venerdì 3 luglio, ndr), che si porta dietro una promozione internazionale». Così, salutato positivamente l’anticipo dei saldi deliberato dalla Regione come da richiesta, sono già pronti settemila pieghevoli con il programma del capodanno dell’estate alle porte. «Li distribuiremo nelle prossime ore», spiegano dal Comune. Idea grafica, nemmeno a dirlo, tratteggiata sulla bicicletta, per rafforzare il messaggio della «mobilità sostenibile come forma di partecipazione alla Notte Rosa. Tra l’altro, con i collegamenti di Trenitalia che faranno scalo a Pesaro, in ripartenza all’alba, chi arriverà in città potrà anche caricare la bici sul treno».

La spola. Per muoversi senza l’auto non mancheranno nemmeno le navette, potenziate, che faranno la spola da San Decenzio, dalle 17.45 alle 4 di mattina, ogni 30 minuti. Così come gli addobbi – in via di consegna ad esercenti e bagnini, in accordo con le associazioni, a partire da Baia Flmainia e area via Nazario Sauro – e le luci in rosa sui monumenti. Fari e lampioni a tema che scatteranno già nelle prossime ore su Rocca Costanza, Villino Ruggeri e piazza della Libertà. A cui si aggiungeranno, gradualmente, viale della Repubblica, teatro Rossini e piazza del Popolo. «A livello comunicativo ci hanno trattato benissimo, alla pari con la Romagna – nota il sindaco –. I Comuni coinvolti hanno lo stesso spazio: il brand è il loro ma sembra quasi che siamo cofondatori dell’evento». «Puntiamo sulla qualità e sui contenuti», gli fa eco il vicesindaco Daniele Vimini. Con presidio dell’evento capillare: «Sette aree al centro del programma: centro storico, piazzale della Libertà, Baia Flaminia, lungomare Ponente, lungomare Levante, San Bartolo e Fosso Sejore. Il meccanismo? Sarà simile a quello sperimentato per Santa Cecilia. Dalle 16.30, ogni mezz’ora, partiranno due eventi. Ognuno può fare il suo percorso, costruirsi il suo itinerario in giro per la città».

Programma. «Riflettori, in primis, sullo spettacolo culturale di Luca Zingaretti – che leggerà La Sirena dal Lighea di Tomasi di Lampedusa, con musica dal vivo di Fabio Ceccarelli, ore 22.30, piazzale Collenuccio) – e sul concerto dei Camillas (ore 22.30), che anticiperà in piazzale della Libertà i fuochi d’artificio di mezzanotte, in contemporanea con le altre località della riviera romagnola e marchigiana». Ma Vimini cita anche il ‘Gran concerto per fiati e campanelli di biciclette’ (ore 21) diretto da Marco Mencoboni in piazza del Popolo, aperto alla partecipazione dei campanelli di bici del pubblico (già pronti 300 campanelli in aggiunta da distribuire); lo spettacolo della ‘Battaglia dei cuscini’ (ore 21.30), in piazza del Popolo, curato dalla compagnia Il Melarancio; il ‘Concerto all’alba’ (ore 5), con il pianoforte di Mario Mariani nella spiaggia libera di Fosso Sejore; l’apertura della mostra ai Musei Civici su ‘Pasquale De Antonis. La fotografia di moda’, a partire dalle 16.30; la riapertura del piano terra di Casa Rossini, con i concerti dal balcone (ore 20 e 23.30) di Pamela Lucciarini (soprano) e Meri Piersanti (pianoforte) e le iniziative collegate, dal ‘Saluto di Gioacchino’, alle visite guidate del ‘Notturno Rossiniano’, che scatteranno dopo le due. Non è tutto. Miriade di eventi collaterali, che si aggiungeranno alle iniziative di bar, bagnini e commercianti: ‘Strarossini in Rosa’ (ore 21), con la pedalata da piazza del Popolo a Fiorenzuola di Focara; ‘Ascolto in tre dimensioni’ (ore 18.30; 19; 19.30), con la musica di Natasha Barrett al Conservatorio; ‘Il Trenino che Suona’ (dalle 18 alle 20), con i sassofonisti del Rossini Street Friends nelle vie del centro storico; la ‘Cena in Rosa’ (dalle 19.30 alle 24) a cura dei ristoratori di Baia Flaminia e decine di altri appuntamenti. Conto alla rovescia.

Annunci

Il Comune è intervenuto d’ufficio nell’area abbandonata

CIVITANOVA–Dalle 8 di questa mattina (martedì 30 giugno, ndr) ha avuto inizio l’esecuzione d’ufficio dell’ordinanza sindacale per la bonifica dell’area ex Camping di Fontespina. Dopo un anno di ostinata caparbietà e di sopralluoghi, verbali, notifiche alla proprietà, diffide, ordinanze e delibere, raggiunto l’obiettivo di pulire per poi rifarsi sul privato che ha abbandonato quell’area.

I lavori consisteranno principalmente nella rimozione della boscaglia formatasi in tutto questo tempo e degli alberi all’interno del fosso Caronte. Inoltre di tutto ciò che di fatto sta provocando la proliferazione di insetti, e quant’altro, con conseguenti problematiche per l’igiene e sanità pubblica. L’importo dei lavori, su progetto dell’ufficio tecnico del Comune, previsto di euro 19.520 euro (iva inclusa) e sono stati autorizzati con atto deliberativo G.C. 79/15. L’impresa esecutrice dei lavori è la ditta Palmieri di Recanati.

· dalle 9.05 alle 13.15
· nei pressi della Stazione di Civitanova Marche
· 21 i treni coinvolti

Ancona (30 giugno 2015)Circolazione fortemente rallentata questa mattina, dalle 9.05 alle 13.15, sulla linea Ancona – Pescara, per l’investimento mortale di una persona (probabile suicidio) nei pressi della stazione di Civitanova Marche.

La circolazione, inizialmente sospesa su entrambi i binari per consentire i soccorsi, è poi ripresa alle 10.05 a senso unico alternato su un unico binario.

Alle 13.15, terminati i rilievi di rito dell’Autorità giudiziaria, è stato concesso il nulla osta alla riattivazione della circolazione anche sull’altro binario.

Conseguenze per 21 treni: 5 Frecce, 4 Intercity e 12 Regionali, che hanno accumulato ritardi fino a 60 minuti.

Prima giornata di lavoro ufficiale del neo presidente della Regione, Luca Ceriscioli. 

ANCONA–Come da protocollo primo incontro, in Municipio, oggi con il Sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli, nel corso del quale  sono stati affrontati diversi temi: dalle infrastrutture, alla questione dell’Autorità portuale di Ancona e, con il primo cittadino del capoluogo marchigiano, concordato anche un incontro a breve per affrontare il tema dell’Ospedale  pediatrico Salesi.
Visita anche alla Presidente della Provincia di Ancona, Liana Serrani. I due amministratori si sono soffermati sul nodo del passaggio di competenze dalle Province alla Regione e fissato l’impegno a partecipare alla prossima tappa con l’osservatorio. Colloquio anche con il Prefetto dorico Raffaele Cannizzaro, nel quale, nell’ambito dei rapporti di collaborazione istituzionale, si sono affrontate le principali criticità del territorio marchigiano. Ultima visita alla Corte di Appello con il Presidente Carmelo Marino. Mezz’ora di incontro nel corso del quale si è affrontato il tema dell’accordo per il sostegno della Regione Marche alla convenzione dedicata ai tirocini che si svolgono presso i Tribunali, che presto verrà approvata dalla prossima giunta.

Tre medaglie per le Marche nei Campionati italiani juniores e promesse, con il bronzo del marciatore Antonelli

Ai Campionati italiani juniores e promesse di Rieti, gli atleti marchigiani salgono tre volte sul podio con due vittorie e un terzo posto. Brillante successo negli 800 femminili under 20 per una ritrovata Eleonora Vandi, che torna a conquistare il titolo nazionale: il sesto della carriera, ma il primo in questa categoria, a più di due anni dall’ultima volta. Nella stagione in corso la pesarese dell’Atletica Avis Macerata è riuscita a lasciarsi alle spalle i problemi fisici che l’hanno condizionata nel 2014, per recuperare lo smalto dei giorni migliori. Con una splendida volata trionfa nella rassegna tricolore, dopo una crescita cronometrica fino al record regionale juniores di 2’06”83 una settimana fa a Roma, nella cornice del Golden Gala. Stavolta invece il tempo è di 2’08”48, per imporsi davanti alle venete Irene Vian ed Elena Bellò, che aveva condotto nella fase iniziale prima di subire l’irresistibile sorpasso della figlia d’arte, allenata dai genitori ex azzurri Luca Vandi e Valeria Fontan. In passato Eleonora si era laureata campionessa italiana cadette sui 1000 metri (2010 e 2011), allieve (1000 indoor e 800 all’aperto nel 2012, per ripetersi in sala nel 2013). Ha compiuto 19 anni nel mese di marzo, invece la sorella minore Elisabetta (classe 2000) proprio nello scorso weekend ha realizzato la miglior prestazione italiana cadette di sempre sui 300 metri con 38”57.

Anche il pesista Lorenzo Del Gatto sale sul gradino più alto. Molto netta la sua vittoria fra gli under 23, per fare il bis del titolo indoor. Il ventenne di Montegiorgio, cresciuto nell’impianto di Porto San Giorgio con il tecnico Alfio Petrelli, si impone con 16.93 e indossa la settima maglia tricolore, tutte negli anni dispari: cadetti 2009, doppietta indoor-outdoor 2011 (allievi), 2013 (juniores) e 2015 (promesse). Nei 10.000 di marcia under 23, si conferma tra i migliori il maceratese Michele Antonelli (Atl. Recanati) per mettersi al collo la medaglia di bronzo con il nuovo record marchigiano assoluto di 43’07”78, togliendolo al compagno di allenamenti Alessandro Maltoni (43’10”67 il 21 settembre 2014 a Modena). Per la terza volta quest’anno, Antonelli coglie un podio tricolore: secondo nella 20 km promesse su strada, secondo under 23 e anche terzo assoluto nella 50 chilometri. Una stagione di evidenti progressi, sotto la guida tecnica di Diego Cacchiarelli, per indossare la maglia azzurra assoluta in due occasioni: nell’incontro internazionale di Podebrady (Rep. Ceca) e in Coppa Europa a Murcia (Spagna). Arrivano poi altri brillanti piazzamenti, come il quarto posto nel martello under 20 di Matteo Totò (Sport Atl. Fermo), autore di un grande miglioramento con 59.82 in qualificazione e 60 metri esatti in finale. Sui 1500 juniores, lotta per il vertice Samuele Grasselli (Sef Stamura Ancona) che è quarto in 3’53”24, ad appena dodici centesimi dalla terza posizione. Anche lui nella scorsa settimana era riuscito a firmare il nuovo personal best con 3’48”03 all’Olimpico di Roma. Nella rassegna tricolore di Rieti, il lanciatore Alessandro Cavalieri (Atl. Avis Macerata) centra due quinti posti: 13.83 nel peso e 45.99 nel disco under 23. Con la staffetta dell’Atletica Brescia, argento per l’anconetana Martina Piergallini nella 4×100 promesse.

RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI
1° peso PM: Lorenzo Del Gatto (Team Atl. Marche) 16.93
1. 800 JF: Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) finale 2’08”48, batt. 2’14”28
3° marcia 10.000 PM: Michele Antonelli (Atl. Recanati) 43’07”78 primato regionale assoluto
4° martello JM: Matteo Totò (Sport Atl. Fermo) finale 60.00, qual. 59.82
4° 1500 JM: Samuele Grasselli (Sef Stamura Ancona) 3’53”24
5° peso PM: Alessandro Cavalieri (Atl. Avis Macerata) 13.83
5° disco PM: Alessandro Cavalieri (Atl. Avis Macerata) 45.99
6° 5000 JM: Matteo D’Alessandro (Atl. Civitanova) 15’18”57
6° 110hs JM: Matteo Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) finale 14”47 (+0.3), semifinale 14”49 (+1.3), batt. 14”76 (+0.1)
6° 110hs PM: Manuel Nemo (Team Atl. Marche) finale 15”16 (0.5), batt. 15”21 (0.0)
6. 1500 PF: Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 4’32”70
7° disco PM: Ilario Santucci (Asa Ascoli Piceno) 42.86
8° 5000 JM: Marco Casuscelli (Atl. Civitanova) 15’29”05
8° martello JM: Federico Petrelli (Team Atl. Marche) finale 52.74, qual. 53.59
9° peso JM: Carlo Catini (Sport Atl. Fermo) finale 14.62, qual. 15.11
9. 3000 siepi JF: Jessica Cerretani (Team Atl. Marche) 12’24”05
9. asta JF: Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo) finale 3.40, qual. 3.30
9. 100 PF: Martina Piergallini (Atl. Brescia 1950) 12”08 (+1.1)
9. 5000 PF: Elena Schintu (Cus Urbino) 17’50”90
10° martello JM: Leonardo Viozzi (Asa Ascoli Piceno) finale 51.97, qual. 52.33
10° 1500 PM: Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) 3’58”79
10. asta PF: Barbara Donzelli (Sport Atl. Fermo) 3.20
11° 5000 JM: Andrea Castellucci (Sef Stamura Ancona) 15’39”35
11° 5000 PM: Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) 15’11”08
11. 1500 JF: Agnese Marucci (Team Atl. Marche) 4’47”16
11. 800 PF: Lucia Paternesi Meloni (Atl. Firenze Marathon) 2’16”27
12. 200 JF: Annalisa Torquati (Team Atl. Marche) 25”33 (+0.9)
12. 1500 PF: Elena Schintu (Cus Urbino) 4’46”33
13° 3000 siepi PM: Giovanni Broglia (Cus Camerino) 9’58”49
14° 110hs PM: Marco Montani (Atl. Avis Macerata) 15”88 (-1.2)
14. giavellotto PF: Ilaria Del Moro (Team Atl. Marche) 32.50
16. 5000 JF: Federica Masini (Sef Stamura Ancona) 19’40”41
16. 400hs JF: Sara Gigli (Atl. Recanati) 1’05”53
17. 4×400 JM: Atl. Avis Macerata (Francesco Ranzuglia, Marco Chiodera, Andrea Scattolini, Nicola Cesca) 3’35”42
17. 200 JF: Costanza Muratori (Sport Atl. Fermo) 25”60 (+2.7)
17. 400 PF: Elena Bruni (Collection Atl. Sambenedettese) 58”96
18° lungo PM: Manuel Nemo (Team Atl. Marche) 6.67 (+1.8)
21. giavellotto JF: Giulia Miraglia (Atl. Recanati) 33.72
22. 100 PF: Dajana Flamini (Sport Atl. Fermo) 12”76 (+1.1)
23° disco JM: Lucian Ficau (Sport Atl. Fermo) 36.98
23. martello JF: Alessia Conti (Atl. Avis Macerata) 39.17
squal. 110hs JM: Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) semifinale falsa partenza, batt. 14”50 (+0.3)

 

Lunedì 15 giugno 2015 alle ore 18,00 nell’auditorium di Palazzo Montani (Piazza Antaldi, 2 – 61121 Pesaro), per la serie “Pesaro Storie” proposta dalla Società pesarese di studi storici in collaborazione con l’Assessorato alla Bellezza del Comune di Pesaro, con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro e con l’Ente Olivieri, viene presentato

1915: l’Italia va in trincea

(pp. 310, il Mulino 2015)

di Gastone Breccia.

Sarà presente l’autore.

Rievocando la storia militare dei primi mesi della Grande guerra sul fronte italo-austriaco, dalla mancata irruzione oltre frontiera dell’ultima settimana di maggio – quando le truppe austroungariche erano impegnate altrove, soprattutto in Galizia, e solo un velo di soldati presidiava il confine verso l’Italia – alle grandi battaglie di logoramento autunnali, lo studio di Gastone Breccia fa rivivere «in presa diretta» episodi noti e meno noti del conflitto. Viene così descritta la condotta della guerra nella sua concreta realtà quotidiana: dalla brillante impresa degli alpini sul Monte Nero al sanguinoso fallimento della quarta offensiva sul fronte dell’Isonzo. Una disamina che non tralascia di considerare i mutamenti profondi nel morale e nello spirito di una generazione di soldati che persero le loro illusioni ma si trasformarono in un esercito capace di sopportare altri tre durissimi anni di guerra.

Gastone Breccia, docente di Storia bizantina all’Università di Pavia, ha pubblicato diversi scritti di taglio storico-filologico su testi della cultura bizantina. Ha pubblicato un saggio sull‘arte della guerra a Bisanzio, apparso nel 2001 su “Medioevo greco. Rivista di storia e filologia bizantina”; altri saggi sulla guerriglia a Roma e a Bisanzio sono usciti sulla stessa rivista negli anni successivi. Su “Limes” nel 2006 ha pubblicato anche un’analisi delle difficoltà delle guerre in Iraq alla luce delle teorie belliche classiche. Con Mondadori sono poi usciti I figli di Marte (2012), La tomba degli imperi (2013) e Nei secoli fedele (2014); con il Mulino L’arte della guerriglia (2013) e Le guerre afgane (2014).

L’indomani – martedì 16 giugno alle ore 17,30 – presso palazzo Almerici, sede della Biblioteca Oliveriana (via Mazza, 97 – 61121 Pesaro) si inaugura la mostra La Grande guerra in Oliveriana, che darà conto di quanto il primo conflitto mondiale ha sedimentato nel fondi della biblioteca (giornali, libri, fotografie, ecc.).

Ingresso libero in entrambe le manifestazioni

“Costretta a rinunciare alla conduzione del suo programma per non prestarsi a siparietti pubblicitari in quanto giornalista”

ANCONA–”Costretta a rinunciare alla conduzione del programma che aveva portato ad un discreto successo perché… giornalista. E come tale impossibilitata, in ossequio al suo codice etico, a prestarsi a “siparietti” pubblicitari. Succede alla collega Lisa Marzoli e succede, purtroppo, all’interno del servizio pubblico Rai”. Lo afferma il Presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche Dario Gattafoni, che così prosegue:

“La Marzoli, giornalista professionista iscritta all’Ordine delle Marche, era stata “prestata” dal Tg2 alla Rete perché conducesse “Cronache animali”, un programma dedicato ai nostri compagni di vita a quattro zampe che, partito timidamente sotto un 4% di share, era via via cresciuto fino all’11%. E per di più senza costare un soldo alla Rai, visto che la Marzoli era già alle sue dipendenze come giornalista”.

“Tutto è filato liscio fino a che la direzione di rete – prosegue Gattafoni  – non ha deciso di accogliere nel programma il cosiddetto “product placement”, una forma di pubblicità di prodotti per animali fatti scorrere in trasmissione con marchi bene in vista e “consigli per gli acquisti” più o meno palesi”.

“La Marzoli si è ovviamente rifiutata, facendo presenti i vincoli etici derivanti dal suo status professionale, ma alla fine si è dovuta arrendere all’intransigenza dell’Azienda, rifiutando anche gli strampalati “consigli” che qualcuno le avrebbe rivolto neppure tanto sottovoce: “autosospendersi” per un certo periodo dalla sua iscrizione all’Ordine oppure far finta di non vedere perchè “tanto lo fanno tutti, giornalisti e non”.

“Ora pare che il programma sarà affidato ad un conduttore esterno, con conseguente aumento dei costi”.

“L’Ordine dei giornalisti delle Marche, nel sottolineare la correttezza professionale della collega, che deve costituire un esempio per tutti, esprime sconcerto e preoccupazione – sottolinea Gattafoni – per decisioni che palesano una grave mancanza di rispetto verso norme professionali poste a garanzia della qualità e dell’indipendenza dell’informazione e che dunque, come tali, dovrebbero costituire un patrimonio di stile, lealtà e affidabilità specialmente per il servizio pubblico radiotelevisivo. Si associa inoltre alla richiesta di chiarimenti avanzata dal presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine, Enzo Iacopino, ai vertici della Rai”.

“Alla collega Marzoli va la convinta solidarietà e il pieno sostegno della categoria, uniti all’auspicio che all’interno dell’Azienda Rai, attraverso il recupero di un dialogo anche con la rappresentanza sindacale ‘Usigrai, si possa giungere – conclude il Presidente Gattafoni – ad una più rispettosa gestione del personale giornalistico, a prescindere da logiche che appaiono più consone alla Tv commerciale che al servizio pubblico radiotelevisivo”.

 

·      Dal 14 giugno più corse Frecciarossa e Frecciargento ed esordio del Frecciarossa 1000
·      Proseguono le consegne di Vivalto, Jazz e Swing per i pendolari
·      il primo viaggio del Frecciarossa 1000 in partenza da Napoli Centrale alle 6.40 di domenica, con fermate a Roma Termini, Milano Centrale, Rho Fiera Expo Milano 2015, Torino Porta Susa e arrivo a Torino Porta Nuova alle 12.10
·      quattro nuove corse Frecciarossa sulla rotta Milano – Bologna – Roma – Napoli e quattro sulla Venezia – Padova – Roma – Napoli – Salerno
·      rotta Milano – Ancona: 2 Frecciarossa estivi in più per Rimini, Pesaro e Ancona
· 2 nuove rotte estive Frecciabianca: Torino – Riccione e Milano – Riccione/Senigallia/Cattolica
·         Nelle Marche prende il via Promoweekend, la campagna promozionale che premia gli abbonati regionali
·      il nuovo orario ferroviario resterà in vigore fino al 12 dicembre 2015

 ANCONA–Cresce ancora l’offerta di Frecce Trenitalia, fa il suo esordio commerciale il Frecciarossa 1000 e il brand Frecciarossa debutta per la prima volta in laguna. Nel trasporto pendolare continuano le consegne dei moderni treni Vivalto, Jazz e Swing per i pendolari.
Sono alcune delle novità in arrivo con l’orario Trenitalia, in vigore da domenica 14 giugno a sabato 12 dicembre 2015. L’orario riguarda un’offerta complessiva media di circa 400 treni a lunga percorrenza e alta velocità e circa 6.000 corse regionali.

I clienti potranno consultarlo attraverso i vari canali messi a disposizione da Trenitalia, a iniziare dal sito trenitalia.com.

Da evidenziare come, nell’estate di Expo Milano 2015, la Metropolitana d’Italia si arricchisca con nuovi e modernissimi treni, i Frecciarossa 1000, e corse ancora più frequenti: quattro Frecciarossa in più, due direzione sud, due direzione nord, tra Milano, Bologna, Roma e Napoli; due corse Frecciarossa in più, nelle ore di punta, attive dal 1° luglio fra Torino e Milano. Il Frecciarossa arriva anche in Laguna, quattro corse con l’ETR500 sulla rotta Salerno – Napoli – Roma – Padova – Venezia.
 
Raddoppiano i Frecciarossa sulla Milano – Ancona con l’introduzione di 2 nuovi collegamenti estivi.
Nuovi Frecciabianca  estivi collegheranno nei fine settimana Torino e Milano con la costa adriatica: due di questi collegheranno la città della Madonnina con Senigallia.
 
 
 FRECCIAROSSA
 
Oltre novanta corse al giorno con potenziamenti nei giorni e nelle fasce di punta collegano il cuore delle città dell’Alta Velocità italiana, da Torino a Salerno, passando per Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Quattro nuove corse Frecciarossa sulla rotta Milano – Roma – Napoli, con fermata a Bologna fanno salire a 82 i collegamenti tra la Capitale e la Madonnina.

Degli 82 Frecciarossa che uniscono Roma e Milano, sono 37 quelli che collegano Colosseo e Madonnina in meno di tre ore. Potenziata anche l’offerta nelle ore di punta tra Torino e Milano, con l’introduzione, dal prossimo 1 luglio, di due Frecciarossa in partenza alle 7.00 per Milano da Torino Porta Nuova e alle 19.00 da Milano Centrale per Torino. Il Frecciarossa arriva anche in Laguna, quattro corse con l’ETR500 sulla rotta Salerno – Napoli – Roma – Padova – Venezia.
 
Raddoppiano per l’estate anche i Frecciarossa sulla rotta adriatica Milano – Ancona.
Il Frecciarossa 9593 partirà dalla città della Modonnina alle 7,50 per arrivare alle 10,49 nella città dorica, mentre il Frecciarossa 9594 ripartirà da Ancona alle 17,42 e giungerà a Milano alle 20,50.
I 2 nuovi Frecciarossa estivi vanno ad aggiungersi al FR 35592 Ancona (6,10) – Milano (9,25) e al FR 35591 in partenza da Milano alle 17,40 con arrivo ad Ancona alle 20,49.

In totale quattro collegamenti al giorno tra Milano ed Ancona che rendono più facile e veloce raggiungere le località marittime di Rimini, Pesaro e Ancona da Milano, Reggio Emilia AV e Bologna. Bastano, infatti, 2 ore e 5 minuti tra Milano e Rimini, 2 ore e 25 minuti per arrivare a Pesaro e 2 ore e 59 minuti fino ad Ancona.
 
 FRECCIARGENTO

Cinquantasei Frecciargento al giorno collegano la Capitale con le principali città del Nord Est e del Sud Italia. Confermati i 14 collegamenti Frecciargento che uniscono Roma e Verona in due ore e 50 minuti, di questi quattro proseguono fino a Brescia e sei, che passano a otto dal venerdì alla domenica, proseguono fino a Bolzano. Due nuove corse Frecciargento sulla rotta Roma-Venezia con fermate a Firenze Santa Maria Novella, Bologna e Padova. 
 
FRECCIABIANCA

Ottantasei Frecciabianca completano il network le Frecce. Dei 26  Frecciabianca che collegano Torino, Milano, Venezia e Roma alla costa Adriatica, ben 24 effettuano fermata ad Ancona e Pesaro. Nuovi collegamenti estivi consentono di raggiungere direttamente le località di villeggiatura: 2 tra Torino e Riccione, 2 tra Milano e Riccione e 2 tra Milano e Senigallia, venerdì, sabato e domenica (il Frecciabianca 9811 in partenza da Milano alle 11,35 e fermata a Senigallia alle 15,09 e il Frecciabianca 35826 in partenza da Senigallia alle 17,39 con arrivo a Milano alle 21,25).
Confermate le 2 corse Frecciabianca Ravenna – Roma Termini, con fermate in territorio marchigiano a Pesaro, Falconara, Jesi e Fabriano.
 
SERVIZI GIORNO (IC)

Sono 100 (di cui sei a cadenza periodica) i collegamenti del servizio universale giorno. Presenti su quasi tutta la rete nazionale (ad eccezione della Milano – Venezia), collegano in maniera capillare circa 200 città. Garantiscono un efficiente sistema di interscambio con i treni del trasporto regionale e con quelli ad alta velocità. Dal cambio orario di giugno prolungati su Milano 2 nuovi InterCity dalle principali città della costa Adriatica.
 
TRENITALIA PER EXPO MILANO 2015

Per Expo Milano 2015, fino al 31 ottobre, le principali stazioni Milano e Rho Fiera Milano Expo 2015 sono collegate con più frequenza a Roma, Torino, Bologna, Reggio Emilia AV, Firenze, Napoli, Salerno oltre a Venezia, Padova, Verona, Trento, Bolzano e Bari, Lecce, Lamezia Terme e Reggio Calabria: 240 treni al giorno da tutta Italia, di cui 152 Frecce. Ogni giorno infatti, a Milano Centrale fermano 76 Frecciarossa, 64 Frecciabianca, 36 treni internazionali e 38 tra InterCity e InterCity Notte. A Milano Porta Garibaldi sono previsti 12 Frecciarossa e quattro InterCity Notte e a Milano Rogoredo 22 Frecciarossa, 4 Frecciabianca e 19 InterCity.
 
Sempre fino al 31 ottobre 2015 sono 69 le fermate dirette a Rho Fiera Milano Expo 2015: 37 Frecce, quattro collegamenti notte Sud – Nord, 2 InterCity da e per Genova, 24 treni internazionali Italia – Svizzera e due Thello Italia – Francia.
 
TRENI REGIONALI

La nuova offerta regionale tiene conto delle richieste formulate dalle Regioni, enti committenti e programmatori del servizio. Trenitalia, intanto, prosegue la riorganizzazione dei suoi processi industriali e manutentivi, finalizzata a migliorare le performance di puntualità e regolarità dei treni, e sta affiancando le Regioni nelle vesti di partner tecnico, oltre che di semplice fornitore, proponendo modelli di offerta più rispondenti alle esigenze dei pendolari e alle potenzialità delle infrastrutture. Così le novità più importanti sulla programmazione arriveranno il prossimo 13 dicembre quando, elaborando queste indicazioni, molte Regioni rivoluzioneranno l’offerta con l’introduzione di corse veloci per collegare i centri più distanti e corse più frequenti e capienti nell’ambito delle aree metropolitane. Mentre proseguono le consegne di nuovi treni Vivalto, Jazz e Swing alle Regioni che ne hanno programmato e finanziato l’acquisto nel Contratto di Servizio, e che pagano con regolarità i corrispettivi previsti, arrivano novità importanti in alcune regioni, come nelle Marche, dove Trenitalia, in accordo con la Regione, dà il via a una campagna promozionale “Promo weekend” che premia gli abbonati regionali e promuove l’uso turistico dei treni durante i fine settimana.
 
 
 

Sabato 13 giugno • “Veleggiata in Adriatico”, sta per partire la 1^ edizione, alla scoperta del Galeone di Pesaro

PESARO-Sta per prendere il via la prima edizione della “Veleggiata in Adriatico”, alla scoperta del “Galeone” di Pesaro e del mare Adriatico. L’iniziativa, organizzata da Seam (associazione socio culturale A.P.S), ha il patrocino del Comune di Pesaro e di Leganbiente Pesaro-Marche e può contare sulla collaborazione di Lega Navale sez. Pesaro, Aics Pesaro Urbino – Marche (Associazione Italiana Cultura Sport), MIUR-Ufficio VII Ambito Territoriale Prov. Pesaro Urbino, Ens Marche (Ente Nazionale Sordi), Sub Tridente di Pesaro e associazione genitori Dammi La Mano.
Sarà una “veleggiata” che si protrarrà per 80 giorni e toccherà non solo porti italiani, ma anche croati e albanesi.
Il progetto, molto interessante dal punto di vista sociale, turistico e culturale, ha subito ottenuto un riconoscimento, come spiega Alessio Canalini, ideatore dell’iniziativa: “Primo a… ‘salire a bordo’ è stato Marco Morosini, alias mr. Brandina, che ha recepito i valori fondamentali che vogliamo trasmettere con questa iniziativa e sostiene in pieno l’idea d’integrazione: tutti i giovani, diversamente abili e non, hanno infatti il diritto di divertirsi, imparando a rispettare il mare e le sue regole! Navigando fianco a fianco, verranno condivise le difficoltà di ogni singolo partecipante, ma anche la gioia di stare insieme, di scoprire le meraviglie dei paesaggi e dei popoli del mare, di vivere in prima persona quella che era la vita di bordo ai tempi del Galeone di Pesaro (fine ‘700). Impareranno l’arte dell’arrangiarsi’, con un occhio attento al rispetto ambientale e all’esperienza creativa degli educatori che, a bordo, insegneranno al giovane equipaggio l’arte del riuso”. Morosini ha infatti messo a disposizione i residui della produzione Brandina, per dare la possibilità di creare nuovi oggetti che scaturiranno dalla fantasia dei ragazzi.

Il relitto del “Galeone” di Pesaro venne scoperto nell’estate 1978 dai subacquei Franco Semenza ed Enrico Giunti della Sub Tridente, a circa 200 metri dalla spiaggia di levante. Una prima collocazione storica del relitto fu possibile in seguito al recupero di alcuni oggetti, quali cannoni e fucili. La “Cronaca” cittadina di Domenico Bonamini, inoltre, relativa alla seconda metà del Settecento, ha permesso di ipotizzare l’identificazione dello scafo: Bonamini infatti cita uno scontro navale tra un veliero austriaco e uno francese, avvenuto alla fine del Settecento proprio nelle acque antistanti la nostra città.
Durante la veleggiata sarà presente un videomaker per le riprese giornaliere necessarie a creare un videoreport settimanale utile a documentare l’iniziativa.
Info: 349 58 56 552 – info@seam-adriatic.ithttp://www.seam-adriatic.it

Per loro viaggi gratis nei fine settimana su tutte le linee ferroviarie regionali, indipendentemente dal tipo di abbonamento e dalla sua relazione
Un compagno di viaggio pagante l’unico requisito per beneficiare della promozione
Promoweekend, valida nei 3 fine settimana dal 13 al 28 giugno, è un’iniziativa della Direzione Regionale Marche di Trenitalia, in accordo con la Regione

Ancona, 11 giugno 2015 –Viaggi gratis senza confini, il sabato e la domenica, per gli abbonati regionali delle Marche. Per loro nasce Promoweekend, un vero e proprio premio fedeltà che la Direzione Regionale Marche di Trenitalia, in accordo con la Regione, dedica a tutti i suoi clienti più affezionati.
Basta essere titolari di un abbonamento regionale o sovraregionale – con origine o destinazione nel territorio regionale – per viaggiare gratis nei fine settimana su qualsiasi linea ferroviaria delle Marche, indipendentemente dalla relazione di riferimento dall’abbonamento.
Unico requisito – peraltro assolutamente piacevole – per beneficiare della promozione è la presenza di un compagno di viaggio, in possesso di un regolare biglietto di corsa semplice a tariffa intera per la tratta che si intende percorrere. Il biglietto deve essere acquistato lo stesso giorno del viaggio.
L’iniziativa punta a incentivare l’utilizzo turistico del treno nei weekend, per raggiungere le rinomate località balneari dell’Adriatico o visitare le tante città d’arte delle splendide terre marchigiane. Gite fuoriporta in compagnia di tutta la famiglia – bimbi gratis fino a 4 anni e a metà prezzo fino ai 12 – o salutari escursioni in bicicletta, peraltro ammesse gratuitamente in treno, se pieghevoli.
Un turismo dolce e sostenibile, quindi, che vede proprio nel treno – vettore verde per eccellenza- un potenziale fattore di sviluppo.
Per beneficiare della promozione, valida nei tre fine settimana dal 13 al 28 giugno, basterà avvisare il personale di bordo al momento del controllo dei biglietti.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
giugno: 2015
L M M G V S D
« Mag   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930