You are currently browsing the daily archive for maggio 10, 2015.

CIVITANOVESE – SAN NICOLO’ 2-3

CIVITANOVESE (4-1-3-2): Silvestri, Passalacqua, Di Pentima (10′ st Pintori), Bensaja, Morbiducci, Bigoni, Ruzzier (41′ st Ficola), Margarita, Shiba, Degano, Forgione. A disposizione: Agresta, Magini, Ferrini, Perta, Rapagnani, Cossu, Mosca. Allenatore: Giorgio Carrer.

SAN NICOLÒ (4-2-3-1): Lupinetti, D’Orazio, Pretara, Micolucci, Mbodj (38′ st Di Sante), Petronio (41′ st Chiacchiarelli), Moretti, De Santis, Bartolini (28′ st Gabrieli), Iaboni, Valim. A disposizione: Ricci, Alessandroni, Gentile, Stivaletta, Donatangelo, De Petris. Allenatore: Massimo Epifani.

RETI: 10′ pt Valim, 46′ pt Iaboni (rig), 13′ st Margarita, 33′ st Pintori (rig) e 49′ st Chiacchiarelli.

NOTE: temperatura 22°, terreno in buone condizioni; spettatori 500 circa con piccola rappresentanza ospite; ammoniti al 32′ pt Ruzzier (simulazione), al 40′ pt Di Pentima, al 45′ pt Passalacqua, al 25′ st Shiba, al 35′ st Morbiducci (gioco falloso) e al 26′ st Degano (proteste) nelle fila locali; ammoniti per gli ospiti al 33′ pt Moretti, al 31′ st Iaboni, al 34′ st Mbodj (gioco falloso), al 18’st Lupinetti (perdita di tempo); corner 8-5; recupero 2’+4’.

CIVITANOVA MARCHE – Come all’andata, un gol all’ultimo minuto del recupero ha condannato la Civitanovese ad abbandonare i propri sogni. Al 49’ della ripresa a fare festa al Polisportivo sono stati gli abruzzesi del San Nicolò, che, battendo i rossoblù ed in concomitanza con la sconfitta del Chieti, hanno agganciato in extremis l’ultimo posto play-off.

Non meritavano la sconfitta sul campo gli uomini di Carrer, encomiabili per come hanno onorato sino all’epilogo una stagione nata sotto grandi proclami e trasformatasi poi in una quasi insormontabile asperità, a causa delle purtroppo ben note vicissitudini societarie. Stavano per scrivere un’altra pagina da libro “Cuore” Morbiducci e compagni, quando, dopo mesi in cui l’attività agonistica aveva ceduto obtorto collo il passo all’allenamento fai da te, a pochi istanti dal triplice fischio si sarebbero ritrovati a dover disputare una sorprendente quanto legittima appendice post season. La magistrale punizione di Chiacchiarelli, insaccatasi proprio all’angolino, ha riportato però la Civitanovese sulla Terra, infrangendo il perfetto equilibrio creatosi dopo le marcature di Valim e Margarita ed i penalty realizzati da Iaboni e Pintori. E’ finita dunque così, con la squadra acclamata non sotto ma addirittura dentro la curva dai propri tifosi, con i giocatori del San Nicolò che hanno aspettato sulla porta dello spogliatoio i propri avversari per stringere loro lealmente la mano, con i ragazzi del proprio Settore Giovanile che hanno sfilato nell’intervallo raccogliendo gli applausi di tutti i presenti.

I rossoblù si sono congedati dal proprio pubblico dunque a testa alta, consci di aver dato comunque lustro e dignità all’ormai quasi centenaria storia della Civitanovese.

Sul campo non c’è stato il lieto fine, ma, per una volta, questo passa in secondo piano vista l’eccezionale situazione che hanno vissuto tutte le componenti di questo racconto.

 

Annunci

SERRA SAN QUIRICO–Omaggio al Maestro ALBERTO MANZI dall’ATGTP: sarà il personaggio guida dell’edizione 2016 della Rassegna Nazionale di Teatro della scuola di Serra San Quirico e delle attività 2015-2015 dell’Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata. L’annuncio è stato fatto durante la serata finale della Rassegna, sabato 9 maggio .Alberto_Manzi_2
Alberto Manzi, pedagogista, personaggio televisivo e scrittore italiano, noto principalmente per essere stato il conduttore della trasmissione televisiva Non è mai troppo tardi, messa in onda fra il 1959 ed il 1968, sarà il personaggio guida della prossima edizione della Rassegna Nazionale Teatro della Scuola e di tutte le attività 2015-2016 dell’ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata.
Lo hanno annunciato ieri sera, sabato 9 maggio 2015, il presidente dell’ATGTP Fabrizio Giuliani, la direttrice organizzativa Marina Ortolani ed il direttore della Rassegna Salvatore Guadagnuolo, al termine della grande festa di chiusura della Rassegna cui ha preso parte l’illustratore di fama nazionale Gek Tessaro. Nel Teatro Palestra gremito per l’occasione di pubblico e di moltissimi bambini lo staff della Rassegna ha disseminato per tutta la serata una serie di ‘indizi’ e performance per aiutare il pubblico aAlberto_Manzi_3 scoprire la straordinaria figura di un uomo che ha insegnato a scrivere e a leggere ad almeno un milione di italiani, un signore alto e garbato che è stato maestro in televisione e in radio, ma anche maestro in carcere e per quasi 40 anni nella scuola, maestro tra indios e campesinos analfabeti del Sud America e maestro di italiano per gli extracomunitari (Insieme, 1992), oltre che scrittore di libri per bambini e ragazzi (ricordate Orzowei?) e traduttore e divulgatore scientifico.
La serata è stata inoltre occasione per tracciare un bilancio di una edizione di successo (40 i gruppi scolastici, 60 gli operatori dello staff, oltre 3000 le presenze di pubblico) e dare ‘i numeri dell’ATGTP una delle principali realtà nelle Marche nel settore della creatività giovanile con 13 i dipendenti fissi, 40-50 collaboratori; 500.000€ di fatturato.
“La nostra esperienza – ha detto Fabrizio Giuliani – nasce dalla consapevolezza che la cultura crea nuovo lavoro, soprattutto giovanile, e genera sviluppo. 30 anni di lavoro hanno creato unicità e ricchezza nei settori del teatro ragazzi, con la compagna teatrale Teatro Pirata e del teatro educazione, con l’Associazione Teatro Giovani, due realtà che da alcuni mesi si sono fuse in un unico soggetto che oggi aspira ad essere protagonista a livello regionale e nazionale. E’ un occasione di crescita per il territorio in quest’area dell’entroterra anconetano da Jesi a Fabriano dove la crisi ha colpito duramente”.
Nel corso della serata, sono stati assegnati i riconoscimenti della Rassegna ad alcune delle scuole che hanno partecipato alla Rassegna. La RNTS non assegna premi, ma segnala percorsi teatrali significativi dal punto di vista didattico-pedagogico, come nello spirito del Teatro Educazione di cui da 33 anni Serra San Quirico è la capitale nazionale.
Tra i riconoscimenti più ambiti, il “Sipario d’Argento”, assegnato all’IC “Grazie Tavernelle”-Scuola Secondaria di primo grado “Marconi” di Ancona con lo spettacolo “La scuola non serve a niente?”. Assegnati anche i tre ”Biglietti del Buon Ritorno” che consente alle scuole di essere ammesse di diritto alla rassegna del prossimo anno per vedere l’evoluzione del lavoro: il riconoscimento è andato alla Scuola Primaria “Pascoli” di Castiglion della Pescaia (GR) per lo spettacolo “La battaglia delle mura”, al Liceo Scientifico “Oberdan” di Trieste con lo spettacolo “Circus” e all’IIS “Valceresio Bisuschio” di Bisuschio (VA) con lo spettacolo “Love can save you now”.
Sono state inoltre segnalati tre gruppi, per percorsi teatrali significativi: l’ITAS Galilei di Jesi con “Parole per resistere”, l’IC con ad indirizzo musicale di Carnate (MB) con “Io sono qui, la mia mente no” e l’IIS D’Aronco di Gemona del Fiuli (UD). Infine, 5 scuole sono state invitate a partecipare al progetto “Officina Italia 2016” che si terrà nella prossima edizione della Rassegna Nazionale: due scuole secondarie di primo di Primo Grado (la Faustini Frank di Piacenza, l’IC “Corso Matteotti”-scuola “A. Oriani” di Alfonsine), e tre scuole secondaria di Secondo Grado (Liceo Ginnasio Foscolo di Albano Laziale, IIS Ferraris Brunelleschi di Empoli, IIS “Il Tagliamento” di Spilimbergo).

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
maggio: 2015
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Annunci