CIVITANOVA–Sabato 25 aprile, alle ore 21.30, in occasione della Festa della Liberazione, il Teatro “Annibal Caro” di Civitanova Marche Alta ospiterà “La Notte di San Giovanni”, un progetto teatrale che concluderà la rassegna “Ciao Bella – Settimana della Resistenza” promossa dal Comune di Civitanova Marche.POLLENZA-LIBERAZIONE-foto scena

Il progetto nasce dopo un anno di ricerca sulle memorie della Resistenza nella zona dell’alta provincia di Macerata e del Camerinese; si tratta di uno spettacolo inedito, basato sulla fusione tra parola e musica, interpretazione scenica e paesaggi sonori.

Attraverso la ricostruzione dei principali momenti della Guerra di Liberazione e dei fatti più drammatici che hanno segnato i mesi dell’occupazione nazifascista in questa zona d’Italia, “La Notte di San Giovanni” vuole tornare ad indagare gli anni della Resistenza senza POLLENZA-foto notte san giovanni (2)retorica né revisionismi, ripartendo dall’attualità di episodi minuti, eppure radicati nella storia dei luoghi che li hanno ospitati e nella memoria di chi ancora oggi li abita, per arrivare, attraverso la riscoperta della storia da cui proveniamo, a suscitare nuove domande e nuove emozioni, costruendo un ponte tra il passato di 70 anni fa ed oggi.

Ad impreziosire e completare la narrazione scenica dei due attori Monica Belardinelli e Massimo Roberto Beato, sarà la ricerca musicale realizzata dalla cantautrice Serena Abrami e da Enrico Vitali, a partire da canzoni originali della Resistenza e da brani di gruppi (come Csi e Marlene Kuntz), che hanno segnato il rock d’avanguardia italiano dell’ultimo quindicennio.

Il progetto si avvale della collaborazione delle sezioni Anpi di Pollenza e di Camerino, che hanno fornito un fondamentale supporto alla ricerca storiografica e un indispensabile sostegno organizzativo, del sostegno e del patrocinio del Comune di Pollenza, nonché della partecipazione dell’associazione fotografica “Isovraesposti”, che ha selezionato tramite un concorso la foto della locandina dello spettacolo e che realizzerà le foto di scena.

Il costo del biglietto di ingresso è 1 euro, che verrà destinato all’Emporio della Solidarietà.

Annunci