You are currently browsing the monthly archive for febbraio 2015.

Riceviamo e pubblichiamo un messaggio dal Direttore Generale Giorgio Bresciani.

“Non è costume da parte del Presidente – si afferma in casa rossoblu – censurare o tagliare l’opinione di chiunque, pertanto il testo viene riportato in maniera integrale, nella assoluta libertà che si intende dare a tutti di esprimere il proprio pensiero:

«Questo mio silenzio di dieci giorni mi è servito per riflettere: in questi giorni ho letto e riletto attentamente tutte le dichiarazioni sulla carta stampata ed Internet, sia del Presidente, sia dei tifosi, sia del Mister Mecomonaco che ieri ha dichiarato di non essere legato a doppio filo con me, cosa che assolutamente confermo.

Non sono una persona che non si prende le proprie responsabilità, ma ora la verità di questi sette mesi deve uscire dalla mia voce .

La Proprietà da me fortemente caldeggiata a luglio è venuta purtroppo meno agli impegni presi: non ne so i veri motivi, ma il Presidente Patitucci ha dovuto solo affrontare problemi economici già dettagliatamente discussi all’inizio stagione.

La Società è stata acquisita con 224 mila di debiti e con budget di spesa 650 mila per il campionato in corso: anche questo tutto concordato con la Proprietà.

Ovviamente questa situazione ha provocato scoramento e dubbi negli atleti, i quali, a parer mio, hanno solo sbagliato il modo di comunicare queste loro ragioni.

Da quel fatto purtroppo si è scatenato un susseguirsi di vicissitudini che ci ha condotto agli avvenimenti recenti.

Questa piccola premessa per rispedire al mittente le accuse di mal gestione: a Giorgio Bresciani dovrebbero arrivare critiche su giocatori sbagliati, allenatori, dirigenti, marketing e organizzazione.

Su queste cose, però, nessuno ha mosso critiche, non ce ne sarebbe stato motivo.

Perciò è necessario spiegare come questa Società era gestita e organizzata: tutti i pagamenti erano gestiti e decisi dal Presidente e tutta la documentazione era inviata a Padova, alla sede della Società, l’unica ad avere poteri sui conti della Civitanovese e del proprio Settore Giovanile.

Da ricordare inoltre che era la B&L ad avere in concessione esclusiva tutta la pubblicità, gli sponsor e il marchio della Civitanovese: era quindi l’unica in grado di ricevere pagamenti ed emettere fattura per incassare.

Da ciò si evince quindi che da un punto di vista economico non è nella mia persona che si dovrebbero avere risposte, ma dalla Proprietà, come del resto il Presidente Patitucci ha ammesso nel comunicato dopo partita con Chieti.

La verità è che in tutti i miei 13 mesi di permanenza alla Civitanovese ho percepito 6/7 mila euro come rimborso spese e che il mio unico obiettivo era creare qualcosa di importante e di vero.

Ho da subito creduto in questo progetto e mi sono senza sosta speso personalmente per il bene di questa Società e di questa città, che mi ha accolto a braccia aperte e nella quale mi sono subito trovato “a casa”: il progetto della curva, da me tanto voluto, come quello di Civitanova Alta, hanno ricevuto dei paletti o ragioni burocratiche e di tempi ne hanno rallentato la messa in opera, ma sono stati sempre in cima ai miei pensieri.

Le ragioni del mio allontanamento sono molteplici e, con il cuore in mano, posso dire di non pensare di meritare tante delle accuse e delle parole che negli ultimi giorni mi sono state rivolte.

Non sono scappato e sono solito assumermi le mie responsabilità, ma per ciò che io stesso ho fatto, non per ciò che è stato da qualcun altro dichiarato, promesso e non mantenuto,nei confronti di tutti, dagli atleti ai tifosi, dai collaboratori a tutta la città stessa, che ringrazio sinceramente per ciò che si è provato a costruire insieme».          Giorgio Bresciani

LE DIMISSIONI UFFICIALI DEL DS DANIELE MUSCARIELLO

Nella data odierna rassegno le mie dimissioni dall’incarico di Direttore Sportivo della FC CIVITANOVESE 1919.

Non prima però di aver ringraziato infinitamente il Dg Giorgio Bresciani, per la fiducia e la stima accordatemi in tutti questi anni, certamente non ‘ordinari’, passati insieme.

E d’altro canto non senza voler infine augurare, con tutto il cuore, alla FC CIVITANOVESE 1919, le migliori fortune possibili”.   Daniele Muscariello

ELENCO DEI GIOCATORI CONVOCATI

Di seguito i giocatori che Mister Carrer ha convocato per la partita Sambenedettese – Civitanovese: Amodeo, Bensaja, Biagini, Bigoni, Carlini, Cossu, Degano, Di Pentima, Ferrini, Ficola, Forgione, Geria, Magini, Margarita, Massaccesi, Mioni, Morbiducci, Passalacqua, Pintori, Ruzzier, Shiba, Silvestri.

 

Annunci

ANCONA–Si svolgerà il 29, 30, 31 maggio prossimo, l’edizione di quest’anno, lungo Via XXIX Settembre, alla Mole Vanvitelliana, al Mandracchio; sarà una grande kermesse dedicata al mare, ai suoi prodotti e questa mattina è stata presentata alla Bit di Milano,

AN-BIT-MIL-13-2-2015-13-02-2015 TipicitainBLU_foto2Si tratta di Tipicità in Blu che per il 2015 si terrà a fine maggio con una veste più ricca. In Via XXIX Settembre si svolgeranno gli eventi esterni, alla Mole i talk show e i laboratori con prodotti del mare e agricoli, al Mandracchio le degustazioni di prodotti tipici del nostro mare a cura delle associazioni della pesca.

La manifestazione anconetana è stata presentata in anteprima questa mattina alla BIT, la Borsa internazionale del Turismo di Milano. Grazie alla forte sinergia che da tempo il Comune di Ancona ha avviato con l’omologo di Fermo nella realizzazione di Tipicità, alla fiera milanese ha trovato posto anche la presentazione di TIPICITA’ IN BLU. A supervisionare questi eventi la Regione Marche, che ha curato la partecipazione di tutti gli attori dell’offerta turistica regionale all’appuntamento meneghino e messo a disposizione gli spazi.

Abbiamo deciso lo spostamento a maggio di TIPICITA’ IN BLU per favorire l’ inizio della stagione estiva, creando una concomitanza di eventi che possono giovare all’economia e al turismo anconetani. Parallelamente l’abbiamo voluta collocare in una situazione logistica diversa, con un percorso che va dal Mandracchio alla Mole, a Via XXIX Settembre fino alla spina dei corsi” spiega l’assessore al Commercio e Vice sindaco Pierpaolo Sediari.

“TIPICITÀ IN BLU parla del mare alla città e si propone per essere un evento di portata adriatica – ha puntualizzato l’assessore al Turismo e Cultura, Paolo Marasca -. Dopo l’esperimento del 2014, siamo pronti a rilanciare, convinti che anche attraverso eventi di questo genere si valorizzi il matrimonio tra la città e il nostro mare”.

A Milano, a rappresentare la città all’evento della BIT era presente, oltre ai funzionari dell’amministrazione che seguono turismo e TIPICITA’ IN BLU, anche il Presidente del Consiglio Comunale, Marcello Milani il quale ha sottolineato la positiva sinergia che il Comune dorico ha avviato con Fermo nell’ambito di Tipicità e come la promozione delle eccellenze anconetane consenta di potenziare l’immagine della città e la sua offerta turistica,commerciale e culturale.

Plaudo anche al proficuo lavoro che il tavolo di concertazione su Portonovo, che è nato grazie all’impulso del Consiglio Comunale (e che vede riuniti tutti gli attori che operano nella baia oltre ad una rappresentanza dei consiglieri comunali e associazione ambientaliste) sta portando avanti e che presto darà buoni frutti” conclude il presidente Milani.

The Beat Goes On con Radio Beat • L’epopea degli Anni 60 in teatro a Roma

Va in scena da oggi 12 al 22 Febbraio 2015 al Teatro Trastevere di Roma lo Spettacolo teatrale/musicale “Radio Beat” dei Riding Sixties con Claudia Borzi. Successivamente l’opera rock toccherà alcune città italiane, Milano, Bologna, Napoli. Radio Beat è il primo esperimento di radio-teatro dal vivo che coinvolge Web TV e Podcast.  

Perchè i Beat sono nemici dei Watussi? Ringo era uno dei Mods? “You really got me” è di Van Halen? Sarà tutto chiaro da stesa giovedì 12 Febbraio al Teatro Trastevere con Radio Beat dei Riding Sixties, voce narrante Claudia Borzi. Puntuale e filologico, ma divertente e coinvolgente Radio Beat, suonato rigorosamente dal vivo, è una storia di canzoni che ci hanno cambiato la vita -. L’appassionante e divertente racconto di un contagio che dal Cavern di Liverpool ha raggiunto il Piper romano passando attraverso i cuori e le menti di milioni di giovani. Dove convivono gioiosa provocazione e ribellione, minigonne e capelloni, fantasia e speranze. E’ la storia di un’Italia che cambia. E’ la storia di un’utopia. E’ la nostra storia.

________________________________________________________________________________

Titolo: “Radio Beat” –

“Una storia di canzoni che ci hanno cambiato la vita”

Radio Beat è un viaggio in musica che parte dall’Inghilterra e arriva fino all’Italia degli Anni 60. L’appassionante e divertente racconto di un contagio che dal Cavern di Liverpool ha raggiunto il Piper romano passando attraverso i cuori e le menti di milioni di giovani. Dove convivono gioiosa provocazione e ribellione, minigonne e capelloni, fantasia e speranze,. E’ la storia di un’Italia che cambia. E’ la storia di un’utopia. E’ la nostra storia.

band live: The Riding Sixties

voce narrante / radio DJ: Claudia Borzi

________________________________________________________________________________


Nel cinquantenario dei Beatles e dei Rolling Stones i Riding Sixties con Claudia Borzi, voce narrante, portano in teatro una radio  dove la musica è live. Quella musica, che è stata l’enzima dei 60s, viene  riproposta con accuratezza filologica e timbrica (strumentazione vintage e arrangiamenti “Doc”) dal “complesso” che da venti anni è stato il primo in Italia a fare del Beat un genere della musica live di oggi.

La nascita del Rock moderno viene raccontata da un punto di vista tutto italiano con grande attenzione per l’atmosfera sociale, il clima culturale, la scena politica dell’Italia del “boom economico”. E’ una storia di canzoni, ma anche la storia di ogni canzone.

La stagione breve, un po’ sgangherata e però felice del Beat italiano viene raccontata come qualcosa di collettivo e di diffuso, ma nello stesso tempo anche di individuale e di ineluttabilmente nostro.

________________________________________________________________________________


I Riding Sixties sono un gruppo storico della scena musicale romana. Nati venti anni fa per un concerto di fine anno in una scuola (come i Quarrymen), sono cresciuti nell’humus creativo del Big Mama di Roma e si sono distinti negli anni per la loro ricerca musicale e il loro sound. Il repertorio enciclopedico dei Riding spazia dai Rolling Stones, di cui sono la prima coverband italiana, ai Beatles. Una loro serata tematica si chiama appunto “Beatles VS Rolling Stones”.  Il loro menù include i grandi protagonisti della British Invasion: Kinks, Who, Yardbirds, Animals, Them, e gli artisti di quel movimento anglo-italiano che è il Beat nostrano: Equipe 84, Rokes, Corvi, Nomadi, Primitives, Caselli. Infine Dylan, il Maestro americano, a cui possono dedicare un’intera serata.

Riding Sixties, formazione: i due “vecchi” testimoni dell’epoca 60s: Pietro Maria Tirabassi (civitanovese) voce e chitarra, e Enzo Civitareale, batteria e voce, che ha suonato con i mitici Corvi nel 1970. I “più giovani” aggiungono un tocco di attualità al sound del gruppo: Marco Bertogna (monsieur Bertognaque), basso e voce, Simone Rauso (il Rauso), voce e chitarra, e “il maestro” Alberto Bolli (aka Al Stamps), piano e voce.

Claudia Borzi è nata a Roma. Si innamora del teatro da giovanissima, studia con diversi maestri fino a frequentare il corso di Regia Teatrale al Dams Di Roma. Oggi è producer e amministratrice della D-Color srl società di post produzione digitale.

Riding Sixties, sito: http://www.riding60-concerti.com/

Facebook: http://www.riding60-concerti.com/

Teatro Trastevere: via Jacopa De’ Sette Soli, 3 – 00153 – Roma (Rm)Tel. 06 5814004 – 328.3546847 – sito: http://www.teatrotrastevere.it/info@teatrotrastevere.it

CIVITANOVA–E’ tutto pronto per la 24a edizione del Carnevale civitanovese, a cura dell’assessorato alla cultura, turismo e commercio. Domenica 15 febbraio le vie del centro si coloreranno per la una grande festa con centinaia di figuranti. L’appuntamento inizia alle ore 14.30 in Piazza XX Settembre. Da lì, carri allegorici e gruppi mascherati si muoveranno percorrendo per due volte un itinerario che transiterà per Viale Matteotti, via Duca degli Abruzzi, Corso Umberto I° e di nuovo in piazza. 

Saranno otto i carri allegorici a tema che sfileranno per le vie della città: “Il diavolo e l’acqua santa”, da Potenza Picena, “Angry bears” della zona Tenna, “Spongebob” da Monte Urano (zona San Pietro), “Venezia”, da Sarnano, e ancora “Pinocchio”, da Monte Urano, “I Lego”, da Porto Sant’Elpidio”, infine due compagini da Montecosaro “La febbre della Taranta” e “Notte al museo”.

Numerosi anche i gruppi mascherati, con la Compagnia della Racchia di Sarnano, la Croce Verde di Civitanova Marche, le Majorettes di Trodica, il Circo a cura del quartiere Fontespina, la banda musicale Flintstone. Ci saranno inoltre i Dolci volontari e gli Spaventapasseri, entrambi da Trodica di Morrovalle, I Pompieri da Monte San Giusto, i Tarantati da Montecosaro, li Ragazzi di campagna di Morrovoalle, e due gruppi da Corridonia, rispettivamente i Trilli nascenti e le Ricette per la pace. Un mondo variopinto e fantasioso di personaggi, scherzi e sorprese, che spazia dai cartoons alla tradizione popolare. Dopo il doppio giro per le vie del centro, che rimarranno chiuse al traffico, il ritorno in Piazza XX Settembre, dove si proseguirà per tutto il pomeriggio tra balli e giochi. Non mancherà la comicità, con l’esibizione dell’esilarante duo Lando&Dino con “Una poltrona per tutti”. Condurrà il Carnevale la brillante Daniela Gurini.

Ancona def

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
febbraio: 2015
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728