You are currently browsing the daily archive for gennaio 18, 2015.

CIVITANOVA–Giorno di grande festa ieri sabato 17 gennaio 2015 al Palasport di Civitanova, dopo l’inaugurazione ufficiale di venerdì che ha accolto un foltissimo parterre istituzionale, con spazio al divertimento e allo spettacolo, con i cittadini e tantissimi ospiti. A condurre in sala Claudia Andreatti, Miss Italia 2006, e Marco Moscattelli che hanno commentato i momenti esilaranti e le battute della “iena” Filippo Roma, che si è complimentato perché finalmente tra tante incompiute può essere in una città in cui in 135 giorni è stato costruito un bellissimo palazzetto. E il pubblico esplode con risate gli applausi, divertito, anche con Pier Massimo Macchini e le sue battute in fermano, le atlete del centro ginnasta Mens Sana, e Fantasy planet e le canzoni di Marta Porrà e Mark Zitti e i fratelli Coltelli. A far gli onori di casa, fin dalle prime ore del pomeriggio, il vicesindaco Giulio Silenzi, che ha invitato la mamma Landa, novantenne, a questa grande giornata di gioia._PALAS-SPALTI-FDM_2829

Nella scaletta, il momento clou è riservato alla Lube sul campo, con il ds Stefano Recine, Simona Sileoni, l’allenatore Alberto Giuliani, e gli uffici stampa Carlo Perri e Marco Tentella. Conoscono il pubblico civitanovese per la prima volta pieni di entusiasmo, anche i giocatori Sabbi, Bonacic, Fei, Baranowicz, Shumov. Molta carica e voglia di iniziare ad allenarsi, sicuri della struttura con un ottimo parquet, nella casa che da anni cercavano.

I riti propiziatori di Filippo Roma hanno concluso i saluti della Lube. Lo spettacolo riprende con il rapper Andre Young e il video promozionale di Civitanova con la regia di Paolo Doppieri e la festa prosegue con l’arrivo del sindaco Corvatta e della sua squadra formata da Silenzi, Costamagna, Mariotti, Mattucci, Ginnobili, cui si è aggiunto il presidente della Provincia Antonio Pettinari e Fabio Sturani presidente Coni, che hanno di nuovo ringraziato tutti e invitato i civitanovesi a godersi il PalaCivitanova. E ora forza Lube. “Ora comincia un’altra storia, la nostra storia che abbiamo meritato tutti”.

 

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE “F”  XIX^ GIORNATA

CIVITANOVESE (4-2-3-1): Geria, Ficola, Mioni, Bensaja, Aquino, Cossu, Shiba (29′ st Ruzzier), Bigoni, Amodeo, Degano, Pintori (11′ st Margarita). A disposizione: Agresta, Carlini, Magini, Pigini, Morbiducci, Biagini, Forgione. All. Antonio Mecomonaco.

VIS PESARO (3-5-1-1): Osso, Fabbri (38′ st Bartolucci), Dominici, Brighi, Labriola, Pangrazi, Granaiola, Rossoni, Torelli (18′ st Rossi), Ruffini, Bugaro (47′ st Vagnini). A disposizione: Teodorani, Ciano, Filippucci, Montesi, Cobaj, Zanigni. All. Ferruccio Bonvini.

ARBITRO: Riccardo Turchet di Pordenone (Marco Gerometta di Udine – Edoardo Naccari di Udine).

RETI: 20′ pt Degano, 30′ pt Dominici.

NOTE: espulsi al 30′ st Dominici per doppia ammonizione (gioco falloso + proteste), al 45′ st Brighi per doppia ammonizione (gioco falloso + gioco falloso). Ammoniti: 18′ pt Torelli (gioco falloso), 37′ pt Shiba (gioco pericoloso), 12′ st Brighi (cnr), 23′ st Granaiola (gioco falloso), 50′ st Osso (perdita di tempo). Corner 1-3. Recupero 0’+6′.

CIVITANOVA MARCHE – Mezz’ora della ripresa. Turchet fischia un DEGANO-PORTAPALLA-OK-PH-2687calcio di punizione per la Vis Pesaro. A Dominici, che aveva fissato il pareggio rossiniano sfruttando un’avventata uscita dell’esordiente Geria sugli sviluppi di un corner, scappa qualche parola di troppo. Seconda ammonizione e biancorossi in 10. Il match si mette su un invitante piano inclinato per i rossoblù. Amodeo calcia a lato dopo aver tagliato in due la difesa. Ruzzier spara alto. Continua il forcing della Civitanovese. La Vis resta in 9. Bonvini ordina il terzo cambio. Il cronometro scorre. Inesorabile. Turchet assegna ulteriori due minuti di recupero. Degano calcia un’insidiosa punizione bassa in area. Osso sbroglia. Amodeo prova ancora con un diagonale da posizione decentrata. Osso sventa ancora. La Civitanovese deve accontentarsi dell’1-1. Unica consolazione, la frenata generale nei quartieri alti.

La squadra di patron Patitucci aveva approcciato molto bene l’incontro portandosi in vantaggio con Degano, impeccabile sulla sponda di Amodeo a perforare l’estremo ospite. Peccato la leggerezza in occasione del pareggio.

La cronaca della partita

4′ pt, Shiba carica il destro sugli sviluppi di un corner, ribatte la difesa rossiniana.

5′ pt, diagonale a lato di Amodeo.

9′ pt, Ruffini altissimo sugli sviluppi di una punizione.

11′ pt, Pintori, spostato sulla sinistra, tenta il diagonale: senza esito.

20′ pt, Shiba impeccabile nel cross, sponda di Amodeo per l’accorrente Degano che perfora di precisione Osso. Civitanovese in vantaggio.

30′ pt, uscita a vuoto mano aperta di Geria sugli sviluppi di un corner calciato da Bugaro, la sfera giunge a Dominici per il quale è troppo facile insaccare con un tocco sporco. 1-1

32′ pt, punizione di Degano, di poco alto.

35′ pt, tenta la conclusione dalla distanza Ruffini scorgendo Geria fuori dai pali: cuoio fuori.

15′ st, stoccata di Amodeo ben imbeccato dal neoentrato Margarita: alta.

22′ st, insidioso traversone su portiere di Shiba, salva la difesa biancorossa.

24′ st, Degano in profondità per Margarita il quale, a tu per tu con Osso, scaglia il diagonale che termina a lato per un pelo.

27′ st Bugaro tenta la girata di sinistro, alta di un niente.

30′ st, Vis in 10: seconda ammonizione per Dominici reo di aver protestato su una punizione a favore.

32′ st, Rossi da sottomisura tenta la rovesciata che termina fuori sugli sviluppi di una punizione.

37′ st, Amodeo spreca clamorosamente calciando fuori dopo aver tagliato in due la difesa vissina ed essersi presentato a tu per tu con Osso.

44′ st, Ruzzier alto da buona posizione.

45′ st, Vis in 9: espulso Brighi per doppia ammonizione.

48′ st, punizione bassa di Degano, sbroglia in qualche modo Osso facendo sfumare la ghiotta occasione per i rossoblu.

51′ st, diagonale di Amodeo, Osso respinge con i piedi.

               

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
gennaio: 2015
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031