You are currently browsing the monthly archive for novembre 2014.

Il giornalista Fulvio Fulvi, originario di San Severino Marche, laureato a Macerata, da anni operante a Milano,  appassionato di cinema, ha pubblicato un nuovo libro, dopo quello dedicato al regista civitanovese Stelvio Massi (al quale Radio Tre Rai lunedì 17 novembFULVI-MAURIZIO MERLI-ZOMre 2014 ha dedicato un ricordo a 10 anni dalla scomparsa, con intervista al figlio Danilo). Si tratta questa volta di un libro dedicato a  Maurizio Merli, “Il poliziotto ribelle” (nella foto), una biografia relativa al protagonista dell’epopea dei “poliziotteschi”. Il libro è stato presentato sabato nel corso di Bookcity, la nota ed articolata rassegna libraria autunnale milanese. Il libro sta avendo successo, a quanto pare, stando ai riscontri in libreria. Nel nuovo volume di Fulvi  si parla, ovviamente, anche del maestro civitanovese Stelvio Massi, regista che ha lavorato con Merli. La casa editrice del libro di Fulvi è Bloodbuster di Milano. Costo del libro 12 euro.

Annunci

feba-vittoriosa-n

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE “F”• XI^ GIORNATA

CIVITANOVESE – RECANATESE 2-0

CIVITANOVESE (4-2-3-1): Silvestri, Ficola, Mioni, Bensaja, Biagini, Cossu, Forgione, Massaccesi (13’ st Margarita), Amodeo (34’ st Mengali), Degano (43’ st Ruzzier), Pintori. A disposizione: Agresta, Morbiducci, Aquino, Tofani, Giovino, Terlino. All. Antonio Mecomonaco.

RECANATESE (4-4-1-1): Verdicchio, Candidi (18’ st Agostinelli Matteo), Brugiapaglia, Scartozzi (46’ Agostinelli Luca), Patrizi, Comotto, Di Iulio, Traini, Galli (25’ st Marolda), Gigli, Mosconi. A disposizione: Cartechini, Gleboki, Monachesi, Moriconi, Garcia, Latini. All. Daniele Amaolo.

ARBITRO: Simone Degli Esposti di Bologna (Pierluigi De Chirico – Sergio Binetti di Barletta).

RETI: 44’ st Pintori, 50’ st Margarita.

NOTE: espulso al 22’ st Traini per fallo da tergo su Degano. Ammoniti: al 14’ pt Candidi (gioco falloso), 10’ st Scartozzi (gioco falloso), 24’ st Degano (cnr), 28’ st Patrizi (gioco falloso), 36’ st Margarita (cnr). Corner: 3-2. Recupero 2’ + 6’. Spettatori 1000 circa.

CIVITANOVA MARCHE – La sestina si è fatta attendere, ma alla… fine è arrivata puntuale. La Civitanovese regola all’inglese una buona RecanatCIVIRANOVESE-RECANATESE- 16-11-2014-Esultanza Civitanovese, foto Benfattoese e accorcia sul vertice ora distante soltanto 3 lunghezze.

Quando ci si apprestava ad annoverare definitivamente il team leopardiano tra le bestie nere della Civitanovese (negli ultimi 2 precedenti interni soltanto due pareggi) e a commentare una prova sottotono della squadra di Mecomonaco, Pintori ha estratto il coniglio dal suo elegante cilindro.

L’esterno sardo, spesso braccato dall’agile pacchetto arretrato giallorosso, trova il modo di incendiare l’out mancino dopo aver scambiato con il neoentrato Mengali. Entrato in area è chirurgico nello scagliare con il destro un diagonale che si insacca dopo aver carambolato con la base del palo: 1-0 e Citanò in visibilio. In pieno overtime, a far sciogliere definitivamente nel classico brodo di giuggiole il buon pubblico accorso a gremire le scalee del “Polisportivo” ci ha pensato Margarita, al secondo centro consecutivo, il quale, pregevolmente lanciato da Mengali, anticipava il proprio avversario e beffava Verdicchio con un astuto tocco sporco.CIVITANOVESE-OGGI 65_n

Civitanova ha vinto, ma onore alla Recanatese, che si è dimostrata compagine quadrata ed organizzata, la quale ha pagato con gli interessi il “peccato originale” di Marolda, che ha dissipato clamorosamente una ghiottissima occasione.

In casa rossoblù, tra le note positive di una prestazione non proprio da ricordare – squadra poco incisiva, che non è riuscita a sfruttare al meglio la superiorità numerica per più di metà ripresa – vanno segnalate le performance di Massaccesi, che non fa rimpiangere lo squalificato Ferrini e di Mengali il quale, appena chiamato in causa dal tecnico di Pratola Peligna, ha risposto presente, firmando entrambi gli assist.

La cronaca

3’ pt, bravo Silvestri ad ipnotizzare in uscita Di Iulio.

4’ pt, Degano conquista una punizione dal limite – fallo di Di Iulio – che lo stesso ex Ancona si incarica di battere, chiamando Verdicchio al grande intervento in corner. Angolo che non sortirò effetti.

16’ pt, velleitario Traini dalla distanza.

38’ pt, Amodeo sradica una palla a centrocampo, apre sulla sinistra per Degano che viene contrato al momento della conclusione. Sfuma così una ghiotta occasione per i rossoblù.

19’ st, Traini carica il tiro, Scartozzi va a fare blocco sull’uscita di Silvestri, ma la difesa rossoblù riesce a sbrogliare.

21’ st, Bensaja pesca sulla sinistra Pintori il quale penetra in area, ma Verdicchio è sicuro in uscita abbrancando la sfera.

22’ st, rosso diretto per Traini reo di un fallo da dietro a centrocampo su Degano.

26’ st, clamoroso errore di Marolda in posizione dubbia, che spreca malamente da ghiottissima posizione calciando a lato.

44’ st, Pintori scambia con Mengali, infiamma l’out mancino e di destro fulmina in diagonale Verdicchio: palo-gol.

50’ st, Mengali lavora un gran pallone per Margarita il quale anticipa il proprio avversario e beffa Verdicchio con un abile tocco sporco.

 

 

CIVITANOVA MARCHE – La rifinitura di questo sabato mattina 15 novembre 2014 ha dato buone indicazioni al Mister della Civitanovese Antonio Mecomonaco, che ha esordito così in conferenza stampa:« Ovvio che il risultato finale di domani dipenderà da tanti fattori, ma noi cercheremo come sempre di fare la partita per vincere, perché stiamo davvero bene e centrare il sesto successo di fila è ampiamente nelle nostre possibilità – le sue prime parole – La Recanatese è squadra coriacea e vanta una tradizionMecomonaco pre-Recanatesee positiva nei confronti della Civitanovese: personalmente la ritengo una compagine molto valida, costruita per fare bene e dotata di ottimi elementi singoli e di un grande affiatamento di gruppo. I leopardiani possono inoltre vantare un tecnico, Daniele Amaolo, che oltre ad avere una grandissima esperienza e ad essere una garanzia per questa categoria, personalmente stimo tantissimo: i giallorossi si nascondono, ma a mio parere il loro non sarà affatto un campionato anonimo, e domani proveranno di certo a renderci difficile la vita».

Dall’esterno all’interno il Mister di origini teatine è passato poi ad analizzare la situazione in casa rossoblù:« Il massimo rispetto dell’avversario nulla toglie al nostro fermo proposito di centrare la piena posta in palio. Le assenze a cui dovrò sopperire (la squalifica di Ferrini, i tanti infortunati, ndr) non mi preoccupano tout court, ma solo in funzione del mantenimento del giusto equilibrio tattico, che nelle ultime uscite sembrava pienamente raggiunto, tanto nel gioco propositivo quanto nella fase di non-possesso: abbiamo una rosa che mi permette di affermare serenamente che chi scenderà in campo a posto degli indisponibili farà egregiamente il proprio dovere. Il grande lavoro dello staff tecnico e sanitario e lo spirito di abnegazione che costantemente i ragazzi mettono nell’allenamento e nel preparare le gare mi fanno dire che, anche se probabilmente sarà un derby ostico e da affrontare con la massima attenzione, lo spirito è quello giusto. Il gruppo sta bene – prosegue Mecomonaco – ripongo in ognuno dei miei giocatori la massima fiducia. A questo proposito, basta osservare la gara di domenica scorsa a Fano, quando i cambi operati nella ripresa hanno mutato volto all’incontro.

L’ingresso in campo di Margarita, ragazzo esemplare e giocatore che ritengo di un’altra categoria al netto del grave infortunio che ne ha condizionato la carriera, ne è dimostrazione lampante: al di là della gioia che noi tutti abbiamo provato nel vederlo ritrovare la via del gol dopo tanti sacrifici, posso di certo di dire che lo spogliatoio è sano, concentrato e motivato per onorare fino in fondo e con il cuore questa maglia e per affrontare al meglio tutti gli ostacoli che si frapporranno tra noi e la conquista dei nostri obiettivi».

La chiusura è per il pubblico, che in casa Civitanovese è con cognizione di causa spesso citato come famigerato dodicesimo uomo in campo: «A me e ai giocatori compete esclusivamente dare tutto il possibile sul rettangolo verde e non altrove per ottenere i risultati che questa piazza e questi tifosi meritano – le ultime parole del Mister – poi sono sicuro che continuando a vincere e a giocare bene come stiamo facendo, lo ripeto dall’inizio dell’anno, la gente tornerà a gremire lo stadio. E’ il nostro proposito dichiarato. E’ innegabile che sia per noi un enorme piacere vedere l’affetto dei nostri sostenitori e sentirli vicini: d’altra parte sappiamo con quanto impegno la Società stia cercando in ogni modo di coinvolgerli, attuando diverse iniziative in loro favore ed in favore della città stessa di Civitanova Marche, che non possono che riempirci di gioia e di speranza per il futuro. Proseguiamo così, in campo e anche fuori, armiamoci di fiducia: la strada è giusta, mirare in alto adesso si può».

Elenco convocati: Agresta, Amodeo, Aquino, Bensaja, Biagini, Cossu, Degano, Ficola, Foresi, Forgione, Giovino, Margarita, Massaccesi, Mengali, Mioni, Morbiducci, Pintori, Ruzzier, Silvestri, Terlino, Tofani.

 

CIVITANOVATeatro, danza e musica ce n’è per tutti i gusti nei quindici appuntamenti della ricca stagione dei Teatri di Civitanova promossa dal Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda Teatri di Civitanova e dall’AMAT e realizzata con il contributo di Regione Marche e Ministero de

QUANDO LA MOGLIE VA IN VACANZA

QUANDO LA MOGLIE E’ IN VACANZA CON MASSIMO GHINI ED ELENA SANTARELLI

i beni e delle attività culturali e del turismo. Una proposta che da dicembre a maggio vede dialogare in un sitema teatrale unico per la nostra regione il Teatro Rossini con tre commedie di grande riconoscibilità e popolarità, il Teatro Annibal Caro con tre spettacoli che prendono forma proprio nella città alta dove avranno luogo le residenze di allestimento e il Teatro Cecchetti “casa” di proposte che portano il segno della contemporaneità. Accanto a questa ricca proposta la città della danza rinnova il suo appuntamento con quest’arte così affascinante ospitando la diciottesima edizione della rassegna Civitanova Danza tutto l’anno.

Un trittico di comicità intelligente attende il pubblico al Teatro Rossini. Si inizia il 23 gennaio con Nuda proprietà, una festa alla forza e alla fragilità umana dal testo di Lidia Ravera portata in scena da Lella Costa e Paolo Calabresi

Il 19 marzo è la volta di Quando la moglie è in vacanza di George Axelrod: Massimo Ghini ed Elena Santarelli, diretti da Alessandro D’Alatri e con le musiche originali di Renato Zero, danno vita a una commedia sorprendente e dotata di uno sguardo fresco sulle relazioni tra uomini e donne.

Conclude la proposta del Teatro Rossini il 22 aprile Taxi a due piazze di Ray Cooney, la commedia più longeva della storia, nella versione italiana di Jaja Fiastri con Gianluca Guidi anche nella veste di regista, Giampiero Ingrassia e la partecipazione di Nini Salerno.

Residenze e debutti caratterizzano la proposta del Teatro Annibal Caro che prende il via il 27 e 28 febbraio con Fissòarmonikòs, uno “spettacolo teatrale circense musicale con note leggere e lacrime amare” come si legge nel sottotitolo, scritto, diretto e interpretato da Giorgio Felicetti con Valentina Bonafoni e con la partecipazione della Piccola Orchestra Armonikòs. Lo spettacolo è un grande affresco epico, storico, artigianale, esilarante e commovente, sullo strumento più popolare e totale, la fisarmonica.

IL 30 aprile dall’incontro tra il giornalista Francesco Zarzana e l’attrice Sonia Barbadoro, entrambi ex atleti e appassionati di sport, nasce l’idea di portare in scena Dodici minuti. Al centro della piéce una storia italiana dimenticata, una tragedia, quella di Brema 1966 della nazionale italiana di nuoto, e la cronaca di una passione, sfolgorante e assoluta.

Lavoro in fieri, costruito sul limite tra danza, teatro e performance liberamente ispirato alle Litanie Lauretane, Refugium peccatorum di Fabio Ciccalè mette in luce il 9 maggio il talento dell’artista civitanovese, “fra gli autori più interessanti affacciatisi sulla scena della danza contemporanea italiana” come lo ha definito la studiosa Donatella Bertozzi.

Al Teatro Cecchetti il pubblico è invitato a uno sguardo sul presente da punti di vista differenti. Il 1 febbraio Isabella Ragonese è in African Requiem un’Ilaria Alpi appena uccisa, che si desta come da un improvviso letargo e ripercorre la propria vicenda in un susseguirsi di saette di memoria. Scritto e diretto da Stefano Massini, lo spettacolo vede in scena anche Luisa Cattaneo e le musiche di Enrico Fink sono eseguite dal vivo da Luca Baldini, Massimo Ferri, Enrico Zoi.

Dopo essersi occupati, nel loro precedente spettacolo Lolita, di un tema scabroso come quello della pedofilia, i Babilonia Teatri – una delle più brillanti e rivoluzionarie realtà italiane del teatro di ricerca (Premio Ubu 2011) – affrontano in Jesus in scena il 19 febbraio un’altra materia enorme, delicatissima, difficilissima da inquadrare come quella del rapporto della nostra società con l’icona massima della cultura cristiana.

Il 13 maggio un appuntamento esclusivo con Dago red tour, un album, uscito pochi mesi fa, oggi un concerto, che vede insieme il cantautore Raiz e il chitarrista e produttore Fausto Mesolella per rileggere i classici della canzone napoletana, aprendoli alla contaminazione con l’estero, tra The Who, Gogol Bordello e Leonard

Cohen. Ad accompagnarli in questo viaggio Marco D’Amore, reduce dai successi internazionali di Gomorra – La Serie e del film Perez, con il compito di amalgamare le note di Raiz e Mesolella alla grande tradizione teatrale napoletana.

Sei appuntamenti compongono il cartellone di Civitanova Danza tutto l’anno, rassegna giunta alla diciottesima edizione. Si inizia il 22 dicembre al Teatro Rossini con un grande classico delle feste, Il lago dei cigni danzato da Bashkirian State Ballet Theatre, formazione composta da quaranta eccellenti danzatori.

Uno spettacolo di danza hip-hop e break per adulti e bambini su arie liriche classiche è Hopera… baby! di GDO dance company, uno spettacolo che con virtuosismi acrobatici, incredibili intrecci gestuali e inaspettate evoluzioni conduce lo spettatore in un viaggio onirico, poetico e coinvolgente nelle arie e melodie celebri del Bel Canto italiano ed europeo con le musiche di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel e Mozart.

Attrice e ballerina di irresistibile talento e di vivida comicità”, come afferma Leonetta Bentivoglio, Cristiana Morganti in scena il 7 marzo con Jessica and me unisce una furia d’amazzone mediterranea all’innocenza stupefatta di un clown. In questo suo nuovo spettacolo, la storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, giunta a un momento importante del suo percorso, si ferma a riflettere su se stessa, sul rapporto con il proprio corpo e con la danza.

Il 21 marzo la scena del Teatro Annibal Caro – al termine di una residenza di allestimento – è per Dei crinali, un progetto di Manfredi Perego, vincitore del Premio Equilibrio 2014 con Grafiche del Silenzio, realizzato in collaborazione con AMAT e Civitanova Danza per Civitanova Casa della Danza. Perego mostra una sapienza corporea filtrata dalla sua formazione sportiva (ha praticato calcio, judo, Tai Chi, capoeira) e solidificata nel tempo attraverso la contact improvisation, il floor-work e il lavoro degli ultimi quattro anni con Simona Bertozzi.

Un Gala tributo a Rudolf Nureyev, ta i più grandi ballerini di tutti i tempi, è proposto il 31 marzo al Teatro Rossini. La serata rievocare il grande mito della danza grazie all’esibizione di solisti e primi ballerini di molteplici compagnie di balletto internazionali, tra i quali Ivan Vasiliev, star di esplosivo virtuosismo.

Conclude la proposta di danza il 16 aprile al Teatro Annibal Caro Enter lady Macbeth di Simona Bucci, un lavoro liberamente ispirato a The Tragedy of Macbeth di William Shakespeare da cui vengono ripresi i personaggi di Lady Macbeth e delle streghe. Le figure femminili del celebre dramma inglese offrono lo spunto per un’indagine sulla condizione e la natura umana attarverso la danza raffinata di una delle coreografe italiane più interessanti.

Vendita biglietti e carnet dal 20 novembre presso la biglietteria del Teatro Rossini (0733 812936).

CIVITANOVA MARCHE – «Sono fiducioso: abbiamo tutte le carte in regola per centrare il sesto successo consecutivo»: ha esordito così senza tanti giri di parole il Direttore Sportivo rossoblù Daniele Muscariello (foto), più che mai convinto del valore della squadra costruita in estate con la supervisione attiva del Direttore Generale Giorgio Bresciani.MUSCARIELLO-14-11-2014-n

«Anche i ragazzi hanno ormai preso coscienza del ruolo che questa Civitanovese può recitare nell’arco del campionato: la partita di Fano ne è un chiaro esempio. Rimontare uno svantaggio ed operare un sorpasso non è mai facile, soprattutto fuori casa, eppure così è andata: i giocatori iniziano a crederci, le vittorie alimentano morale e convinzione. La storia del ritorno al gol di Margarita ha commosso un po’ tutti, ma la grande caratura di questo ragazzo, che conoscevamo perfettamente, sia sotto il profilo tecnico, che soprattutto umano, non ci ha di certo sorpreso. Daniel è un grande uomo-spogliatoio, dà il massimo nonostante ancora il suo impiego in campo non sia del tutto continuo, ma le speciali cure del nostro preparatissimo staff stanno dando un input fondamentale al suo recupero totale. Ci auguriamo che proprio dal “Mancini”, dove tutto poteva interrompersi, avvenga invece la sua rinascita. Nel gruppo c’è entusiasmo, ed è questo ciò che conta».

Un entusiasmo che il Direttore si augura possa venir corrisposto già da domenica prossima, quando le mura del Polisportivo ospiteranno la Recanatese di mister Amaolo e degli ex Galli e Comotto, per un altro derby dall’altissimo valore: «La Società si sta impegnando molto per ricostruire la fiducia con la città. Per la sfida di domenica sono state invitate alcune scuole a partecipare con i propri ragazzi, ed in più sono state proposte tariffe agevolate in tutti i settori per riportare allo stadio quanta più gente possibile, soprattutto le famiglie, che è nostro punto d’onore riuscire a coinvolgere, oltre ai nostri splendidi tifosi, che non mancano mai di farci sentire il loro supporto».

«Per quanto riguarda la sfida sul campo, come ho già detto, ogni gara va affrontata con le giuste attenzione e concentrazione, e con il massimo rispetto, ma credo che domenica possiamo fare nostro il bottino pieno – prosegue Muscariello – Certo la Recanatese ha ottimi elementi, ma come collettivo, qualità e organizzazione di gioco noi non siamo certo secondi a nessuno ed il nostro atteggiamento, da alcuni definito “spregiudicato”, si è fatto ora più accorto anche in fase di non possesso, dunque .. siamo ancora più forti!».

«Anche per quanto riguarda il mercato, perciò, aspetteremo il momento giusto per operare, sia nel campo “under” che in quello “over”, e sia chiaro saranno integrazioni per offrire più soluzioni ancora a Mister Mecomonaco, non di certo “sostituzioni” – ha concluso il DS di origini romane – siamo in uno stato di grazia: sperando in una concomitanza di risultati favorevoli circa gli impegni di Maceratese e Sambenedettese, opposte rispettivamente a Chieti e Vis Pesaro, potremo fare un altro passo avanti per avvicinarci ancora di più alla vetta».

 

Le ‘Tecnologie didattiche’ tra i temi protagonisti al Mondo dell’Infanzia 2014. Le nuove tecnologie protagoniste anche di un workshop per docenti

FERMOConto alla rovescia per l’edizione 2014 del Mondo dell’Infanzia, in programma sabato 15 e domenica 16 novembre al Fermo Forum (Contrada Girola, Fermo). Mai come quest’anno sono numerose le tematichFERMO-FORUM-1937-LGe analizzate ed i workshop dedicati al mondo degli insegnanti, degli educatori, e dei tanti professionisti che ogni giorno si trovano a seguire i più piccoli nel loro percorso formativo.

Con il termine “Tecnologie Didattiche” s’intende non solo lo studio dei mezzi che possono essere usati per la didattica, ma anche un corpus di teorie, di modelli, di metodologie, di sistemi e di strumenti per realizzare ambienti che facilitano l’apprendimento. Un tema quanto mai interessante che sarà approfondito dalla dottoressa Lucia Iacopini, pedagogista clinica, specializzata in psicopatologia dell’apprendimento, all’interno del convegno di presentazione del tema di questa edizione 2014 ‘La Curiosità’, in programma sabato pomeriggio al Fermo Forum. Un approfondimento voluto dalla Eugeni Tecnologie, che ha confermato il suo impegno anche per passare dalla teoria alla pratica. Al termine del convegno infatti, è previsto il workshop per docenti dal titolo “Riorganizzare gli spazi e gli strumenti per l’apprendimento”. Anche in questo caso a seguire il workshop sarà la dottoressa Lucia Iacopini, membro del consiglio direttivo dell’Associazione Italiana Dislessia fino al 2013, presidente del comitato tecnico scientifico per la legge regionale sui DSA, come esperta di didattica e Preside del Liceo scientifico paritario Leonardo Da Vinci Fermo.

Gli ambienti di apprendimento si arricchiscono di una nuova dimensione sociale, grazie all’uso del Web e chi apprende non è più isolato, ma ha la possibilità di diventare parte di una comunità di apprendimento costituita da altri studenti, ma anche dai suoi docenti, con cui condivide interessi, obiettivi e finalità. In questo contesto, lo studente può operare con strumenti diversi, personalizzare il suo ambiente di studio. Il digitale gioca un ruolo importante nella didattica inclusiva, perché utilizza strumenti che rendono l’apprendimento accessibile a tutti gli studenti, anche coloro che in una didattica tradizionale o frontale possono presentare difficoltà come gli studenti con BES o DSA. Grazie alle nuove tecnologie applicate alla didattica lo studente è in condizione di utilizzare linguaggi e ambienti di studio vicini alla propria esperienza quotidiana rendendo continua l’efficacia dell’esperienza di apprendimento, anche oltre l’aula di scuola.

PERTOSA-Civitanova

EDITORIA MARCHIGIANA IN CRESCENTE FERMENTO

Segnaliamo l’attiva operosità in terra marchigiana del giovane editore Domenico Capponi di OffidaCAPPONI EDITORE-DOMENICO-_n, che sta pubblicando parecchi volumi che valorizzano, in primis, il Piceno e poi sicuramente con il tempo anche varie realtà della nostra regione. Segnaliamo pertanto in questo numero di Millepaesi il volume relativo a Foce  ed al Lago di Pilato (euro 10). Questo libro è dedicato – spiega l’editore – ai visitatori occasionali o abituali di Foce, un luogo ricco di fascino e di bellezze inaspettate, situato all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, da cFOCE-PILATO-199x300ui si parte per raggiungere l’unico bacino naturale di origine glaciale delle Marche, il Lago di Pilato. Il libro conduce il lettore-visitatore ad una conoscenza ravvicinata di questa località, con l’auspicio che le vicende storiche  descritte, le tradizioni e i costumi propri di questo territorio ed i racconti leggendari tramandati nel tempo, possano costituire il bagaglio per mantenere vivo il ricordo.Il libro in questione è anche il mezzo per accompagnare chi legge, passo dopo passo, verso il lago di Pilato, lungo il percorso che si snoda fra panorami incantevoli, ambienti incontaminati e peculiarità zoologiche-botaniche, fino ad arrivare alla meta, dove la natura si fa testimone di un’epoca remota con un inquilino molto particolare che ha trovato qui il suo habitat esclusivo. Un altro bel volume  è quello relativo alle iscrizioni medievali nel territorio di Ascoli Piceno scritto da Antonio Salvi. A seguire la Ascoli Pontificia.CAPPONI EDITORE-ISCRIZIONI MEDIEVALI NEL TERRITORIO ASCOLANO-copertina-copia-201x300

ASCOLI-PONTIFICIA1-216x300

 

FEBA-ALERNO- DOME- 16 NOV-_n

FEBA.2014-2015-n

 Formazione 2014-2015 • Campionato nazionale A2 • da sinistra (in alto)

Ass.allenatore: Cardinali Giampiero

Piscina Silvia – Filippetti Licia – Delibasic Selma – Bocola Giorgia – Iamnucci Federica – Zaccari Ludovica – Romano Alice –

Vice Allenatore: Donatella Melappioni

Fisioterapista: Massimiliano Paoltroni

Da sinistra (in basso)

Marcia Gomes – Trobbiani Gioia – Bruscantini Chiara – VinciguerrA Carmen – Marinelli Eleonora – MAttucci Martina – Trobbiani Jessica – Giardini Alessia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
novembre: 2014
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Annunci