CIVITANOVA MARCHE – La rifinitura di questo sabato mattina 15 novembre 2014 ha dato buone indicazioni al Mister della Civitanovese Antonio Mecomonaco, che ha esordito così in conferenza stampa:« Ovvio che il risultato finale di domani dipenderà da tanti fattori, ma noi cercheremo come sempre di fare la partita per vincere, perché stiamo davvero bene e centrare il sesto successo di fila è ampiamente nelle nostre possibilità – le sue prime parole – La Recanatese è squadra coriacea e vanta una tradizionMecomonaco pre-Recanatesee positiva nei confronti della Civitanovese: personalmente la ritengo una compagine molto valida, costruita per fare bene e dotata di ottimi elementi singoli e di un grande affiatamento di gruppo. I leopardiani possono inoltre vantare un tecnico, Daniele Amaolo, che oltre ad avere una grandissima esperienza e ad essere una garanzia per questa categoria, personalmente stimo tantissimo: i giallorossi si nascondono, ma a mio parere il loro non sarà affatto un campionato anonimo, e domani proveranno di certo a renderci difficile la vita».

Dall’esterno all’interno il Mister di origini teatine è passato poi ad analizzare la situazione in casa rossoblù:« Il massimo rispetto dell’avversario nulla toglie al nostro fermo proposito di centrare la piena posta in palio. Le assenze a cui dovrò sopperire (la squalifica di Ferrini, i tanti infortunati, ndr) non mi preoccupano tout court, ma solo in funzione del mantenimento del giusto equilibrio tattico, che nelle ultime uscite sembrava pienamente raggiunto, tanto nel gioco propositivo quanto nella fase di non-possesso: abbiamo una rosa che mi permette di affermare serenamente che chi scenderà in campo a posto degli indisponibili farà egregiamente il proprio dovere. Il grande lavoro dello staff tecnico e sanitario e lo spirito di abnegazione che costantemente i ragazzi mettono nell’allenamento e nel preparare le gare mi fanno dire che, anche se probabilmente sarà un derby ostico e da affrontare con la massima attenzione, lo spirito è quello giusto. Il gruppo sta bene – prosegue Mecomonaco – ripongo in ognuno dei miei giocatori la massima fiducia. A questo proposito, basta osservare la gara di domenica scorsa a Fano, quando i cambi operati nella ripresa hanno mutato volto all’incontro.

L’ingresso in campo di Margarita, ragazzo esemplare e giocatore che ritengo di un’altra categoria al netto del grave infortunio che ne ha condizionato la carriera, ne è dimostrazione lampante: al di là della gioia che noi tutti abbiamo provato nel vederlo ritrovare la via del gol dopo tanti sacrifici, posso di certo di dire che lo spogliatoio è sano, concentrato e motivato per onorare fino in fondo e con il cuore questa maglia e per affrontare al meglio tutti gli ostacoli che si frapporranno tra noi e la conquista dei nostri obiettivi».

La chiusura è per il pubblico, che in casa Civitanovese è con cognizione di causa spesso citato come famigerato dodicesimo uomo in campo: «A me e ai giocatori compete esclusivamente dare tutto il possibile sul rettangolo verde e non altrove per ottenere i risultati che questa piazza e questi tifosi meritano – le ultime parole del Mister – poi sono sicuro che continuando a vincere e a giocare bene come stiamo facendo, lo ripeto dall’inizio dell’anno, la gente tornerà a gremire lo stadio. E’ il nostro proposito dichiarato. E’ innegabile che sia per noi un enorme piacere vedere l’affetto dei nostri sostenitori e sentirli vicini: d’altra parte sappiamo con quanto impegno la Società stia cercando in ogni modo di coinvolgerli, attuando diverse iniziative in loro favore ed in favore della città stessa di Civitanova Marche, che non possono che riempirci di gioia e di speranza per il futuro. Proseguiamo così, in campo e anche fuori, armiamoci di fiducia: la strada è giusta, mirare in alto adesso si può».

Elenco convocati: Agresta, Amodeo, Aquino, Bensaja, Biagini, Cossu, Degano, Ficola, Foresi, Forgione, Giovino, Margarita, Massaccesi, Mengali, Mioni, Morbiducci, Pintori, Ruzzier, Silvestri, Terlino, Tofani.

 

Annunci