You are currently browsing the daily archive for ottobre 14, 2014.

CIVITANOVA–Massimiliano Marinelli non è più l’allenatore del Real Citanò. Il tecnico civitanovese, per motivazioni personali, ha rassegnato le proprie dimissioni dalla guida mistermarinellidella squadra e ha preferito dedicarsi a tempo pieno all’esclusivo ruolo di dirigente, lasciando la panchina dei reali. La dirigenza del Real Citanò, preso atto del passo indietro del tecnico, si sta già muovendo per trovare un sostituto del mister, in vista della sfida di campionato di venerdì contro l’Europa Calcio. “Ringraziamo Massimiliano Marinelli per il lavoro svolto finora alla guida della squadra – fa sapere la società reale – siamo contenti che lui possa restare nei ranghi dirigenziali e gli auguriamo un grande in bocca al lupo per il nuovo ruolo che andrà a ricoprire”. A prendere la parola è anche il Direttore Sportivo Emanuele Trementozzi:”Contatteremo un paio di allenatori che riteniamo consoni al nostro progetto, speriamo vivamente di giungere ad una soluzione nel più breve tempo possibile”.

Annunci

Civitanova Marche – A due giorni di distanza, non si spegne la positiva eco derivante dalla convincente prova di domenica 12 ottobre 2014, che ha visto la Civitanovese imporsi con ben sei reti nella tana del Castelfidardo, il quale non veniva sconfitto a domicilio da quasi un anno.CIVITANOVESE-castelfidardoFinalmente, al bel gioco espresso dai rossoblu, ha fatto da meritato corredo il tanto agognato ritorno alla vittoria: peccato che per un “rientro” importante come quello di Morbiducci, reduce da un infortunio al crociato che lo ha tenuto lontano dai campi per ben settte mesi, sia purtroppo arrivata la tegola dello stop del “portierino” Agresta, che in uno scontro ha riportato la lussazione scomposta del mignolo destro, e dovrà “riposare” per circa un mese.

Mister Mecomonaco, che comunque nella conferenza post-partita ha dichiarato ai cronisti che c’è ancora da lavorare molto per limare quelle piccole imperfezioni individuali che in termini di gol subiti o non realizzati possono pesare molto nella lunga ottica di un campionato e che al passivo molto spesso pesano incredibilmente in termini di punti, ci teneva particolarmente a regalare una gioia.

A tutti i tifosi, che non hanno potuto personalmente assistere alla gara ma che, anche a distanza, non hanno mancato di far arrivare il proprio supporto, ma anche e soprattutto all’ambiente ed a tutti i dirigenti, che da mesi incessantemente lavorano per dare vita ad un progetto duraturo ed ambizioso.

Senza nulla togliere all’ennesima marcatura di bomber Amodeo, al settimo centro in sei gare e sempre più capocannoniere di girone, dalla regolarità sorprendente, ed alle doppiette di pregevole fattura realizzate dal “furetto” Pintori e da Degano, che ha finalmente ritrovato la via della rete inseguita con pertinacia ma senza affanni in questo primo scorcio di stagione, un goal, il quinto, ha raccolto l’apprezzamento unanime di tutti gli sportivi.

Al minuto 29’ della ripresa, infatti, il giovane classe 1995, Bensaja, italianissimo nonostante il cognome possa far supporre origini “esotiche”, ha preso palla a ridosso della sua area e saltando ben sei avversari, è andato a concludere la sua corsa trionfale gonfiando la rete del “tartassato” Aniadiegwu, tra gli applausi a scena aperta di tutti i presenti.

Bensaja, diciannovenne con una personalità e delle indubbie doti fuori dall’ordinario, già da tempo faceva ben parlare di sé, continuando domenica dopo domenica, ad offrire prestazioni ben oltre il classico “compitino”: più volte allenatore e compagni ne avevano tessuto le lodi pubblicamente, come ormai è costante la sua presenza fissa tra i migliori centrocampisti del girone, nella speciale classifica stilata dai giornali in base alle medie-voto assegnate dai cronisti.

Una sorpresa per qualcuno, dunque, ma non per tutti, soprattutto considerando il fatto che Nicholas appartiene alla categoria “under”, ma nessuno di certo fa caso alla sua carta d’identità quando si trova in mezzo al rettangolo verde ed opera e reagisce da veterano navigato. Di certo ben lo conoscevano Mister Mecomonaco e il Direttore Sportivo Muscariello, per la breve seppur intensa parentesi di Sulmona, che lo hanno fortemente voluto incontrando il suo pieno consenso, come ha avuto occasione di dichiarare nella giornata odierna.

«Sono contento di aver contribuito con la mia rete a questa vittoria, che reputo fondamentale per tutto il gruppo e che spero possa essere decisiva al fine di imprimere una svolta al nostro campionato – ha confessato il giovane centrocampista – Avevamo davanti un avversario molto ostico, come ugualmente “agguerrita” credo sarà l’Olympia Agnonese che viene a farci visita domenica e cha ha battuto nello scorso turno una grande squadra come il Fano.

Il nostro calendario, che ora sembra più agevole, è stato sin qui di una difficoltà maggiore se paragonato a quella di altre squadre, che in questo momento hanno più punti di noi, ma che secondo me non ci sono superiori in senso globale».

«Per quanto riguarda il gioco, infatti – ha proseguito Bensaja – avevamo già dato prove convincenti del nostro valore, mancava solo di fare bottino pieno per riprendere le giuste carica e motivazione, che spero ci porteranno ad un ruolo di protagonisti in questa stagione.

In mia opinione, cercando di limitare al massimo quelle piccole “sbavature” che troppo spesso ci sono capitate e sperando in un sostegno anche da parte della fortuna, che serve sempre ma fino ad ora non ci è stata molto amica, potremo davvero arrivare lontano e, soprattutto, divertirci e divertire il nostro pubblico, che ringrazio sempre per l’enorme affetto e calore che ci dimostrano».

Impossibile non tornare, seppur per un attimo, su quella splendida rete che ha emozionato un po’ tutti sugli spalti ed anche, a gioco fermo, telespettatori e sportivi da casa, i quali hanno scomodato paragoni importanti per una marcatura come rararamente se ne vedono in questa categoria: «Ho pensato sin da subito al gol – conclude il talentuoso classe ’95- sono partito già con quell’idea che cresceva di metro in metro mano a mano che arrivavo nell’area avversaria. Ringrazio dunque tutti coloro che mi hanno fatto i complimenti e soprattutto il mister, con il quale mi trovo benissimo anche a livello di modulo. Cercherò in futuro di mantenere sempre la fiducia e le aspettative che tutto l’ambiente ripone in me, e di cui non posso che essere grato».

 

CIVITANOVA–Dalle Marche alla Polinesia! Skipper partito felicemente per il giro del mondo in barca a vela: 5 anni in mare. Si tratta del sanseverinate Gianluca Pistoni, che ha sempre tenuto la sua barca al Club Vela di Civitanova. «E’ il mio sogno. Spaventato? No, emozionato, mi spaventa di più passare la vita in un ufficio». 
Per me questo è un sogno che si avvera: la mia famiglia quasi non voleva credere che io partissi veramente, ma invece sabato mattina sono salpato irrevocabilmente. Adesso eccomi in mare». Gianluca Pistoni ha avuto dunque il corPISTONI-GIAN LUCA-aggio di credere nel suo sogno, ci ha lavorato per otto anni e con la sua imbarcazione, “Zahir”, finalmente c’è riuscito: partire per il giro intorno al globo. Alcuni decenni fa era partito per un giro a vela sul pianeta la famigia Caglini di Fabriano. Dopo aver sentito e letto le avventure di altri che prima di lui hanno tentato l’impresa si è innamorato dell’idea e ha deciso di provarci: il suo è un viaggio che lo porterà lontano e che sulla carta durerà all’incirca cinque anni! Pistoni, quarantaduenne di San Severino, è uno skipper professionista, che va in barca a vela da quindici anni, con alle spalle già l’esperienza della traversata dell’Atlantico e il giro dei Caraibi.
 Questa prima tappa della sua “circumnavigazione” del globo, che affronta senza sponsor, ospitando persone in barca per mantenersi, è cominciata da Civitanova.

Con lui ci sono altre cinque persone a bordo: Italo Mattei di Ancona e Angelo Duro di Vasto che fungono da equipaggio, poi una ragazza di Milano e due ragazzi, uno ceco e l’altro cagliaritano, che sono i passeggeri. Questi ultimi scenderanno a Trapani, ma il viaggio proseguirà toccando le Baleari, Gibilterra e Gran Canaria, dove scenderanno Mattei e Duro, allorchè si imbarcheranno altre tre persone, tra cui il civitanovese Michele Merani: rotta Santa Lucia, nelle Piccole Antille. 
La traversata oceanica la Zahir la compirà insieme a 250 barche a vela, che partecipano alla regata amatoriale Atlantic Rally for Cruiser. «Noi non saremo iscritti alla gara – precisa Pistoni – ma certamente fare la traversata con altre imbarcazioni è più sicuro». L’arrivo è previsto a Santa Lucia intorno al 10 dicembre «poi mi fermerò lì fino all’inverno prossimo. Nei mesi di gennaio-febbraio 2016 ripartirò per affrontare il Pacifico con tappe previste alle Galapagos, Isole Marchesi e Polinesia. I primi tempi, quando parlavo di questo progetto, la mia famiglia mi prendeva per matto, poi anche mia madre, quando sabato mi ha visto partire, mi ha detto “vai vai”».
 La giornata tipo sulla Zahir – barca a vela di 15,80 metri costruita nel 2003 su progetto di Finot, dotata di pannelli solari, dissalatore, vele particolari, radar e mezzi di soccorso per traversate oceaniche – trascorre tra il controllo delle vele, delle rotte e del meteo, la preparazione dei pasti, l’organizzazione dei turni dell’equipaggio. «Spaventato? Direi invece piuttosto emozionato – conclude Pistoni – sarei più spaventato a dover passare la mia vita dentro un ufficio».

BLOGGER IN TOUR A CIVITANOVA MARCHE

CIVITANOVA–Hanno fatto tappa ieri a Civitanova Marche tre blogger, una ragazza finlandese e 2 italiane, che in questi giorni hanno girato la regione Marche, per prendere spunti e informazioni utili al loro lavoro nell’ambito del progetto “Marche in Blu”, volto alla promozione dei territori certificati dal vessillo ambientale delle acque.

Le blogger sono state accolte a Civitanova Alta dallo staff comunale, per una visita al borgo con i suoi bellissimi scorci e panorami, e accompagnate all’Ex Pretura e al Chiostro di San Francesco, nella CBLOGGER-TURISMO CIVITANOVA-fotohiesa di Sant’Agostino per la mostra Arte e Cibo e al Caffè “Cerolini”. Nel corso della giornata le ragazze hanno anche visitato il porto, la vongolara “Ippogrifo”, dove il proprietario ha spiegato le modalità della pesca in mare, hanno parlato con un vecchio pescatore che sistemava le reti, ed hanno visto i murales del progetto “Vedo a Colori” di Giulio Vesprini.

Le ragazze hanno più volte ribadito quanto sia bella Civitanova e hanno ringraziato l’assessore al Turismo Giulio Silenzi, il consigliere Comunale Lidia Iezzi e Mariarosa Berdini dell’Ufficio turistico per la loro disponibilità.

Nella foto l’ Assessore Silenzi, Maria Rosa Berdini ( a destra) e le blogger

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
ottobre: 2014
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Annunci