You are currently browsing the monthly archive for settembre 2014.

CIVITANOVA–La Biblioteca Zavatti sta avviando una serie di accordi con privati che hanno l’intenzione di donare materiale documetaristico su Sesto Bruscantini (nella foto). Si tratta del primo nucleo di una sezione che l’Istituto intende dedicare al baritono civitanovese e ciò grazie all’interessamento del suo presidente, l’arch. Marco Pipponzi, con il prezioso contributo del musicologo Andrea Foresi.SESTO BRUSCANTINI-LG

Una preziosissima donazione è stata effettuata dalla dottoressa Ute Hampp, che vive a Illertissen, vicino Ulm. Si tratta di un capiente hard disk contenente video operistici di Bruscantini, provenienti da registrazioni private ed edizioni rare, a tutt’oggi fuori commercio, nonché diversi cofanetti di dischi Long Playng incisi dal baritono civitanovese in varie parti del mondo.

Come sia arrivata la dottoressa Hampp fino a Civitanova è presto detto.

Coltiva sin dalla tenera età una passione incontenibile per l’opera lirica, passione che ha trovato una sua profonda conferma il giorno in cui sua madre, all’età di diciassette anni, le regalò un abbonamento per assistere alle rappresentazioni presso il Teatro Cittadino di Ulm.

Trascorsi gli anni della formazione universitaria, la Dottoressa Hampp continuò così ad approfondire la propria conoscenza in campo operistico, spostandosi instancabilmente da una capitale europea all’altra e divenendo nel tempo una fine estimatrice non solo del repertorio lirico (anche il più originale e di rara esecuzione), ma anche degli interpreti vocali, con particolare attenzione per il registro basso-baritonale. Tutto questo fino al giorno in cui, per puro caso, ebbe occasione di guardare una registrazione de L’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti alla televisione tedesca, in cui il protagonista era Sesto Bruscantini (allora relativamente popolare in Germania): fu come un “fulmine a ciel sereno”, una vera e propria “epifania interpretativa”, data dalla magnifica sintesi di splendida eleganza vocale e di presenza scenica affascinante; dalla purezza della dizione e dalla stupenda agilità vocale abbinate ad un fraseggio intelligente; dalla bellezza e dall’armonia della linea musicale nella sua interezza; dalla capacità di questo artista di spaziare dal repertorio comico a quello drammatico con la più elegante disinvoltura. Da quel momento, la Hampp decise di intraprendere una personale ricerca che, a partire da un’intensissima attività di documentazione discografica e video (a tutt’oggi ininterrotta), fino ad approdare al libro Una vita per l’Opera. Conversazioni con Sesto Bruscantini, scritto proprio da Andrea Foresi (1997), le avrebbero consentito di giungere direttamente a Civitanova Marche, per testimoniare in prima persona non solo la profonda ammirazione per il nostro insuperato interprete e concittadino, ma anche lo sbocciare di una sincera e contraccambiata amicizia con la nostra città che la conduce a soggiornarvi in diversi periodi dell’anno.

Mi ha colpito durante l’incontro con la dottoressa Hampp, riferisce Pipponzi, la sua ampia conoscenza del panorama lirico mondiale e dei suoi interpreti, tra i quali Bruscantini risulta essere, secondo la stessa Hampp, la più elegante e geniale voce baritonale che la storia ci ha consegnato.

E’ attesa un’altra importante donazione, per la quale è stata avviata la procedura, proveniente dalla casa in cui è vissuto l’artista civitanovese, oggi di proprietà della famiglia Testa”.

L’importante donazione della dottoressa Hampp costituirà il primo nucleo della sezione dedicata al baritono civitanovese nella biblioteca cittadina.

                CIVITANOVESE – MACERATESE 1-2

CIVITANOVESE: Agresta, Ficola, Mioni, Bensaja, Aquino, Cossu, Margarita (1’ st Della Penna), Ferrini (6’ st Forgione), Amodeo, Degano (38’ st Mengali), Pintori. A disposizione: Silvestri, Terlino, Giovino, Vignieri, Ruzzier, Gialloreto. All. Antonio Mecomonaco.

MACERATESE: Fatone, Cordova, D’Alessio, Croce (38’ st Perfetti), Garaffoni, Marini, De Grazia, Romano, D’Antoni (28’ st Capparuccia), Ferri Marini, Kouko (34’ st Bartolini). A disposizione: Moscatelli, Cervigni, Lari, Grassi, Tortelli, Belkaid. All. Giuseppe Magi.

ARBITRO: Sig. Andrea Zingarelli della sezione di Siena (Alessio Scacchi – Civitanovese-MACERATESE-1-2 DOM-21-9-2014-jpgNicola Mariottini della sezione di Arezzo).

RETI: 8’ pt rigore Amodeo, 26’ pt rigore D’Antoni, 30’ pt Croce.

NOTE: spettatori 2.400 (paganti 2.290). Espulso al 19’ st Ficola per doppia ammonizione (entrambe le sanzioni per gioco falloso). Ammoniti: Cordova (gioco falloso), Marini (proteste), Romano (gioco falloso), Cossu (gioco falloso), Croce (cnr). Corner 9-3; recupero 3’+4’.

CIVITANOVA MARCHE – 49’ secondo tempo. Sorretta dal proprio immenso pubblico la Civitanovese è in forcing alla ricerca del 2-2. Della Penna da fuori tenta la conclusione al volo. E’ l’ultima occasione per i rossoblù. L’estremo ospite Fatone si accartoccia sul pallone e salva il risultato. Vince la Maceratese.

La Civitanovese aveva affrontato il derby subito in maniera impeccabile. Grande ritmo, azione di gioco saldamente in mano e fulmineo vantaggio. Capitan Amodeo si incuneava in area, Cordova lo atterrava e Zingarelli era risoluto nell’assegnare la massima punizione che il bomber trasformava impeccabilmente: cuoio da una parte, portiere dall’altra. Peccato però che il brio è durato soltanto mezz’ora. Cossu utilizzava le maniere forti su Romano entrato in area e il direttore senese optava per il rigore: dal dischetto D’Antoni era glaciale nel fissare l’1-1. Mentre al 20’ Agresta si era rivelato provvidenziale su una punizione di Croce, lo stesso non si è potuto dire in occasione del gol vittoria degli ospiti, firmato dallo stesso centrocampista toscano. Nonostante fosse sulla traiettoria, l’estremo rossoblù si è fatto scappare una punizione centrale dalla distanza senza tante pretese. La Civitanovese accusava un po’ il colpo e la Maceratese, arroccandosi con l’ingresso di Capparuccia per D’Antoni nonostante la superiorità numerica (espulso al 19’ st Ficola per doppia ammonizione), metteva così in ghiacciaia il risultato.

Questa la cronaca della partita

7’ pt, Amodeo si incunea in area, Cordova lo atterra e Zingarelli assegna il rigore.

8’ pt, Amodeo insacca la massima punizione spiazzando Fatone e portando in vantaggio la Civitanovese.

20’ pt, prodigioso Agresta a salvare in tuffo a mano aperta su una velenosa punizione di Croce.

25’ pt, Cossu utilizza le maniere forti su Romano penetrato in area e per il direttore di gara è rigore.

26’ pt, dal dischetto D’Antoni è glaciale nel trasformare il pareggio biancorosso.

28’ pt, Amodeo si lancia in rete, Fatone in uscita al limite dell’area si scontra con Garaffoni e viene a contatto con il capitano rossoblu che insacca, ma l’arbitro sanziona l’attaccante per gioco falloso.

30’ pt, punizione centrale dalla distanza di Croce senza molte pretese, Agresta, nonostante fosse sulla traiettoria, si fa trovare impreparato e la sfera termina la propria corsa in rete. Vantaggio ospite.

40’ pt, Kouko da posizione invitante trova l’esterno della rete.

48’ pt, Pintori pesca in area l’accorrente Degano che conclude troppo debolmente: Fatone blocca facilmente a terra.

3’ st, azione personale di Pintori sulla destra che, dal limite, sferra a lato un diagonale.

11’ st, corner di Degano sul secondo palo per Aquino che centra la traversa.

19’ st, espulso Ficola per doppia ammonizione (gioco falloso + gioco falloso).

40’ st, botta di Mioni sugli sviluppi di una punizione di Pintori ribattuta dalla barriera.

49’ st, tiro al volo da fuori di Della Penna, Fatone si accartoccia e salva il risultato.

        

CIVITANOVA MARCHE – Il derby è nell’aria. E’ bastato oggi fare un giro per le strade, in prossimità ed anche oltre lo Stadio, per rendersene conto.

Striscioni, cartelli, bandiere: la Civitanova rossoblu è pronta, come dimostra anche la massiccia affluenza dei tifosi ai vari punti di prevendita – tagliandi per l’attesissima sfida di domani contro la Maceratese (in occasione della quale, si ricorda ancora una volta, tutti i botteghini rimarranno chiusi).Mecomonaco pre-derby

Anche mister Mecomonaco, atteso dai cronisti in conferenza stampa per il tradizionale appuntamento che precede ogni incontro, è apparso pronto:

« Sogno di dare una grande gioia a questo pubblico di Civitanova – le sue prime parole – che nelle prime due gare e soprattutto in questi ultimi giorni ci ha dimostrato un calore ed un attaccamento fuori dal comune. Inutile nascondersi, io e tutti i ragazzi teniamo in maniera particolare a ripagare questo grandissimo affetto da cui su ogni fronte siamo stati “investiti”, stringendo ancora di più il magnifico rapporto che già sembra essersi creato tra tifosi, squadra, città e società. Il mio obiettivo è dunque vincere e convincere, facendo magari una grande prestazione: sotto il punto di vista dell’impegno so che i miei ragazzi come sempre daranno fino all’ultimo secondo il loro massimo per portare a casa l’intera posta. Sarà l’atteggiamento mentale, secondo me, a fare la differenza: essendo un derby può succedere di tutto, ed a volte sono i singoli episodi a decidere gare come queste, ma la determinazione e la serenità che in settimana si è cercato di trasmettere loro sono condizioni imprescindibili per affrontare un’attesa del genere nel migliore dei modi».

Nella lista dei convocati pre-derby (Agresta, Amodeo, Aquino, Bensaja, Cossu, Degano, Della Penna, Ferrini, Ficola, Forgione, Gialloreto, Giovino, Margarita, Massaccesi, Mengali, Mioni, Morbiducci, Pintori, Ruzzieri, Silvestri, Terlino, Vignieri), una gradita sorpresa, il ritorno a disposizione di Morbiducci, che, da civitanovese doc, non può che “sentire” in maniera particolare l’impegno alle porte: il suo pieno recupero sarà graduale, ma finalmente “il capitano” sembra aver messo alle spalle l’importante infortunio occorsogli nella scorsa stagione. «I ragazzi stanno tutti bene, abbiamo preparato l’appuntamento meticolosamente, come al solito sarà la notte che viene a darmi le ultime indicazioni: di certo l’assetto abituale non verrà smantellato, noi proveremo ad esprimere il nostro consueto gioco. A chi mi dice – prosegue il Mister – che i nostri avversari sono favoriti, posso solo rispondere che i derby sono partite a sé, in cui la classifica non conta, nei quali, molto più che i programmi, è la singola giocata a essere spesso determinate. Conosco pregi e punti deboli della Maceratese, l’ho già vista giocare: il loro 4-3-3 sui generis dà il meglio nelle ripartenze e più che fare la partita punta molto sull’errore altrui. Sono sicuro che magari non ci saranno tantissime occasioni da gol, ma gli spunti interessanti non mancheranno».

«Noi tutti vorremmo onorare questo appuntamento nel migliore dei modi: viverlo da dentro dà emozioni fortissime, attendiamo questa sfida con il giusto equilibrio, senza avvertirne negativamente la tensione. L’entusiasmo non ci manca: più di ogni altra cosa sono sicuro che vincere ci darebbe una molla ed uno stimolo in più per continuare ad impegnarci e a lavorare bene, come dal primo giorno ognuno di noi qui sta facendo – conclude Mecomonaco a ventiquattr’ore dal big match – ma ancor più di questo, ciò che conta per me è ripagare questa piazza straordinaria con uno spettacolo pari all’attaccamento che ogni giorno i tifosi ci stanno dimostrando».

Che derby sia, allora: non una partita, ma La Partita, si suole dire.

La Civitanovese ancora una volta è pronta ad appassionare il suo pubblico.

                               

CIVITANOVA MARCHE–Per il derby di Domenica 21

settembre 2014, in programma alle ore 15.00 tra la

CIVITANOVESE e la MACERATESE,

la prevendita dei biglietti sarà effettuata con le seguenti disposizioni e modalità (nella foto Millepesi Capitan Amodeo ed il DS Muscariello):

GIORNI E ORARI

Giovedì 18 – Venerdì 19 – Sabato 20 fino alle ore 19.00

PUNTI PREVENDITA:

SEDE SEGRETERIA – Presso Stadio Comunale “Polivalente” Corso Garibaldi 314

Orario Giovedì-Venerdì e Sabato dalle Ore 10,00-12,30 e dalle 15,30 alle 19,00

BAR FONTANA  • Via Martiri di Belfiore 15 – Civitanova Marche Tel. 0733.816498

BAR DEI PINI “MARIO’ ”  • Via Lazio 1 – Civitanova MAMODEO-MUSCARIELLO- FOTO©MILLEPAESI-3527-LGarche Tel. 0733.812507

BOCCIOFILA FONTESPINA • Via James Cook – Civitanova Marche Tel. 0733.709167

AGENZIA SNAI (Cinema Rossini) – Via Buozzi – Civitanova Marche Tel. 0733.778894

BAR NANA’  • Via Vittorio Veneto – Civitanova Marche 251

I botteghini dello stadio nella giornata di domenica resteranno CHIUSI.

Resterà aperto, solo ed esclusivamente, fino alle ore 15:15, il BOTTEGHINO “ACCREDITI”.

L’ingresso riservato alla “GRADINATA” sarà unico e sarà solo quello centrale.

                          

CIVITANOVA MARCHE – Un mercoledì, come si suol dire, “da leoni”, per il sodalizio di Corso Garibaldi. L’intenso pomeriggio in casa rossoblu è iniziato infatti alle ore 15:00, quando, presso il Cinema Cecchetti, l’intero Settore giovanile si è riunito intorno a Roberto Cevoli, ex giocatore di Serie A (Torino, Reggiana, Cesena e Modena, tra le altre, le casacche vestite in carriera), invitato dai Responsabili Leandro Vessella e Paolo Squadroni a parlare sull’interessantissimo tema “Talento nel carattere”.

Un’ora trascorsa a parlare di calcio, ma non solo: a discutere soprattutto di quei necessari valori che attraverso lo sport possono e debbono essere trasmessi.

bomber AmodeoQuei valori che faranno dei bambini di oggi i futuri uomini di domani.

Un’iniziativa, questa, che ben si inserisce nell’ottica costruttiva fortemente voluta dal nuovo corso della Società, che si ripropone fermamente di periodicizzare incontri di questo tipo, volti ad un’attenzione globale al mondo dei ragazzi, ai loro sogni ed obiettivi, alle loro fragilità ed esigenze.

Proprio per questo, gli interventi di tutti i partecipanti al convegno hanno avuto il medesimo filo conduttore: è la passione a dover guidare il cammino di ogni atleta ed in generale di ogni individuo.

Impegno, sacrificio, cura dei dettagli, professionalità e costanza sono importanti al pari di spiccate doti tecniche, tattiche e fisiche: il calcio è un gioco, ma in realtà può essere visto come una splendida metafora di vita.

Come ricordato anche nelle apprezzatissime parole della Dott.ssa Eva Del Monte, parte integrante dello Staff del Settore Giovanile della Civitanovese, il talento sportivo da solo non basta: ciò che fa la differenza nella formazione di una personalità è la capacità di divertirsi nella fatica, accettando e rispettando le regole.

Parole che Roberto Cevoli ha interiorizzato nei lunghi ed intensi anni di professionismo, quando venendo in contatto con compagni ed allenatori di grande lustro, ha forgiato quella mentalità che per tanti anni ne ha accompagnato il cammino, in campo prima, come tecnico dopo: le sue risposte ai numerosi interventi dal pubblico, hanno restituito all’intera platea l’esatta fisionomia di un “ragazzo speciale”, la cui lunga carriera ha dato nei fatti ragione a chi, citando Mandela, come lui ha creduto in un sogno e non si è mai arreso.

* * *

Il pomeriggio in casa rossoblu è poi proseguito direttamente in sede, dove, nella tradizionale conferenza del mercoledì, è toccato a capitan Amodeo (nella foto) incontrare la stampa alla vigilia del derby con la Maceratese.

Un appuntamento al quale il bomber si è sottoposto ben volentieri, rispondendo di buon grado e con la consueta disponibilità alle tante curiosità espresse dai cronisti presenti: « La Società sta facendo tutto quello che ha promesso: tutti gli impegni che erano stati presi sono stati ad oggi rispettati. Avere alle spalle questo tipo di solidità garantisce tranquillità: dal pari, noi dobbiamo fare il nostro dovere in campo. Questa è per noi una settimana particolare, perché sappiamo che domenica non sarà una partita “normale”: i derby hanno una storia a sé, vincerli non è come vincere un’altra partita. Sicuramente la squadra sta lavorando e darà quel qualcosa in più, come è normale che sia:in città ognuno di noi sente già il fermento. Civitanova Marche è una piazza importante, e fine “intenditrice” di calcio: dico questo in virtù della grande mentalità che i tifosi hanno espresso domenica. Al termine di una gara in cui purtroppo non siamo riusciti a portare “a casa” i tre punti, non c’è stata nessuna contestazione, ma anzi il pubblico ha capito che da parte nostra l’impegno era stato massimo,e ci anzi applaudito, comprendendo in pieno la situazione».

«Questa squadra – ha proseguito il bomber ex Piacenza (altezza un metro e 92) – come sin dal primo giorno ha sempre fatto, esce dal campo dando tutto e proprio per questo sono convinto che potrà raggiungere qualcosa di importante: i mezzi ci sono tutti, pochi gruppi in questa categoria hanno un organico del nostro rilievo. Nella scelta e composizione della rosa si è usata la massima cura, ed era fisiologico ci volesse del tempo per conoscersi e trovare la giusta condizione ed i meccanismi di reparto. Noi per primi dobbiamo essere consapevoli del nostro valore e cercare di sfruttarlo al massimo».

«Per quanto riguarda i nostri avversari, noi tutti conosciamo la loro grande qualità nelle ripartenze, così come sappiamo che il loro reparto offensivo, come il nostro, è un grande punto di forza, con elementi dotati non solo di velocità, ma anche grandi qualità a livello tecnico. Il campionato è appena iniziato, domenica potrebbe uscire qualsiasi risultato, tra due squadre così ambiziose: ciò che secondo me è importante è fare una grande prestazione, fattore questo che darebbe sia alla squadra che ai nostri splendidi tifosi una ulteriore iniezione di fiducia, per proseguire al meglio il nostro lavoro. Domenica sono sicuro che lo stadio sarà pieno e giocare in casa con un clima così riempie me e i miei compagni di motivazione ed orgoglio – conclude il bomber – faremo tutto quanto in nostro potere per dare al pubblico una grande gioia da vivere tutti insieme».

 

PESARO–Nella mattinata odierna, poco dopo il sorgere del sole, il personale della Guardia Costiera di Pesaro, a bordo della Motovedetta CP 2086 in attività di pattugliamento costiero, ha avvistato un gruppo di otto delfini, che nuotavano a circa sette miglia marine dalla città, seguendo la rotta di una unità navale in attività di piccola pesca. DELFINI-foto 3

Successivamente i Militari della Capitaneria di Porto, nello svolgimento di attività di polizia marittima, hanno proceduto al sequestro di alcuni attrezzi da pesca non conformi alle vigenti normative ed alla contestazione di un illecito al Comandante di un peschereccio per irregolare assunzione di personale a bordDELFINI-foto 2o.

Mentre la scorsa settimana era stato sanzionato un altro motopeschereccio che, in violazione delle norme che stabiliscono l’arresto temporaneo obbligatorio delle attività di pesca, stava operando illecitamente nelle acque del Compartimento Marittimo di Pesaro. Oltre al sequestro dell’attrezzo da pesca e del prodotto pescato, allo stesso è stata comminata una sanzione amministrativa di 4000 euro.

Si ricorda infine il Numero BLU di emergenza 1530 per segnalare ogni situazione di pericolo in mare.

CIVITANOVA–Anche per gli appassionati d’arte suona la campanella. Riprendono, infatti, il 7 ottobre 2014 le lezioni organizzate dall’associazione “Arte” fondata da Anna Donati, organizzate in collaborazione con l’Amministrazione comunale, ogni martedì nella sala consiliare del Comune. L’iniziativa, che è ad ingresso gratuito, registra ogni anno centinaia di iscritti.

Ricchissima la rosa degli incontri tenuti da massimi esperti locali, tra cui il professor Stefano Papetti, l’attore Giorgio Felicetti, il dottor Paolo Staffolani, l’architetto Roberto Giannoni, dottor Paolo Fioravanti, professor Anton Giulio Mancino, l’architetto Luciano Mei, il Maestro Lorenzo Di Bella, Luigino Quarchioni di Legambiente, professor Roberto Cresti.

Oltre alle relazioni in aula, si organizzano anche visite guidate in pullman ad Arezzo, Urbino, Siena, Perugia, Bologna.

Questo il programma completo della rassegna: 7 ottobre – Stefano Papetti “Piero Della Francesca: la sintesi prospettica fra forma e colore”; 14 ottobre – Stefano Papetti: “La storia della Vera Croce e la corte urbinate”; 21 ottobre – Stefano Papetti – “La storia della Vera Croce e la corte urbinate”; 28 ottobre – Giorgio Felicetti: Il teatro e la narrazione”; 4 novembre – Giorgio Felicetti – “Il linguaggio della narrazione teatrale: la lingua parlata”; 11 novembre – Paolo Staffolani “Ragionevole utilizzo degli antibiotici”; 18 novembre – Paolo Staffolani – “Ragionevole utilizzo degli antibiotici”; 25 novembre – Roberto Giannoni – “Chiese scomparse nel territorio di Civitanova Marche”; 2 dicembre – Paolo Fioravanti “La medicina al tempo dei faraoni”; 9 dicembre – professor Anton Giulio Mancino – “Cattiva maestra la televisione?”; 16 dicembre – Anton Giulio Mancino – “(Dis) informare sul piccolo schermo”; 20 gennaio – architetto Luciano Mei – “Architettura dell’entusiasmo degli anni 50 (frammenti nella nostra città)”; 27 gennaio – Luciano Mei – “Architettura dell’entusiasmo negli anni 50 (frammenti nella nostra città)”; 3 febbraio – M° Lorenzo Di Bella – “Il fenomeno musicale”; 10 febbraio – Luigino Quarchioni – “Ambiente: nutrire il pianeta”; 17 febbraio – Luigino Quarchioni – “Ambiente: Green economy”; 24 febbraio – Roberto Cresti – “Diego Martelli e l’avventura anarchica dei Macchiaioli”; 3 marzo – Stefano Papetti – “L’eredità di Piero. Antonello da Messina e Giovanni Bellini”; 10 marzo – Roberto Cresti – “Ardengo Soffici fra Ottocento e Novecento”; 17 marzo – Stefano Papetti – “Andrea Mantegna e la cultura antiquaria”; 24 marzo – Roberto Cresti – “Anselmo Bucci e le Marche”; 31 marzo – Stefano Papetti – “Carlo Crivelli e il Rinascimento”; 14 aprile – Roberto Cresti – “Arnoldo Ciarrocchi e Orfeo Tamburi fra le Marche e Roma”; 21 aprile – Stefano Papetti – “Pittori del Rinascimento fra le due coste adriatiche”; 28 aprile – Roberto Cresti – “Mario Giacomelli: la fotografia come vita”; 5 maggio – Stefano Papetti – “La pittura nelle corti marchigiane del Rinascimento”.

Ingresso libero, ore 18. martedì dell'arte

MILLEPAESI FLASH SUL LUNGOMARE SUD PIERMANNI DOMENICA 14 SETTEMBRE 2014

TUNING STYLE ROSSO-FOTO MILLEPAESI-3488-LG

 

 

MAGGIOLINO 53-FOTO©MILLEPAESI-3415-LG

 

 

TUNING-VERDE-FOTO©MILLEPAESI-3495-LG

PORTO -FOTO©MILLEPAESI-DOM-14-9-2014-3485-LG

 

 

 

PUNTA DEL MOLO-CONERO-FOTO MILLEPAESI-3468

VIS PESARO – CIVITANOVESE: 2-2

VIS PESARO: Francolini, Fabbri (1’st Evacuo), Dominici Giovanni, Rossoni (33’st Pensalfine), Brighi, Pangrazi, Torelli, Granaiola, Zanigni (1’st Dominici Eugenio), De Iulis, Bugaro. (A disposizione Stefanelli, Mei, Vagnini, Rossi, Filippucci, Vita). Allenatore: Ferruccio Bonvini.

CIVITANOVESE: Agresta, Ficola, Cibocchi (24’st Terlino), Bensaja, Gialloreto, Cossu, Ruzzier (28’ Margarita), Della Penna (13’ st Ferrini), Amodeo, Degano, Pintori. (A disposizione: Silvestri, Vignieri, Aquino, Forgione, Biagini, Mengali). Allenatore: Antonio Mecomonaco.

ARBITRO: Alessandro Capovilla di Verona.

RETI: 26’ De Iulis (V);1’st Amodeo, 16’st Bugaro, 43’st Terlino.

NOTE: corner 4-7; ammoniti Fabbri, De Iulis e Giovanni Dominici (V), Ficola, Degano e Bensaja (C)espulso Francolini per fallo da ultimo uomo al 49’st ; recupero 1’+ 5’.

PESARO–Una partita sotto i riflettori degli osservatori e degli sportivi ha garntito spettacolo, emozioni e punti soprattutto per la Civitanovese che giocava in trasferta. La Civitanovese che era partita con la prima vittoria in casa domenica scorsa ha guadagnato un soddisfacente pareggio, dimostrando di esserci sul campo, soprattutto perchè ha saputo riagguantare il risultato dopo lo svantaggio, segno che la squadra di Mecomonaco c’è, con un crescendo di brio.CIVITANOVESE-PESARO-start

QUESTI I PRINCIPALI SPUNTI DI CRONACA

PRIMA FRAZIONE DI GIOCO

4’: buona partenza da parte della Vis Pesaro, con De Iulis che prima si rende pericoloso, poi protesta per un presunto atterramento in area.

9’: di poco fuori la rasoiata susseguente da corner di Degano.

14′: Pericoloso l’inserimento in area di Ruzzier su apertura di Degano, anche se l’azione si conclude per gli ospiti con un nulla di fatto.

16’: punizione dai 25 metri per la Vis, da posizione tutto sommato centrale. Al tiro va Bugaro, ma spara alto.

21’: ghiotta occasione per bomber Amodeo, il cui colpo di testa dopo il corner di Degano esce di un soffio.

26’: il vantaggio della Vis Pesaro porta la firma di De Iulis, che – entrato in area e saltati due difensori – lascia partire un gran sinistro all’incrocio dei pali, sul quale nulla può Agresta.

28’ chiusura provvidenziale di Fabbri, che proprio all’ultimo anticipa capitan Amodeo.

35′: Civitanovese in avanti, alla ricerca del pari. Scattato sul filo del fuorigioco, Amodeo entra in area, servito da Degano, ma il suo diagonale da ottima posizione si perde sull’esterno della rete.

40’: colpo di testa di Bugaro a lato, con ottimo cross dalla destra di Torelli.

42’: non si perfeziona l’intesa offensiva Pintori-Degano, che per il resto guidano un’ottima ripartenza rossoblu.

46’: punizione di Degano, la palla impatta sul palo, con Francolini che si salva e blocca la sfera, sul conseguente tap-in ravvicinato di Amodeo. Squadre negli spogliatoi con i rossiniani in vantaggio.

SECONDA FRAZIONE (RIPRESA)

1’ st: Al rientro dagli spogliatoi, doppio cambio per la Vis: Evacuo ed Eugenio Dominici rilevano rispettivamente Fabbri, già ammonito, e Zanigni. Subito il pari della Civitanovese: cross sulla destra di Degano servito da Ruzzier, perentorio il colpo di testa di Amodeo a scavalcare il portiere sul secondo palo per l’1-1.

8’st: serpentina e tiro insidioso di Pintori, si allunga Francolini.

13’ st: Ferrini rileva Della Penna nelle fila rossoblu.

16’ st: Bugaro porta nuovamente in vantaggio la Vis Pesaro, approfittando di un’ingenuità difensiva della Civitanovese, con la palla che sfugge dalle mani di Agresta disturbato da Cossu al momento della presa.

22’st: punizione di Cibocchi dalla destra, Francolini blocca. Pochi minuti più tardi, Terlino rileva lo stesso Cibocchi.

29’st: pericolosissima conclusione di Terlino, Margarita all’esordio stagionale entra al posto di Ruzzier.

32’st: vibrante traversa di Ferrini, con la fortuna che non arride ai rossoblu: la palla termina la corsa sulla schiena del portiere.

33’st: Pensalfine fa il suo ingresso in campo al posto di Rossoni, mentre Margarita solo davanti a Francolini non sfrutta a dovere un pallone al bacio di Pintori.

43’st: rigore per la Civitanovese, dal dischetto Amodeo si fa ipnotizzare da Francolini, ma Terlino anticipa tutti e ribadisce in rete il nuovo pari.

44’st: Evacuo costringe al corner Agresta, con una conclusione pericolosissima. Sul rovesciamento di fronte Margarita ancora una volta non riesce ad essere incisivo sotto rete.

46’st: tambureggiante finale con Torelli che colpisce la traversa, anche se in offside.

49’st: espulso Francolini per fallo da ultimo uomo su Margarita. Vis in 10 con De Iulis costretto ad andare in porta, dato che i cambi regolari sono stati tutti effettuati. Nulla di fatto: la palla impatta sulla barriera, il corner seguente non viene fatto calciare.

Punteggio finale: 2-2, dopo una gara veramente con tante, tante…emozioni!

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2014
L M M G V S D
« Ago   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930