CIVITANOVESE: Agresta, Ficola, Mioni, Bensaja, Biagini, Cibocchi, Della Penna, Ferrini (28’ st Ruzzier), Amodeo (23’ st Mengali), Degano, Storani (17’ st Forgione). A disposizione: Macellari, Margarita, Vignieri, Cossu, Massaccesi, Santagata. All. Mecomonaco.

JESINA: Tavoni, Calcina, Marini, Strappini, Tafani, Tombari, Ledesma (30’ st Sassaroli), Cardinali Nicola, Tittarelli (20’ st Cardinali Mattia), Francia (39’ st Frulla), Trudo. A disposizione: Cornacchia, Ambrosi, Carnevali, Bastianelli, Remedi, Lippo. All. Bacci.

civitanovese-jesina-0-1-1568ARBITRO: Raffaele Agrò di Terni (Primieri Granieri di Perugia, Gentileschi di Terni).

RETE: 29’ pt Trudo.

NOTE: spettatori 416. Ammoniti: Ledesma, Calcina, Francia, Cibocchi. Corner 4-5; recupero 1+4.

CIVITANOVA MARCHE – La Jesina capitalizza al massimo la rete messa a segno alla mezz’ora da Trudo a coronamento di un pregevole primo tempo. Tarda ad arrivare, invece, la reazione della Civitanovese, che si concretizza soltanto nella seconda parte della ripresa quando, grazie anche agli innesti dalla panchina, i rossoblù impegnano ripetutamente Tavoni. Alla luce di quanto visto in campo, il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio. Ad esultare è però la Jesina. Al team di mister Mecomonaco non resta ora che preparare al meglio il debutto in campionato contro il Matelica degli ex Mandorino, Pazzi e Gadda.

«Non siamo partiti bene – esordisce il tecnico Antonio Mecomonaco – soprattutto nei primi dieci minuti. Poi nel nostro momento migliore, quando avevamo preso campo e creato alcune situazioni importanti abbiamo preso un gol che ci ha tagliato le gambe e messo un po’ in difficoltà. Per il resto, non è che la Jesina ci ha poi creato così tanti problemi, abbiamo loro concesso anzi molto poco. Sapevo che potevamo trovare queste difficoltà, perché era la prima volta che giocavamo in questa maniera, avevamo lavorato pochissimo con questo modulo. Dobbiamo ancora “pedalare” tanto, anche se nel secondo tempo la squadra con alcuni cambi non mi è dispiaciuta affatto, siamo stati più brillanti, più frizzanti, attaccavamo di più la profondità».

«Il loro portiere – continua il trainer rossoblù – nel secondo tempo è stato il migliore in campo, facendo diversi interventi importanti, mentre il nostro, tranne il gol, colpa di un nostro errore difensivo, ha fatto una sola parata decisiva su palla inattiva. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, se non forse l’approccio alla gara. Inoltre, dobbiamo essere più precisi e meno leziosi sotto porta, non si può creare tante occasioni e non fare almeno una rete».

«Sono soddisfatto soprattutto della reazione della squadra, però dobbiamo crescere in fretta, l’inizio di campionato che ci aspetta è troppo importante. Sotto l’aspetto tattico non riusciamo ancora a tenere bene le distanze, cosa che è normale in un centrocampo completamente rinnovato, visti anche gli “innesti” di questa settimana. Tutto sommato, però, non penso che questa partita la dovevamo perdere. Meritavamo sicuramente qualcosa di più, però accetto sempre il risultato del campo. Onore a chi ha vinto: dei gol annullati non parlo per niente, le scuse non servono. Sicuramente noi dobbiamo fare meglio, ed in fretta. Alla prima ci aspetta una squadra molto importante, il Matelica: sono però fiducioso poiché ho visto in alcuni giocatori una grande voglia di combattere ed ottenere il risultato. Da quella possiamo e dobbiamo ripartire».

Cronaca

Solito 4-2-3-1 per la Civitanovese con Biagini e Cibocchi a comporre la cerniera centrale davanti ad Agresta, mentre sulle fasce spazio a Ficola e Mioni. A fungere da schermo al reparto arretrato Mecomonaco schiera il neoacquisto Della Penna a far coppia con Bensaja mentre, dietro alla punta Amodeo, a mezzo servizio poiché debilitato dai postumi del virus intestinale che l’ha colpito in settimana, spazio per Storani, Degano e l’ultimo arrivato Ferrini.

Il tecnico leoncello Bacci opta per il 4-3-3 con, da destra a sinistra, Calcina, Tafani, Tombari e Marini a formare la linea dei palafrenieri davanti a Tavoni. Capitan Strappini funge da vertice basso della zona nevralgica supportato da Nicola Cardinali e Francia, mentre davanti Tittarelli giostra da punta centrale con Ledesma e Trudo larghi sulle fasce.

7’ pt: Ledesma conclude alto da buona posizione.

20’ pt: su un calcio d’angolo timide proteste locali per una trattenuta di Calcina su Biagini.

22’ pt: Degano spara su Tavoni la cui ribattuta giunge sui piedi dell’accorrente Ferrini il quale conclude fuori dalla distanza.

29’ pt: sgroppata sulla destra di Trudo che converge al centro e carica il diagonale. Agresta intercetta, ma il cuoio termina la sua corsa in rete.

32’ pt: ancora Trudo vicino al gol che non approfitta di un’incomprensione difensiva rossoblù.

36’ pt: punizione di Strappini, fuori.

10’ st: calcio piazzato di Nicola Cardinali che Agresta salva in angolo. Sugli sviluppi del corner incorna Tittarelli da distanza ravvicinata, ma il numero 9 leoncello ottiene soltanto un altro calcio d’angolo, stavolta dalla parte opposta.

12’ st: Tavoni fa buona guardia su una punizione di Bensaja.

25’ st: Degano spreca dopo un bel contropiede manovrato in velocità. Solo corner per la Civitanovese.

28’ st: Della Penna prova dalla distanza, Tavoni salva in angolo dove Degano pesca il neoentrato Ruzzier che gira in rete. Agrò annulla per presunto offside tra il disappunto rossoblu.

33’ st: Della Penna trova la base del palo a dirgli di no su una conclusione a girare rasoterra dal limite.

35’ st: tentativo di Della Penna, ma il suo diagonale termina fuori.

Annunci