You are currently browsing the daily archive for agosto 17, 2014.

CIVITANOVA MARCHE – Dopo un ritiro pre-campionato lungo ed intenso, durato 18 giorni, è tempo (ieri ed oggi) di riposo per la Civitanovese. Il lavoro riprenderà domani lunedì 18, quando i ragazzi per la prima volta si alleneranno a Civitanova. Non sarà l’erba del “Polisportivo Comunale” ad ospitare le prime sedute, bensì quella del “Comunale Mornano” di Civitanova Alta.

MORRESI

MORRESI

«Il bilancio della preparazione in altura – ha dichiarato il Direttore Sportivo rossoblù Daniele Muscariello – è senza dubbio positivo: si è cercato di costruire un gruppo esemplare ed anche se la “rosa” è alla data odierna ancora da completare in alcuni ruoli chiave, il periodo trascorso insieme è assolutamente servito per conoscerci meglio, per permettere ai valori umani di emergere. Prima che ringraziare tutti i ragazzi, vorrei spendere due parole di encomio per lo staff tecnico: la professionalità, lo studio scientifico, la cura di ogni particolare e l’organizzazione globale hanno fatto di ogni allenamento una lezione da cui imparare. Solo quando si lotta tutti insieme per lo stesso obiettivo, uniti, si può vincere: il nostro obiettivo è quello di dare il massimo sempre, in ogni occasione».

«Sono veramente soddisfatto di come mister Mecomonaco ed i suoi collaboratori hanno condotto questa fase: dalla pre-preparazione, volta soprattutto al rafforzamento per scongiurare gli eventuali infortuni, alle prime uscite amichevoli, ho avuto l’impressione di una squadra concentrata e serena: certo l’intensità e le motivazioni sono quelle del calcio d’agosto e la condizione è ancora in fase di rodaggio».

«Nella settimana entrante – conclude il Ds Muscariello – si comincerà a fare sul serio. Prima, giovedì 21 agosto, ci attenderà al “La Croce” di Montegranaro l’ambiziosa Folgore Falerone Montegranaro dei tanti ex, per la prima apparizione nel nostro territorio, poi, domenica 24, sarà calcio vero con il primo impegno ufficiale di Coppa quando affronteremo il Castelfidardo».

* * *

Nei giorni scorsi il Dipartimento Interregionale ha emanato i gironi della Juniores Nazionale. La FC Civitanovese 1919 è stata inclusa nel raggruppamento “G”, che si snoda lungo l’Adriatico assieme alle marchigiane Castelfidardo, Fano, Jesina, Recanatese e Vis Pesaro, alle venete Abano, Atletico San Paolo Padova, Clodiense, Delta Porto Tolle e Thermal Abano Teolo, alle romagnole Bellaria, Ribelle, Rimini e Romagna Centro.

Doveroso quindi il punto della situazione con Paolo Morresi (nella foto) campione provinciale lo scorso anno con i Giovanissimi dei record rossoblu, da quest’anno “promosso” alla guida della Juniores Nazionale del sodalizio di Corso Garibaldi, in virtù della nomina del valente Paolo Squadroni a Responsabile dell’intero Settore Giovanile.

«La composizione del girone mi ha un po’ sorpreso, rispetto alle stagioni precedenti: onestamente pensavo che la Civitanovese venisse inserita nel raggruppamento con umbre e toscane, ma ciò non cambia nulla, anzi. Nonostante siano più di vent’anni che alleno, per me si tratta totalmente di un’esperienza nuova con questa categoria, che non ho mai affrontato in precedenza: ciò mi riempie di orgoglio e sono sicuro che per me ed i ragazzi sarà un’avventura non solo importante, ma anche massimamente gratificante, in quanto verremo a contatto con squadre, ambienti e realtà inedite ed in certi casi lontane da noi, ma proprio per questo ancora più stimolanti. Ho raccolto questa sfida con estremo piacere – conclude il tecnico, classe ’59 – Mi sono già incontrato con i miei giocatori, le date per lo start ufficiale sono già state stabilite. Questa mattina sarà tempo di test, da lunedì in poi prenderà il via il lavoro vero e proprio».

Nel contempo, la Fc Civitanovese 1919 ha diramato l’organigramma del proprio Settore Giovanile, che nell’importantissima stagione di rinnovamento 2014/2015 risulterà così composto:

ORGANIGRAMMA SOCIETARIO SETTORE GIOVANILE CIVITANOVESE 1919

Responsabile Settore Giovanile: Paolo Squadroni

Responsabile Area Tecnica: Leandro Vessella

Segretario Settore Giovanile: Francesco Morgese

Supervisore Segreteria Settore Giovanile: Giuseppe Cerolini

Psicologa: Eva Del Monte

Preparatore Atletico: Marco Carrer

Preparatore Portieri: Alfredo Latini

Allenatore Juniores Nazionale: Paolo Morresi

Allenatore Allievi: Adolfo Cicchella

Allenatore Giovanissimi “A”: Marco Moretti

Allenatore Giovanissimi “B”: Mauro Cellini

Allenatore Esordienti: Marco Miluzio

Allenatore Pulcini 2004: Francesco Mancini

Allenatore Pulcini 2005: Angelo Gasparroni

Allenatore Pulcini 2006: Flavio Torresi

Allenatore Pulcini Misti: Alessio Milenati

Allenatore Piccoli Amici 2007: Valentino Quinti

Allenatore Piccoli Amici 2008: Roberto Mercuri

A tale proposito, è intervenuto il Responsabile dell’Area Tecnica Leandro Vessella: «E’ con grande soddisfazione che siamo arrivati ad ultimare un organigramma di prim’ordine, composto dal giusto mix di giovani pieni di talento ed esperti ex-professionisti».

«Il nostro – continua Vessella – è un “progetto pluriennale”, strutturato per durare e migliorarsi nel tempo: obiettivo dichiarato è far sì che nel giro di pochi anni vengano aggregati in prima squadra almeno 8/10 elementi a stagione provenienti dal nostro settore giovanile, con la massima attenzione ai ragazzi di Civitanova e delle realtà limitrofe. In quest’ottica vanno visti gli accordi che stiamo stringendo con alcune importanti realtà del territorio, quali i Settori Giovanili delle Società Santa Maria Apparente e Vis Civitanova. Con umiltà, ci siamo seriamente riproposti di riconquistare la fiducia di genitori e cittadini tutti, colmando il gap di credibilità che alcune vicissitudini avevano contribuito a creare in tempi recenti: siamo sicuri della serietà e della bontà del nostro attuale progetto, che ci ricondurrà presto a recitare il ruolo di leader che meritiamo nell’ambito della città. Per quanto riguarda le date ufficiali, lunedì 18 Agosto inizierà l’attività agonistica, mentre lunedì 25 prenderanno l’avvio a cascata tutte le altre categorie: non vediamo l’ora di dimostrare sul campo le nostre parole».

 

FESTA DI SAN MARONE, CITTÀ IN FESTA

CIVITANOVA–Si è svolto tutto nei tempi stabiliti il programma religioso per la Festa di San Marone, ieri sabato 16 agosto 2014 a Civitanova Marche. Alle 17,00 la celebrazione presieduta dall’Arcivescovo Mons. Luigi Conti, alle 18,30 circa la processione in mare, alle 19,30 il rientro in porto delle imbarcazioni; a seguire un piccolo corteo di fedeli, accompagnava l’urna del santo nel proprio santuario. Alle 20,25, dopo la benedizione di don Giovanni Molinari, tutti sciamavano verso le proprie case, dopo aver camminato, pregato e cantato. Presenti alla manifestazione tutte le autorità militari, civili, religiose e la benemerita banda cittadina “Gioventù di San Gabriele”.

LO SCAFO "BRAVEHEART" SUL QUALE E' STATA IMBARCATO L'URNA  DI SAN MARONE PATRONO DI CIVITANOVA • FOTOMILLEPAESI

LO SCAFO “BRAVEHEART” SUL QUALE E’ STATA IMBARCATA L’URNA DI SAN MARONE, PATRONO DI CIVITANOVA • FOTO©MILLEPAESI

La liturgia è stata quella di oggi domenica 17 agosto 2014. “Popoli tutti, lodate il Signore”. E’ il salmo responsoriale della Messa celebrata dal presule fermano nella chiesa di Cristo Re, a Civitanova Marche. Il vangelo proclamato: l’episodio della donna Cananea. “Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa di Israele”, le aveva risposto il Maestro dietro alla sua pressante richiesta che le guarisse la figlia tormentata dal demonio. Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: “Signore, aiutami!”. Ed egli rispose: “Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini”. “Anche i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni”, replica la Cananea a Gesù. Allora Gesù: “Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri”. Ed in quell’istante sua figlia fu guarita (Mt 15,21-28).

Gli uomini ed i popoli si sono sempre mossi nella storia. Sono sfuggiti alle carestie, alla pestilenza, alla fame, alla guerra. Hanno inseguito un progetto di vita migliore per sé e per i propri cari. Gli sbarchi di immigrati sulle coste italiane devono interpellare le coscienze di tutti, soprattutto dell’Europa che non sta facendo quanto è in suo potere. Oggi, ha detto il vescovo, l’economia è attenta su come si muovono la Cina e l’India, considerati paesi emergenti. Non importa nulla quello che avviene in Nigeria ed in tutta l’Africa, se ci sono guerre di religione in corso e se a pagare sono i Cristiani. Certo sono briciole quello che la diocesi sta facendo dal 10 aprile di quest’anno ad oggi, quando ha accolto in un’ala del seminario cinquanta immigrati segnalati dal Prefetto. Chi è stato accolto e rifocillato, è grato per l’accoglienza ricevuta e non se ne scorderà mai. Civitanova Marche sta facendo molto per accogliere chi è nel bisogno. Urge però, ha rilevato il vescovo, rientrare in possesso quanto prima dei locali di via Parini!SAN MARONE.DUE-LLG2987

Quello che si temeva non è avvenuto. La processione in mare con il peschereccio “Braveheart” dell’armatore Balboni, che portava l’urna di San Marone, ha preso il largo verso le 18,30. Altre sette imbarcazioni, tutte addobbate con bandierine tricolori, lo hanno seguito, dietro ad una salva di spari in segno di festa. Per tutto il tardo pomeriggio nuvolaglie compatte cingevano ad Ovest Civitanova Marche; a Nord, il Conero era attorniato da nuvole basse; ad Est, in mare un’altra barriera di nuvole nascondeva quasi l’orizzonte. Solo al centro, proprio sopra il porto, il sole inondava con i suoi raggi persone e cose. Un fastidioso e freddo vento di tramontana segnalava quasi che si era in un’altra stagione. Tre signore, incontrate casualmente sul Molo nord, infreddolite, commentavano tra loro che una volta rientrate a casa avrebbero preparato il tradizionale piatto natalizio, a base di polenta.

L'IMMAGINE DI SAN MARONE INSTALLATA ALLA PUNTA DEL MOLO NORD

L’IMMAGINE DI SAN MARONE INSTALLATA ALLA PUNTA DEL MOLO NORD • FOTO©MILLEPAESI

Tutto il pomeriggio è stato ancora una volta la dimostrazione di quanto la cittadina adriatica sia attaccata alla festa di San Marone, patrono di Civitanova Marche e protettore dei marinai. Una città che vive sul mare ed anche del mare non può non essere che una città aperta e solidale perché il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo stanno ad ascoltare, di qua e di là dove nasce e muore il sole, … e si riconosce subito al gorgogliare che fa tra quegli scogli nei quali si rompe e par la voce di un amico” (G. Verga, I Malavoglia). Raimondo Giustozzi

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2014
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031