CIVITANOVA–La giunta comunale di Civitanova Marche ha approvato ieri l’affidamento della concessione di costruzione e gestione del nuovo Palasport. Un atto con il quale si va a perfezionare lo sforzo congiunto di Banca Marche, della società costruttrice Civita Park e del comune di Civitanova Marche a dare un risposta concreta e definitiva alle difficoltà create dalla modalità con cui il Credito sportivo ha concesso il finanziamento di 1,8 milioni di euro per la realizzazione dell’impianto.CORVATTA-SINDACO-TRICOLORE•T-LG

La difficoltà del credito sportivo – sottolinea il sindaco Tommaso Claudio Corvatta (nella foto) – riguarda il fatto che tra le clausole di concessione di finanziamento c’è l’omologazione del debito. In termini più semplici, il Credito sportivo vuole assicurarsi che l’operazione di ristrutturazione del debito operata da Civita Park non comporti problemi di operatività alla società stessa”.

Tale omologazione del debito non potrà essere presa in esame dal Tribunale competente prima della fine del mese corrente, probabilmente anche oltre. Accettando la proroga delle garanzie ipotecarie al posto delle fidejussioni di Banca Marche, e registrando la compresenza delle altre forme di garanzia, che sono i 610.000 euro di fidejussioni della società Progetti abruzzesi, ed i 150.000 euro che la società Civita Park aveva già depositato in comune, si registra complessivamente una garanzia di 3,8 milioni di euro in mano al Comune, che coprono pressochè la totalità dei lavori.

Il Comune è ampiamente garantito per l’importo dei lavori – spiega ancora il primo cittadino – Banca Marche si trova sollevata dall’obbligo di concedere le fidejussioni e può continuare a sostenere economicamente la società Civita Park, in attesa che il Credito sportivo eroghi materialmente il mutuo. Viene così preservata la capacità della società di terminare l’edificazione del Palazzetto in tempo per l’inizio del campionato di volley con uno sforzo importante da parte di tutti i protagonisti della situazione. Credo si sia trovata la soluzione migliore, che testimonia la convinzione di tutti gli attori di questa vicenda nella realizzazione della complessa operazione palasport. Diversamente si è comportata l’intera opposizione consiliare, che non ha perso occasione per cercare di rallentare o bloccare un’opera importante, ma soprattutto un grande successo per Civitanova”.

Annunci