CIVITANOVA–Giovane tunisino arrestato dai Carabinieri per spaccio di stupefacenti. Lo straniero si aggirava in Via IV Novembre e aveva frequenti contatti coi ragazzi che frequentano locali e balneari: una segnalazione allarmata fatta da alcuni cittadini ed esercenti ai Carabinieri di Quartiere di Civitanova Marche è andata a buon fine. I due militari, impegnati anche quest’anno in  servizi di prossimità ai bagnanti, hanno raccolto la descrizione del presunto pusher ed effettuato immediate indagini per individuarlo. Una volta scoperto chi fosse lo hanno tenuto d’occhio, assieme ai Carabinieri della Stazione di Civitanova che, in borghese, vigilavano la spiaggia civitanovese.

Ieri sera il soggetto in questione passava da Via IV Novembre alla ex Casa Balilla, ma i militari hanno comunque provato pazientemente a pedinarlo, senza farsene accorgere. Quando hanno avvistato un episodio di spaccio, i Carabinieri hanno teso la trappola. L’uomo, dopo aver avvistato i due carabinieri di quartiere, si è lanciato in una folle corsa a piedi, fra i giardini dinanzi la Biblioteca. Ma ad attenderlo c’erano altri due carabinieri in borghese, che riusciva inizialmente a dribblare, rifuggendo sul Lungomare Sud. Ne seguiva un’affannosa rincorsa da parte di uno dei due carabinieri, che non si faceva però seminare, anzi riusciva finalmente a bloccarlo fra i vicoli del centro.

Addosso aveva ancora 9 dosi di eroina, 630 euro provento di spaccio e due cellulari. Si trattava di un tunisino di 23 anni, senza una fissa dimora, ma già noto alle forze di polizia. È stato tratto in arresto dai Carabinieri di quartiere, supportati dai colleghi della Stazione di Civitanova Marche, per spaccio di stupefacenti. Dopo una notte nelle camere di sicurezza delle Caserme dell’Arma è stato condotto in Tribunale a Macerata per la convalida. L’arresto è stato convalido questa mattina con obbligo firma.

In questi primi giorni di luglio i servizi di prossimità per chi va al mare, hanno già consentito di arrestare il 3 luglio un giovane per furto in flagranza, in danno di una bagnante del lungomare sud di Civitanova, ieri altre due persone per ordini di carcerazione e, negli scorsi giorni, intervenire – a Civitanova – per domare una lite presso uno chalet civitanovese con un ambulante, mentre – a Porto Recanati – è stato denunciato un vu cumprà per minaccia e possesso di occhiali contraffatti, su richiesta di un turista olandese, vittima delle minacce con un cacciavite.
La Compagnia dei Carabinieri di Civitanova Marche (Comandante Capitano Candelli) attuerà, sino a tutto il mese di Agosto, tali specifici servizi di prossimità sulla costa maceratese con Pattuglie a piedi ed equipaggi, in uniforme ed in borghese, a bordo di moto del Nucleo Operativo Radiomobile della Caserma Piermanni, vigilando nelle ore di massimo afflusso dei bagnanti, i 116 Stabilimenti Balneari ed i tratti di spiaggia libera di Civitanova, Porto Potenza e Porto Recanati.


Annunci