ANCONA–“La Regione ha già provveduto, oggi, a trasmettere alla Presidenza del Consiglio la richiesta di riconoscimento dello stato di emergenza, come aveva assicurato già ieri il presidente Spacca nel corso dei vari incontri avuti a Senigallia. Tutta la macchina organizzativa della Regione ha lavorato e continuerà a lavorare con la celerità che la situazione richiede. I cittadini marchigiani, che hanno subito le conseguenze della straordinaria ondata di maltempo che si è abbattuta sulle Marche nei giorni scorsi, sin da subito possono inviare semplici segnalazioni scritte ai loro Comuni di residenza sia per quanto riguarda i danni alle abitazioni private che alle attività produttive. Rispetto ai danni all’agricoltura, sia in termini di strutture che di coltivazioni, le segnalazioni vanno inoltrate alle strutture decentrate del Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca. In questa prima fase non sono necessarie perizie tecniche o altra documentazione aggiuntiva. Alla Regione spetterà il compito di raccogliere tutte le informative dai Comuni: l’intento è quello di avere una prima ricognizione indicativa dei danni da comunicare alla Protezione Civile nazionale nel minor tempo possibile. Tranquillizziamo il capogruppo socialista in Regione, Moreno Pieroni: come in altre emergenze, la Regione si è subito attivata. Il nostro compito è lavorare per aiutare concretamente la comunità colpita dal maltempo”: è quanto afferma l’assessore alla Protezione Civile, Paola Giorgi, che chiarisce in merito alla nota stampa di Pieroni.

Annunci