You are currently browsing the daily archive for maggio 5, 2014.

 

VOLLEY. LA LUBE CAMPIONE D’ITALIA MERCOLEDÌ IN PROVINCIA

MACERATA–Mercoledì 7 maggio 2014 la Lube Campione d’Italia per la terza volta sarà in Provincia.

Dirigenti e giocatori verranno ricevuti, in mattinata, dal presidente Antonio Pettinari.

Un gesto – dice Pettinari – per testimoniare il ringraziamento dell’Amministrazione provinciale e di tutta la comunità maceratese: con questa straordinaria vittoria, la Società ha promosso l’immagine del territorio a livello internazionale”.

 

 

ANCONA–Dopo la richiesta dello stato di emergenza da parte del prALLUVIONE SENIGALLIA-MARCHE-9884sidente della Regione Gian Mario Spacca, prende avvio la fase relativa alla conta dei danni. 

I cittadini marchigiani che hanno subito le conseguenze della straordinaria ondata di maltempo che si è abbattuta sulle Marche nei giorni scorsi sin da subito possono inviare semplici segnalazioni scritte ai loro Comuni di residenza, sia per quanto riguarda i danni alle abitazioni private che alle attività produttive. Rispetto ai danni all’agricoltura sia in termini di strutture che di coltivazioni le segnalazioni vanno inoltrate  alle strutture decentrate del SerSENIGALLIA UNO-20140504_111605vizio Agricoltura Forestazione e Pesca. Tutti gli enti locali e le istituzioni sono al lavoro per assicurare il massimo sostegno alla popolazione colpita da questa alluvione nel più breve tempo possibile.

Si sottolinea che in questo primo momento non sono necessarie perizie tecniche o altra documentazione aggiuntiva.  Alla Regione spetterà il compito di raccogliere tutte le informative dai Comuni. L’intento è quello di avere una prima ricognizione indicativa dei danni da comunicare alla Protezione Civile nazionale nel minor tempo possibile. SENIGALLIA-4-ALLUVIONE-SENIGALLIA-20140503_143158

Come ormai noto il maltempo dei giorni scorsi ha provocato esondazioni di alcuni corsi d’acqua del territorio regionale, allagamenti in aree urbane ed extraurbane, franosità, interruzioni stradali soprattutto nella porzione costiera e collinare del territorio. In alcune località le persone hanno dovuto temporaneamente allontanarsi dalle loro abitazioni e molte attività produttive risultano danneggiate.SENIGALLIA-DUE-9423

Di seguito gli indirizzi delle strutture decentrate del Servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca:

Ancona : PF Struttura Decentrata di Ancona e Irrigazione,
Via Tiziano, 44 – 60120 ANCONA

Ascoli Piceno: PF Programmazione e Struttura Decentrata di Ascoli Piceno,
Via Genova 12/14 –  63100 ASCOLI PICENO

Macerata : PF Diversificazione e Struttura Decentrata di Macerata
Via Alfieri, 2 – 62100 MACERATA
SENIGALLIA-OTTO-9737
Pesaro Urbino: Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca e Struttura Decentrata di Pesaro Urbino
Via B.Buozzi, 2 – 61000 PESARO

SENIGALLIA-SEI-9554

SENIGALLIA-SETTE-20140503_143608

SENIGALLIA-TRE-9482

 

ANCONA–“La Regione ha già provveduto, oggi, a trasmettere alla Presidenza del Consiglio la richiesta di riconoscimento dello stato di emergenza, come aveva assicurato già ieri il presidente Spacca nel corso dei vari incontri avuti a Senigallia. Tutta la macchina organizzativa della Regione ha lavorato e continuerà a lavorare con la celerità che la situazione richiede. I cittadini marchigiani, che hanno subito le conseguenze della straordinaria ondata di maltempo che si è abbattuta sulle Marche nei giorni scorsi, sin da subito possono inviare semplici segnalazioni scritte ai loro Comuni di residenza sia per quanto riguarda i danni alle abitazioni private che alle attività produttive. Rispetto ai danni all’agricoltura, sia in termini di strutture che di coltivazioni, le segnalazioni vanno inoltrate alle strutture decentrate del Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca. In questa prima fase non sono necessarie perizie tecniche o altra documentazione aggiuntiva. Alla Regione spetterà il compito di raccogliere tutte le informative dai Comuni: l’intento è quello di avere una prima ricognizione indicativa dei danni da comunicare alla Protezione Civile nazionale nel minor tempo possibile. Tranquillizziamo il capogruppo socialista in Regione, Moreno Pieroni: come in altre emergenze, la Regione si è subito attivata. Il nostro compito è lavorare per aiutare concretamente la comunità colpita dal maltempo”: è quanto afferma l’assessore alla Protezione Civile, Paola Giorgi, che chiarisce in merito alla nota stampa di Pieroni.

SANT’ELPIDIO A MARE – Sarà chiuso in giornata il COC aperto a seguito delle piogge che hanno colpito il territorio nel fine settimana. Dopo il presidio ed i controlli effettuati durante il week end, questa mattina (5 maggio 2014)  sono stati effettuati ulteriori controlli nelle zone maggiormente colpite. “Abbiamo valutato che i danni, ad una prima stima, ammontano attorno ai 600/700 mila euro – fa sapere il Sindaco, Alessio Terrenzi – e la criticità maggiore è stata riscontrata lungo il reticolo dei fossi della Frazione Luce dove si pensa di intervenire con somma urgenza. In giornata sarà chiuso il Coc che è stato aperto ed operativo senza sosta: approfitto, a tal proposito, per ringraziare l’ufficio tecnico, la Polizia Municipale ed i volontari della Protezione Civile che non hanno avuto orari e si sono subito mobilitati per monitorare il territorio. Ancora una volta ci troviamo a dover far fronte ad un’emergenza: sarà necessario intervenire sia per ripristinare il ponte crollato che sul reticolo dei fossi che, ancora una volta, ha prodotto danni in zona Faleriense. Stiamo monitorando anche alcune strade che richiedono interventi per via delle frane che le hanno interessate.

Nel pomeriggio saranno effettuate anche delle video ispezioni con il Tennacola, sui fossi intubati, per verificarne le condizioni. Per fare il punto della situazione si terrà un tavolo tecnico, anche con enti superiori, domani sera (martedì 6 maggio). Mercoledì mattina ci incontreremo con i tecnici della Provincia e con i vertici del Consorzio di Bonifica delle Marche per decidere il da farsi in merito alla situazione in zona Faleriense: al momento è quello che ci preoccupa maggiormente visto che in quella zona sono continuamente danneggiate famiglie ed aziende, è necessario trovare una soluzione definitiva affinché ciò non capiti più. Il nostro territorio, dopo quanto accaduto con il muro di Via Tevere per il quale, lo ricordo, è stato previsto un intervento con fondi propri da parte del Comune con progettazione a carico della Provincia, è stato duramente provato per l’ennesima volta e, come avvenuto già in passato, ci troviamo a dover far fronte a spese che non erano preventivabili: purtroppo questo fa nuovamente ventilare la possibilità che tutta la programmazione messa a punto possa saltare visto che bisogna trovare le somme necessarie per intervenire. Dobbiamo farlo con fondi propri in attesa che il Governo ci venga incontro ma non si può aspettare”.

Giovedì 8 maggio 2014 il secondo appuntamento che vede i due musicisti coinvolti in Drumpet

CIVITANOVA (05/05/2014) – La rassegna “Cecchetti in Jazz” prosegue con il concerto del grande trombettista Fabrizio Bosso insieme al batterista Lorenzo Tu

TUCCI E BOSSO

TUCCI E BOSSO

cci, impegnati in Drumpet. Lo spettacolo nasce dalla volontà di Tucci di tornare alle “origini del ritmo”, unendo i tamburi, considerati la prima forma musicale, alla voce umana, egregiamente rappresentata dalla tromba di Fabrizio Bosso.

L’appuntamento è per giovedì 8 maggio, alle ore 21.15, al Teatro Cecchetti di Civitanova, dove i due musicisti, che collaborano stabilmente da oltre quindici anni, attraverso questo duo offrono al pubblico un mix di sonorità inedite e accattivanti, in cui batteria e tromba si uniscono per dar vita ad un progetto unico ed originale.
Tucci sceglie sonorità gravi e allo stesso tempo asciutte, i suoi ritmi sono tribali e avvolgenti. Bosso sviscera suoni a volte cristallini, a volte profondi e caldi.
I temi affrontati in Drumpet, oltre ai brani originali, vanno dalla tradizione folk all’improvvisazione totale, da ambientazioni tribali a sbalzi repentini quasi rock, con un affiatamento maturato con il tempo che Tucci e Bosso trasmettono dalla prima all’ultima nota.
La rassegna si conclude il 22 maggio con Stefano Bedetti, Stefano Senni e Roberto Gatto, con un repertorio che spazia da brani della storia del jazz a composizioni originali da loro scritte e unisce la tradizione al periodo attuale.
L’iniziativa, diretta e curata da Luca Scagnetti e Gianluca Diomedi, è realizzata dal Comune – Assessorato Cultura e Turismo – e dall’Azienda dei Teatri di Civitanova, con la collaborazione dell’associazione Made Again.
Ingresso 12 euro (10 ridotto). Per info, tel. 0733/812936.

 

Luisa Romano nonna interista di 106 anni è la più anziana di Porto Sant’Elpidio

PORTO SANT’ELPIDIOLo scorso 1 maggio Luisa Romano ha compiuto 1luisa romano 00206 anni, conquistando il titolo di nonnina più longeva della città di Porto Sant’Elpidio e battendo gli altri 12 centenari che la seguono a ruota.

Luisa Romano, salernitana doc, dal 1979 risiede a Porto Sant’Elpidio e nonostante la veneranda età è una nonna molto arzilla. E’ interista sfegatata e con passione continua a seguire in Tv la sua squadra del cuore, tanto che l’Inter l’ha voluta omaggiare con una medaglia ed una lettera di congratulazioni da parte di tutti i giocatori.

Anche ieri sera è rimasta incollata al televisore, per seguire le sorti della sua squadra del cuore e quando si è resa conto che tutto era perduto ha spento la TV ed è andata a dormire.

Il Sindaco Nazareno Franchellucci si è recato oggi lunedì 5 maggio a casa della signora Romano per porgerLe gli auguri da parte dell’Amministrazione Comunale e le ha donato una pergamena, attestante l’ambito titolo di nonna più longeva della città elpidiense.

E’ notizia di questi giorni – ha detto il primo cittadino Franchellucci – che il fermano detiene il record di over 90 (+39% rispetto al 2012) e ultracentenari (ben 49 di cui 13 risiedono a Porto Sant’Elpidio). Quello della nonnina elpidiense, è un importante traguardo che a dispetto dell’intero secolo portato sulle spalle, la trova oggi in buona forma. “

 

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
maggio: 2014
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031