You are currently browsing the daily archive for maggio 4, 2014.

 

Inaugurata la nuova unità di raccolta sangue e plasma

POTENZA PICENA–E’ stata inaugurata, presso il PoliambulatorioAVIS POTENTINO-3-5-2014-0957-Avis-leggera di Potenza Picena, la nuova unità di raccolta del sangue e plasma.

La struttura avrà la funzione di raccogliere il sangue e il plasma (circa 1300-1400 donazioni annue) dei donatori appartenenti alle Avis Comunali di Potenza Picena e Montelupone visto che le loro strutture finora utilizzate, in base a delle normative europee, non sarebbero state dichiarate più idonee a svolgere i prelievi a partire dal primo gennaio del prossimo anno (2015).

La struttura, che si avvale di una moderna sala donazione munita di 4 poltrone ed altrettante bilance miscelatrici, che saranno costantemente collegate via internet con il centro trasfusionale di Civitanova, garantirà al personale sanitario ed in particolar modo ai donatori di effettuare le donazioni nella massima condizione di sicurezzaAVIS-NASTRO-PPP-VALLETTE-9962.

La struttura si avvale anche di una sala privacy dove il sanitario, in tutta riservatezza, avrà modo di visitare il donatore prima della donazione.

Infine una sala di aspetto e di ristoro garantiranno al donatore il massimo dell’accoglienza e del confort rendendo anche rilassante e piacevole questo importante gesto di altruismo.

Alla cerimonia erano presenti, oltre ai presidenti delle due Avis Comunali Nazzareno Cognigni per Potenza Picena e Roberto Elisei per Montelupone, il sindaco di Potenza Picena Sergio Paolucci e quello di Montelupone Giuseppe Ripani, il presidente dell’Avis provinciale di Macerata Silvano Donati e diversi consiglieri provinciali Avis, il presidente dell’Avis Regionale Massimo Lauri, il responsabile dei Poliambulatori Asur Gianni Turchetti ed il senatore Mario Morgoni.

Il parroco di Potenza Picena don Andrea Bezzini, che fra l’altro è uAVIS-PPP-3-5-2014-9978n veterano donatore di sangue, ha benedetto i locali.

Al taglio del nastro ed ai discorsi delle autorità convenute è seguito per tutti i numerosi convenuti un ricco buffet a base di prodotti tipici del territorio.

Per leggere la newsletter “Filo News”:

www.comune.potenza-picena.mc.it

 

SIMONE RICCIONI-9 MAGGIO-proiezione del film E fu sera e fu mattina

Il Presidente della Regione, Spacca: “Subito lo stato d’emergenza. Urgente dotarsi di strumenti adeguati ad affrontare i cambiamenti climatici”

“Un grazie al Presidente Renzi per la vicinanza, la solidarietà e l’impeRenzi 1gno ad un tempestivo intervento del Governo nella fase dell’emergenza. La situazione è pesante in tutta la regione Marche perché i torrenti hanno fatto sentire la loro potenza e violenza, creando situazioni di criticità su cui effettueremo una pronta ricognizione con i sindaci coinvolti. Per lo stato di emergenza e di calamità naturale stiamo agendo immediatamente: la modulistica per la raccolta dei danni, che i sindaci dovranno compilare, è già pronta, affinché la richiesta avvenga su elementi concreti e precisi”.

Lo ha detto il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, al presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso della sua visita odierna a Sen

RENZI NEL COMUNE DI SENIGALLIA

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MATTEO RENZI OGGI POMERIGGIO NEL COMUNE DI SENIGALLIA CON IL SINDACO MANGIALARDI ED IL PRESIDENTE DELLA REGIONE GIAN MARIO SPACCA

igallia. Spacca, Renzi e il capo della Protezione civile nazionale, Franco Gabrielli, hanno prima effettuato una ricognizione in elicottero delle aree alluvionate e poi hanno incontrato nella sede del Comune di Senigallia i sindaci delle aree maggiormente colpite.

“Le precipitazioni particolarmente violente delle ultime ore hanno determinato una situazione critica – ha detto Spacca – Fenomeni che pongono non solo il problema di intervenire nell’emergenza e di ristorare i danni alle famiglie e alle attività economiche, ma anche di affrontare con gli strumenti adeguati il tema dei cambiamenti climatici così caro alla Ue. Tema che deve portarci a rivedere tutta l’infrastrutturazione del nostro territorio di fronte a fenomeni meteorologici che appaiono fuori dalla nostra esperienza. E’ per questo che, oltre ad approfondire l’emergenza, la Regione ha posto questo tema come prioritario nella prossima programmazione europea 2014-2020. Il governo regionale si è già adoperato per affrontare il problema del dissesto idrogeologico attraverso la legge sui fiumi che demandava alle Province la realizzazione degli interventi che, prevalentemente a causa del patto di stabilità, non sono ancora decollati, nonostante la possibilità di ricorrere a project financing utilizzando il materiale di risulta”.

Spacca ha anche annunciato che sabato i ministri GaRenzi 2lletti e Martina saranno nelle Marche per affrontare le questioni legate sia allo stato di emergenza che di calamità naturale. Il presidente ha infine nuovamente ringraziato tutti coloro che sono impegnati nella gestione dell’emergenza. “Questa calamità – ha detto – è affrontata in maniera straordinaria grazie alla generosità di tutte le forze in campo e alla responsabilità dei cittadini, disponibili a vivere questo episodio drammatico in pieno spirito di comunità. Ringrazio tutti loro a nome della Regione”.Renzi 5

 

 

CIVITANOVA–L’assemblea annuale dei soci della Croce Verde, per l’apprCROCE VERDE-MILITI-FOTO©MILLEPAESI-5360ovazione del bilancio consuntivo 2013 e  del preventivo 2014, è stata l’occasione solenne – questa mattina domenica 4 maggio 204 nella sede di Via Aldo Moro, 53 –  per ricordare, alla presenza della moglie e delle figlie, il compianto Vincenzo Berdini (appena un anno fa era stato proclamato Presidente onorario), che nel 1985 aveva inaugurato l’ampia e moderna sede attuale. E’ stato effettuato anche con la messa a dimora di un olivo (“simbolo di spiritualità, sacralità, pace e valore”), che è andato ad affiancare quelli già inseriti in precedenza nel giardino, per ricordare gli altri ex  Presidenti Ruggero Bartolucci e Aquinaldo Forti.

Ricordati anche gli ex-consiglieri Mauro Verdelocco e Mario CaCROCE VERDE-MILITI-SALA-FOTO©MILLEPAESI-5344rdinali che “ci hanno lasciato in quest’ultimo anno”. Consegnati, nel medesimo contesto, gli “attestati di benemerenza” ai Carabinieri del V Reggimento dell’Emilia Romagna, che il 6 giugno 2013 a Bologna salvarono la vita alla volontaria del sodalizio civitanovese Martina Marcellusi, estraendola tempestivamente dall’auto – a seguito di un sinistro –  assieme alla cugina Martina (che purtroppo non ce la fece a sopravvivere).

“Un gesto nobile, eroico  quello dei CC – ha detto il Presidente, Dr. Cesare Bartolucci, nei gremitissimi locali del sodalizio (Ente morale dal ’69) operante a Civitanova da ben cento anni! – che la Croce Verde vuole riconoscere per l’impegno quotidiano dei militari dell’Arma a tutela dei cittadini”. In sala anche i genitori di Martina, ai quali “ci stringiamo – ha aggiunto Bartolucci – con un caloroso abbraccio”.

Quindi la consegna delle benemerenze al Col. ClaudioMARZIALI-OTTAVIANELLI-PAOLONI-FOTO©MILLEPAESI-5386-LG Cappello, agli appuntati Luca Contestabile, Emilio Fusco, Rocco Maiorano, Sandro Malatesta, al luogotenente Brizio Maggiore, al carabiniere Gianfranco Migliore, ai carabinieri scelti Biagio Di Cerbo, Antonino Di Fonzo, Marco Quatraro, Roberto Specchia, Daniele Totaro, Carlo Vernillo. Presente anche Giovanna Paoloni, moglie del M.llo Sergio Piermanni (medaglia d’oro al valor militare) che verrà ricordato il 18 maggio prossimo, in concomitanza con il 37° anniversario del suo eroico sacrificio, avvenuto nel 1977 nel corso di un conflitto a fuoco prima dell’alba davanti alla Stazione Fs, contro banditi fiancheggiatori delle Br.

Ampia e dettagliata è stata la relazione del Presidente Bartolucci sull’anno sociale, definito “variegato, durissimo e …adrenalizzante”. Altra relazione dell’amministratore Roberto Angeletti, noto commercialista in città. Come è noto la Croce Verde vanta un credito cospicuo dalla Regione Marche per i servizi di trasporto, ma ne sono stati riconosciuti solo per 95.000 euro, che però ancora non si vedono.

Per questo la Croce Verde ha dovuto lanciare un Sos alla popolazione, che ha fruttato una raccolta pari a 40.000 per scongiurare la chiusura. Anche un consiglio comunale aperto si è tenuto a Palazzo Sforza. Marcello Mataloni fondatore dell’associazione Amici del cuore ha devoluto alla Croce Verde il patrimonio di tale realtà associativa che è stata sciolta. A

IL PRESIDENTE CESARE BARTOLUCCI DURANTE LA PREMIAZIONE DI STEFANO ORLANDI

IL PRESIDENTE CESARE BARTOLUCCI DURANTE LA PREMIAZIONE DI STEFANO ORLANDI CON ELISABETTA BIAGIOLA E MARIA LUCE CENTIONI • FOTO ©MILLEPAESI

tac e Gas Marca, attraverso il Presidente Flavio Rogani, ha donato 15.000 euro. Un altro bel “gruzzoletto” è stato ricavato dalla festa dei Coriandoli. “Grazie a Giancarlo Maurizi (autista per 40 anni, ndr) è stata ripresa questa bella tradizione”.  Inoltre i 10 autisti e la segretaria Anna Rita si son “autoridotti” lo stipendio, pur essendo rimasti indietro da mesi per le relative retribuzioni. Tra le altre novità positive il dono da parte della Bcc di Civitanova e Montecosaro una nuova ambulanza. Verrà presentata all’assemblea dei soci della banca sabato prossimo. Verrà quindi inaugurata l’8 giugno in Piazza XX Settembre. Per i nuovi militi (quelli attuali ne sono  250) varati due nuovi corsi di formazione all’anno: uno a settembre, l’altro a marzo. Così sarà anche a venire. Bartolucci ha ringraziato, quindi, tutti coloro che danno una mano in Croce Verde, da chi si occupa delle manutenzioni, a chi ottimizza il deposito mOLIVO-PER BERDINI-• FOTO©MILLEPAESI • 5393-LGateriali o cura l’Archivio storico.

Infine “attestati di benemerenza” anche alla stampa, che ha sostenuto la Croce Verde nel corso delle convulse vicende dell’ultimo anno.  Consegnati ai cronisti del Carlino (Giuliano Forani e Lorena Cellini), del Corriere Adriatico (Emanuele Pagnanini, Nico Coppari, Chiara Marinelli, Silvia Del Beccaro), del Messaggero (Simone Ronchi e Simona Mengascini), della Rai (Claudio Sargenti), Cronache Maceratesi (Laura Boccanera), Millepaesi (Ennio Ercoli), L’Indiscreto, Vittorio De Seriis (decano dei giornalisti), nonchè ai fotografi Roberto Vives (Carlino), Ciro Lazzarini, Federico De Marco (Messaggero), Stefano Orlandi, Mauro Cognigni.

 

                                                                                           

 

Intanto arriva nel fermano lo sceicco Jamal Bin Ahmed Al-Qahtani

FERMO–Il Consiglio della Camera di Commercio ha approvato il consuntBATTISTA-CCIAA-FERMO-3-5-2014-P1070134ivo 2013, chiuso con un avanzo di amministrazione di 53mila euro. Lo strumento, illustrato dal Presidente Graziano Di Battista (al centro della foto) ha attenuto il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti con il Presidente Sancricca che ha elogiato la correttezza degli atti. Un esercizio, quello del 2013, che ha privilegiato l’internazionalizzazione, il sostegno alle imprese e il credito.

“Sui 3 milioni 993mila euro di diritti camerali riscossi, nonostante il periodo non certo semplice, abbiamo impiegato il 62% della somma a sostegno delle imprese, per accompagnarle sui mercati internazionali, così come abbiamo investito una somma considerevole per favorire il credito alle piccole e medie aziende”, ha detto il presidente Di Battista. Il presidente ha ringraziato il personale, dal Segretario generale Marco Peroni all’ultimo dei collaboratori, la Giunta, il Consiglio per l’impegno sempre puntuale, così come puntuale è sempre stata la collaborazione e gli imput delle Associazioni di categoria.

“Questa Camera di Commercio – ha aggiunto – per ciò che concerne il rapporto personale aziende, opera ben al di sotto della media nazionale: siamo attestati allo 0,7% ogni mille imprese, nei primi posti in Italia ben al di sotto di altre camere che sfiorano, se non superano il 2% ogni mille aziende”.

Nel corso della discussione il presidente di Fermo Promuove, Nazzareno Di Chiara, ha illustrato l’attività dell’Azienda Speciale (più di 300 aziende sostenute attraverso 34 iniziative in Italia e all’estero, ndr) ed ha ringraziato la Camera per la “grande sintonia – ha detto – con la quale ci si è mossi durante l’intero arco dell’anno”.

Brevissimo consuntivo anche da parte di Giancarlo Fermani, componente il Comitato Pari Opportunità; mentre il consigliere Massimo Valentini si è congratulato per i risultati raggiunti “perchè in un momento di difficoltà – ha affermato – si è riusciti ad aumentare l’impegno verso le aziende, sostenendole sui mercati internazionali, oltre che con interventi di promozione in Italia e nel mondo”. Il presidente Di Battista, chiudendo la seduta ha precisato: “Stiamo dimostrando che la nostra Camera di Commercio è produttiva. Risultati che dobbiamo mantenere, direi che dobbiamo consolidare, per far pesare il nostro saper fare sul futuro delle Camere di Commercio. Non sempre i tagli orizzontali producono positività; se c’è da tagliare si tagli dove è acclarata l’improduttività. Voglio aggiungere, come ho già fatto nelle sedi appropriate, che il macro da qualche parte auspicato produce sprechi e inefficienza. Noi nel nostro piccolo, con tutti gli obiettivi centrati a sostegno delle aziende e nella promozione del territorio stiamo dimostrando il contrario”, ha finito il presidente Di Battista.

 

Dopo l’Università, l’Accademia di Belle arti, Popsophia, gli eventi fieristici, il Giudice di Pace Civitanova rischia di perdere questa volta la sede INAIL per la quale è prevista la chiusura imminente.

CIVITANOVA–La sede INAIL di Civitanova, in Via De Amicis, rischiaCONSUELO FORTUNA- la chiusura, eppure finora ha offerto all’utenza servizi per il controllo della temporanea d’infortunio, per la costituzione delle rendite da infortunio, oltre all’attività di sportello per le varie informazioni, destinate quasi esclusivamente a persone infortunate e quindi con difficoltà di movimento. Chiudere la sede civitanovese costringerà queste persone a rivolgersi alla sede di Macerata per ogni necessità.

Le istituzioni e la politica dovrebbero intervenire per far restare la sede INAIL a Civitanova Marche.

In che modo? L’INAIL ha previsto, per le Marche, la soppressione delle Sedi Territoriali di Civitanova e Senigallia che però – sostiene Consuelo Fortuna (nella foto), Presidente del comitato cittadino di Forza Italia, unitamente all’iscritta Piera Bertoni – potrebbero essere salvate ricorrendo alla qualifica di semplici Agenzie, senza la figura apicale del dirigente.

In questo caso è necessario mettere a disposizione un locale a uso gratuito presso un’altra amministrazione pubblica, come già successo in altre località che hanno trovato spazi presso la ASL o in uffici che l’Amministrazione comunale può trovare conoscendo più da vicino la mappa dei locali pubblici.

Servono: una stanza da adibire ad ambulatorio per il medico e l’infermiera ed un altro paio di stanze per il personale amministrativo, composto da cinque impiegati.

Come sempre se si vuole qualcosa e ci si mette d’impegno si riesce ad avere risultati.

Per mantenere la sede INAIL a Civitanova Marche, Forza Italia è pronta a fare tutte le battaglie possibili nelle sedi istituzionali e non. E l’Amministrazione comunale cosa farà? Importante e che non faccia quello che ha fatto sino a oggi in altre situazioni simili: cioè niente!”, concludono Fortuna e Bertoni.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
maggio: 2014
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031