CAMPOFILONE–Si intitola “Cucina a regola Maccheroncini_07d’arte nell’Ecomuseo della Valle dell’Aso” ed è il progetto finalizzato alla valorizzazione dei prodotti tipici della Valdaso, con l’obiettivo di fare del prodotto d’eccellenza un vero e proprio bene culturale.

Nell’ambito di questo progetto sono quattro gli appuntamenti che, tra maggio e luglio prossimi, mettono sotto i riflettori alcuni dei più importanti prodotti tipici della Valdaso, come i Maccheroncini di Campofilone IGP e la Pesca.
Si parte nel fine settimana del 17 e 18 Maggio 2014  a Campofilone, con un convegno interamente dedicato ai Maccheroncini IGP e alla loro “sostenibile leggerezza”, per poi proseguire con curiosi e gustosi Cooking show, in cui la tradizionale pasta fresca di Campofilone sarà preparata live da due chef di primo piano, come Aurelio Damiani e Moreno Cedroni. Proprio in questi giorni, i due chef sono protagonisti di una golosa anteprima di Cucina a regola d’arte in occasione di Fritto Misto ad Ascoli Piceno, dove propongono, tra le altre cose anche insoliti Maccheroncini di Campofilone IGP rigorosamente fritti.Maccheroncini_11
La Valdaso è, comunque, famosa anche per la sua produzione frutticola, in particolare della pesca. Così l’appuntamento “Licenza di pèsca”, in programma il 19 e 20 luglio ad Ortezzano, intende far conoscere e apprezzare tutte le caratteristiche e la versatilità di questo frutto, con una insolita cena in piazza rigorosamente a base di pesca, dall’antipasto al dolce. Realizzati dai ristoranti del territorio, i piatti saranno preparati utilizzando tutte le cultivar di pesca della valle, per un gusto unico da assaporare in una fresca serata estiva in collina, di ritorno dalla spiaggia.

Inoltre, non poteva mancare uno dei piatti più tipici del nostro paese, la polenta, protagonista da quarant’anni, della sagra della polenta con le lumache e i frutti di mare nell’antico borgo di Altidona.

Quest’anno, proprio ad Altidona si svolgerà, dal 20 al 22 giugno, il XII Raduno delle Sagre della polenta d’Italia, un incontro tra polentari, in cui ognuno porta la propria specialità, la propria storia e la tecnica. Non una sfida alla polenta più buona, ma un incontro tra le tradizioni dello stivale, che vedono protagonista questo piatto semplice, antico, nutriente e gustoso. Saranno 18 le delegazioni presenti al raduno, con altrettante specialità di polenta da provare, a scelta per un viaggio virtuale in tutta Italia. Venerdì 20 la parola ai prodotti tipici della Valle nel workshop “Ecomuseo della Valle dell’Aso, un giacimento di sapori” che riunisce, oltre alla polenta, ai Maccheroncini di Campofilone IGP e alla pesca, anche il ciauscolo ed il vino cotto. Saranno previsti, infatti, degustazioni/laboratori in collaborazione con i Comuni di Moresco, Monterubbiano e Lapedona.
Il programma ufficiale prevede, infine, un altro appuntamento a Petritoli, il 12 luglio, con un convegno e una cena/degustazione dedicati alla “Dieta mediterranea: acqua e grano della Valdaso”.

 “Cucina a regola d’arte” si propone, dunque, attraverso quattro appuntamenti non scientifici ma divulgativi, divertenti e, naturalmente, di gusto, di far conoscere prodotti tipici d’eccellenza che sono frutto della cultura locale e sono, essi stessi, cultura. Occasioni anche di arricchire un weekend primaverile fuoriporta o una vacanza estiva al mare, approfittando della antica e ricca storia che i borghi di Campofilone, Ortezzano, Petritoli e Altidona hanno da raccontare, dagli antichi Piceni ai Romani, dal Medioevo fino ai giorni nostri.

Il progetto è realizzato da Fabbrica Cultura, con il finanziamento del GAL Fermano (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale “L’Europa investe nelle zone rurali” Progetto cofinanziato nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale del GAL Fermano Leader – Sottomisura 4.1.3.7 Promozione territoriale e certificazione d’area – Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 – Unione Europea / Regione Marche) e promosso dai Comuni che aderiscono all’Ecomuseo della Valle dell’Aso (oltre ad Altidona, Campofilone, Petritoli e Ortezzano, Carassai, Lapedona, Monte Vidon Combatte, Montefiore dell’Aso, Monterubbiano, Moresco e Pedaso).
  

Annunci