You are currently browsing the daily archive for gennaio 18, 2014.

SANT’ELPIDIO A MARE – In occasione dell’incontro con il Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca, organizzato per discutere dell’impianto di stoccaggio del Gas, gli amministratori locali hanno avuto modo di discutere anche della situazione venutasi a creare in occasione delle piogge dello scorso dicembre in particolare per quel che concerne il crollo del muro di Via Tevere.

“Subito dopo il crollo – osserva in merito il Sindaco Alessio Terrenzi – si era detto che si sarebbe intervenuti in compartecipazione tra Comune e Provincia, tanto che la Provincia ha già inserito l’intervento nel proprio piano delle opere pubbliche con copertura derivante dai fondi che la Regione deve ancora inviare a Comuni e Province relativi all’alluvione del 2011. Abbiamo appreso che quei fondi, deliberati per Sant’Elpidio a Mare e per la Provincia di Fermo dalla Regione, non potranno essere usati prima del 2015 pertanto la Provincia non può avere fondi per finanziare quell’opera. Il Comune dovrà coprire tutti i costi e la Provincia contribuirà con la progettazione che è già in corso. E’ notizia di queste ore che, accanto ai 15 milioni di euro già stanziati per la prima tranche dell’emergenza dal Consiglio dei Ministri, ulteriori 5 milioni di euro sono stati destinati agli interventi di somma urgenza necessari per ripristinare le principali infrastrutture danneggiate dalla pioggia del 2 dicembre per cui è stato dichiarato lo stato di emergenza. Posto che nel fermano ci sono delle priorità d’intervento come, ad esempio, il ponte di Rubbianello, al momento non è dato sapere se per Sant’Elpidio a Mare ci saranno delle somme a disposizione e, nel caso, non è dato sapere di quale entità si potrebbe parlare. Ricordo che siamo ancora in attesa dei fondi del 2011 pertanto chiedo alla Regione di tenere in considerazione la nostra città nella ripartizione dei fondi. Colgo l’occasione anche per sollecitare i consiglieri regionali del fermano ad attivarsi affinché la regione si ricordi di questo territorio che è stato messo in difficoltà dalla pioggia. In ogni caso, visto che per noi quell’opera è una priorità per la quale riteniamo indispensabile intervenire, è necessario rivedere l’elenco annuale ed il piano triennale delle opere pubbliche in virtù di ciò perché non si può pensare di intervenire solo confidando nell’arrivo di fondi sui quali non si ha nessuna certezza. Purtroppo si è trattato di un evento imprevisto ed improvviso che ha reso necessario riprogrammare gli interventi a suo tempo pianificati e non possiamo non intervenire per ripristinare una situazione di sicurezza nella zona. Se non si è intervenuti fino ad ora è perché ci sono tante incertezze e a differenza dell’alluvione precedente non si può intervenire anticipando le somme, cioè senza avere la copertura dei costi: per la realizzazione dell’opera è necessario andare in consiglio comunale per indicare dove si prendono i soldi necessari per quell’intervento che, come oramai credo si sia capito, è piuttosto corposo”.
 
Con l’occasione, il Sindaco ricorda che è necessario anche tenere in considerazione privati cittadini e aziende private che, come avvenuto per il Comune, hanno subito dei danni e sono in attesa di essere risarciti.

MACERATA–Ricco calendario di iniziative in provincMC-ISTITUTO RESISTENZA-OK9571ia per celebrare il Giorno della Memoria (27 gennaio), a cura della Provincia, dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea “M. Morbiducci” e dell’Anpi provinciale di Macerata. Le manifestazioni, dal 21 gennaio al 1° febbraio, toccheranno diversi luoghi del Maceratese a fare da cornice alla cerimonia ufficiale di martedì 28 gennaio al Cine Teatro “Don Bosco” di Tolentino, con la partecipazione degli studenti della città. Si comincia martedì 21 gennaio a Macerata, con la cerimonia di inaugurazione, alle 17.30 nella sala del Consiglio comunale, della mostra “Perché non accada mai più, ricordiamo” a firma dell’Anffas, in collaborazione con il Comune di Macerata.
La mostra, allestita alla galleria Galeotti, resta aperta fino al 30 gennaio.
Venerdì 24 gennaio. A Macerata, nella sala Castiglioni della biblioteca Mozzi-Borgetti, alle 10.30 si presenta il volume “Auschwitz prima di Auschwitz. Massimo Adolfo Vitale e le prime ricerche sugli ebrei deportati dall’Italia”, di Costantino Di Sante. Intervengono l’autore, Carlo Saletti, dell’Università di Mantova, e Annalisa Cegna, dell’Isrec Macerata. A Matelica, all’Istituto comprensivo “Mattei”, alle 9 Claudio Gaetani, presidente dell’Isrec Macerata, tiene la lezione su “Cinema e Shoah”. Ad Appignano, nell’oratorio parrocchiale, alle 21.15 c’è “La Shoah nel cinema per ragazzi”, a cura dell’Istituto comprensivo “Della Robbia”, dove partecipa Maila Pentucci, dell’Isrec Macerata, mentre a Corridonia, al cineteatro “Lanzi”, sempre alle 21.15 viene proiettato il film “Train de vie” a cura dell’Anpi locale. Sabato 25 gennaio. A Matelica, nella sala Boldrini di Palazzo Ottoni, alle 17 è in programma la lezione di Claudio Gaetani, dell’Isrec Macerata, su “Cinema e Shoah”.
Domenica 26 gennaio. Il teatro “Velluti” di Corridonia ospita, dalle 17, le letture sulla Shoah curate dagli alunni delle scuole. Lunedì 27 gennaio. All’auditorium dell’Abbadia di Fiastra di Tolentino, alle 9 è in scena lo spettacolo “Il paese della vergogna” di e con Daniele Biacchessi, Marino Severini e Sandro Severini (The Gang), a firma dell’Anpi di Tolentino. A Macerata, nella sala Castiglioni della Mozzi-Borgetti, alle 16 seminario “Storie di donne e di uomini per una didattica della Shoah”, con interventi di Andrea Rondini, dell’Università di Macerata, Annalisa Cegna e Maila Pentucci, dell’Isrec. Martedì 28 gennaio. Il teatro “Don Bosco” di Tolentino accoglie, alle 11, gli studenti delle scuole cittadine per la conferenza “Comprendere malgrado tutto. Quando i film creano memoria”, tenuta da Claudio Gaetani, dell’Isrec Macerata.
Si termina sabato 1° febbraio, al teatro di Caldarola, con la presentazione alle 16 del volumetto “Scrivere di guerra pensare alla pace. Storie e racconti” di Eno Santecchia. Intervengono l’autore, l’on. Adriano Ciaffi e Aldo Benfatto, della Cgil Macerata.

hannah_arendt

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

PORTO SANT’ELPIDIO–La Giunta Comunale ha approvato le NAZARENO FRANCHELLUCCI-linee guida per “Feste e Sagre Sostenibili”. L’Amministrazione Comunale in accordo con la normativa europea e nazionale, nell’ambito della propria attività di programmazione di politica ambientale, al fine di contribuire alla riduzione della produzione dei rifiuti, ha elaborato delle regole necessarie per promuove la gestione corretta e sostenibile dei rifiuti durante le feste, sagre e manifestazioni.

Tali linee guida stabiliscono le norme necessarie ad aiutare tutti gli organizzatori di eventi pubblici a promuovere azioni per la riduzione della quantità di rifiuti prodotti, a sensibilizzare i partecipanti ad azioni sostenibili positive, diffondere l’utilizzo e la conoscenza dei prodotti biologici e del commercio equo solidale. Infine, in tale documento, l’Amministrazione attribuisce compiti di sorveglianza e controlli all’Ente Gestore mentre le sanzioni al corpo dei Vigili Urbani, come già stabilito dall’art. 43 e art 44 del regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti che prevede a chiunque non si adegui alle modalità di conferimento dei rifiuti urbani ed assimilati stabilite dall’Amministrazione comunale una sanzione amministrativa da un minimo di € 25,00 a un massimo di € 150,00.

 Le feste e le sagre – ha spiegato a Millepaesi il Sindaco Nazareno Franchellucci (nella foto) – si caratterizzano per elevate produzioni di rifiuti imputabili soprattutto all’utilizzo di stoviglie monouso e alla somministrazione di bevande in contenitori PET, oltre che alla produzione di rifiuti derivanti dalla preparazione dei pasti (imballaggi, scarti alimentari) e dall’attività di pulizia. Il nostro obiettivo è quello di ridurre la quantità di rifiuti prodotta attraverso l’adozione di buone pratiche, come l’utilizzo di materiali riutilizzabili (stoviglie, posate e bicchieri in ceramica, vetro e metallo) o biodegradabili, l’utilizzo di detersivi biologici per il lavaggio delle stesse, il recupero delle eccedenze alimentari attraverso le associazioni di volontariato, la fornitura di avanzi di preparazione a strutture di ricovero animali, oltre che all’attuazione delle raccolte differenziate attraverso isole ecologiche.

Inoltre nell’organizzazione di una manifestazione pubblica ogni ente organizzatore è tenuto obbligatoriamente all’individuazione di un responsabile per i rifiuti, che avrà il compito di dare indicazioni ai partecipanti e guidare ed organizzare le fasi della raccolta e smaltimento dei rifiuti. Gli oli usati nelle cucine saranno raccolti in appositi contenitori e smaltiti adeguatamente mediante ditta specializzata che a fine manifestazione dovrà prelevare i fusti pieni o consegnarli all’ecocentro comunale.

La comunicazione – conclude il primo cittadino di Porto Sant’Elpidio – è fondamentale per la riuscita di un evento, ma rappresenta anche un importante veicolo per far passare altri contenuti. Comunicare la sostenibilità dell’evento da un lato rappresenta un modo di sensibilizzare coloro che vengono a contatto con la comunicazione e con l’evento, ma dall’altro diventa un valore aggiunto che farà maggiormente apprezzare l’evento alle persone attente a questi aspetti, che sono sempre di più”.

ANCONA–Il sindaco Valeria Mancinelli e tutta l’Amministrazione comunale esprimono profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Roberto Stecconi.

Stecconi era stato eletto consigliere comunale nelle elezioni amministrative del 1997, successivamente nominato assessore nel maggio 2000, con delega a Aziende, Patrimonio Casa/Alloggi, Condono, Partecipazioni consortili e societarie.

Dopo una nuova tornata elettorale, nel 2001 e fino al 2006 era stato chiamato di nuovo in giunta ad occuparsi di Patrimonio, Casa/Alloggi, Condono, Frana e Protezione civile. Roberto Stecconi era stato nominato assessore una terza volta il 17 giugno 2006 con delega a Politiche economiche e finanziarie e di Bilancio, Programmazione e controllo di gestione, Entrare e Politiche fiscali, Finanza di progetto, Patrimonio, Economato.

Lo ricordiamo con stima e rimpianto ­– ha dichiarato il sindaco Mancinelli – come uomo politico e cittadino leale e impegnato attivamente e per gran parte della sua vita al servizio del capoluogo e delle esigenze dei suoi concittadini. Come consigliere e come assessore, è stato sempre vicino alla gente, attento e sensibile alle problematiche sociali e della convivenza civile. Un esempio di equilibrio, impegno e passione politica”.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
gennaio: 2014
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031