SANT’ELPIDIO A MARE – Sono pronti per vivere una SEM-16-1-2014-ragazzi tarantellinuova esperienza in Kuwait, in virtù di un contratto annuale come chef e camerieri nel primo dei ristoranti che il titolare del prestigioso “Alfredo alla scrofa” vi aprirà a fine febbraio e questa mattina sono stati convocati dal Sindaco, Alessio Terrenzi, che ha voluto congratularsi personalmente con loro assieme all’Assessore al Turismo Emanuele Gentili.
“Questi ragazzi non solo avranno modo di vivere un’esperienza lavorativa molto importante – ha osservato il Sindaco nel salutarli ed accoglierli nel suo ufficio, assieme agli insegnanti Melatini e Meconi oltre che al Dirigente Scolastico Roberto Vespasiani – ma si fanno anche veicolo turistico e promozionale per il nostro territorio. Ecco, dunque, che la nostra scuola travalica i confini nazionali e che la preparazione dei nostri ragazzi è uno dei più bei biglietti da visita che il nostro Paese potrebbe portare all’estero. Ovviamente contiamo su di loro anche per un’attività di promozione diretta, per quanto sarà loro possibile e auguro loro buon lavoro a nome mio personale e di tutta l’Amministrazione Comunale che non può che essere orgogliosa di un così importante traguardo da loro conquistato”.
L’occasione è stata preziosa anche per discutere del futuro della scuola, soprattutto dal punto di vista strutturale. Se, da un lato, la scuola è impegnata con le giornate di apertura straordinaria (il 26  gennaio ed il 16 febbraio) per mostrarsi ai potenziali nuovi iscritti, dall’altra vengono sollecitate risposte sul fronte strutturale.
In merito alla soluzione dell’utilizzo dell’ex Pretura, posto che la questione del Tribunale non è stata ammessa a referendum per cui andrà del tutto smantellato, il Sindaco ha manifestato qualche perplessità su quella soluzione – attorno alla quale, pure, si è discusso con Vespasiani qualche tempo fa – soprattutto per via del fatto che gli spazi non sarebbero comunque sufficienti ad ospitare l’intero istituto e che sarebbero necessari degli adeguamenti, dal punto di vista degli spazi, di non semplice realizzazione.
Si è tornati a discutere del Palazzo Montalto Nannarini come eventuale sede futura. “La Provincia, a suo tempo, ci ha comunicato che la struttura non è utilizzabile come sede per la scuola per problemi legati al carico statico – ha ricordato il Sindaco – e sono in attesa di conoscere eventuali costi da sostenere per un adeguamento, in modo da superare quel problema, per la messa a norma di tale palazzo. E’ necessario avere dati concreti prima di fare qualsiasi ipotesi. Non appena dalla Provincia avremo una stima dei costi da sostenere per un adeguamento del Montalto Nannerini il quadro sarà più completo”. 
 “Il Montalto Nannerini sarebbe la soluzione ottimale”, ha incalzato il professor Melatini ed il Sindaco ha preso l’impegno di contattare l’Assessore Provinciale Renzo Offidani per organizzare, una volta che si avranno alla mano stime precise circa la possibilità di adeguare quell’immobile all’uso desiderato, un incontro congiunto.
Annunci