Dopo Firenze, sarà la volta delle fiere a Riva del Garda e Mosca

 Primi test per le scarpe del Distretto Fermano-Maceratese. Il 2014 si è aperto con Pitti Uomo n. 85 (dal 7 al 10 gennaio) a Fortezza da Basso a Firenze. Circa 10 le aziende calzaturiere del Fermano, associate a Confindustria, presenti alla kermesse, assurta ormai a vetrina di rango internazionale dedicata al total look di qualità e d’immagine, visitata nella precedente edizione da 30 mila buyer. 1.047 i marchi presenti (di cui quasi 400 esteri) su una superficie espositiva di 59 mila metri quadrati.

Si tratta di un appuntamen

ARTURO VENANZI

ARTURO VENANZI

to consolidato – ha dichiarato Arturo Venanzi, Presidente della sezione calzature di Confindustria Fermo e vice Presidente di Assocalzaturifici – nel quale si intercettano contatti e dove non si fanno ordini e business. E’ un ottimo biglietto da visita per brand affermati che producono calzature di fascia alta. Pitti è il primo vero banco di prova del nuovo anno in grado di riscontrare quale rispondenza avranno le collezioni invernali presentate”. Il Fermano sarà presente anche a Pitti Bimbo dal 16 al 18 gennaio con altre 10 aziende circa.

E per un appuntamento fieristico per calzature uomo-donna come quello fiorentino che termina, eccone un altro ai nastri di partenza. Si tratta dell’81° edizione dell’Exporiva Schuh a Riva del Garda (Tn) dall’11 al 14 gennaio, manifestazione internazionale di riferimento per il settore calzaturiero del prodotto di volume, collocato in una fascia di prezzo medio, la più importante in Europa per questo segmento. 1.200 le aziende presenti (10 quelle associate a Confindustria Fermo che vi prenderanno parte), 11 mila operatori su una superficie di 32 mila metri quadrati.

Expo Riva Schuh è il primo appuntamento del calendario fieristico internazionale – ha aggiunto Venanzi – che consente ai visitatori di avere una preview completa delle proposte e di pianificare gli ordini con largo anticipo. Per gli espositori è un importante test di valutazione delle collezioni e l’occasione per meglio indirizzare la produzione”.

Attesa anche per il primo banco di prova oltre confine rappresentato dal Consumexpo di Mosca, dal 20 al 23 gennaio prossimi, nel quale le 20 aziende calzaturiere del territorio Fermano che vi parteciperanno faranno la parte del leone (10 quelle del Maceratese).

A parte la domanda estera, trainata positivamente finora dalla Russia e dalla Cina – ha concluso Venanzi – per il 2014 attendiamo segnali di incoraggiamento sul fronte del mercato interno. Si stanno percependo minimi barlumi di luce, ma essendo molto pragmatici prima di fare previsioni preferiamo vedere con i fatti che la parabola cambi direzione. L’auspicio è di lasciarci quella discendente alle spalle”.

 

 

Annunci