CONERO-VISTO DALLA TERAZZA DI SIROLO-FOTO©MILLEPAESI-9132-LGANCONA–“Il Comune di Ancona sarà in prima fila per poter utilizzare da subito i fondi dedicati alle “Aree marine protette” dalla manovra finanziaria del governo”. Lo ha affermato oggi il Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli.

Ritengo che l’istituzione dell’area marina del Conero, a cui il Comune di Ancona ha dato da tempo la sua adesione convinta, rappresenti una tutela del pregio e della specificità del nostro territorio e possa essere un volano per green economy, ricerca scientifica e sviluppo sostenibile”.

Per questo opereremo in sinergia con gli altri enti coinvolti, perché anche il Comune di Sirolo superi le perplessità, non solo sulla istituzione dell’Area marina protetta ma anche sul ruolo e la funzionalità dell’Ente Parco del Conero”.

Il progetto di area marina protetta, che ha la forza di diventare un catalizzatore di turismo sostenibile e di tutte le attività legate alla imprenditoria verde – sottolinea il Sindaco dorico – sarebbe messo fortemente a rischio dalla decisione della Regione di tagliare i finanziamenti ai Parchi e alle Riserve naturali delle Marche.

Sarebbe una decisione miope. Perché i tagli andrebbero a colpire non sacche improduttive o di spreco, ma un settore che rappresenta un capitale naturale e di bellezza da preservare e una risorsa vitale per il nostro territorio e la nostra impresa, specie quella giovane.

Anche per questo considero pretestuose e infondate le polemiche avanzate dagli amministratori di Sirolo sull’Ente Parco, considerato alla stregua di un “carrozzone”, laddove crediamo svolga una funzione importante di promozione e di salvaguardia. Questo non significa che non siamo disponibili, nel momento di rigore e sobrietà finanziaria che stiamo vivendo, a una rivisitazione della spesa e del funzionamento dell’Ente stesso da fare insieme”.

Annunci