You are currently browsing the daily archive for gennaio 8, 2014.

Non accettiamo di essere messi fuori mercato in nome di una presunta riduzione delle tariffe Rc auto e di una finta liberalizzazione” E’ quanchiaccherato sostiene Claudio Chiacchera, Presidente regionale dei carrozzieri aderenti a Confartigianato Marche, che ha proclamato la mobilitazione delle imprese. “I carrozzieri di Confartigianato – prosegue il Presidente Chiacchiera – contestano la misura, contenuta nel ‘pacchetto’ di norme sulla riforma RC auto varata dal Governo, che renderebbe nei fatti obbligatoria la ‘forma specifica’ nel risarcimento dei danni dei veicoli incidentati, vale a dire il far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle officine di carrozzeria convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime. In questo modo si rischia di far chiudere migliaia di carrozzerie indipendenti, che non operano in convenzione con le assicurazioni ed al contempo si impedisce ai cittadini di esercitare la libera scelta di essere risarciti in denaro e di farsi poi riparare l’auto dall’officina di fiducia. Questa norma – dice ancora il Presidente Chiacchiera – è l’esatto contrario delle liberalizzazioni perché, nei fatti, si indirizza tutto il mercato della riparazione verso le carrozzerie convenzionate, alle quali le Assicurazioni impongono condizioni contrattuali capestro tali da costringerle a lavorare sotto costo, mettendo oltre tutto a rischio anche la qualità della riparazione. E’ poi veramente singolare che – sottolinea Chiacchiera – proprio nelle misure indicate dal Governo per abbassare i costi a carico delle Pmi si nasconda un meccanismo come questo che, nei fatti, mette fuori mercato migliaia di piccole imprese. Con il provvedimento sulla riforma della RC Auto si va in direzione opposta rispetto alla libera concorrenza nel settore senza che, oltre tutto, ciò permetta di realizzare il tanto auspicato calo delle tariffe RC auto. Liberalizzare – conclude Claudio Chiacchiera – significa di fatto ampliare l’offerta, mentre il provvedimento varato dal Governo metterebbe invece fuori gioco molte migliaia di carrozzerie che hanno individuato nella propria indipendenza imprenditoriale la scelta strategica di mercato. Inoltre, la norma crea un grave e palese conflitto di interesse in cui ricadono le Assicurazioni le quali, per legge, sono obbligate a risarcire il danno e non ad occuparsi direttamente delle riparazioni”. 

Annunci

ANCONA–Tornano alla normalità l’asilo nido Pollicino e la scuola materna Ferrante Aporti di via Fornaci comunali, che riapriranno normalmente domattina giovedì 9 gennaio 2014 dopo l’evacuazione di ieri e la chiusura decisa con un’ordinanza del sindaco dovuta al ritrovamento di un ordigno bellico.

Stamattina gli artificieri hanno provveduto a bonificare e portare via il residuato bellico rinvenuto nella rupe adiacente al giardino della scuola nel corso di lavori di ripulitura della sterpaglia.

Domani dunque riprenderanno regolarmente tutte le attività e i servizi della scuola e del nido.

Nuovo avventuroso viaggio con la due ruote di Marcello ed Emma

Oramai esperto viaggiatore in solitaria, il civitanovese Marcello Trappolini descriveEMMA-VESPA-_n il suo prossimo, lunghissimo viaggio su due ruote: Veracruz (Messico) – Chicago (Stati Uniti).

Nella prima metà di febbraio 2014, insieme alla sua inseparabile “Vespa Emma”, partirà per un nuovo viaggio, stavolta nell’America Settentrionale.

Marcello non va di certo allo sbaraglio, la parte organizzativa del viaggio in Vespa è molto laboriosa, si sta documentando con Internet e mediante i cataloghi delle agenzie di viaggio sull’itinerario con tutto ciò che c’è da vedere. Studia luoghi e distanze sulle carte geografiche per conoscere il percorso, i dislivelli, il meteo e le temperature, senza l’aiuto di specialisti.

Emma è stata revisionata pezzo per pezzo, con l’aiuto di un tecnico della Vespa, per evitare guasti e avarie improvvisi.

Anche le incombenze burocratiche sono pesanti, Marcello deve recarsi all’ACI di Ascoli Piceno

MARCELLO TRAPPOLINI NEL CORSO DI UN PRECEDENTE VIAGGIO IN SUD AMERICA

MARCELLO TRAPPOLINI NEL CORSO DI UN PRECEDENTE VIAGGIO IN SUD AMERICA

per ottenere il “carnet de passage”, la necessaria fidejussione in banca, con il versamento di una cauzione di ben 3.000 euro, invece l’assicurazione RCA dovrà essere stipulata in loco. Occorrono la patente internazionale, il passaporto digitale e anche una buona assicurazione personale per infortuni e malattie.

Bene imballata in una cassa di legno affumicato, “Emma” sarà imbarcata un mese prima in Italia o in Olanda, fino al porto di Veracruz in Messico. Marcello giungerà in aereo a Città del Messico e due giorni prima giungerà a Veracruz ad attendere l’arrivo di Emma in nave.

Dal quel porto inizierà il tour vero e proprio fino alla penisola dello Yucatan, visitando le città di Merida, Villahermosa e i resti Maya a Chichén Itzá, Cancún poi ritornerà indietro a Chicanna, San Cristobal de Las Casas, Oaxaca, Puerto Escondido, Acapulco e Mexico City.

Nella capitale sosterà 4- 5 giorni per visitare la città e i dintorni, poi ripartirà per Leon, Guadalajara e Tepic in direzione nord – est per la Bassa California. A Mazatlan s’imbarcherà su un traghetto per la La Paz; seguirà la costa pacifica, arrivando a Tijuana, al confine con gli Stati Uniti.

Giungerà a Los Angeles in California e poi a Santa Monica, dove inizia la “Route 66”, la famosa strada (aperta l’11 novembre 1926) che dopo 3.755 km conduce a Chicago. La Route 66, una strada storica molto frequentata dai motociclisti con le loro Harley Davidson, attraversa anche città e villaggi.

Il viaggio si snoderà attraverso l’Arizona, il Nuovo Messico, l’Oklahoma, il Missouri e l’Illinois arrivando a Chicago. Il percorso complessivo Messico – Stati Uniti sarà di oltre 13.000 km (più eventuali deviazioni imprevedibili) e finirà nell’aprile 2014.

Ammirerà lo Yucatan, terra degli antichi Maya, i ricchi luoghi archeologici attorno a città del Messico, la costa pacifica e tutta la penisola della Bassa California.

Negli Stati Uniti il Gran Canyon del Colorado, la Valle della Morte (vicino a Las Vegas), una zona inospitale, dove perdersi o fermarsi troppo a lungo significa morire, valicherà le montagne Rocciose, attraverserà il grande fiume Mississippi e il suo affluente Missouri e le immense praterie del Far West, dove un tempo vivevano gli indiani d’America e, in ultimo gli altopiani Ozark fino a Chicago, sul lago Michigan.

A Chicago, traguardo del viaggio, “Emma” forse sarà spedita in treno a New York per essere di lì reimbarcata per l’Italia.

Quest’anno Marcello avrà con sé una telecamera da casco per riprendere il viaggio; rimarrà in contatto con l’Italia quasi esclusivamente con la posta elettronica, per evitare ulteriori spese, tutte a suo carico. Da buon viaggiatore scriverà delle note giornaliere, stanchezza e avverse condizioni meteorologiche permettendo. Come per i precedenti viaggi, anche questa volta Marcello dovrà affrontare da solo decine di difficoltà e imprevisti come eventi naturali, tempeste, frane, ecc. che si presentano immancabilmente chilometro per chilometro.

Difficoltà comprensibili a fatica da chi non ha mai viaggiato da solo, senza tour operator o guide.

Marcello non ha il conforto né il supporto di un’intera troupe televisiva, come le giovani di Donna Avventura, né dei tecnici di Overland, quelli dei camion 4 x 4 colore arancione.

Finora Marcello non è riuscito a trovare nessuno sponsor, ma spera che qualcuno si faccia avanti.

           Eno Santecchia

FERMO–Dario Fo torna a teatro con una presentazione-spettacolo dedicata al libro In fuga dal Senato (Chiarelettere, Milano 2013) il prezioso lascito in cui Franca Rame ripercorre l’amara esperienza vissuta in Parlamento tra il 2006 e il 2008, un viaggio della durata di 19 mesi nel luogo che l’attrice definisce “il frigorifero dei sentimenti”, narrato senza mediazioni e con la sensibilità teatrale e comica di chi è stata da sempre sulla scena; un racconto drammatico e al contempo grottesco legato a doppio filo all’impegno civile e politico durato per decenni e mai terminato, nemmeno dopo le sofferte dimissioni.

Il 25 gennaio alle 21 Dario Fo sarà sul palcoscenico del Teatro dell’Aquila per raccontare l’esperienza oggi più che mai attuale della sua compagna di vita; una testimonianza dai risvolti comici ricca di nomi, storie e circostanze e portata in scena dal premio Nobel con tre giovani attori: Maria Chiara Di Marco, Roberta De Stefano e Jacopo Zerbo. “Ringrazio il maestro Fo per la grande disponibilità dimostrata nel portare il suo spettacolo a Fermo – sottolinea Francesco Trasatti, assessore alla Cultura – c’è molta richiesta e non è una cosa facile averlo in città. Ci saranno sicuramente iniziative collaterali per creare un contatto diretto con i cittadini”.

 L’ingresso allo spettacolo prevede un biglietto di 12 euro. Ai presenti verrà distribuito un coupon per l’acquisto del volume a prezzo ridotto nel foyer del teatro.

 IN FUGA DAL SENATO

di Franca Rame

Con Dario Fo, Maria Chiara Di Marco, Roberta De Stefano e Jacopo Zerbo

Assistente alla regia Fabrizio De Giovanni

Testo a cura di Francesco Emanuele Benatti

Con la collaborazione di Jessica Borroni, Chiara Porro e Luca Vittorio Toffolon

Organizzazione di ITINERARIA TEATRO info@itineraria.it – tel. 02.25396361

 

 

 

Cinema di gennaio-2014-MONTE URANO-

Cinema di gennaio-2014-MONTE URANO-

Cinema di gennaio-2014-MONTE URANO-Cinema di gennaio-2014-MONTE URANO-

L’Assessore Silvio Calza: “Per noi è un’importante occasione di promozione del territorio. Il settore turistico è in tempi di difficoltà come quelli attuali una risorsa e può essere il volano della crescita economica”

PORTO POTENZA PICENA–Il nuovo anno 2014 si è aperto subito con una novità impPPP-BANDIERA BLU2013-ortantissima per il Comune di Potenza Picena: ovvero l’ingresso nel circuito turistico dell’Associazione della “Riviera del Conero”. Un colpo di marketing turistico da 90! Si tratta di un progetto sul quale cui l’Amministrazione Comunale (al centro della foto a destra il sindaco Sergio Paolucci con gli altri assessori) e l’Assessorato al Turismo stavano lavorando da tempo, finalizzato ad incrementare la visibilità e l’appeal turistico del territorio comunale potentino, attraverso la partecipazione ad una realtà ben consolidata nel circuito turistico nazionale ed internazionale, che propone il territorio nel suo complesso abbinando le peculiarità di ogni singolo Comune, mare, spiagge, arte, cultura, paesaggi, gastronomia, per attrarre turisti e visitatori.

Crediamo nel turismo – ha commentato il Sindaco Sergio Paolucci – e riteniamo che Potenza Picena abbia ricchezze e potenzialità tali nel settore che possono integrarsi con quelle dei Comuni che aderiscono all’Associazione Riviera del Conero. Pensiamo che la collaborazione e l’unità fra Enti diversi, ma con identità e tradizioni comuni, siano valori aggiuntivi, che possono migliorare l’offerta turistica e contribuire così alla crescita economica e culturale di tutto il territorio. Apprezziamo il lavoro e la promozione sviluppate dall’Associazione e per questa ragione abbiamo richiesto l’adesione. Ringraziamo per essere stati accolti, sicuri c

PORTO POTENZA PIAZZA DELLA STAZIONE

PORTO POTENZA PIAZZA DELLA STAZIONE

he la nostra partecipazione possa arricchire sia l’Associazione, sia tutti gli altri Comuni ed Enti privati ad essa aderenti”.

Il turismo – dice a sua volta l’Assessore Silvio Calza – può davvero diventare un autentico volano per la nostra economia locale e, in tempi di difficoltà come quelli che si sta attraversando, è importante crederci e fare di tutto per valorizzarlo”.

Nel nostro territorio comunale – prosegue Calza – il turismo sta facendo registrare dei numeri in sensibile crescita progressiva. Le buone scelte e gli investimenti turistici dell’Amministrazione Comunale hanno stimolato la capacità ricettività del territorio, generando un afflusso turistico in netto aumento e creando le basi affinché un numero crescente di famiglie del nostro comune scegliessero di fare del turismo una fonte di reddito. Questa è la migliore riprova che il settore turistico può essere una risorsa”.

ELENA LEONARDI, ASSESSORE DI PORTO RECANATI

ELENA LEONARDI, ASSESSORE AL TURISMO DI PORTO RECANATI FOTO©MILLEPAESI

Con la new entry del Comune di Potenza Picena salgono a 13 i Comuni che aderiscono all’Ente di riferimento istituzionale della Riviera del Conero, affiancandosi così a quelli già soci: Ancona, Camerano, Castelfidardo, Loreto, Numana, Osimo, Ostra Vetere, Porto Recanati, Agugliano, Offagna, Polverigi, Santa Maria Nuova e Sirolo.

L’entrata di Potenza Picena rappresenta un passo ulteriore per essere più competitivi soprattutto sul mercato estero, rendendo sempre più il territorio una destinazione turistica di eccellenza.

Le valenze artistiche, storiche e culturali del tipico centro medievale di Potenza Picena con le sue chiese, le sue architetture, le sue opere d’arte insieme al mare, alla spiaggia di sabbia finissima e alle infrastrutture per il tempo libero e per l’accoglienza si integreranno pienamente con i ricchi patrimoni dei Comuni dell’Associazione, il cui fine è quello di unire le forze in campo per ottimizzare l’offerta turistica di tutti i paesi della Riviera del Conero.

Da questo mese (gennaio 2014), dunque, anche il Comune di Potenza Picena potrà avvalersi degli strumenti di comunicazione dell’Associazione, trovando un valido supporto in termini di marketing nei siti internet (www.rivieradelconero.info e www.conero.info), nei dieci canali social, nelle guide cartacee, nelle fiere, negli educational e nei progetti di accoglienza.

PORTO POTENZA • UN ASFILATA PER L ABANDIERA BLU SUL LUNGOMARE PORTO POTENTINO

PORTO POTENZA • UNA SFILATA PER LA BANDIERA BLU SUL LUNGOMARE PORTO POTENTINO

Credo che oggi più che mai – sottolinea Massimo Paolucci, responsabile marketing dell’Associazione Turistica – la nostra “mission” debba essere rivolta alla competitività rispetto ad altre destinazioni turistiche, offrendo un prodotto quanto più completo ed eccellente possibile. Ci stiamo orientando sempre di più verso il potenziamento del concetto di “prodotto turistico”, ossia di tutte quelle relazioni ed interazioni che si sviluppano tra i principali attori del comparto. Per essere forti sul mercato occorre pensare il territorio come una destinazione turistica, creando un prodotto che possa essere attraente per il visitatore, soprattutto straniero. E’ più che opportuno unire in modo sinergico le nostre forze. La Riviera del Conero sta lavorando in questa direzione già da alcuni anni; il nostro modus operandi ha sempre tenuto conto del sistema di rete tra Comuni, in perfetta sinergia con la Regione Marche. Essere insieme oggi è la conferma che questa strategia è vincente. Sono finiti i tempi in cui il singolo Comune o addirittura la singola struttura decidevano di andare da soli a una fiera internazionale. Il passaggio successivo dovrebbe essere passare dalla strategia di destinazione alla strategia della motivazione in quanto i nostri potenziali turisti sono attratti principalmente dalle emozioni ed esperienze che potranno vivere nella destinazione turistica. Il “cosa fare” opportunamente narrato è la chiave per offrire la motivazione che determina la scelta, soprattutto in rete dove la consultazione è molto veloce”.PPP-16-6-2013-b.blu-LGG

E’ importante che l’Associazione si arricchisca di nuove eccellenze – afferma Lanfranco Giacchetti, Presidente del “Parco del Conero”, Ente promotore dell’Associazione Riviera del Conero – ogni parte del territorio porta le sue peculiarità e così anche Potenza Picena potrà portare il suo valore aggiunto. Il nostro Ente intende unire”.

Sull’ingresso del Comune di Potenza Picena nell’Associazione “Riviera del Conero” si esprimono anche altri Comuni che da tempo ne fanno parte.

Al giorno d’oggi – aggiunge Elena Leonardi, Assessore al Turismo del Comune di Porto Recanati – quando si propone turismo non si offre più il singolo paese, ma si va ad offrire un intero territorio con tutte le sue peculiarità. Non devono più esistere concorrenze di campanile, ma la forza diventa la collaborazione e le sinergie. Avere una località confinante come Potenza Picena e Porto Potenza per noi rappresenta uno sprone per migliorarci e un valore aggiunto, anche numericamente con il potenziamento dei posti letto”.

 “Dobbiamo fare squadra – si esprime in termini sportivi l’Assessore del Comune di Castelfidardo Tania Belvederesi, con un prestigioso passato di ciclista – e unire le forze. Potenza Picena saprà portare, all’interno dell’Associazione, le sue caratteristiche tra cui la spiccata disponibilità di infrastrutture di mobilità dolce e sostenibile, piste ciclabili e un lungomare interamente pedonale”.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
gennaio: 2014
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Annunci